Casa Pound, Di Stefano: "Sono più gli stranieri che stuprano degli italiani"

Simone Di Stefano, segretario di Casa Pound, passa al contrattacco: "Sono più gli stranieri che stuprano degli italiani"

"Sono più gli stranieri che stuprano degli italiani". A dirlo è il segretario di Casa Pound Simone Di Stefano nel corso di un'intervista al programma radiofonico La Zanzara, dopo aver espulso i due esponenti viterbesi del movimento accusati della violenza sessuale di una donna di 36 anni.

"Questo stupro fa più scalpore degli altri perché c'è Casapound", dice Di Stefano che stamattina aveva annunciato l'espulsione con un post su Facebook. "Il reato contestato è molto grave ed estraneo al nostro dna - si legge nel post - e sarà la magistratura a dover decidere la colpevolezza o l'innocenza dei ragazzi in base alla veridicità delle affermazioni della parte lesa. Confidiamo nelle prove in mano agli avvocati le quali, ne siamo certi, scagioneranno i nostri ragazzi".

Questa sera, invece, usa il pugno duro per dissociarsi: "Se colpevoli i due di Monterotondo vanno castrati e messi ai lavori forzati", precisa Di Stefano che respinge le accuse che arrivano da sinistra. "Stupratori fascisti? Ma se Pacciani era un partigiano", contrattacca scagliandosi contro i democrat che hanno chiesto lo scioglimento di Casa Pound."Nel Pd stupratori e ladri ma nessuno chiede scioglimento", conclude.

Commenti

Giorgio5819

Lun, 29/04/2019 - 21:18

Messa così é una risposta un pò a c a220... Meglio le precisazioni.

Divoll

Lun, 29/04/2019 - 23:11

Commenti cosi' nuocciono ulteriormente all'immagine di Casapound.

mcm3

Mar, 30/04/2019 - 06:59

E quindi che facciamo ?? Li gustifichiamo ??

Altoviti

Mar, 30/04/2019 - 12:22

Anche i carabinieri hanno stuprato delle turiste americane se non sbaglio, pare che la moda che hanno portato i migranti si stia difondendo nella popolazione. Visto che i migranti che stuprano sono subito liberi dovrebbe essere così anche per costoro al meno che ci siano due pesi e due misure come spesso succede. Forse si sono infiltrati in CasaPound per scalfirne l'immagine, in questo caso usciranno presto di galera, in modo discreto dopo la condanna per "buona condotta".

Matsi

Mar, 30/04/2019 - 17:09

"lui è peggio di me!" Che miseria umana... è c'è chi li prende sul serio certi discorsi. E poi sale in cattedra e punta il dito con questioni morali e "distinzioni"... Come del resto fanno gli abusivi di "casapound"...