Conte "processa" Siri in Cdm Bongiorno difende il leghista

Scontro a porte chiuse tra i 5 Stelle e il Carroccio sulla revoca dell'incarico del sottosegretario. Alta tensione nel governo

Dopo la richiesta di dimissioni da parte del premier Giuseppe Conte e dopo gli scontri di queste ultime settimane, è andata in scena la resa dei conti in Consiglio dei Ministri tra la Lega e il Movimento Cinque Stelle. Il premier ha illustrato subito dopo l'avvio della seduta i motivi e le opportunità che lo hanno spinto a proporre la revoca dell’incarico di sottosegretario al leghista. Subito dopo è seguito il dibattito sulla proposta di Conte che ha visto da un lato i ministri leghisti (Salvini in testa) difendere la posizione dell'esponente del Carroccio, dall'altro i ministri pentastellati chiederne la dimissioni.

A quanto pare la tanto temuta "conta" in Cdm non c'è stata. La revoca dell'incarico per Siri avviene su decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del premier e di concerto con il ministro competente (Danilo Toninelli), sentito il Consiglio dei Ministri. Con questo iter non è dunque vincolante il voto del Consiglio dei Ministri. In questo modo è stata evitata la conta. Poco prima del Consiglio dei Ministri Salvini ha postato sui social una foto della figlia accompagnata da un messaggio: "Vita, gioia, speranza, amore". A quanto pare tra i due leader, Di Maio e Salvini sarebbe calato il gelo. I due non si sarebbero incontrati nelle ore precedenti la riunione di governo. Inoltre, secondo alcune indiscrezioni la "difesa" di Siri in Cdm sarebbe stata affidata al ministro Bongiorno, come riporta l'Agi. La titolare della Funzione Pubblica ha esposto la posizione di via Bellerio, contraria alla revoca del mandato al sottosegretario indagato per corruzione. Da parte dei ministri del Carroccio ci sarebbe stato un "muro" contro le richieste di Conte e dei pentatsellati. Di Maio questa mattina ha chiesto nuovamente un passo indietro del sottosegretario: "Faccio un ultimo appello, nelle ultime ore prima del Consiglio dei ministri, alla Lega, di far dimettere Armando Siri e non arrivare alla conta in Consiglio dei ministri". Le parole di Di Maio sono rimaste inascoltate. Ora la revoca delle dimissioni in un Cdm che in pochi attimi si è trasformato in una sorta di "processo" a porte chiuse.

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 08/05/2019 - 12:47

Insomma, il professor conte, docente universitario di Diritto Privato, esprime apertamente una posizione che calpesta la base stessa del nostro ordinamento: inverte, a suo arbitrio, l'onere della prova e considera come già condannato un Cittadino Italiano prima ancora che queso sia stato ascoltato da un qualsiasi magistrato. Bell'esempio! Su queste basi, non vedo come si possa continuare una qualsiasi forma di collaborazione con questi cialtroni manettari.

mcm3

Mer, 08/05/2019 - 12:55

Soiceramente fatico a capire come sia possibile che, in un momento come questo, in cui il paese ha tante difficolta', in cui si dovrebbero prendere decisioni importanti per il nostro futuro, i Ministri perdano tempo per discutere di un inutile Sottosegretario, accusato di corruzione, queste cose succedono solo da noi

mcm3

Mer, 08/05/2019 - 12:57

Soiceramente fatico a capire come sia possibile che, in un momento come questo, in cui il paese ha tante difficolta', in cui si dovrebbero prendere decisioni importanti per il nostro futuro, i Ministri perdano tempo per discutere di un inutile Sottosegretario, accusato di corruzione, queste cose succedono solo da noi

Ritratto di ForzaSilvio1

ForzaSilvio1

Mer, 08/05/2019 - 13:01

ma che bella foto! ...con una faccia così, dove si presenta il nostro Capitone!? Ma quanto ha bevuto??

schiacciarayban

Mer, 08/05/2019 - 13:03

Era scritto, allora, quante settimane abbiamo perso per questa storia? Aggiungiamole a tutte le settimane perse per altre diatribe del genere e capiamo come mai questo governo è bloccato.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 08/05/2019 - 13:22

wilegio: Davvero? E l'ha fatto rinchiudere in carcere? Non parlate sempre di "primato della politica"? Ora, per sensibilità politica ed istituzionale, il tizio è stato estromesso dal governo. Tutto qui. Nessuno lo ha chiuso in galera, nessuno ha affermato che è colpevole e nessuno gli ha ritirato il passaporto. La solita storia: ricoprire cariche politiche non comporta privilegi. Quindi il buon sottosegretario bancarottiere cosa avrebbe perso?

