La censura sul Muro: ora è vietato parlare di comunismo a scuola

Sbianchettato il testo di Forza Italia-Lega-Fdi La sinistra: la dizione è "socialismo reale"

Sono passati trent'anni dal giorno della caduta del Muro di Berlino, quel 9 novembre del 1989 che per molti è un ricordo degli occhi e del cuore, ai ragazzi è stato tramandato tra racconti familiari e The Wall dei Pink Floyd, per tutti è una data entrata nei libri di storia e nei testi che si studiano a scuola. Eppure la condanna del comunismo divide ancora, e capita, è capitato ieri che in commissione Cultura alla Camera si dibatta un'intera seduta per censurare l'espressione «dittatura comunista» di stampo sovietico, e proprio in un testo che vuole impegnare il governo a verificare che nelle scuole si celebri realmente il «Giorno della libertà» istituito nel 2015.

A opporsi all'espressione «dittatura comunista» è stato Nicola Fratoianni di Sinistra italiana, l'area della maggioranza più radicale che fa riferimento a Leu, sostenuto dal sottosegretario al Miur, Giuseppe De Cristofaro, ex parlamentare di Rifondazione comunista oggi esponente di governo di Si. Non è caduta «la dittatura comunista», ma «la dittatura del socialismo reale», la tesi sostenuta dagli esponenti di Sinistra italiana. È così partita una battaglia da azzeccagarbugli che ha impedito di arrivare a una risoluzione condivisa. Si spera che oggi un ritorno alla realtà di ciò che è stato riporti il comunismo nel testo, così da arrivare a una mozione unitaria. Ma nel frattempo la commissione Cultura della Camera, a trent'anni dalla caduta del Muro, è rimasta travolta per un giorno dalle vecchie macerie, a dibattere se quel 9 novembre a Berlino fosse davvero caduta la dittatura comunista o il socialismo reale.

La risoluzione contestata è stata presentata da Fratelli d'Italia, con Paola Frassinetti come prima firmataria, dalla Lega con Daniele Belotti e da Forza Italia con Valentina Aprea. «Il 9 novembre ha rappresentato per milioni di persone il giorno della ritrovata libertà dopo decenni di dittatura comunista» il passaggio che ha fatto inciampare i parlamentari della sinistra radicale.

Le risoluzioni presentate per la discussione congiunta, con l'intenzione di fonderle in una sola, sono state tre: una di maggioranza, una seconda a firma di Alessandro Fusacchia di +Europa, confluita nella risoluzione della maggioranza, e la risoluzione del centrodestra, la prima a essere depositata e quindi discussa. Si lavorava agli impegni per stendere una risoluzione unitaria quando si è levata l'opposizione dell'area radicale di Leu alla «dittatura comunista». Uno stop inatteso che ha riportato indietro di decenni l'orologio della storia.

«Dopo la risoluzione del Parlamento europeo, il comunismo è equiparato ad altri totalitarismi. Per questo, la censura è da ritenersi odiosa e inaccettabile. Sotto la cortina di ferro del comunismo, sono morte milioni di persone» è la protesta sulle labbra di Federico Mollicone, capogruppo di Fdi in commissione Cultura. «È vergognoso come questo governo non ammetta la parola comunismo, come se nulla fosse accaduto. Quanto avvenuto in commissione Cultura è inaccettabile» commenta il leghista Belotti, capogruppo del suo partito in Commissione. E l'azzurra Valentina Aprea parla di «revisionismo storico» e aggiunge: «È fondamentale insegnare alle giovani generazioni che con la caduta del Muro ci siamo liberati dalla dittatura comunista di stampo sovietico. Noi combattiamo tutti e tre i totalitarismi del Novecento: comunismo, fascismo e nazismo. E nei Paesi del blocco sovietico la gente è stata privata della libertà a causa del comunismo».

Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 07/11/2019 - 08:25

Hanno paura a definirsi comunisti questi codardi di sinistra.

