"Centrodestra mai con Renzi: divisi alle urne, uniti al governo"

"Forza Italia cambierà molti volti, ma chi è stato bravo e leale non deve temere. Con Lega e Fdi insieme dopo il voto"

Tra sette giorni si vota per le amministrative, tra pochi mesi è possibile per le politiche. E c'è chi scommette che stia per terminare la traversata nel deserto che Forza Italia ha dovuto affrontare il 16 novembre 2011, quando l'ultimo governo Berlusconi fu costretto alle dimissioni in modo oggi sappiamo truffaldino. Sono diversi i tempi, le forze e gli uomini in campo, ma la centralità sulla scena politica sembra a portata di mano.

La svolta è stata la trattativa con Matteo Renzi sulla legge elettorale. Presidente Berlusconi, quali sono i paletti di questa trattativa?
«Siamo l'unica forza politica a non aver mai cambiato idea in materia di legge elettorale. In un quadro politico frammentato, siamo convinti che un sistema a base proporzionale sia l'unico in grado di rappresentare correttamente il voto dei cittadini nelle istituzioni. Alla percentuale dei voti (ad esempio 20%) di un partito corrisponde la stessa esatta percentuale di parlamentari (20%). Il sistema tedesco si adatta perfettamente a questo, assicurando un rapporto diretto fra elettori ed eletti ed evitando il pessimo sistema delle preferenze, fonte di clientelismo e di corruzione. Questo è il nostro limite e la nostra condizione».

Nelle ultime ore c'è stata qualche fibrillazione. Pensa che andrà tutto liscio?
«Se si rimane al sistema tedesco applicato nel modo più simile possibile all'originale da parte nostra non vi saranno ostacoli, anzi faremo la nostra parte perché la legge elettorale vada in porto il più presto possibile».

Se si andasse a votare in settembre, campagna elettorale di fatto in piena estate. È un inedito. Svantaggi e, se ce ne sono, vantaggi.
«Gli svantaggi saranno solo per i candidati, che dovranno sacrificare le ferie, e non è detto che questo sia un male. Da parte mia sono abituato a lavorare dodici mesi all'anno e mi impegnerò a fondo in una sfida elettorale che considero fondamentale per la nostra democrazia. Il principale vantaggio è quello di consentire finalmente agli italiani, al più presto, di scegliere da chi vogliono essere governati. Sa quando è successo questo l'ultima volta?».

Ricordo, molto tempo fa.
«Nel 2008. Dopo quella nostra straordinaria e senza precedenti vittoria elettorale si sono succeduti quattro governi e quattro presidenti del Consiglio che gli elettori non hanno mai votato. È davvero tempo che questo finisca il prima possibile. A tutto vantaggio anche dell'autorevolezza del nuovo esecutivo che ci auguriamo e vogliamo sia di centrodestra».

Che campagna elettorale ha in mente?
«Una campagna molto semplice. Dire la verità ai cittadini. Raccontare loro quello che abbiamo fatto noi e quello che ha fatto chi ci ha allontanato dal governo in quel tragico novembre del 2011 con un colpo di Stato, il quarto dei cinque che hanno massacrato la nostra democrazia dal 1993 ad oggi. Dobbiamo ricordare qual era il tasso di disoccupazione quando noi abbiamo lasciato il governo, qual era la situazione degli sbarchi di clandestini, qual era il livello di sicurezza percepita. Ricordare chi ha realizzato l'alta velocità, accorciando l'Italia, chi ha dimezzato i morti sulle strade con la patente a punti, chi ha dimezzato le morti per tumore ai polmoni con la legge sul fumo, chi ha restituito un anno di vita ai ragazzi abolendo la leva obbligatoria, chi ha abrogato la tassa sulla prima casa e l'imposta sulle donazioni e sulle successioni, poi reintrodotta dalla sinistra».

E per il futuro?
«Meno tasse, abolendo quelle sulla casa, sull'auto, su successioni e donazioni. Meno Stato, meno burocrazia, più sviluppo, più lavoro, più sicurezza per tutti, più aiuti a chi ha bisogno, più garanzie per ciascuno con la riforma della giustizia: l'equazione liberale dello sviluppo, insomma. Ma la vera novità sarà un'altra».

