"Cani e gatti gratis dal veterinario se il padrone non può permetterselo"

Servizio per gli animali gratuito per le fasce di popolazione meno agiate

Spesso la salute è il primo problema per chi si trova in cattive condizioni economiche, e lo è doppiamente se possiede animali domestici. Per questo il deputato Walter Rizzetto, eletto tra le file del M5S e poi passato (sette mesi fa) a Fratelli d'Italia ha presentato una proposta di legge che renderebbe gratuito il servizio sanitario veterinario convenzionato per le persone che appartengono alle fasce meno agiate della popolazione. In sostanza quelli che guadagnano meno di 7.000 euro all'anno, ma anche le associazioni senza fini di lucro che si prendono cura degli animali dispersi abbandonati.

La proposta ha avuto un riscontro bipartisan, e questo dovrebbe favorirne il cammino in aula. Da parte di tutti gli schieramenti si riconosce il ruolo sociale degli animali da compagnia, che spesso rappresentano l'unico affetto per molti anziani rimasti soli. Ovviamente le emergenze nazionali sono ben altre, ma lo stesso Rizzetto è consapevole delle priorità: «È chiaro che prima ci sono tante persone da aiutare. In commissione Lavoro della Camera mi occupo di esodati, gente che ha perso il lavoro, so bene che ci sono categorie in Italia che soffrono terribilmente. Tuttavia penso che questa legge possa dare un aiuto concreto nel quotidiano a tante persone che soffrono».

La proposta di legge ha anche l'obiettivo di istituire l'anagrafe canina e felina nazionale, un'antica battaglia di molte associazioni ambientaliste tra cui Legambiente. «È assurdo - conclude Rizzetto - che passando da una regione all'altra non ci sia modo di rintracciare un cane o un gatto dispersi».

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Sab, 01/10/2016 - 10:10

Sono MIGRANTI pure loro??? Non dobbiamo dimenticarci, che l`animale, OGGI COME OGGI, è un lusso e che molte persone a questi animali, danno la bistecca di filetto e cibarie, che molti Italiani non possono permettersi di pagare!!! Perciò, che siano gli amici dell`uomo daccordo, MA CHE I PROPRIETARI METTANO MANO AL PERTAFOGLIO SENZA FARE STORIE E PAGHINO PER LE VISITE!!!

magnum357

Sab, 01/10/2016 - 10:16

Ci mancava anche questa !!!!!!! Proprio i veterinari che sono già una umile categoria, adesso sbeffeggiata per rendere gratuiti servizi !! per favore risparmiateci questi vaneggiamenti !!!!

titina

Sab, 01/10/2016 - 10:18

Chi non ha la possibilità di far vivere bene un animale domestico non dovrebbero neppure prenderlo. Perchè devo pagare io, con le tasse, il veterinario quando sono costretta a pagarmi visite mediche ( attesa molto lunga) e farmaci vari?

Trinky

Sab, 01/10/2016 - 10:19

Allora voglio la manutenzione gratis della mia auto..........

avallerosa

Sab, 01/10/2016 - 10:59

MAGARI.

skomodo

Sab, 01/10/2016 - 11:00

Forse a qualcuno è sfuggito lo spirito umano di questa proposta , vi assicuro che avere un amico a 4 zampe anziano , malato e non avere le risorse per poterlo curare , quando silenziosamente se ne andrà , i suoi occhi vi marcheranno per tutta la vita. Indipendentemente dal perchè vi sono mancate le risorse.

ziobeppe1951

Sab, 01/10/2016 - 11:23

Pagando pantalone, ho il sospetto che la parcella lieviti

Anonimo (non verificato)

leo_polemico

Sab, 01/10/2016 - 12:18

Certo è che ci lamentiamo dell'incremento della presenza di topi nelle grandi città ma poi i loro naturali cacciatori, i gatti, sono nutriti con fior di leccornie, croccantini e chi ne ha più ne metta. Se i gatti sono lasciati un po' a digiuno e liberi, anzichè chiusi ad ingrassare e dormire, vanno a caccia e risolvono ecologicamente senza veleni il problema topi. Che poi, in altri casi, un animale domestico sia di forte aiuto psicologico per un ammalato è un altro discorso...

il sorpasso

Sab, 01/10/2016 - 12:26

Grande proposta e il denaro per pagare i veterinari devono essere sottratti alle pensioni d'oro! Anche gli animali hanno il diritto di essere curati e se i proprietari sono poveri vanno aiutati. Auguri e spero che la proposta vada in porto.

gattogrigio

Sab, 01/10/2016 - 12:35

Giusto, per la mia gatta posso pagare sia il veterinario sia il parrucchiere ma so benissimo alcuni non possono farlo. Certo che limiterei questo intervento a agli anziani soli a basso reddito perché , per loro, un quattrozampe può essere veramente l'unica compagnia e vi assicuro che molti quattrozampe la compagnia la fanno veramente.

Ritratto di stenos

Anonimo (non verificato)

ohibò44

Sab, 01/10/2016 - 13:02

Idea ottima, indiscutibile, attuabile ovunque, purtroppo, fuorché in Italia dove i nullatenenti vanno in giro in Ferrari. Un esempio? Il mio titolare, un illustre sconosciuto, aveva una casa dove risiedeva ed una villa al mare, lui e la moglie avevano ognuno la sua Mercedes e, naturalmente, avevano in rada un 16 metri. Aveva due costosissimi chihuahua di razza e ……. prendeva la pensione di povertà.

venco

Sab, 01/10/2016 - 15:37

Sapere che i chi e gatti non sono una necessità della nostra vita.

lento

Sab, 01/10/2016 - 16:06

Per favore ,basta con i guinzagli agli animali ! Specialmente per i cani, e' una tortura , una cosa incivile ! BASTA CON I GUINZAGLI AI CANI ! ANIMALI LIBERI !

potaffo

Sab, 01/10/2016 - 17:41

D'accordissimo. Se il padrone non può pagare le cure non si può lasciare morire un animale, tutti quelli che stanno affermando il contrario dovrebbero solo vergognarsi. Non solo, i Comuni dovrebbero prendere più sul serio il randagismo con un piano massiccio di sterilizzazione dei randagi di modo che un animale domestico finisca nelle case solo di chi può permettersi anche le sue cure.

vernunftigo

Sab, 01/10/2016 - 18:41

"" ma anche le associazioni senza fini di lucro che...": tutto chiaro, la solita pioggia di banconote a spese dei contribuenti su enti vari, costituiti da gruppetti di persone che hanno trovato il modo di sbarcare il lunario, senza dedicarsi ad attività direttamente o indirettamente collegate - cosa sgradevole - ai rischi d'impresa.

Cianna

Sab, 01/10/2016 - 19:08

si ha più cura per gli animali che per i nostri vecchi

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 02/10/2016 - 09:45

Non capisco il senso di questa proposta.Un animale in buona salute,in un anno costa di piu' per il mangiare che per le visite mediche.Dunque qualsiasi proprietario di animale che sia in grado di alimentarlo economicamente lo puo' fare anche per le rare visite mediche annuali (vaccino).