La Capitale di Marino affonda nel default

La Ragioneria Generale dello Stato con una relazione al veleno dichiara il fallimento totale delle casse capitoline

Più che Roma ladrona, Roma spendacciona. Meglio di così non si può definire la situazione di deficit della Capitale che raggiunge picchi da Guinness dei primati. A fare le “pulci” alle varie amministrazioni comunali della Città Eterna negli ultimi dieci anni la Ragioneria Generale dello Stato con una relazione al veleno di oltre 300 pagine in cui, in sostanza, viene dichiarato il fallimento totale delle casse capitoline. Tanto più grave è la situazione dal momento che gli italiani hanno provato a salvare l’azienda Spqr con aiuti mai prima erogati: quattro miliardi di euro in cinque anni. Sacrifici, in parte, inutili. Oltre a tamponare le emergenze i soldi sono bastati appena per tirare avanti: dal 2009 nel 2012 ben 580 milioni di euro l’anno, secondo la relazione degli ispettori ministeriali che hanno lavorato un anno fra libri contabili e relazioni di bilancio, a cui si aggiungono altri 885 milioni di euro straordinari serviti solo a evitare il collasso.

E che non bastano a far “rientrare” Roma dallo stato di emergenza. Sotto accusa le spese esagerate delle varie amministrazioni, da quella targata Veltroni a quella di Gianni Alemanno per finire con quella attuale di Ignazio Marino. Soldi distribuiti a destra e a manca soprattutto per gli stipendi dei dirigenti. Come quelli sul libro paga di Atac, l’azienda comunale per il trasporto pubblico: dai 37 fino al 2008 ai 97 manager del 2010. Eppure l’Atac “vanta” perdite da capogiro: 130 milioni di euro l’anno (nonostante i mille milioni di euro incassati), con una punta record di 300 milioni di buco in bilancio nel 2010. Sarà un caso ma con numeri di questo genere nel 2012 l’Atac si permette di sborsare all’amministratore delegato Carlo Tosti un compenso di 377mila euro. Strano davvero considerando che la “sua” municipalizzata è stata capace di bruciare un miliardo e mezzo di euro in un decennio.

Oltre al buco nero nelle casse restano i problemi di sempre: servizi inefficienti (i pendolari dicono di peggio) e contratti ridotti all’osso tanto da rischiare la paralisi. O la sospensione del servizio già nei prossimi giorni, come annunciato all’inizio di novembre dal sindaco Marino, vista l’impossibilità di sanare il debito da 77 milioni di euro solamente nei confronti di una ditta subappaltatrice, la Tpl, che copre il servizio periferico della capitale. Unica ancora di salvezza, unificare le tre sorelle del trasporto di Roma e provincia, Atac, Cotral e Metro spa, e fare una cassa comune. In disaccordo gli stessi lavoratori che temono il fallimento totale delle tre consorziate. Come dire, si teme che l’Atac, con la sua gestione a dir poco fallimentare, trascini le altre in un baratro senza fondo. Del resto durante i lavori per trovare un piano di recupero è emersa una situazione terribile: l’Atac ha un debito anche con il Cotral per altri 40 milioni di euro. Solo nel 2013 i contribuenti hanno versato per la “questione romana” 485 milioni di euro, accollandosi debiti per altri 115 milioni di euro. Un unicum nella storia della Repubblica.

La soluzione? Un cambio di rotta mai effettuato, in grado di ripianare, almeno in un decennio, le casse pubbliche. L’analisi degli ispettori ministeriali è implacabile: malgrado gli aiuti Roma non ha mai cambiato i comportamenti nella gestione della cosa pubblica, i soli “colpevoli” del buco di bilancio. Nessuna decisione presa per adeguare il livello e i costi del servizio forniti dal Campidoglio alla realtà dei debiti e al denaro disponibile in cassa. I tecnici accusano: sono stati riprodotti “quei comportamenti che avevano portato a uno stato di sostanziale default nel 2008. Per il proprio risanamento Roma Capitale ha fatto totale affidamento sull’intervento statale, senza realizzare in proprio alcuno sforzo per riportare in equilibrio i conti, nemmeno quando si trattava di far cessare comportamenti illegittimi”.