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Gio, 07/11/2019 - 08:42

Riprova che viviamo in una dittatura orwelliana. Chi cancella un passato scomodo e' chi di tale passato e' responsabile.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Gio, 07/11/2019 - 08:45

Tutto ciò che puzza di sinistra è dittatoriale: lorsignori sinistri d'ogni ordine e grado vogliono imporre il proprio credo con la propria atavica supponenza, loro sono i depositari della verità, solo a loro spetta governare, se non la pensi come loro sei semplicemente un Fascista. Un tanto a dimostrazione che il comunismo non è finito trent'anni fa ma in Italia è sopravvissuto ed è vivo e vegeto. E va abbattuto.

marinaio

Gio, 07/11/2019 - 08:52

Questa è la prova che il muro di Berlino è caduto, ma i comunisti ci sono sempre.

carlo dinelli

Gio, 07/11/2019 - 08:55

La Dittatura Komunista è sempre presente, basta vedere in Italia. Caproni Kompagni!!!

Giorgio5819

Gio, 07/11/2019 - 09:01

Il comunismo é un cancro, non lo si sconfigge con le parole, serve altro.

Ritratto di vincenzo69

vincenzo69

Gio, 07/11/2019 - 09:03

La sinistra italiana sa benissimo che il termine "COMUNISMO" rappresenta un orrore storico-sociale per questo non vuole che si ricordi la caduta del muro di Berlino con il suo vero nome....ma la realta' resta e la caduta della DITTATURA COMUNISTA c'e' stata e sara' sempre ricordata, pace a loro.

Pierluigi64

Gio, 07/11/2019 - 09:03

Questa è la dimostrazione che la sinistra italiana non ha fatto un adeguato esame di coscienza sui propri errori che in Italia non si sono tramutati in tragedia come altrove solo perché il 18 aprile 1948 perse le elezioni nei confronti della Democrazia Cristiana. E poi danno lezioni di democrazia agli altri...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 07/11/2019 - 09:09

LA STUPIDITA' NON HA LIMITI. IN URSS HA COMANDATO CON UNA DITTATURA DURISSIMA IL P.C.U.S. OSSIA IL PARTITO COMUNISTA DELL'UNIONE SOVIETICA. ADESSO CHE FANNO RINNEGANO STALIN ??? QUELLA ERA UNA DITTATURA COMUNISTA ED E' FINITA NEL 1989 GRAZIE A MICHAIL GORBACIOV CHE DIO LO BENEDICA. DITTATURA COMUNISTA, COMUNISMO QUESTO ERA L'URSS !!! SOLO LA STUPIDITA' UMANA PUO' PENSARE DI NASCONDERE UNA SIMILE ENORMITA' !!!

Tommaso_ve

Gio, 07/11/2019 - 09:10

Per tutti i professori SX... se preferite "socialismo reale", allora la dizione corretta è "Soluzione finale" non "Olocausto". Min....! Non è che cambiando il nome i morti, le deportazioni, le persecuzioni spariscono.

ItaliaSvegliati

Gio, 07/11/2019 - 09:11

Sempre komunisti restano...

Ritratto di asimon

asimon

Gio, 07/11/2019 - 09:15

omettere che il comunismo sia stato il principale disastro del secolo scorso fa parte del pensiero unico che ci vogliono inculcare, comunque tranquilli ora abbiamo i grillini che sono validi sostituti dei compagni più convinti

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 07/11/2019 - 09:20

Chgi si definisce comunista o è in totale malafede o è un totale ixxxxxxxe.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 07/11/2019 - 09:29

Chi rinnega il proprio passato è complice delle proprie nefandezze.

Ma.at

Gio, 07/11/2019 - 09:29

E' peggio che ai tempi del fascismo!