Quale?
«I volti e i nomi dei nostri candidati, la loro esperienza e competenza come garanzia per la loro capacità di realizzare i nostri progetti. Non politici di professione, non mestieranti della politica, ma protagonisti della società civile che abbiano dimostrato - nella vita lavorativa, nelle professioni, nell'impresa, nel mondo della cultura o del volontariato la loro assoluta onestà, la loro capacità di raggiungere gli obiettivi che si sono dati, la loro generosità nel dedicarsi agli altri. Le nostre idee cammineranno sulle gambe delle donne e degli uomini che porteremo in Parlamento, e questa sarà la migliore garanzia».

E quale sarà il criterio per scegliere la «quota» degli uscenti?
«Sui nuovi stiamo lavorando attivamente all'individuazione dei protagonisti della trincea del lavoro, attraverso contatti continui con le categorie e le associazioni professionali e incontrando il meglio che Forza Italia esprime sul territorio: sindaci, consiglieri comunali, consiglieri circoscrizionali, consiglieri regionali, militanti con un forte raccordo con l'opinione pubblica locale. Per quanto riguarda gli uscenti, abbiamo posti sufficienti a ricandidare tutti, e ripeto tutti quelli che hanno ben meritato. I parlamentari che sono rimasti con noi, con lealtà e coerenza in questi anni difficili, meritano certamente la ricandidatura».

Esclude quindi che in extremis possa esserci un'unica, grande lista di centrodestra?
«Non ne vedo le condizioni, ma neppure l'utilità. Ho il massimo rispetto per la Lega Nord e per Fratelli d'Italia, sono nostri ottimi alleati in molte realtà territoriali e spero che lo saranno nel governo della nazione, ma sono forze politiche diverse da noi, per ruolo, per cultura, per linguaggio. Noi siamo un grande movimento orgogliosamente liberale, di ispirazione cristiana, che si richiama ai principi della grande famiglia della democrazia e della libertà in Europa, il Partito popolare europeo, di cui facciamo parte e nel cui ambito abbiamo espresso la massima carica parlamentare d'Europa, la presidenza del Parlamento europeo, affidata ad Antonio Tajani, mio storico collaboratore e uno dei cinque fondatori di Forza Italia».

Se si vota con un sostanziale «proporzionale» sarà la sua prima campagna elettorale senza al suo fianco gli alleati storici. Teme la loro concorrenza?
«Non temo nulla perché, da liberale, credo che la concorrenza faccia sempre bene. L'importante è che vi sia la comune consapevolezza, tra le forze politiche del centrodestra, che il nostro obbiettivo è vincere per governare insieme il Paese come abbiamo fatto dal '94 ad oggi in Italia, nelle Regioni e nei Comuni».

Lei pensa che un sistema «tedesco» possa funzionare visto che alle urne vanno gli italiani e non i tedeschi?
«Italia e Germania hanno una cosa in comune: sono due Paesi usciti distrutti dalla guerra, ma che in pochi anni si sono riaffacciati da protagonisti al tavolo dei Paesi più avanzati del mondo. Il problema è che il miracolo italiano realizzato con il sistema proporzionale si è fermato alla fine degli anni '50, quando hanno cominciato a prevalere criteri statalistici di governo dell'economia. Il miracolo tedesco è continuato fino ad oggi, passando attraverso un'impresa colossale, anche dal punto di vista economico, come la riunificazione nazionale avvenuta con la solidarietà attiva di tutta l'Europa e di questo la Germania si dovrebbe ricordare sempre».

E ciò non accade?
«Ho sincera ammirazione per la Germania, per i governi che vi si sono succeduti e per il popolo tedesco, però devo dire che gli italiani, quando sono posti nelle condizioni di farlo, sono in grado di fare come e più dei tedeschi. Sono convinto che l'adozione dello stesso sistema elettorale e magari, quando sarà possibile nella prossima legislatura, anche quella di alcune loro riforme costituzionali come la sfiducia costruttiva o il cancellierato forte, siano delle ottime scelte. Una legge elettorale come quella tedesca ha il significato di una grande riforma in chiave europea».

L'ha stupita il «sì» di Grillo alla vostra proposta?
«Vuole essere della partita sulla legge elettorale. È legittimo, le regole riguardano tutti e una legge elettorale condivisa è garanzia di democrazia. Spero che non ci siano ripensamenti. Staremo a vedere, ovviamente decideremo insieme con la massima condivisione possibile».

Senza «cespugli», come pensa sarà possibile formare maggioranze omogenee il giorno dopo i risultati?
«È proprio la frammentazione quella che ha costretto tutti i governi del passato a coalizioni fragili ed esposte al ricatto delle formazioni minori. Ora tutto sarà più semplice, più chiaro, e ciò che conta maggiormente più trasparente agli occhi dei cittadini, che potranno valutare chi governa per i suoi meriti o le sue colpe oggettive».