stopbuonismopeloso

Mer, 08/05/2019 - 13:23

e intanto la raggi, indagata ovunque, e sempre al campidoglio a fare danni inimmaginabili, 5zecche giustizialisti a fasi alterne

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 08/05/2019 - 13:41

Ha buttato un pezzo di carta per terra. Che si dimetta ed indagato per inquinamento. Ha starnutito. Indagato per diffondere microbi nell'ambiente e quindi si dimetta. Ha disubbedito alla legge di Salvini facendo affari con i trafficanti di uomini. Allora no, lo ha fatto per umanità. Ha sfasciato 10 vetrine e bruciato 4 auto.Allora no, si tratta di semplice manifestazione.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 08/05/2019 - 13:46

@ForzaSilvio1,io per avere successo con le donne bevevo un martini rosso. Ti assicuravo che beccavo sempre. Il bere fa uscire le parole con scorrevolezza e senza timidezza e sei pane al pane, cioè sei sincero. Quindi?

Antonio43

Mer, 08/05/2019 - 14:06

Questa storia va avanti da un bel pò e sta, anzi, ha avvelenato la vita politica dell'ultimo periodo. Siri ha ricevuto un avviso di garanzia perchè si stanno facendo indagini che potrebbero coinvolgerlo, ora quanto tempo deve passare dal ricevimento dell'avviso a quanto il magistrato gli contesterà una qualche colpa? E' forse, costui, andato in ferie? Perfino il lungo ponte di Pasqua è passato, sto magistrato è tornato? Possibile che questa vicenda non poteva essere chiarita prima? Non è solo una questione politica, ma c'è di mezzo il rispetto e l'onorabilità di una persona.....ma visto che è sopratutto una questione politica contro Salvini.......

Ritratto di ForzaSilvio1

ForzaSilvio1

Mer, 08/05/2019 - 14:11

@do-ut-des - Ok, un martini sì. Ma qui il Capitone pare si sia scolato un fiasco di lambrusco. Ma lo vedete che sguardo intelligente? Che naso paonazzo? Avrà mica fatto a gara con Giunchèr a chi beve di più!?? AHAHAHAH!!

salvatore40

Mer, 08/05/2019 - 14:36

Credo che alla fine...ci sia solo la fine. Non è questione di buona o cattiva volontà. L' Intransigenza ASSOLUTA e Dogmatica dei Grillini è pari a alla resa dei conti in tutte le DITTATURE. I Puri, i più puri sono alla fin fine i più DURI. Se si vuol governare ci vuol sempre un minimo di ragionevole flessibilità- Non potendo stare con nessuno, i grillini facciano l' ultimo passo : si alleino con se stessi, facciano la R I A , Repubblica Indipendente Antifascista,con capitale TAV !

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 08/05/2019 - 14:38

wilegio - Ma per favore...Il Diritto Privato... Ma lei ce lo vorrebbe un filibustiere nel consiglio condominiale?

acam

Mer, 08/05/2019 - 14:45

wilegio - 12:47 mi piace il cagnolino molto meno quello che dice, indice che vorrebbe mette la logica difronte all'evidenza dell'impostura. conte si è rivelato per quello che è e non si puo piu correggere, a lui interessa chi lo sospinge e chi ne ha l'interesse, si è rimangito le parole, lui é l'avvocato 5* e non degli italiani, furono parole al vento.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 08/05/2019 - 14:58

Finale scontato. Quello che trovo strano che quando si è formato il governo 11 mesi fa, nessuno fra i 5s abbia eccepito che a Siri, pur patteggiando, era stata irrogata una condanna a 18 mesi, scontata e non menzionata nel casellario giudiziale (sotto i due anni si rimane intonso e si può essere eletti). Questo mi fa pensare che i 5s si siano tenuti un "asso" a disposizione quando invece, secondo il loro codice, i corrotti non avrebbero dovuto entrare nel governo (neanche nel parlamento). In questo vedo un doppiopesismo politico, una scorrettezza da evidenziare al momento opportuno, quello delle elezioni europee. Forcaioli sono stati, sono e saranno, istruiti dal loro guru che ha nel suo archivio "di tutto e di più", esattamente come i loro cugini del Pd: l'opportunità di mettersi da parte avrebbe dovuto attuarla Siri nel momento in cui sarebbe stato rinviato a giudizio. Abbiamo visto che non è andata così.

demetrio_tirinnante

Mer, 08/05/2019 - 15:23

Temo fortemente che il Premier abbia travalicato i limiti delle proprie competenze, con un intervento d'imperio in aperto contrasto con le procedure previste per i casi di specie. Sorprende rilevare che il prof. Conte, che è un raffinato giurista, sia incorso in questa "probabile" svista, così pure mi lascia stupito il silenzio a tal riguardo da parte dell'avvocato Bongiorno.