Commenti
Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 28/11/2014 - 16:14

Caspiterina Neurosinistrati..certo che i sindaci li scegliete proprio con il lanternino..Marino, Pisapia, Doria (a proposito non si sente più parlare del responsabile dei disastri di Genova), De Magistris, Orsoni..tra delinquenti e incapaci non avete che l'imbarazzo della scelta..

Duka

Ven, 28/11/2014 - 16:19

Come è possibile che un incapace di questa natura possa amministrare una città? Mistero . Quindi l'epilogo non può essere altro che il fallimento.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Ven, 28/11/2014 - 16:25

Ma questo signore manco de Roma non doveva portare trasparenza e riportare i bilanci in ordine. Che personaggio da super mercato prendi 2 e paghi 1 ma nel paese dei Baluba. E voi romani quando imparerete a votare senza ordine di scuderia? - saluti

Ritratto di wjwajma$$oni

wjwajma$$oni

Ven, 28/11/2014 - 16:27

marino, il sindaco di rom

Gioortu

Ven, 28/11/2014 - 16:48

Che persona squallida.

Ritratto di wjwajma$$oni

wjwajma$$oni

Ven, 28/11/2014 - 16:48

il sindaco di rom

Massimo Bocci

Ven, 28/11/2014 - 16:52

Tranquilli cmpagnucci di merende ora arriva agenda elettronica ( alia cono gelato) e gli comunichera come per l'Unita' la data del........fallimento, ha tutto il tempo come il Vetro (mai stato comunista) e del Rut... con il suo ex contabile Boy Scaut di far sparire ( quello che non si è ancora gattonato, libri contabili e mute compresi) per poi tornare allo standard del regime 47, comunista-catto.... RUBARE!!! Tanto poi c'è il Bue che gli copre i puffi ???? O meglio le cloache di merda!!!!

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 28/11/2014 - 16:58

la colpa pero non é della sinistra che li presenta agli elettori, ma degli elettori che arrivano a frotte ai seggi per votarli ed a imporli a tutto l' elettorato: quindi coloro che si sono astenuti dal voto, si rendano conto che sono colpevoli quanto quelli che li hanno votati: ora se li tengano e si mettano d'accordo per pagare i debiti che inevitabilmente sommergeranno le loro città. Se si considera che il sindaco di Roma si dedica volentieri a celebrare costosi matrimoni gay con cerimonie solo in grado di fornire alibi alla sua incapacità nel gestire la città che con la solita arroganza della sinistra lo ha eletto, credo sia il caso, ora, di fornirgli una ragione per dare delle piu che mai giustificate dimissioni.

km_fbi

Ven, 28/11/2014 - 16:59

E'il risultato della superiorità antropologica delle sinistre tutte, che emerge da questo impietoso rapporto della Ragioneria Generale dello Stato. Come sanno "fare deficit spending" loro, non gli sta al pari nessuno, nemmeno Alemanno, ma lui.... c'è da comprenderlo: non c'ha la vocazione!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 28/11/2014 - 17:00

E che ci vuole. Un (de)cretino del giullare di corte e voilá: il debito è ripagato (a cura dei solti contribuenti asini)... Non vorrete privarvi di geniali risorse capitoline e clandestine?

Massimo Bocci

Ven, 28/11/2014 - 17:05

Romani, su di morale pensate se questo innominabile inetto!!! A cui vi siete castigati ??, (e perciò vi brucia) per il Campidoglio se oggi non fosse ha rovinarvi/ci l'i, ora c'è lo potemmo ritrovare in una sala operatoria e allora non ci sarebbe corte dei conti è tasse, per levarvi/ci .....dalla MERDA!!!

giovanni PERINCIOLO

Ven, 28/11/2014 - 17:09

E cosa ci si poteva aspettare da qualcuno che é stato cacciato dalla iunbiversità americana perché faceva la cresta sulle note spese???

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 28/11/2014 - 17:09

e qual'è il problema? un centesimo in più sulle accise carburante e voilà, la caput mundi è salva. Grazie sinistrazzi!