Esclude a priori l'ipotesi di «grande coalizione»?
«Sì, noi puntiamo a vincere con il centrodestra. La cosiddetta grande coalizione d'altronde nel sistema tedesco è un'eccezione. In quasi settant'anni, solo per dieci anni la Germania è stata guidata da governi di grande coalizione. Per il resto vi è stato un bipolarismo compiuto e maturo».

Andare al voto senza manovra di stabilità è pericoloso?
«L'Italia ha un governo in carica che rimarrà fino a quando non ce ne sarà uno nuovo. Il governo Gentiloni può benissimo impostare una manovra economica, anzi credo lo debba fare, e chi verrà dopo, se necessario, applicherà dei correttivi, ma senza stravolgerla. Si chiama continuità istituzionale, è la norma nelle democrazie mature».

Un'eredità impegnativa per chi verrà.
«No, quando avremo vinto, faremo delle riforme strutturali per il rilancio dell'economia con la drastica riduzione della pressione fiscale su famiglie e imprese, per risolvere i problemi della povertà, dell'immigrazione, della sicurezza per garantire ai cittadini una vera giustizia, per porre fine all'oppressione fiscale, all'oppressione burocratica, all'oppressione giudiziaria».

Aspettando la sentenza europea che la riguarda, lei è ineleggibile. Questo sarà un limite prima e dopo il voto?
«Trovo oggettivamente molto grave andare a votare senza che mi sia stata restituita l'onorabilità, alla quale ho diritto, e la possibilità di essere in campo anche come candidato. Ho sperato fino all'ultimo che la Corte europea sanasse finalmente, dopo tre anni e mezzo, questo vulnus che non riguarda un singolo cittadino e sarebbe comunque molto grave ma riguarda la vita democratica di un grande Paese europeo».

Oggi non ci spera più?
«Sono molto amareggiato dal fatto che non stia andando così. Forza Italia subisce una grave ingiustizia. Tuttavia non tenteremo di rinviare la data dalle elezioni per aspettare Strasburgo, anche se avremmo tutta la convenienza a farlo. È più importante che gli italiani abbiano finalmente la parola per decidere il loro futuro con una legge elettorale giusta e condivisa. Per questo ovviamente se le cose non cambieranno sulla legge elettorale - non ci metteremo in alcun modo di traverso sulla data delle elezioni, fermo restando ovviamente il potere esclusivo del capo dello Stato di sciogliere le Camere. Continuo però ad augurarmi che la Corte di Strasburgo decida prima della data delle elezioni per restituirmi insieme all'onore anche l'eleggibilità. In ogni caso, io sono e sarò in campo».

Commenti

T-800

Dom, 04/06/2017 - 15:50

Sì la centrodestra solo se il punto cardine e principe del programma sarà il respingimento ed il rimpatrio di tutti gli extracomunitari.

Ritratto di robergug

robergug

Dom, 04/06/2017 - 15:54

Speriamo bene. La speranza è l'ultima a morire.

mariobaffo

Dom, 04/06/2017 - 16:03

Chiunque abbia un minimo di zucca sa benissimo che dalle elezioni non verrà nessuno con i voti da governare,allora non prendiamoci in giro ,cosa votiamo a fare ? Invece un po di serietà dire prima del voto con chi fare alleanze.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 04/06/2017 - 16:06

"....si sono succeduti quattro governi e quattro presidenti del Consiglio che gli elettori non hanno mai votato". BALLE, BALLE, BALLE ad uso e consumo dei beoti che gli daranno il voto. L'Italia è una Repubblica parlamentare: qualsiasi studente che abbia fatto un pò di diritto pubblico sa che ciò significa che in tal caso il popolo NON elegge il premier ma solo i parlamentari. Saranno questi ultimi a dare il voto di fiducia all'incaricato (dal presidente della Repubblica) a formare il governo. DILLA LA VERITA' QUALCHE VOLTA, cribbio ......

peppino51

Dom, 04/06/2017 - 16:10

Berlusconi, penso che se ci dai garanzie sulla tua lealtà, cioè, quella di non mischiarti con Renzi,non avrai il 20% ma il 40%, quindi vedi come devi fare e scordati Renzi perchè lui ormai è bruciato, il popolo Italiano e stufo di sentire Renzi,Renzi, Renzi, e basta!

ilbarzo

Dom, 04/06/2017 - 16:12

Egregio Berlusca vorrei poterti credere ,ma purtroppo, troppe volte non hai mantenuto quanto in precedenza promesso.

peppino51

Dom, 04/06/2017 - 16:14

Fare un accordo con Lega e FdI senza la parola Renzi, sarebbe il Top, stilate un programma di governo, dove vi impegnate a bloccare l'immigrazione e rimpatriare tutti i clandestini, vedrete che raggiungerete il 40%.

