Canone in bolletta? Troppa disparità Mediaset: "Serve equilibrio"

Gina Nieri, nel cda della rete, chiede in un'intervista che si tenga conto della nuova situazione

"Non dipende dalla Rai e nemmeno da noi competitor", è piuttosto "un problema di assetto dei media a carico della politica". Ma il tema deve essere affrontato, perché "il punto è mantenere il sistema in equilibrio" e "nessuno degli operatori ha un finanziamento garantito in partenza", se non la Rai.

È Gina Nieri, componente del Consiglio d'amministrazione Mediaset, a dire in un'intervista al Sole 24 Ore che le nuove norme sul canone direttamente in bolletta hanno creato una situazione di disparità di risorse tra i diversi brand televisivi, aggiungendo che ora che si sta discutendo la nuova Concessione sarebbe un buon momento per parlarne.

La Nieri riprende un tema sollevato da Urbano Cairo, chiede di "rifocalizzare la Rai sul servizio pubblico" e se sottolinea che è positivo come "il governo abbia trovato un modo" per combattere l'evasione, aggiunge però che però che ora "è necessario trovare un equilibrio di risorse positivo per tutto il mercato".

Annunci
Commenti

Rossana Rossi

Gio, 11/02/2016 - 10:50

Illusione. La rai è 'cosa loro' e faranno indisturbati ciò che vogliono. Loro sono il pd, e per loro è TUTTO POSSIBILE. Noi dobbiamo solo pagare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 11/02/2016 - 11:20

il canone o la pagono tutti, o lo paga nessuno. Non fingano i finti poveri, che se possono spendere più di 100 euro di telefonate all'anno con il cellulare, possono spenderli anche sul canone. Non fingono i finti poveri che se possosno spendere centinaia di euro per andare a vedere la partita di calcio possono spenderli sul canone, Non fingono i falsi poveri che se spendono centinaia di euro per abbonamenti sky mediasetpremium e d altre cavolate, possono spendere per il canone. Quindi, agevolazioni a nessuno, oppure a tutti.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 11/02/2016 - 11:27

Abolire il cnaone Rai

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 11/02/2016 - 11:32

Quanto a "TV spazzatura" Rai e Mediaset mi pare si equivalgano. La RAi, col canone in bolletta, dovrebbe almeno eliminare 3/4 della pubblicità però occorre dire che nemmeno Mediset e Skay scherzano con le richieste di pagamento.

amedeov

Gio, 11/02/2016 - 11:51

X do-ut-des Concordo in pieno.Togliamo le agevolazioni a rom,clandestini,ecc. ma non solo del canone ma anche per acqua,luce,tari,ecc.

pedrosa

Gio, 11/02/2016 - 11:54

@do-ut-des Condivido

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 11/02/2016 - 11:55

IL CANONE E' ANTI COSTITUZIONALE, DOVREBBE ESSERE DIVISO FRA LE VARIE EMITTENTI ED INVECE NE BENEFICIA SOLO LA RAI.

graffias

Gio, 11/02/2016 - 11:57

Rinunciare agli spot sarebbe un atto di correttezza e di onestà che dalla RAI non è proprio possibile pretendere.

MEFEL68

Gio, 11/02/2016 - 12:06

@@@ amedeov - Quello che giustamente chiedi non lo faranno MAI. Una prova? Si fa un gran parlare delle nuove norme che prevedono(giustamente)multe salate a chi getta cicche per terra. Però, visto che si era in argomento, a nessuno è venuto in mente(e se gli è venuto, l'ha subito rimosso) di inserire nel decreto una punizione altrettanto salata per i vari immigrati che lasciano per terra decine e decine di bottiglie di birra. Anzi, hanno depenalizzato anche la pubblica defecazione.

