Capalbio, ora i radical chic parlano come i leghisti

Poca sicurezza e rischio assistenzialismo, la sinistra si scopre anti-migranti. E li confina lontano dai vip

Roma Alla fine l'avrà vinta la sinistra falce e secchiello di Capalbio. I profughi arriveranno nella capitale estiva dei radical chic romani, ma confinati lontano dagli sguardi sensibili degli ospiti Vip. L'assessore regionale all'immigrazione Vittorio Bugli ha fatto capire che ci si può mettere d'accordo: «Sono sicuro che il sindaco potrà lavorare con la comunità per trovare soluzioni alternative, se quella prospettata dalla prefettura, non definitiva, non trova gradimento». A buon intenditore, non serve dire altro. E infatti si è subito detto soddisfatto il sindaco di Capalbio, il Pd (manco a dirlo) Luigi Bellumori, lo stesso che aveva definito l'arrivo dei profughi «una catastrofe lesiva dell'appeal di Capalbio». Ora si cercherà di far sparire la vicenda imbarazzante spazzandola sotto a un tappeto di compromessi. Magari si farà entrare il Comune nella gestione, così da spartire la torta dell'occupazione che il bando della Prefettura avrebbe consegnato nelle mani di uno dei giganti del settore. Ma è bastata la fugace polemica ferragostana a far sposare alla sinistra ogni slogan leghista sull'immigrazione. Uno per uno.

IL NUMERO

Il professor Alberto Asor Rosa, a proposito del caso Capalbio, dice che il paese non avrà problemi «ad accoglierne un numero sopportabile». Eppure fino a ieri chi si lamentava per i profughi in arrivo o denunciava «l'invasione», veniva bollato come allarmista dalla sinistra. E in città si è pure protestato facendo il paragone con Grosseto, cui sono stati destinati 160 profughi contro i 50 di Capalbio, pur essendo il capoluogo una città con molti più abitanti.

LA SICUREZZA

«Non potrà essere garantita dalla polizia municipale - ha protestato il sindaco Bellumori- che conta un solo agente a tempo indeterminato e due vigili estivi con il sindaco che ha il ruolo di comandante». Ed ecco, con una sola frase, convalidata da sinistra l'equazione «profughi-sicurezza».

L'ASSISTENZIALISMO

Altro tema caro alla Lega che da sempre dice sì agli immigrati che lavorano. Chicco Testa da sotto l'ombrellone gli fa praticamente eco: «Sì all'arrivo dei 50 migranti in paese se lavorano, no se devono stare a bighellonare tutto il giorno».

PRIMA GLI ITALIANI

Ancora il sindaco teme «che una comunità possa accettare che per un cittadino di Capalbio vengono spesi 31,28 euro l'anno in spesa sociale e per i richiedenti asilo 32,50 euro al giorno».

IL DECORO

Tra i moventi del lamento capalbiese, c'è il fatto che i profughi siano sistemati in «ville di gran lusso» vicine «all'area più residenziale». «In 19mila ettari bisognava metterli proprio là?», ha chiosato il primo cittadino. Altra equazione «profughi-decoro». Morale: l'unico immigrato buono per Capalbio è la colf.

Commenti
Ritratto di Stangetz

Stangetz

Mer, 17/08/2016 - 08:42

La colf da pagare in nero...

Littorino64

Mer, 17/08/2016 - 08:42

Ma come non sono per l'accoglienza, ma allora sono come i leghisti, ma travestiti da buoni. In sintesi, accoglienza si, ma a casa degli altri, che ridicoli.

maurizio50

Mer, 17/08/2016 - 08:43

Il Sindaco compagno di Capalbio, sinceramente democratico, ha proprio ragione: tutti dobbiamo fare l'accoglienza, purchè africani ed affini finiscano in casa degli altri!!!! Più democratico di così........

