"Carcere hotel a 5 stelle". Il procuratore umilia il detenuto Formigoni

Negati i domiciliari all'ex governatore. Che agli amici confida: il letto è troppo corto...

Si può dire a un uomo in galera che in realtà non è affatto in galera ma in una specie di albergo di lusso, come se non ci fossero le sbarre, le guardie, e quel portone blindato che per anni non potrà varcare? Ieri a liquidare la prigionia di Roberto Formigoni come una specie di vacanza a spese dello Stato è Antonio Lamanna, il procuratore generale che ha spiccato l'ordine di carcerazione nei suoi confronti, dopo che era divenuta definitiva la condanna a cinque anni e dieci mesi per corruzione. E che ieri davanti alla Corte d'appello ha dovuto difendere la legittimità di quell'arresto, anche se il condannato ha più di settant'anni e avrebbe diritto agli arresti domiciliari.

La Manna dice che è tutto regolare, perché la legge «spazzacorrotti» vieta qualunque beneficio carcerario ai condannati per tangenti: e fin qua niente di strano, anche se la difesa sostiene che una legge simile non può essere retroattiva. Ma poi il pg spiega alla Corte d'appello che in realtà Formigoni è in realtà ospite di un resort. «Ci sono carceri e carceri. C'è chi viene mandato a Opera o a Busto Arsizio, dove le celle sono strettissime. E c'è chi invece viene mandato a Bollate, un carcere a cinque stelle, celle aperte tutto il giorno, laboratorio di pasticceria, laboratorio di pelletteria, non sembra neanche un carcere».

Invece un carcere Bollate lo è davvero: un carcere avanzato, dove alla privazione di libertà non vengono aggiunte le condizioni di vita umilianti di altre galere. Ma pur sempre una prigione. Ed è lì che dal 22 febbraio l'ex governatore della Lombardia sconta la sua pena, come altri milleduecento detenuti qualunque. Lo sta facendo con dignità, ma convinto di essere vittima di un'ingiustizia.

Ieri, nella cella 315 dove vive insieme ad altri due condannati, Formigoni riceve una nuova visita. È Gianmarco Senna, consigliere regionale della Lega. Fa capolino, Formigoni lo riconosce, lo saluta calorosamente. È una costante, per l'ex presidente, il flusso di visitatori: sono parlamentari e consiglieri regionali, che per legge possono entrare nelle carceri. «Ho ricevuto visite di amici - racconta Formigoni a Senna - ma anche di persone che non mi sarei mai aspettato di vedere, e mi ha fatto particolarmente piacere».

Nella lunga chiacchierata col leghista, Formigoni si lascia andare ad una sola lamentela: il letto. È corto, troppo corto per un omone di un metro e ottantasei, e sostituirlo con uno un po' più accogliente pare sia difficile. Ma per il resto, il Celeste - come lo chiamavano all'epoca del suo lungo regno sulla Lombardia - snocciola a Senna solo dettagli positivi. Parla del suo rapporto con la polizia penitenziaria, «eccellente». Racconta di come si è sentito accolto dagli altri detenuti, quelli che la seconda sera lo invitarono a una cella collettiva in suo onore, e che cominciano un po' alla volta a essere volti noti, familiari, ognuno con le sue storie. E indica con orgoglio la mole di fogli e di buste sul letto e nell'armadietto. Sono le lettere che gli sono arrivate da quando è entrato in carcere: sono più di mille, ogni giorno dalla matricola gliene arrivano una trentina. «Evidentemente qualcosa di buono ho fatto», sorride Formigoni. «Cerco di rispondere a tutti, uno per uno».

La posta, le letture, le tante attività del carcere; ma anche la fiducia che là fuori qualcosa cambi, e che gli si apra la strada per le pene alternative cui è convinto di avere diritto.

«Per piacere, fa sapere a tutti là fuori che sono sereno», dice alla fine a Senna. Ma non gli dice di essere in albergo. È in galera.

Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 28/03/2019 - 08:55

Avraà indubbiamente commesso dei reati per i quali è giusto che paghi, ma rabbrividisco al pensiero che i Tribunali si sorveglianza preferiscano tenere Formigoni dietro le sbarre lasciando scontare perne con misure alternative soggetti socialmente più pericolosi. La minaccia che Formigoni può costituire per la società è pari a zero! Invece spacciatori, ladri, stupratori, ecc... tutti a piede libero!

Guido_

Gio, 28/03/2019 - 09:07

Ma come fate a difendere ancora questo delinquente?

ex d.c.

Gio, 28/03/2019 - 09:48

Parliamo di Lui e di tanti altri nelle stessa situazione. Non di Battisti

DRAGONI

Gio, 28/03/2019 - 10:28

Pajasu75: io direi che bisognerebbe chiedere lo stesso trattamento per spacciatori, ladri, stupratori, ecc...o no?

Darbula

Gio, 28/03/2019 - 10:29

Articoletto basato sul niente, il procuratore ha detto semplicamente la verità.

unghiecondenti

Gio, 28/03/2019 - 10:31

Pajasu75 - 8:55 Condivido tutto ciò che ha scritto , occorre però pensare che questo nostro mal ridotto paese è "salmonato". Riusciamo a fare e a pensare tutto al contrario del logico .

Ritratto di Antero

Antero

Gio, 28/03/2019 - 10:42

@Pajasu75 ... concordo !

xgerico

Gio, 28/03/2019 - 10:45

Per me chi lo va ha trovare, dovrebbe fare la stessa galera!

Romalupacchiotto

Gio, 28/03/2019 - 10:59

Giudici mai obiettivi, dopo le sentenze emesse verso gli stupratori che sono a piede libero per reiterare i fatti quando vogliono. SCHIFOSA MAGISTRATURA loro meritano il carcere come i delinquenti. Ma a vita e buttate la chiave.

Ritratto di cuginifabio

cuginifabio

Gio, 28/03/2019 - 11:00

ANCORA VERSATE LACRIME SU QUESTO DELINQUENTE INVECE DI IGNORARE CHI HA RUBATO COME LUI. A PROPOSITO NON TROVO ARTICOLONI SU FRONGIA OGGI COME MAI? FORSE CHI E' INNOCENTE VERAMENTE NON VI RIGUARDA COME BATTAGLIA DA GRANDI " GARANTISTI ". CHE FINE HA FATTO QUESTO GIORNALE IN MAO VOSTRA PER CARITA' NON C'E' LIMITE ALLA VERGOGNA

steacanessa

Gio, 28/03/2019 - 11:19

Se questa non è tortura.

kennedy99

Gio, 28/03/2019 - 11:24

il procuratore non ha umiliato nessuno. formigoni tra poco esce e cosa piu importante con tutti i suoi soldi in saccoccia. se si è offeso per questo si

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Gio, 28/03/2019 - 11:54

Fattemi indovinare. Questo procuratore è un democraticissimo membro della democraticissima corrente «magistratura democratica»?

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Gio, 28/03/2019 - 12:16

Darbula spero con tutto il cuore che prima o poi ti ritrovi nella stessa situazione , poi vediamo se dici che il carcere è un albergo

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Gio, 28/03/2019 - 12:18

cuginifabio il fatto che sia stata chiesta l'archiviazione per Frongia non implica il fatto che sia innocente e o che sia accettata

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Gio, 28/03/2019 - 13:15

il furto alla colletività da parte di un eletto andrebbe punito con vent'anni di galera, altro che carcere "di favore"

GPTalamo

Gio, 28/03/2019 - 13:17

Interessante che Formigoni si ritenga vittima di un'ingiustizia. Perche' il Giornale non gli affida un articolo da scrivere a propria difesa, cosi' che noi lettori -e non solo i magistrati- possiamo capire la sua tesi?

