Capisco quelle denunce di Falcone e Borsellino Lo Stato tuteli la mia verità

Io non ho paura della morte. A 65 anni so bene che la morte ci appartiene. Da credente mi riconosco nel testamento spirituale di Paolo Borsellino: «È bello morire per ciò in cui si crede; chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola».

Ma sono preoccupato perché constato il venir meno dell'interesse alla mia sicurezza da parte delle istituzioni. Si può legittimamente dissentire dalle mie idee nel contesto della nostra democrazia. Resta il fatto che per la mia esperienza di vita da immigrato e da musulmano, sulla base della competenza acquisita in ambito accademico e giornalistico, sono l'italiano che probabilmente più di altri conosce e sa spiegare questi temi, che certamente ha condannato autorevolmente e fondatamente sia l'immigrazionismo come ideologia sia l'islam come religione. In concomitanza con la pubblicazione del mio nuovo libro Maometto e il suo Allah, lo scorso 25 luglio ho chiesto un incontro urgente con il ministro dell'Interno Marco Minniti. Finora non ho avuto risposta. Proprio perché ho descritto la realtà di Maometto attenendomi rigorosamente alle fonti ufficiali islamiche, il quadro che emerge è assolutamente veritiero ed estremamente preoccupante, facendoci toccare con mano la ragione per cui da 1.400 anni l'islam è intrinsecamente violento e storicamente conflittuale. So benissimo di aver violato una linea rossa tracciata con il sangue da tutti i musulmani che ottemperano letteralmente a ciò che Allah prescrive nel Corano e a ciò che ha detto e ha fatto Maometto. La strage dei vignettisti di Charlie Hebdo a Parigi il 7 gennaio 2015, «colpevoli» di aver ritratto in modo irriverente Maometto, era stata preceduta dalla denuncia legale intentata dai «moderati» della Grande Moschea di Parigi e dell'Uoif, così come ai solenni funerali nessun musulmano «moderato» espose il cartello «Je suis Charlie», sostituendolo con «Je suis Ahmed», un poliziotto musulmano ucciso anch'egli dai terroristi islamici.

Sono anni che gradualmente si sta allentando la sicurezza accordatami dopo che lo Stato aveva ritenuto di portarla al massimo livello. Già nel 2005 nel mio libro Vincere la paura denunciai il fatto che lo Stato mi assegnò una scorta, ma al tempo stesso legittimò gli estremisti dell'Ucoii che mi accusarono pubblicamente di essere un «nemico dell'islam». Voglio ricordare a tutti che queste condanne non decadono e non si affievoliscono con il tempo.

In questi giorni comprendo meglio il significato concreto delle denunce espresse da Borsellino, Falcone e Dalla Chiesa. Erano consapevoli che sarebbero stati assassinati da una mafia che opera in sintonia con uno Stato latitante se non consenziente. Chiedo allo Stato, al di là di chi governa, di tutelare in modo adeguato la mia sicurezza per consentirmi di andare avanti nella missione di dire la verità in libertà. Siamo tutti sulla stessa barca. Se dovessero uccidere la mia libertà, morirà la libertà di tutti noi.

www.magdicristianoallam.it

Commenti

Giorgiopin

Dom, 06/08/2017 - 15:09

caro allam, ho sempre apprezzato la tua posizione nei confronti della religione islamica, indubbiamente coraggiosa. spero che il mio paese comprenda le tue necessita di sicurezza e soprattutto sia conseguente!

perilanhalimi

Dom, 06/08/2017 - 15:17

Una volta Magdi Allam era sempre in tv, adesso che dice le stesse cose di Oriana fallaci e` evitato da tutti!! Tutta la mia solidarietà` ad un grande intellettuale coraggioso!!!

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 06/08/2017 - 15:40

----spero che minniti ascolti la richiesta di aiuto e si attivi in tal senso---pur essendo io --un tipo che non condivide neppure una sillaba di quello che scrivi---come vedi caro allam---noi commentatori antifascisti siamo lontani mille miglia dalla forma mentis dei destricoli camerati e di come essi commentano ad esempio la scorta ad uno scrittore che scrive cose contrarie alle sue---parlo di saviano obviously--swag ganja

ItaliaSvegliati

Dom, 06/08/2017 - 16:26

Io spero in una vera rivoluzione, questi tra una generazione sono al governo (anzi ci sono già) ma in miniera pesante e per gli italiani saranno momenti difficili.

VittorioMar

Dom, 06/08/2017 - 17:05

....AVREBBE DOVUTO CHIEDERE UN INCONTRO ..UNA CONVERSAZIONE ...UNO SCAMBIO CULTURALE ..AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ..PER ESPORRE LA SUA INSICUREZZA...L'ATTACCO ALLA SUA LIBERTA' DI PENSIERO CHE E' MESSA IN DISCUSSIONE...COME PER MOLTI..TROPPI ITALIANI..SAREBBE UNA SENSIBILIZZAZIONE PIU' AUTOREVOLE.....FORSE.....MAH.....PUO' DARSI...CHISSA'...!!

gattomannaro

Dom, 06/08/2017 - 17:27

Gentile ELKID, condivido quasi in toto il suo commento. Salvo un dettaglio. Io sono nato esattamente alla fine della guerra e ho vissuto infanzia e adolescenza in un ambiente di forte e pubblica discussione fascismo/antifascismo. Conoscendo specchiati galantuomini ed emeriti cialtroni equamente distribuiti tra le due fazioni. E le assicuro che le discussioni erano assai meno virulente di oggigiorno. E così come i presunti fascisti odierni sono solo squallide caricature dalla testa rasata e dal braccio alzato, allo stesso modo i 'commentatori antifascisti' sono solo una roba ridicola e di maniera. La sostanza di allora era ben diversa....

baronemanfredri...

