Casa di Montecarlo, resa dei conti contro Fini

Scontro tra ex big di An sull'affaire Tulliani. Laboccetta: «Sapeva tutto, deve confessare»

Roma Non c'è pace tra gli eredi di Alleanza Nazionale, alle prese con la coda giudiziaria della casa di Montecarlo che ha sbugiardato del tutto la fragile linea difensiva dell'ex leader e dei suoi familiari. E adesso è proprio Amedeo Laboccetta, già socio del re delle slot Francesco Corallo oltre che parlamentare di An quando Fini era a capo del partito, che appena scarcerato punta il dito contro Fini. Negando che sia un «coglione», e insinuando il sospetto che, semmai, l'ex politico che si dice abbindolato dalla famiglia della compagna, Elisabetta Tulliani, sia invece solo omertoso.

Volano stracci, insomma. E certo l'affaire monegasco aveva già all'epoca messo l'un contro l'altro ex compagni di partito, con quelli fedeli al fondatore di An che minimizzavano il pasticcio dell'appartamento ereditato e finito al cognato di Fini, e gli altri che non mancavano di rinfacciare il «tradimento» del gesto della Colleoni. Fini, come è noto, negava, negava e negava. E nega anche oggi che le panzane della macchina del fango sono state spazzate via dall'indagine della Dda che ha rivelato anche gli intrecci finanziari tra i Tullianos e Corallo, fino a scoprire il deposito di due terzi dei soldi incassati dalla plusvalenza ottenuta da quell'appartamento sul conto corrente proprio di «lady Fini». «Non ne so niente», insiste, chiamandosi fuori dalla vicenda che ormai risucchia i suoi nuovi congiunti come sabbie mobili. A confutare la professione di innocenza ecco Amedeo Laboccetta, rintracciato dal Tempo appena uscito, grazie al Riesame, da due settimane in cella a Regina Coeli. L'uomo sembra non condividere quel giudizio così tranchant - «Sono un coglione» - che Fini dà oggi di se stesso. «Non è un allocco né il coglione che vuol far credere», spiega al quotidiano l'ex deputato. Che boccia il suo ex presidente dal punto di vista politico («è stato un grande sprovveduto») ma per il resto considera Fini una sorta di maestro del camouflage, una persona «tutta da scoprire» sulla quale, ipotizza Laboccetta, starebbero indagando anche gli inquirenti. Perché, per dirne una, l'ex deputato nega di aver mai avuto pressioni dall'amico Corallo per «correggere» il decreto sulle slot, e nega anche che pressioni del genere le abbia fatte Fini. Ma dell'ex capo aggiunge che «si muove in maniera indiretta, utilizzando forse altri esponenti», agisce «con passi felpati» ed è insomma un «subacqueo» anche in senso lato. Ma le frecciate di Laboccetta non finiscono qui. Perché l'ex esponente di An rivela che fu direttamente Fini a presentare i Tullianos a Corallo, e aggiunge che era cosa nota che la nuova famiglia dell'allora presidente della Camera era alla ricerca di una casa a Montecarlo, ipotizzando che «evidentemente Fini avrà suggerito» di cogliere l'opportunità della casa donata al partito dalla defunta contessa Colleoni.

Insomma, «Fini sa tutto di questa storia», compreso il dettaglio non trascurabile che il prezzo di quella casa non venne pagato dai Tullianos (che hanno incassato invece i soldi della ricca cessione) ma da Corallo. A chiudere una triste pagina di storia politica con appendici giudiziarie può essere proprio Fini, sentenzia Laboccetta: «Deve confessare, deve raccontare la verità».