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 28/11/2014 - 17:25

BRUTTA NOTIZIA anche per me che vivo all'estero, perchè per chi non lo sapesse, tutti i residenti all'estero iscritti all'AIRE vengono per legge,DOMICILIATI a Roma e quindi le addizionali (regionale e comunale) IRPEF che gli vengono applicate sono quelle del Lazio e di Roma anche se sono Calabresi o Lombardi. Ed ora dato che mancano soldi l'Ebetino che COMANDA autorizzerà in quella Regione e Citta il LORO aumento OLTRE IL MASSIMO!!!!! CAPITOOO come si fa a "RUBARE" i soldi alle altre Regioni per LEGGE!!!!! Saludos dal Leghista Monzese

kallen1

Ven, 28/11/2014 - 17:25

Ma veramente i romani erano convinti che questo individuo potesse fare BENE il sindaco? Certo che quando si vota con il para occhi o dopo aver portato il cervello all'ammasso, questi sono i risultati!!! Imparate gente, una buona volta, ad usare la vostra testa.....

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Ven, 28/11/2014 - 17:31

Ma che ci importa dei debiti, non fa nulla che i servizi fanno schifo, irrilevanti le buche, l'invasione dei commercianti abusivi che vendono false griffe è una cosa da non guardare. Tutto perde importanza rispetto al fatto che, il sindaco, ha registrato i matrimoni gay. Vuoi mettere?

unosolo

Ven, 28/11/2014 - 17:40

non è solo il sindaco ma tutti i componenti del comune , eletti che vengono pagati da noi ma lavorano in proprio sia che siano alla conduzione che in opposizione , praticamente da anni tra le due parti è lotta ad ostacolarsi ma non per condurre il bene della città , in questo caso Roma ma questo avviene per tutte le città , gli eletti che governano o no devono lavorare per il bene delle città non per soli amici o parenti o politicamente inserendo sprechi su sprechi in spartizione tra le parti. Parliamoci chiaro se va male è solo per il motivo che pensano ai loro interessi tutti opposizioni compresi.

Renee59

Ven, 28/11/2014 - 17:41

Bravo italiani. Date tutto in mano alla sinistra. Essa saprá bene ricompensarvi.

Renee59

Ven, 28/11/2014 - 17:43

Gente spersonalizzata. Senza Patria e senza Dio.

kallen1

Ven, 28/11/2014 - 17:45

Sia chiaro che sono tanto colpevoli coloro che lo hanno votato quanto quelli che hanno disertato le urne e che, forse, adesso sono quelli che imprecano più di tutti. Astensionisti del c...o vi rendete conto o no che con il vostro comportamento siete complici dell'elezione di (sotto)Marino? Meditate gente, meditate....

Renee59

Ven, 28/11/2014 - 17:45

E sembra che Renzi sia amico di questa sterpaglia.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 28/11/2014 - 17:47

Domanda di servizio :-)..hernando45..ma se vivi all'estero non sei soggetto alle imposte del paese di residenza?

BUBUCCIONE

Ven, 28/11/2014 - 17:51

XX hernando45….ciao legista monzese; scusami ma mi spieghi cosa vuole dire quello che hai scritto in merito a tutti i residenti all'estero iscritti all'AIRE. Lavorando io a Londra in una società multinazionale, non capisco come possano addebitarmi le addizionali regionali e comunali. Ovviamente, sempre "FORZA SALVINI".

Ritratto di dido

dido

Ven, 28/11/2014 - 17:51

Bastone e carota, soluzione non solo per Roma ma per tutta l'Italia. Come? Semplice, eliminare tutti i parassiti che ci sono in Parlamento e non solo.

leo_polemico

Ven, 28/11/2014 - 17:55

Ogni amministratore o politico pubblico dovrebbe fare, sulle spese, un ragionamento semplice semplice: se i soldini che decido di spendere fossero MIEI, guadagnati con il sudore della "mia" fronte, li spenderei? Poichè quello che conta è però il "guadagno" proprio. degli "amici", non importa se partito od altro, o degli "amici degli amici" sappiamo benissimo qual'è la triste vergognosa risposta....

Paolino Pierino

Ven, 28/11/2014 - 17:56

Bruciare Roma e tantissimi Romani basta pagare per questa feccia di città e di cittadini-Si arrangino se non hanno danari vadano a piedi licenzino i dipendenti rubino di men e si tolgano dai coglioni.