Dom, 06/08/2017 - 17:36

PRIMA DI TUTTO A 65 NON SI MUORE CONOSCO PERSONE CHE SONO MORTE DIVERSE PERSONE OLTRE I 100 ANNI O QUALCOSA MENO. SECONDO NON TI PREOCCUPARE SE TI SUCCEDE QUALCOSA SARAI VENDICATO E DI BRUTTO VENDICATO.

Aegnor

Dom, 06/08/2017 - 17:55

Grave,molto grave definire saviano uno scrittore,in realtà,è solo uno scopiazzatore e da bravo sinistro ha il cuore a siinstra e il portafoglio bello gonfio a destra,si è persino fatto il lussuoso attico negli odiati e capitalisti USA

Silvio B Parodi

Dom, 06/08/2017 - 17:58

giorgiopin spera spera, chi vive sperando muore cantando o ca...do il governo italiano??? ma esiste?? per me sono quattro farabutti che stanno portando l'Italia allo sfacelo.

CarlSchmidt

Dom, 06/08/2017 - 18:04

La religione islamica e gli islamisti sono un pericolo mortale per la nostra democrazia. La protezione necessaria per Magdi Cristiano Allam ne è una delle tante prove. Uno stato laico deve prenderne atto e contrastare l'immigrazione islamica riducendola ai minimi termini. Come negli stati islamici sono vietate le chiese (cattoliche e non) così devono essere vietati in Italia i luoghi di culto islamico. Per motivi di sicurezza nazionale,in primo luogo.

lamiaterra

Dom, 06/08/2017 - 18:06

CARISSIMO ALLAM, COME TI CAPISCO E COME!!!! --- QUELLO CHE ALLA FINE TI SEI DECISO A RENDERE PUBBLICO AGLI ITALIANI, IO LO AVEVO PENSATO GIA' PARECCHI ANNI ADDIETRO E ALLA FINE TI SEI DECISO A FARLO PUBBLICAMENTE --- . ANCH'IO DA SEMPLICE ITALIANO DA DIVERSO TEMPO HO DECISO DI NON AVER PAURA DELLA MORTE A CAUSA DI TUTTA LA FECCIA DEL MONDO, CHE I TRADITORI COMUNISTI NOSTRANI HANNO FATTO ENTRARE IN CASA NOSTRA CALPESTANDO LA TERRA DEI NOSTRI PADRI., --- MA SONO CONVINTO CHE ALLA FINE GLI ITALIANI FARANNO PAGARE AI TRADITORI IL LORO TRADIMENTO.

Ritratto di lordvader

lordvader

Dom, 06/08/2017 - 18:07

Opzione nucleare.

luigi1947

Dom, 06/08/2017 - 18:07

Chi ama l' Italia è con Magdi Allam ! speriamo che le prossime elezioni possano portare un cambiamento radicale. gli Italiani sono stanchi !

Giorgio Mandozzi

Dom, 06/08/2017 - 18:10

Il mio supporto probabilmente non cambierà la tua sensazione. Certo sperare che questo stato possa dare a te la sensazione di maggiore sicurezza ed appoggio è davvero troppo. Questo è uno stato che non considera i cittadini italiani per i quali dovrebbe essere la ragione d'essere. Vengono prima i migranti ( clandestini e non) poi gli interessi personali dei politici, poi gli interessi dei vari gruppi di potere (coop etc.). In tutto questo non c'è spazio per i cittadini italiani. Arrangiamoci e buona fortuna.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 06/08/2017 - 18:14

@ elkid, sei patetico perché come la mettiamo con lo slogan preferito da te e dai tuoi sinistri compagni "UCCIDERE UN FASCISTA NON è REATO ! " ?

luigi1947

Dom, 06/08/2017 - 18:15

un consiglio per @ ELKID, questo Giornale non ha bisogno delle sue pillole di saggezza.... si limiti a leggere e commentare i giornali di sinistra e famiglia cristiana ! molto più affini alla sua mente eccelsa.

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 06/08/2017 - 18:18

La libertà d'opinione è sacrosanta e come tale va difesa, quindi noi ti saremo vicini caro Magdi Cristiano. In Italia puoi contare su tanti amici che non ti abbandoneranno.

Romolo48

Dom, 06/08/2017 - 18:38

@ Egregio elkid ... lei definendosi commentatore antifascista in contrapposizione a coloro che definisce sistematicamente "destricoli", si qualifica per quello che è: un pallone gonfiato di ideologia. Lo conferma il fatto che mette in paragone Magdi Allam (senza scorta), che rischia davvero dato il fanatismo fondamentalista islamico, con Saviano (dotato di scorta) il cui livello di rischio lascia alquanti dubbi.

lamiaterra

Dom, 06/08/2017 - 20:35

Perché censurate i Post?

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 06/08/2017 - 21:15

---essere antifascista non è sillogismo di essere di sinistra---le mie idee apartitiche se si volessero accostare ad un partito---si avvicinerebbero a battaglie portate avanti dal partito radicale ormai quasi estinto---commento quanto mi pare e dove mi pare---anche sui giornali di sinistra col altri nick---la frase "uccidere un fascista non è reato" non mi appartiene--anche se non ho vissuto per questioni anagrafiche gli anni di piombo--mi sono documentato su di essi come pochi--decine e decine di vostri commenti vertono sulla questione di togliere la scorta a saviano--questo è innegabile --nero su bianco--

manfredog

Lun, 07/08/2017 - 12:45

Ai moralisti di e da comodino: perché quando Vi dichiarate antifascisti e non obbligatoriamente di sinistra, molte volte, non Vi dichiarate anche anticomunisti..!?.. Ai NemboKid l'ardua risposta.. mg.