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 04/06/2017 - 16:20

Scommettiamo? Sallusti, inutile contraddirla adesso: ne riparliamo, diciamo, un mese dopo il voto. Intanto questo commento me lo conservo, così, anche se non lo pubblica oggi, potrò ricordarglielo e soprattutto rinfacciarglielo.

arkangel72

Dom, 04/06/2017 - 16:21

Con le alleanze post voto si torna alla prima repubblica... sempre che ci sia stata effettivamente una seconda!!!!

Tarantasio

Dom, 04/06/2017 - 16:30

xT-800. sottoscrivo, ma se il cav vuole un voto per il grande repulisti dovrà essere molto più esplicito

LOUITALY

Dom, 04/06/2017 - 16:31

votato il golpe monti votato il golpista NAPOLITANO seconda volta come presidnete votato governo non eletto letta inciuciato con il ciarlatano renzi .... CREDIBILITA ZERO ASSOLUTO

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 04/06/2017 - 16:31

Uniti al governo? Può darsi: dipende da te. Per il resto: meglio votare chi, sicuramente, non si metterà mai con il gaglioffo di Rignano. E, soprattutto, non si dà arie da moderato nè, tantomeno, da resposabile.

Ritratto di ...nonnaPina.

...nonnaPina.

Dom, 04/06/2017 - 16:38

...e la FARSA CONTINUA

michettone

Dom, 04/06/2017 - 16:39

Si ricomincia. Berlusconi,che "governera'",con o senza il placet di Strasburgo,ci dice di credergli. Sicuramente,dei tanti scettici maturati dopo il 2008,io,sono tra questi,ma,sempre convinto che OCCORRA ANDARE AL VOTO! Tutti,dico tutti,dobbiamo andarci! Se un partito,raggiungera' il maggior numero di consensi,ovviamente, otterra' dal Presidente Mattarella,l'incarico di formare il Governo. Berlusconi,del resto,ha affermato,che anche se precluso,partecipera' al lavoro,per svolgere l'azione determinante di CAMBIARE IL PAESE. E in questo,c'e',gia' sancito,l'obbligo deciso di riportare tutti i neri del nordafrica nei loro Paesi di origine! Ergo, non fasciamoci la testa prima di essersela rotta...

nipotedimubarakk

Dom, 04/06/2017 - 16:40

Per fortuna siete sempre di meno, e quando silvio molla, puf! sparite anche voi per sempre

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Dom, 04/06/2017 - 16:40

andrea626390.. tu per caso hai votato qualcuno dei 4 governi formatisi negli ultimi 6 anni? Che stupidate scrivi a fare? Qualsiasi persona normale lo capisce...solo tu sembri a corto di cervello.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 04/06/2017 - 16:40

Sono contento di essere rimasto sempre fedele a Forza Italia al cui Partito ho elargito un piccolo contributo di solidarietà in un momento che ritengo difficile per tutti; io e Noi in famiglia siamo poveri ma, come dice un antico proverbio non c'è povero che non possa dare e non c'è ricco che non abbia bisogno. Sul 730 metterò F15 del 2x1000. Shalòm.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Dom, 04/06/2017 - 16:40

senza che mi sia stata restituita l'onorabilità? visto e concesso che voi politicizzanti vi dichiarate tutti, a priori, onorevoli, mi sá che cosa nostra vi querelerá per essere assimiliata a voi delinquenti comuni del governo.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 04/06/2017 - 16:46

caro ex-cavaliere, mi dispiace tanto ma non mi fido per nulla. voterò Lega o Fratelli d'Italia (l'unico dubbio che ho è questo). anche lei "tiene famiglia" (e azienda).....

antipifferaio

Dom, 04/06/2017 - 16:51

Untiti dopo?? Si...l'asino vola e gli islamici ci voglio bene... Alla fine se ne uscirà fuori con la scusa che non si trova la quadra con Salvini e quindi si "appoggerà" al Pd del buffoncello...tranquilli, è già tutto programmato...