Holmert

Ven, 28/11/2014 - 18:01

I nostri politici e non solo Marino, non hanno capito che l'Italia con Roma capitale in testa, è alla canna del gas, in articulo mortis. E continuano a spendere e spandere come ai tempi dell'allegra finanza con rimborsi a pie' di lista. Altrimenti non avrebbero commissionato,faccio un esempio di spesa milionaria, quella fetecchia di Nuvola all'architetto Fuksas. Mi pare sia stato Veltroni l'africano o mi sbaglio? Mettici anche accoglienza ed integrazione e la patacca è servita.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 28/11/2014 - 18:11

bravi PSICOSINISTRONZI bravi, continuate a insultare berlusconi... siete di una vergogna indicibile!!! avete permesso che il PD possa fare danni, e accusate noi di fare bancarotta! c'è un limite alla vostra ipocrisia! presto o tardi i conti li faremo... eccome!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 28/11/2014 - 18:33

RISPOSTA DI SERVIZIO x RADDRIZZO e BUBUCCIONE. Io sono residente all'estero dal 1999 ma la pensione la percepisco dall'INPS e quindi come tale è un reddito percepito in Italia e tassato alla fonte. Pensate che tra IRPEF sul reddito ed addizionale IRPEF (quella appunto di cui scrivo sopra) mi vengono trattenuti qualcosa come 16.000 EURIII ANNO!!!!Ci sono delle convenzioni contro la doppia imposizione fiscale, convenzioni fatte dai politici che (secondo me ANTICOSTITUZIONALMENTE) hanno deciso con quali paesi farle e con quali no. Anche qui il mio avvocato PENALISTA di Milano che è un CALABRESE con le palle, qualche hanno fa in occasione di mi ha detto che bisognerebbe fare ricorso alla CORTE COSTITUZIONALE MA!! MA COSTA UN SACCO DI SOLDI e DURA UN SACCO DI ANNI!!! Buenas noches dal Leghista Monzese

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 29/11/2014 - 00:55

Se a Roma non ci fossero più buche per le strade e tutto funzionasse in modo non perfetto, ma almeno accettabile, allora il comune avrebbe anche il diritto di essere in fallimento. LA REALTÀ PURTROPPO È CHE OLTRE A SPRECARE IL DENARO LE BUCHE NON VENGONO TAPPATE E TUTTO VA A CATAFASCIO. Questa è l'illuminata gestione trinariciuta della città.

AVO

Sab, 29/11/2014 - 06:19

Svegiatevi romani,se marino fosse stato intelligente avrebbe fatto il medico e non il comunista.

Iacobellig

Sab, 29/11/2014 - 08:04

persona fallimentare, forse incapace anche di fare il medico, eliminerei anche il forse!

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Sab, 29/11/2014 - 08:41

roma e romani la paggior citta con i peggiori abitanti. esportatrice di corruzione e menzogne, mangia soldi e sprecona. il problema pero' e' che adesso il bugiardo per eccellenza fara' pagare al nord il salvataggio della capitale. e' guunta ora che il nord si renda indipendente! via da roma e dai romani!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 29/11/2014 - 10:03

Niet problema. Faranno la classica leggina ad personam, metteranno una bella accisa e faranno pagare il buco al popolo bestia, compreso il 40% che ha votato pd..

Abia68

Sab, 29/11/2014 - 10:29

Roma fa default... nonostante le multe versate nelle casse comunali dal prode Marino !!!

Giorgio5819

Sab, 29/11/2014 - 10:49

Basterebbe una legge che imponesse un principio semplicissimo: fallisce Roma ? Ripiana Roma. Per ripianare la voragine nel bilancio della capitale devono pagare SOLO i romani, così provano cosa vuol dire e si svegliano alle prossime elezioni, troppo comodo che siano tutti gli italiani a sovvenzionare le truffe di Roma...

angelomaria

Sab, 29/11/2014 - 14:47

COSA SARA' MAI SUCCESSO??!!

angelomaria

Sab, 29/11/2014 - 14:48

BUONA GIORNATA E BUONTUTTO A VOI CARI LETTOTI E DIREZIONE.