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 17/08/2016 - 08:53

Leggetevi ben bene la parabola del fariseo e del pubblicano e capirete di che religione sono fatti i sinistroidi. P:S.: e sopratutto capirete perché la Chiesa è tanto invisa alla "nomenklatura".

il corsaro nero

Mer, 17/08/2016 - 09:04

Cari sinistri, bello fare il gay con la materia prima altrui eh? Quando toccano i vostri interessi vi indignate? BUFFONI!

paolonardi

Mer, 17/08/2016 - 09:06

Mi fa venire in mente una barzellatta che girava on Italia alla fine degli anni '40: comizio del PCI in una piazza debordante, l'oratore attacca docendo: "basta differenze sociali perche' chi possiede la casa deve dividerla con chi non la ha, ovazione della folla, chi possiede soldi li deve dividere con i proletari, altra ovazione" chi ha la macchina la deve dividere con chi non la possiede, altra ovazione, ed anche chi ha la bicicletta ... una voce tonante interrompe no quella e' mia e me la tengo".

belmoni

Mer, 17/08/2016 - 09:07

Ma dai? della serie, va tutto bene, ma non calpestate il MIO orticello?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 17/08/2016 - 09:22

Certo che fare il komunista in un paese democratico è bello.Vedete kompagni :quando siete toccati da vicino non avete più quell'aria da buonisti ma vi comportate come tutti gli altri(non come i leghisti)perchè è molto facile fare il frocio col cu...degli altri.Ma questo i trinariciuti che vi votano lo capiranno tra vent'anni se tutto va bene.!!!!

cicocichetti

Mer, 17/08/2016 - 09:24

cittadini di serie A e cittadini di serie B

venco

Mer, 17/08/2016 - 09:27

Ognuno deve vivere a casa propria, ognuno deve stare nella propria comunità

VittorioMar

Mer, 17/08/2016 - 09:28

....in verità sono i "Leghisti" che parlano come i "RADICAL CHIC"!!!

lilli58

Mer, 17/08/2016 - 09:28

mandatene 300!

semprecontrario

Mer, 17/08/2016 - 09:38

adesso gli immigrati mon vanno più bene? siete buffoni

uberalles

Mer, 17/08/2016 - 09:43

NIMBY: cari compagnucci, anche questa volta avete fatta la pipì fuori dal vaso; perché mai i vostri elettori devono sciropparsi migliaia di negretti e voi avete paura che 50 ascari vi inquinino l'Ultima Spiaggia?

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 17/08/2016 - 10:23

C'è poco da ironizzare "...ora i radical chic parlano come i legisti"! Quando la sinistra, anche quella "nobile", viene toccata dai suoi stessi comportamenti, lascia da parte la demagogia ideologica e tira fuori il buon senso. Ovvio quindi che venga a dire le stesse cose della odiata Lega!

Ritratto di MLF

MLF

Mer, 17/08/2016 - 10:54

Dove sono i vari Pontbassi, ElKid, conviene e sinistrati vari? Tutti zitti? O tutti a Capalbio a cercare di arrampicarsi sugli specchi spiegando che a Capalbio sono clandestini, pericolosi, e fancazzisti, ma a Milano invece sono Profughi, bisognosi di rispetto e degni di integrazione?

joecivitanova

Mer, 17/08/2016 - 11:14

..il 'cattosinistro', quando è messo di fronte alla dura realtà, diventa più 'clericofascio' di chiunque altro, guarda un po'; però magari, per farsi 'capire', usa parole 'filosofose' (ci mancava un po' l'oso, dai..). ..'Che il giudicar m'è semplice da questo altare'..!! g.

Keplero17

Mer, 17/08/2016 - 11:20

Beh certo, la sinistra da sempre predica bene e razzola male.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 17/08/2016 - 11:23

Pontalti? elkid? lorenzovan? El Beduin? Non lasciateci in ansia, dite qualcosa!

Cheyenne

Mer, 17/08/2016 - 11:23

BUFFONI

ziobeppe1951

Mer, 17/08/2016 - 11:23

Non credo che i cosiddetti profughi, rimarranno blindati nei loro spazi, con il nuovo giorno, vorranno sicuramente farsi una passeggiata in pieno centro e in spiaggia mischiandosi con i venditori ambulanti, il problema rimarrà comunque

Riclivi

Mer, 17/08/2016 - 11:37

Capalbio ha bisogno di maggiori "risorse".E poi ci sono ancora le case dei Parioli da espropriare...

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Mer, 17/08/2016 - 12:03

E se parlano ancora, il prefetto glie ne manda un altro centinaio.