vittoriomazzucato

Dom, 04/06/2017 - 16:53

Sono Luca. SILVIO BERLUSCONI è l'unico che può tornare al governo del ns. Paese. E Strasburgo deve darsi una mossa in quanto di tempo ne ha avuto per emettere questa sentenza. In bocca al lupo PRESIDENTE. GRAZIE.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 04/06/2017 - 17:09

-----in una ipotetica e qualsivoglia coalizione dopo il voto--il premier comunque sarà l'espressione del partito che ha avuto più consenso---come facciano dunque i destricoli a non capire che se il premier non sarà renzi sarà un cinque stelle rimane un mistero ----swag ganja

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 04/06/2017 - 17:22

X....andrea626390....Non ha più senso continuare con le litanie del "regime parlamentare" e "il Presidente del Consiglio non viene eletto dal popolo". La verità è un'altra. Da quando Silvio Berlusconi ha posto il suo nome sul simbolo del partito gli elettori hanno eletto il capo del governo. Si potrebbe eccepire che è una prassi non scritta, come mi pare faccia lei, ma una prassi consolidata ed accettata diventa regola, e lo dimostra il fatto che successivamente molti hanno seguito il suo esempio ponendo il loro nome sul simbolo. Se guardiamo oltre i confini nazionali si scopre che in Inghilterra non c'è una vera e propria costituzione scritta ed il sistema si regge su prassi codificate dal tempo. In Italia l'ultima elezione democratica c'è stata nel 2008, poi c'è stato un susseguirsi di colpi di stato, più o meno mascherati, che ci hanno fatto vivere in una situazione di "democrazia sospesa".

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 04/06/2017 - 17:24

F.I. potrà cambiaretutto, il nome, i volti, il simbolo, la badiera, "cadreghe e tavolini" ma finquando sarà legata a Berlusconi non avrà più il mio sostegno. Lo stesso ragionamento vale per il PD. O cambia il 70% della classe politica, dopo i fallimenti degli ultimi anni, e riparte con progetti e proposte credibili e realizzabili oppure meglio tifare per la sua scomparsa definitiva. Infine c'è l'incognita legge elettorale, vedremo se sapranno dare evidenza alle legittime aspettative del Popolo o, ancora una volta penseranno solo a se stessi.

m.nanni

Dom, 04/06/2017 - 17:29

presidente Berlusconi, il Popolo Italiano deve risarcirla per il male subito da magistrati con la criminale persecuzione; credo che anche Strasburgo deve essere attaccato di brutto dagli euro parlamentari d'area: o la va o la spacca. i giudici di strasburgo perchè non decidono? detto questo ho da suggerirgli di cambiare idea sulla scelta dei candidati; basta nomine dall'alto, ma selezione mediante primarie a tutti i livelli. si ricordi che i rimi traditori degli elettori di FI sono stati i suoi pupilli. sperando che adesso non vengano riaccolti nell'ovile.

contravento

Dom, 04/06/2017 - 17:32

Amici colleghi, avete visto il film SIGNORE E SIGNORI BUONANOTTE, film satirico del 1976? Eravamo alla I Repubblica. Cosa ne pensate?

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 04/06/2017 - 17:38

ElioDeBon, 16.40, tu hai votato un governo in vita tua? In base a quale legge se la Costituzione prevede diversamente? Ma lo capisci l'italiano se hai un minimo di cervello? L'elettore NON PUO' VOTARE PER IL GOVERNO ma per i parlamentari candidati. Saranno questi ultimi a dare il voto di fiducia alla persona che ha avuto il mandato di formare il governo da parte del Presidente della Repubblica. Il nostro caro pregiudicato sa che può sparare le balle che vuole perchè in Italia ci sono milioni di persone che si bevono qualsiasi panza e uno di questi è EliDeBon .....

seccatissimo

Dom, 04/06/2017 - 17:44

Io voterò per chi sarà più impegnato e convincente nella lotta per il blocco totale dei clandestini invasori e per l'espulsione effettiva immediata per quelli che non hanno alcun titolo per ricevere asilo, anche se eventualmente già regolarizzati, di norma con trucchi, cavilli ed artifici vari dei soliti cosiddetti buonisti traditori della patria !