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 07/11/2019 - 09:33

E cosa cambia? comunismo, socialismo, socialismo reale, socialdemocrazia e fantasie varie sono applicazioni dello stessa stortura mentale che prevede un gruppo di persone "intellighenti" che prenda il sopravvento sulla massa degli sprovveduti affinché ci sia un livellamento verso il basso di tutti; ovviamente l'intellighenzia vivrà nel lusso e la massa sprofonderà nell'indigenza; come dobbiamo chiamare ciò che è adesso in Venezuela?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 07/11/2019 - 09:33

I miei vecchi dicevano una frase consolidata sin dai tempi: CHI SI LODA SI IMBRODA.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 07/11/2019 - 09:38

Quando questi sedicenti rappresentanti del popolo parlano risento provenire nel tono della loro voce un continuo rivolgimento impastato di odio, invidia e "istinto primordiale".

Una-mattina-mi-...

Gio, 07/11/2019 - 09:44

IL COMUNISMO NON E' STATO SCONFITTO IN QUANTO NESSUNA NORIMBERGA E' STATA ISTITUITA DOPO I VARI CROLLI. I ROSSI DIFATTI SI SONO IMMEDIATAMENTE RICICLATI: PER QUESTO IL VERO REGOLAMENTO DI CONTI E' SOLO RIMANDATO

mutuo

Gio, 07/11/2019 - 09:47

Condivido completamente i commenti di: Pierluigi64 e di marinaio. I reduci o gli epigoni italiani di quei REGIMI COMUNISTI, trovano rifugio o credono di trovarlo rifugiandosi nell'ipocrisia.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 07/11/2019 - 09:56

Il solito politically correct che mette tanta "ansia" alla sinistra che, more solito, vuol scrivere lei la storia e tutti, proprio tutti, si devono allineare, volenti e/o nolenti. Esistono due risoluzioni Ue (2005-2009) che equiparano il comunismo al nazismo ma tant'è: quando conviene a certi sepolcri imbiancati non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere, sordo di chi non vuol sentire. Della serie "pedes imperare, non caput".

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 07/11/2019 - 10:01

Tutti i telegiornali hanno parlato solo ed esclusivamente di "CADUTA DEL MURO" censurando la parola COMUNISTA.

PassatorCorteseFVG

Gio, 07/11/2019 - 10:13

le democrazie europee, tramite la corte di giustizia dell" aia, ha condannato SLOBODAN MILOSEVJC per crimini contro l" umanita, non é vero che in europa non c"e democrazia da questo punto di vista, forse in italia qualcuno non si é accorto di questa sentenza oppure vuole ignorarla,allora basta ricordare a questi signori chi era il condannato e di che partito era il segretario.ripeto: forse un bel tacer non fu mai scritto. ciao a tutti.

Giorgio Colomba

Gio, 07/11/2019 - 10:14

Con la stima di 100 milioni di morti causati dal Comunismo, va da sè che si vergognino del nome.

isolafelice

Gio, 07/11/2019 - 10:20

D'accordo sui contenuti dell'articolo, ma cosa c'entra The Wall dei Pink Floyd, del 1979 se non ricordo male e che non si riferisce certo al muro di Berlino, lo sa solo la Cottone.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 07/11/2019 - 10:21

E così si continua ad insegnare falsità storiche. Rammento che si dovrebbe avere più fiducia nella intelligenza dei nostri giovani scolari e non inculcarli di falsità storiche.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 07/11/2019 - 10:29

Possono parlare della VILE DEMOCRAZIA ALL`ITALIANA, DELLE MAFIE E DELLA CORRUZZIONE CHE PORTANO CON LORO???

Fjr

Gio, 07/11/2019 - 10:30

Socialismo reale mi sto’ ribaltando dalle risate,Pertini e i veri socialisti li prenderebbero a sassate

roberto.morici

Gio, 07/11/2019 - 10:44

Il "socialista reale" Stalin si rivolterà nelle tomba...