MEFEL68

Gio, 11/02/2016 - 12:12

Con il canone in bolletta(ma anche noi lo siamo!)non potranno più giustificare pubblicità e aumenti con l'evasione. Visto che tutti pagheranno, la RAI dovrà rinunciare a qualcosa. Scelga lei: o il canone o la pubblicità; non può avere tutti e due perchè sarebbe concorrenza sleale. A proposito, una domanda: i politici pagano il canone, oppure gli è dovuto perchè devono informarsi?

Ritratto di Lucio Milella

Lucio Milella

Gio, 11/02/2016 - 12:41

@do-ut-des: le telefonate col cellulare sono una scelta personale, andare a vedere le partite di calcio è una scelta personale, abbonarsi a Sky o Mediaset Premium è una scelta personale, e per queste scelte personali si paga. La rai, invece, si deve pagare solo perché esiste e NON perché si sceglie di vederla. Mi sembra una NOTEVOLISSIMA differenza. Si cripti il segnale della rai e così ci sarà la LIBERTA' di scegliere se pagare per usufruire o no. Non è difficile da capire.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Gio, 11/02/2016 - 12:44

....- La Rai non è e non fa servizio pubblico, è il totem della lottizzazione partitocratica e, per numero di assurdità e disservizi, il canone Rai è un caso unico al mondo: basti pensare alle migliaia di famiglie costrette a pagare il canone pur non ricevendo nei propri televisori il segnale dei canali Rai, o alle centinaia di migliaia di aziende sottoposte alla porcheria del cosiddetto ‘canone speciale' ....La questione appunto è DI PRINCIPIO.....io non voglio pagare x una cosa che non guardo.....il resto è fuffa.

euge50

Gio, 11/02/2016 - 12:56

@FLEX Hai ragione, ma Mediset e Skay non sei obbligato a pagarle. Se hai piacere di vederle paghi un canone e stop. Con la RAI sei "obbligato" a pagare un canone e "devi vedere la pubblicita'": per me è estremamente scorretto, questo non è servizio pubblico, è estorsione o meglio dittatura bella e buona. Sarebbe opportuno incriptare il segnale e chi ha piacere di vedere la RAI, paga un canone, si dota di un decoder e tutti felici e contenti, come avviene per alcune tv a pagamento. Troppo semplice o meglio "democratico". Il PD ha molto da imparare in fatto di democrazia.

euge50

Gio, 11/02/2016 - 14:05

In molte valli cuneesi, soprattutto verso il confine francese, prima che arrivasse dig.terr. la RAI era completamente assente. Quando è arrivato il dig. terr., in una valle che conosco perfettamente, è intervenuta la Comunità montana, sostenendo i costi, per installare un ripetitore per portare il segnale sino al termine della vallata, NON lo ha fatto la RAI. Nonostante tutto, ad oggi, molto spesso il segnale non arriva e la manutenzione del ripetitore è a carico della Comunità montana, ma la RAI pretende il canone!! Lascio ai lettori i commenti ....

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 11/02/2016 - 16:51

Mettere sul mercato la Rai,nell'era di internet non vi è più bisogno di una tv di stato e tenuta in vita da una tassa ipocritamente definito canone.Il canone o abbonamento può essere mediaset premium o sky,non questi parassiti che si prendono il canone,fanno la pubblicità e siccome vengono strapagati producono disservizi e debito che paghiamo comunque noi sottoforma di costi per sevizi pubblici campati in aria. nopecoroni.it

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 11/02/2016 - 19:27

La rai farebbe bene a fare domanda di rottamazione.

SanSilvioDaArcore

Gio, 11/02/2016 - 20:08

A parte che è sky, non skay... La soluzione la troveranno a breve, 100 €/anno per Rai e 100€/anno per mediaset e tutti contenti. Tanto ormai non si scappa più e possono fare quel cxxxo che gli pare, fino a che c'è il calcio in tv l'italiano se ne sta zitto e paga

Ritratto di Horten

Horten

Gio, 11/02/2016 - 20:34

A proposito di equilibrio. Quanta poca gente oggi ha commentato gli articoli di politica estera.