Commenti

amedeov

Mar, 03/01/2017 - 09:25

Fini è stato un traditore di tutti gli italiani.Chi è tradito sarà anche un ingenuo ma chi tradisce sarà sempre un imfame

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 03/01/2017 - 09:45

Sinistra, destra, centro sinistra, centrodestra, comunisti, socialisti, democristiani e tutti gli altri partiti, partitucoli vari. TUTTI INTASCANO SOLDI SPORCHI, in un modo o nell'altro e, se non basta, si fanno le leggine apposta su misura. Tutto questo altri non é che il motivo per cui in Francia scoppio' la rivoluzione. Dai e dai vedrai che presto pagherai.

geronimo1

Mar, 03/01/2017 - 10:03

Ma cosa c'e' da scoprire???? La situazione e' chiarissima...questa e' una coppia di briganti.... Ma soprattutto il GIUDA piu' grande della storia ha distrutto il Centrodestra....

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mar, 03/01/2017 - 10:19

All'epoca, Fini venne iscritto nel registro degli indagati e scagionato a tempo di record perché era un idiota utile alla sinistra per far cadere Berlusconi. Oppure, visto che cambiando l'ordine dei fattori il risultato non cambia, Fini si prestò a votare la sfiducia a Berlusconi in cambio della promessa di messa a tacere della vicenda Montecarlo. Oggi, che pur rimanendo idiota è anche inutile, la magistratura potrebbe avere le mani libere. Può salvarlo solo la minaccia di raccontare come sono andate le cose.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 03/01/2017 - 10:29

tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 03/01/2017 - 10:32

se fosse passato al PD, per davvero e non solo in apparenza, sarebbe diventano moralmente (ma anche intellettualmente) superiore

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 03/01/2017 - 10:39

Qualcuno vuole cortesemente spiegarmi quali differenze esistono fra i politici di DX e quelli di SX?

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 03/01/2017 - 11:48

Io la penso come laboccetta; il verme sapeva tutto e spero che la magistratura, non telecomandata, faccia giustizia e ridia il maltolto ad AN. fini deve fare la fine di tutti i fuorilegge!!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 03/01/2017 - 11:49

----questa storia dell'appartamento di montecarlo ---che è veramente una inezia--è un modo per alzare polveroni ad hoc ed usare fini come capro espiatorio---ed eludere la vera questione nodale - ossia i rapporti di corallo --figlio di mafioso conclamato amico del boss santapaola con il centro destra di an e forza italia---fu infatti il governo berlusconi che fece ottenere la concessione a corallo dei giochi d'azzardo legalizzati in italia senza alcun concorso o gara---stiamo parlando di un giro di affari di 85 miliardi di euro quando l'erario ne incassa una miseria---questo è il vero scandalo caro Laboccetta--che ci sei dentro fino al collo--e non le briciole di fini----hasta

leopard73

Mar, 03/01/2017 - 13:04

sarà sempre un IMPOSTORE da non ascoltare mai quello che dice perché è un mentitore professionale.

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 03/01/2017 - 13:32

@elkid; come da pdiota dici delle pdiozie. Qui si parla dell'essere immondo fini. Col metodo komunista tu vuoi fare confusione per far perdere effetto alla schifezza. Non si discute sull'operato di corallo e della concessione che ottenne grazie a fini. Le due cose, schifose, la casa di Montercarlo e le concessioni, sono cose diverse anche se inquadrono bene il verme nei due affari. La casa di Montecarlo, per noi di ALLEANZA NAZIONALE e per me che mi sono sempre definito finiano, é stato un oltraggio tale da poterci confondere per dei pdioti qualsiasi. La vostra superiorità morale (dimostrata fasulla) per noi é il primo comandamento e vedere un verme fini incappare in una storia di furto é un'immensa vergogna che il suo elettorato gli ha dimostrato non votandolo più. fini puo' di conseguenza entrare, di diritto, nel vostro pantheon.