Brutio63

Gio, 07/11/2019 - 10:48

Il comunismo una cultura di oppressione e morte è ancora vivo in Italia dove imperversano personaggi che hanno inneggiato al regime comunista sovietico ed il loro figliocci La sinistra italiana è democratica come lo era la DDR Hanno preso contributi economici fino a dopo la caduta del muro del 1989 Il pensiero sinistro ha infettato e devastato l’Italia, quella Italia che i sinistri non hanno mai amato. Infatti, inneggiavano all’Internazionale ed al tricolore preferivano la bandiera rossa e non celebrano il 2 giugno ed il 4 novembre! La verità non è nel loro DNA culturale

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 07/11/2019 - 10:51

È inutile che cercate di aggirare il problema la dicitura giusta è " dittatura comunista " e la caduta del muro di Berlino è un emblema a tale corrente politica.

diegom13

Gio, 07/11/2019 - 10:52

@isolafelice: 1990, The Wall Live in Berlin, mega-evento con cui in Potsdamer Platz Roger Waters e una pletora di invitati che andavano dagli Skorpions a Cindy Lauper celebravano la caduta del muro. The Wall, del '79, effettivamente non parla di quel muro. Ma è stata poi usata fino alla nausea, per celebrarne la caduta.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 07/11/2019 - 10:53

La canzone dei Pink Floid " The Wall" racconta proprio la caduta del comunismo in tutto il mondo e non fa nessun riferimento alla dicitura "socialismo reale".

amicomuffo

Gio, 07/11/2019 - 11:11

Tranquilli compagni! Saranno gli islamici, con cui fate comunella, a farvi sparire definitivamente!

Ritratto di pao58

pao58

Gio, 07/11/2019 - 11:12

Dato 1°: questa decisione a riprova di chi siano realmente i fascisti.. Dato 2°: che poi in quella commissione a dettare legge siano i rappresentanti di pseudo-partiti comunisti che nel nostro paese racimolano dosi omeopatiche di consenso non fa altro che avvalorare il Dato 1°...

carpa1

Gio, 07/11/2019 - 11:17

Di comunismo è ormai permeata tutta l'europa (tranne la Russia che ne sta uscendo); se così non fosse, allora ci spieghino il perchè della nascita e continua crescita di quello che hanno, volgarmente, ipocritamente e con intento spregevole, definito "sovranismo, fascismo, razzismo o fobia di ogni genere". Se non condividi il loro pensiero (eufemismo!!! altrimenti dovresti riconoscere in questi cadaveri ambulanti una certa capacità di pensare) allora sei automaticamente ritenuto a livello di escremento della società. Quando perfino un monsignore della chiesa cattolica (e credo che non pochi altri della sua risma condividano i suoi commenti) arriva a paragonare il comunismo ai Vangeli di Cristo la dice tutta sui voltagabbana abituati a saltellare di qua e di là in cerca di visibilità gratuita. Questo è proprio il genere di individui da cui tenersi alla larga.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 07/11/2019 - 11:26

ANCORA MANCA LA PSICOPOLIZIA ED IL MINISTERO DELL'AMORE, CI ARRIVEREMO PRESTO ORWELL ERA UN PROFETA

Willer09

Gio, 07/11/2019 - 11:33

CHIAMATELA COME VI PARE, MA I COMUNISTI SONO CADUTI. OGNI ALTRA ESPRESSIONE E' FANTASIA. D'ALTRONDE UN PRETE HA DETTO CHE IL VANGELO E' COMUNISTA, NO? ALLORA VALE TUTTO!

dagoleo

Gio, 07/11/2019 - 11:34

è chiaro che devono nascondere sotto il tappeto le sporcizie e le malefatte dei loro antenati. ma la puzza rimane, se la portano addosso ovunque vanno ed ogni tanto riemerge nei loro dialoghi, negli atteggiamenti, nel ridanciano schernire l'avversario, nell'ideologismo ottuso ed acritico come fine ultimo di tutto il loro agire. in poche parole comunisti erano e comunisti rimangono, anche se il rosso l'hanno sotituito con l'arancio.