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 04/06/2017 - 17:44

Leggete bene cari bananas: "Ho sincera ammirazione per la Germania, per i governi che vi si sono succeduti e per il popolo tedesco". Tiè !!!!!!!

seccatissimo

Dom, 04/06/2017 - 17:48

Sallusti, perchè non gli ha fatto delle domande in merito alla necessità-utilità di introdurre il vincolo di mandato ?

pastello

Dom, 04/06/2017 - 17:52

Il cav non vuole le preferenze e io non voglio forza italia. Bye bye

contravento

Dom, 04/06/2017 - 17:53

Per cortesia, volete pubblicare i miei commenti? Comunque non voterò nessuno di costoro, sine die.

pastello

Dom, 04/06/2017 - 17:57

D'accordo col dr Strange

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 04/06/2017 - 18:04

Luca carissimo 16e53, qualora Berlusconi riabilitato da Strasburgo tornasse al governo, stai certo che il processo Ruby, riprendera con il CINQ,SES,SETT,e VOTT!!! AMEN.

stefano.colussi

Dom, 04/06/2017 - 18:16

nel 2018 la mia Famiglia voterà Silvio Berlusconi .. ma prima non ci crediamo soprattutto a causa di Renzi & Compangni Toscani che fanno solo casino .. siamo pronti però a cambiare idea .. colussi, cervignano del friuli, udine, italy

VittorioMar

Dom, 04/06/2017 - 18:24

...SPERIAMO CHE SIA COSI'!...MA SE LA CORTE EUROPEA NON DOVESSE DECIDERE : CHE SI FA ??

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 04/06/2017 - 18:36

Infatti, "wilegio", per nascondere il fatto che Berlusconi continua a dire bugie, anche nell'intervista qui pubblicata, Sallusti il mio commento non l'ha pubblicato. Glielo riservo, glielo tengo da conto per il dopo elezioni.

squalotigre

Dom, 04/06/2017 - 18:50

andrea626390 è verissimo che gli elettori eleggono i parlamentari e lasciamo perdere il fatto che il voto con cui sono stati eletti è stato ritenuto anticostituzionale e per questo motivo le elezioni si sarebbero dovute tenere 4 anni fa. Ma i parlamentari che hanno permesso la costituzione dei governi hanno ricevuto il consenso a dx e l'hanno portato a sx, cioè hanno gabellato gli elettori e la loro volontà. So benissimo che non c'è vincolo di mandato e bla bla bla perché la costituzione si applica a targhe alterne (vedasi il voto anticostituzionale), ma quella che lei chiama repubblica parlamentare di democratico non ha neppure il nome.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Dom, 04/06/2017 - 19:43

vittorio, tu, luca e silvio siete patetici.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 04/06/2017 - 19:45

andrea626390# Che l'Italia sia una Repubblica parlamentare se lo sa lei vuol dire che lo sanno tutti. Dire che i governi non sono stati eletti dal popolo non significa altro che questo: un vulnus democratico. Nessuno dice che sono illegittimi od illegali. A parti invertite quelli come lei uscirebbero dai centri sociali, andrebbero in piazza ed urlerebbero come bestie. Noi no.

giosafat

Dom, 04/06/2017 - 20:09

Tutto bello...peccato che abbia omesso quelle che sono le parole d'ordine della Lega e di FDI e che dovrà rincorrere se vorrà salvare le 'chiappe'. Per lui sono bestemmie, per me sono vangelo. Da non leghista voterò, se voterò, per la Lega.

ectario

Dom, 04/06/2017 - 20:19

Al voto si avrà più o meno una ripartizione tra PD, M5S, e il gruppo di cdx, copn la sola differenza che il cdx andrà diviso per tre, sempre che FdI superi il 5%. Quindi bessun governo sarà possibile. solo chi arriva prima (tra i due comunisti) avrà l'incarico. Le alleanze? non credo che il M5S prenderà in considerazione alcuno del CDX, ergo!. Non credo che il PD prenda in considerazione due del CDX, ergo! Gentile ex pèresidemte lo scenario è chiaro, la sua posizione sarebbe, eventualmente, quella del sig. Alfano, che tutti ci augiriamo sparica, ma che non cambierà, se non in peggio, quanto vissuto in questi ultimi 4 anni.

tRHC

Dom, 04/06/2017 - 21:24

eppure gira e rigira con lui l'Italia e' piu' affidabile a tutti i livelli..... naturalmente lasciando a terra lo sbruffone fiorentino e la sua gang

WSINGSING

Dom, 04/06/2017 - 22:02

Leggo: "Ho sincera ammirazione per la Germania, per i governi che vi si sono succeduti e per il popolo tedesco". Silvio, sei sicuro di star bene?