Giorgio1952

Mer, 08/05/2019 - 15:55

Intanto Salvini continua a scherzare, posta sui social una foto della figlia accompagnata da un messaggio: "Vita, gioia, speranza, amore", dopo aver detto durante un comizio "Devo andare dalla Gruber, simpatia portami via", la quale ha risposto "Se ha un problema il senatore Salvini può restare a casa o preferibilmente al ministero".

ferdinando55

Mer, 08/05/2019 - 16:00

TUTTO QUESTO IN UN PAESE SERIO NON SAREBBE POTUTO ACCADERE SEMPLICEMENTE PERCHE' UNO CHE TAROCCA IL PROPRIO CURRICULUM NON POTREBBE FARE IL PREMIER!!!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 08/05/2019 - 16:31

Al gregge di capre ignoranti che pascolano questo sito sfugge che i sottosegretari di stato sono nominati con decreto del Presidente della Repubblica su indicazione del Presidente del Consiglio dei ministri e benestare del ministro competente al quale il sottosegretario andrà a collaborare. Tale designazione avviene in ragione di un rapporto di fiducia nei confronti del sottosegretario da parte del PdC e pertanto qualunque discorso relativo a supposti rovesciamento del "diritto" sono risibili al pari di chi li presenta. Nel pieno esercizio dei propri poteri Conte ha tolto la fiducia a Siri, se i leghisti avessero voluto sarebbero potuti andare al voto in CdM dove avrebbero preso uno schiaffone a mano aperta.

cir

Mer, 08/05/2019 - 16:33

che Salvini non fosse furbo la sapevano tutti.. La lega ed il suo progetto e' una cosa , Salvini un 'altra..

Trefebbraio

Mer, 08/05/2019 - 16:40

Siri, innocente fino a prova contraria, ha trascinato la Lega in una imboscata politica. Doveva dimettersi subito e ne avrebbe guadagnato in consenso.

voiturderi

Mer, 08/05/2019 - 16:56

Partendo dal fatto che una persona dovrebbe essere giudicata dopo esser stata inquisita pero, permettetemi questo signore non è limpido. Una persona che dopo essere stata condannata per bancorotta fraudolenta esce con una dichiarazione , riportata dai giornali di dx,sx,centro, "ho accettato il patteggiamento e quindi la condanna, perché non avevo soldi x affrontare il processo" spiega il tipo di personaggio se si pensa che dopo pochi anni poteva accedere un mutuo intorno ai 550000 eur. tra l'altro ora lo stesso personaggio dichiara che i fatti imputati sono solo un attività di lobby alla faccia dell'onesta di un sottosegretario.

necken

Mer, 08/05/2019 - 17:00

l'Italia ha assoluta necessita di migliorare la sua immagine politica scesa in basso nei decenni scorsi. In qualsiasi stato democratico il sig. Siri avrebbe fatto un passo indietro per ragioni di codice etico presente anche nelle società private. Il sig. Siri avrà pure altri meriti, avrà pure fatto guadagnare molti voti alla Lega, tuttavia un passa indietro non pregiudica la sua carriera politica e rappresenterebbe un monito per tutti quelli che vorrebbero cimentarsi con la politica.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 08/05/2019 - 17:24

Se ha avuto solo un avviso di garanzia, che non indica altro che é in corso solo un'indagine giudiziaria, non si vedono motivi di "cacciare" chi é solo "indagato". Se ci sarà un rinvio a giudizio e solo allora la posizione dell'indagato può essere "scomoda", consigliandone le dimissioni. Però - in realtà - solo con una sentenza (per altro impugnabile) si ravvisa la necessità di cambiare aria. Ovviamente ciò vale in un Paese civile e democratico, mentre qui da noi potrebbero sorgere dei dubbi, specie se la Magistratura continua a buttarsi in politica, ignorando Montesquieu ed i principi di tripartizione dei poteri.

agosvac

Mer, 08/05/2019 - 17:28

E se, memore dei suoi trascorsi da magistrato, Mattarella non ravvisasse gli estremi per questo siluro? In fondo dovrebbe essere lui a firmare la revoca, il parere di Conte è solo informativo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 09/05/2019 - 00:35

@acam Temo che lei non abbia letto o non abbia capito il mio commento. Critico conte esattamente come lei... ma non mi voglio ripetere.

Duka

Gio, 09/05/2019 - 07:26

La Lega del Salvini, per dirla alla E£milio Fede: CHE FIGURA DI M......

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 09/05/2019 - 12:52

@Duka Cosa doveva fare, secondo lei? E quali sarebbero state le conseguernze di un'azione dettata dalla rabbia più che dal ragionamento?