Giorgio5819

Gio, 07/11/2019 - 11:41

...e hanno anche la spocchia di farsi chiamare "democratici"... che schifo !

Ritratto di adl

adl

Gio, 07/11/2019 - 11:43

Un famoso detto recita: NULLA SI CREA E NULLA SI DISTRUGGE, TUTTO SI TRASFORMA. Il comunismo si è trasformato nella DEVASTAZIONE POL.CORR. che non solo non è morta ma è viva e vegeta.

agosvac

Gio, 07/11/2019 - 12:00

Non capisco cosa possa cambiare se invece del termine "comunismo" si usi quello di "socialismo reale". In fondo si tratta sempre della dittatura che ha messo in ginocchio l'ex URSS!!

paolone67

Gio, 07/11/2019 - 12:16

Qualcuno dica a Fratoianni che durante la "dittatura del socialismo reale" in Unione Sovietica al potere c'era il PCUS (Partito Comunista dell'Unione Sovietica).

Ritratto di Cali85

Cali85

Gio, 07/11/2019 - 12:19

Ma la cosa più difficile rimane quella di far capire, ai tanti "Duri e puri" Italiani che il muro serviva a trattenere le persone che scappavano dall'est , non il contrario , come credevano loro e , a giudicare da quello che si sente a volte in TV , lo credono ancora oggi!!!

GioZ

Gio, 07/11/2019 - 12:27

Leggetevi "Arcipelago Gulag", prima che venga bruciato.

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 07/11/2019 - 12:40

vietato parlarne, molti ebrei, non sono finiti nelle mani dei nazisti, ma ha provveduto STALIN ad eliminarli mandandoli in Siberia, solo andata, ma di questo , in Italia non se ne può parlarne..è tabù

albero_a_cammes

Gio, 07/11/2019 - 13:25

Il Muro fu eretto dal governo che faceva capo al SED, che aveva in quel periodo, provveduto ad estromettere tutti i dirigenti socialisti e, ripudiato nel Congresso del 1950 i principi fondanti, definendo in tale Congresso l'obiettivo del perseguimento del comunismo. Nessun Socialismo Reale ma bensì (mi sia consentito)di komunismo trattasi.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 07/11/2019 - 13:51

Va bene, lasciateli perdere nelle loro "visioni" storiche. Vogliono far credere il falso ai giovani di oggi. Non so cosa dire al riguardo, dato che non ho contatti con la gioventù di oggi, quella del "telefonino", che nelle strade vedo in mano a tanti, giovani e meno giovani, per i quali il telefonino ormai é la vita.

scurzone

Gio, 07/11/2019 - 14:36

Mi sembra che tra comunismo o socialismo reale la differenza non esista. Piuttosto mi sembra che ai Russi piace farsi comandare da qualche sultano e della vera libertà non sanno che farsene.

newman

Gio, 07/11/2019 - 15:14

E' chiaro che questi "compagni" non vogliono sentir parlare degli orrori del comunismo reale e vogliano imporre un bavaglio legislativo e sanzioni a tutti coloro che, invece, vogliono far luce su questo fenomeno di delinquenza politica e di sadismo, istruendo le giovani generazioni. Un movimento ideologico e politico che, in nome di un'antropologia del tutto sballata, ha schiavizzato generazioni di europei dell'est e di asiatici, uccidendone a milioni, piú di quanti ne abbiano uccisi i nazifascisti nella shoah. Il che é tutto dire!

ohibò44

Gio, 07/11/2019 - 19:26

Le dittature si reggono sul negazionismo. Punto.

Renadan

Dom, 10/11/2019 - 11:32

Nascondiamo sempre i MILIONI di morti vhe ha fatto il comunismo per i vostri comodi. Fate pena