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 28/03/2019 - 13:21

I criminali vanno sottomessi, umiliati, ridotti a putride essenze. Devono lentamente marcire e, nel contempo, sentire l'alito pesante del potente Leviatano che 'veglia' su di loro. All'occorrenza vanno schiacciati come si schiacciano i vermi schifosi. Se non si preferisce eliminarli, ma limitarsi a rinchiuderli, ebbene le carceri devono ridiventare l'inferno sulla Terra: un luogo terrificante nel quale a nessuno, nemmeno a Dio, verrebbe l'insana idea di avventurarvisi. Insomma quel luogo deve diventare un Incùbus ad occhi aperti dove domina l’Angoscia eterna.

Ritratto di Lissa

Lissa

Gio, 28/03/2019 - 13:24

Mi auguro di cuore, che quanto prima facciano una Legge sulla responsabilità dei Magistrati, così quando sbagliano possono andare anche loro in un Hotel di 5 stelle. Chi sbaglia è giusto che paghi, ma questo dovrà valere per tutti.

Ritratto di drazen

drazen

Gio, 28/03/2019 - 13:26

Ai magistrati - TUTTI - farebbero bene due o tre mesi di galera. Così, tanto per rendersi conto.

Maura S.

Gio, 28/03/2019 - 13:39

Questi personaggi lasciano liberi stupratori, ladri spacciatori e altro poi, per vendetta personale, umiliano gli italiani. Perché tanta acredine quando sono loro che li mantengono. MAH………………..

Alessio2012

Gio, 28/03/2019 - 14:10

QUESTO PAESE E' RIMASTO AL MEDIOEVO DENTRO. NESSUNO SA COSA HA FATTO EPPURE TUTTI SONO SICURI CHE QUALCOSA HA FATTO.

Darbula

Gio, 28/03/2019 - 14:16

r.peddis io sono una persona onesta e sto dalla parte delle persone oneste. I delinquenti stanno in galera, come è giusto che sia. Qualcuno di questi poi ha pure la fortuna di un trattamento privilegiato ... buon per lui, a maggior ragione non c'è motivo di preoccuparsi. Il magistrato ha giustamente risposto senza troppi giri di parole a questioni che non hanno alcun appiglio giuridico. Cosa c'è che ti turba in tutto ciò?

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Gio, 28/03/2019 - 14:40

Forcaioli, ma solo verso l'avversario, lo sono sempre stati. Qualcuno ne dubitava?

SPADINO

Gio, 28/03/2019 - 15:15

FORMIGONI IN PRIGIONE E' UNA INFAMIA. NON E' STATO DIMOSTRATO NIENTE. QUESTO E' STALINISMO......MA I COMPAGNI NON VENGONO MAI INCARCERATI ANCHE SE DEVASTANO, INSULTANO, FANNO I COMPLICI DELL'IMMIGRAZIONE CLANDESTNA. ECC.

rodolfoc

Gio, 28/03/2019 - 15:49

darbula, se sei onesto lo può dire chi ti conosce, non tu. Quanto al magistrato, farebbe bene a farsi i casi suoi e a non commentare.

Ritratto di mircea69

mircea69

Gio, 28/03/2019 - 16:12

A Formigoni è andata bene che una parte delle accuse siano cadute in prescrizione, se no in carcere ci stava qualche annetto in più. Trovo deludente che FI non prenda le distanze da un personaggio di questa specie.

nessundorma1

Gio, 28/03/2019 - 16:54

In questo nostro paese tutto è permesso, spacciatori liberi, assassini liberi, personaggi loschi come Cucchi santificati, un'aula del senato dedicata al terrorista carlo giuliani, pregiudicati come casarini che il giorno prima commettono reati come traffico di immigrati clandestini ed il giorno dopo vanno a pranzo con i deputati comunisti al ristorante del parlamento......devo continuare o basta così?