Divoll

Dom, 04/06/2017 - 22:05

Chi intende votare FI tenga in mente che ci rifilera' il PD e Renzi al governo a fare danni chissa' per quanti anni ancora. A Berlusconi (che oggi promette quanto domani non mantiene) non importa nulla dell'Italia, vuole solo la rivincita personale: tornare al governo. Non risolvera' un solo problema. Possibile che non siano bastati 20 anni per capire he soggetto e'? Io spero solo che Salvini si smarchi.

peter46

Dom, 04/06/2017 - 22:08

Peppino 51...tu sei l'unico siciliano che ancora continua ad abboccare...""non vedo alcuna utilità,lega e fdi sono alleate con noi(in verità,nelle regioni di cdx,sei tu alleato con loro,non viceversa,per ora)in tante realtà territoriali,ma sono forze politiche 'diverse' da noi,per ruolo,per cultura e per linguaggio" ,ora se esistono tutte queste differenze potranno mai,costoro,dopo voto,portare il loro 'sangue' al centro trasfusioni per farlo iniettare a lui?Ma qualora lo facessero,e seguendo la 'confusione' che emana e che solo tu puoi 'disconoscere',col 30% maxi come ca....volo farebbero a governare contro il 70% degli avversari?TI/vi sembra possibile che i renziani si alleerebbero mai per un gov pd-fi-lega-fdi,e magari senza renzi a pdc e con Razzi,delegato da B,pdc?Financo..Romaldi..si rifiuterebbe,con i 'bananas'in toto. Pensavamo che gli'utili idioti' dei comunisti fossero 'razza estinta':son tornati in/con berlù.(1)segue,molto forse.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 04/06/2017 - 22:14

@nipotedimubarak - a centro destra siamo sempre gli stessi, in tanti. Mi sa che prima sparirete voi di sinistra, appena non avrete sconquassato l'Italia e l'Europa. Poi vorrò vedere se avrete ancora il coraggio di andare in giro. Direte: chi io?, non non ho mai votato a sinistra, lo giuro. Infingardi.

hornblower

Lun, 05/06/2017 - 00:05

Silvio, il tuo narcisismo è smisurato, pur di essere di nuovo protagonista, ti alleeresti anche con satana. A Georgia Meloni, dopo la poltrona di Sindaco, vuoi togliere anche quella di parlamentare ???

elpaso21

Lun, 05/06/2017 - 00:44

"l'ultimo governo Berlusconi fu costretto alle dimissioni in modo oggi sappiamo truffaldino": ma quando uscirà dall'infanzia?

Ritratto di orione1950

orione1950

Lun, 05/06/2017 - 07:08

(2)Caro Cav, le ricordo che é stato lei a volere il PdL ed io l'ho votato con entusiasmo perché il cdx deve essere unito. Ora lei fa dei distinguo che non capisco; inoltre, non dice la vera verità che é quella di volersi contare per non dare la leadership del cdx a Salvini. Poi, e lei lo sa come me, che col sistema proporzionale, e viste le percentuale dei maggiori partiti, é molto probabile che lei si allei col PAGLIACCIO. Io, a scanso d'equivoci, votero' a destra e spero che facciano lo stesso anche per quelli che attualmente sono in FI.

peter46

Lun, 05/06/2017 - 07:28

Leonida55...sei rimasto ancora al cdx?Non esiste più 'IL' cdx,e non è che ci voleva molto a comprenderlo.E siete in due ora a pensare che i 'comandamenti' siano più di 10(dieci).D'accordo che 'lui' si sente superiore a NS(?) Signore è si è 'allargato' a prefigurarne,come da intervista,19(diciannove),ma tu,e tralasciando il fatto che pochi cdxtri sarebbero così entusiasti di accompagnarsi con un 'elmato',fuori carnevale,ma...se "a cdx siamo sempre gli stessi",laddove 'stessi' presuppone 'di due parrocchie' almeno,'specificatamente,con chi stai nel cdx?Lega 'apolide' nel cdx?Fdi dx nel centro?Fi centro nella dx?Una volta per tutte e senza parlare per tutti.