peter46

Mar, 03/01/2017 - 13:46

Meno male,vah!,che almeno ad elkid è permesso 'commentare' di tutto e di più:le stesse cose,giudiziariamente,relativi ai soggetti in questione,è da ieri che non mi si permette di 'esprimerli'...e va bene lo stesso,comunque.E prima o poi 'verrà fuori' il motivo dello schieramento delle 'corazzate' su storielle morte e sepolte per l'inconsistenza del soggetto coinvolto.State comunque difendendo amici,amici degli amici...che hanno operato all'interno di FI,del governo Berlusconi,di cui chi non ricorda il tentativo di proposta di legge,su imput dei Corallo,come da file su computer sequestrato,per allargare anche nei bar la possibilità di inserire slot mangia pensioni dei disgraziati da 3-400 euro al mese,con la scusa di reperire fondi,dalle tasse(come se le avessero mai pagate)per i terremotati d'Abruzzo e di cui Laboccetta(di cui si ricorda la 'discesa in campo' per 'abbattere' l'aumento dei pasti al ristorante di Montecitorio),ne è stato protagonista.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 03/01/2017 - 13:57

@amedeov - sottoscrivo in pieno. E' una massima di uno do noi.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 03/01/2017 - 14:12

elpirl ,a proposito di mariuoli , parlaci un poco di greganti e della "valigia delle indie"(piena di tangenti per il p.c.i.) scomparsa nelle scale di via delle botteghe oscure , noto covo di ladri italiano .

peter46

Mar, 03/01/2017 - 15:02

amedeov...giacchè hai trovato compagnia(e malgrado te lo avevo già scritto,ma...ci riprovo)...andatelo a chiedere ai 12.800.000 che hanno abbandonato il cdx in questi ultimi anni chi è stato e chi è il 'traditore' della 'maggioranza degl'Italiani.NB:troppo 'onore' concedergli la capacità di far togliere il prosciutto dagli occhi a quella massa che pur non avendo seguito lui,ha sentito la 'puzza'ed è scappata via...

amedeov

Mar, 03/01/2017 - 16:22

X peter46 Senza scomodare 12.800.000 persone perchè non lo dici chiaramente TU?

tofani.graziano

Mar, 03/01/2017 - 17:23

Nella vita, ma specialmente in politica il termine UTILEIDIOTA,si da a colui il cui comportamento va a favorire l'vversario.La parola si compone da UTILE(Agli altri) e IDIOTA che descrive l'individuo.Quando l'utile non seve piu'rimane solo l'IDIOTA.Ecco tutto cio' che rimane di un essere simile

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 03/01/2017 - 17:37

@saròfranco - è proprio così. Giusto quello che hai scritto.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 03/01/2017 - 17:51

elkid Mar, 03/01/2017 - 11:49....Lei proprio non rinuncia alla razione quotidiana di brutte figure. Lei scrive (anzi vaneggia)"fu infatti il governo berlusconi che fece ottenere la concessione a corallo dei giochi d'azzardo"....Uno dei suoi vangeli di riferimento, il fatto quotidiano titola, invece il 1 settembre 2013:Gioco d’azzardo, Letta risolve i problemi del re delle slot Corallo grazie al condono...E segue con "Dopo 14 mesi di latitanza e una condanna della sua società davanti alla Corte dei Conti, il titolare di Atlantis potrebbe vendere la principale concessionaria italiana del settore e lasciare la scena italiana con 200 milioni di euro in tasca"....LO vede, elkaz??? Lei è un perdente senza speranza...Non c'è una sola ragione al mondo per avere pietá umana nei suoi confronti...Povero, sfigato e perdente...Cocktail micidiale che accomuna voi rossi persi e perdenti...E.A.

alfa2000

Mer, 04/01/2017 - 00:25

già detto da qualcuno ma io lo ripeto FINI = F I N I T O

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 04/01/2017 - 10:58

elkid mi piace la sua disanima sull'appartamento di montecarlo definendo unmilione trecentomila euro una inezia,quindi mi viene da pensare che lei è abituato a queste piccole cifre.Radical??????????Allora non si scomodi ad inventare balle sul CDX,abbiamo capito tutti con chi abbiamo a che fare....................

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 04/01/2017 - 10:59

Bella coppia uno ha preso da una parte e l'altro dall'altra.Complimenti.!!!!!