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Lun, 05/06/2017 - 09:01

Bla, bla, bla... beato chi ti crede. In realtà sono già pronti il nazareno 2 e il partito-della-nazione di fatto.

dagoleo

Lun, 05/06/2017 - 09:27

Alla fine quello che ha governato meglio questo paese è stato Berlusconi. Pertanto il mio voto alle prossime elezioni andrà sicuramente a lui. Spero solo che non infili mignotte al governo. Si può anche ridere, ma alla fine la mignottocrazia del governo precedente mi aveva letteralmente schifato. Governare è una cosa seria e vorrei che venga fatto da gente competente, non da mignotte in cerca di una sistemazione.

napolitame

Lun, 05/06/2017 - 09:27

bravo. Pero' non ti offendi se voto qualcuno che mi dia' piu' garanzie di non allearsi con i piddini, vero? Ah e poi non leggo nulla in relazione al vincolo di mandato, all'uscita dall'euro, alla riforma della magistratura e alal cacciata delle "risorse". Mi spiace ma per me sono punti fondanti.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 05/06/2017 - 09:34

Egregio Cavaliere, Lei é una forza pero', mi consenta un semplice consiglio, faccia il "Padre Nobile di Forza Italia " Non si rimetta in primo piano. Ne abbiamo piene le tasche di processi Ruby che, se Lei tornasse in auge, subito verrebbero aperti. Ha dei collaboratori di buona valenza anche tra i suoi alleati, sia preveggente e futurista.Ci dia la possibilità di vincere votandola.

michettone

Lun, 05/06/2017 - 10:26

Qualcuno, mi ha richiamato all'ordine, contestando quanto detto precedentemente. Ho detto di essere scettico verso Berlusconi (un po' come quasi tutti....), ma ho suggerito anche, di ANDARE ASSOLUTAMENTE TUTTI A VOTARE. Poi, vista la tendenza mia, della mia famiglia, dei miei amici e colleghi tutti, ovviamente, ci orienteremo su Salvini o la Meloni e non certo su Berlusconi. Punto. A sinistra e tutti quelli che ci hanno rovinato l'esistenza dal 2008 ad oggi, nemmeno uno sguardo, tanto e' l'odio accumulato verso loro, quasi, quanto quello, che ancora rode, verso i traditori del cdx....!

frank173

Lun, 05/06/2017 - 11:06

Solo chi NON farà accordi con Renzi avrà il mio voto. Fosse pure Berlusconi e ho detto tutto.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Lun, 05/06/2017 - 12:17

Divisi alle urne è un modo fantastico per perdere. Su mai con renzi tutti d'accordo ma non bisognerebbe neanche ventilare l'ipotesi

Ritratto di FRANZ58

FRANZ58

Lun, 05/06/2017 - 13:14

la divisione dei pani e dei pesci mi sembra cosa sensata. condivido il pensiero di andare tutti a votare, astenersi comporta il rischio di ritrovarci i soliti noti. vinca il migliore.

mizzy2806

Lun, 05/06/2017 - 13:23

Ho parecchie perplessità. E' ovvio che in questo modo, i voti per governare da soli non ci sono, e quindi andrebbe spiegato prima con chi si farebbero successivamente le alleanze. Rimango fermo nell'idea che urge una coalizione forte che raggruppi tutta la destra. Ma questo sembra non essere nella mente del leader di FI. Credo si voterà non arrivando come al solito a nulla, scoprendo per l'ennesima volta un'Italia divisa in tre partiti principali che si dividono più o meno equamente i voti, ma non in grado, da soli, di governare.

Ritratto di ITALIASETTIMANALE

ITALIASETTIMANALE

Lun, 05/06/2017 - 15:07

RENZUSCONI IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

michettone

Lun, 05/06/2017 - 15:38

x MIZZY2806 - Speriamo,le perplessita' non fermino il nostro cammino,verso le urne,poiche' TUTTI,ma proprio TUTTI,DOBBIAMO ANDARE A VOTARE. Se poi,visto il condiviso scetticismo,verso FI, che unisca le forze con Lega e FdI,qualora dominante,AUSPICO fortemente che siano Salvini e la Meloni,a godere della maggioranza,per unirsi con FI......Sono convinto,comunque,che se TUTTI,ma proprio TUTTI,andremo a votare,stavolta,VINCEREMO, cacciando finalmente nelle fogne,quelli della sinistra distruttiva e fomentatrice di guerre intestine nel Paese.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/06/2017 - 16:42

@ilvillacastellano Comunque le vere intenzioni del nostro campione del liberalismo, basterà vedere quanti e chi dei vecchi transfughi rientreranno nelle liste di FI. Quelle non ce le potranno nascondere, anche se non potremo esprimere preferenze. E' ovvio che se uno, come me ad es., non vuol votare per uno dei traditori, a questo punto non potrà votare per il partito che lo mette in lista!

michettone

Lun, 05/06/2017 - 17:09

x WILEGIO - Sissignore! E' proprio chiaro come la luce del sole! Se vediamo un nome che e' uno di QUELLI, in qualunque partito, NON bisogna votare per quel partito......