Centrodestra unito contro il caro Iva

M entre la crisi italiana di metà agosto si svolge fra colpi di scena disperati e pasticciati, per dare vita ad alleanze innaturali, emerge una novità finanziaria europea che sconvolge i piani.

È l'entrata in azione del bazooka della Bce, con politiche monetarie non convenzionali e l'acquisto del debito pubblico e di quello di enti pubblici e privati degli stati dell'euro. Al vertice della Bce ora c'è la francese Christine Lagarde, fino a poca mesi fa direttore generale del Fmi, che non farà sconti sulle regole di bilancio e sul debito che gli Stati dovranno rispettare per accedere a questo beneficio, e poter ridurre il costo del loro nuovo debito. Questo «bazooka», lanciato da Draghi, serve non solo ai bilanci pubblici, perché sgombera il mercato da una parte dei titoli in circolazione e facilita le nuove emissioni. Serve anche agli investimenti pubblici e privati perché aiuta le banche a liberarsi da debito pubblico nel portafogli e far prestiti all'economia. Ma la condizione per ottenere gli acquisti di debito pubblico della Bce è di non violare le regole di buona gestione del bilancio e di riduzione del rapporto tra debito pubblico e Pil (prodotto nazionale). Il nostro deficit del 2020, secondo la Commissione Europea, in linea di principio non può eccedere l'1,9%. Ma l'Italia deve disinnescare la clausola di salvaguardia dell'Iva, pari a 24 miliardi, cioè lo 1,25% circa del PIL monetario del 2020, per evitare che salga dal 22% al 25% per l'aliquota normale e dal 10% al 13% quella ridotta. «Mission impossible» per un governo gialloverde, per uno Pd- Cinque stelle e ogni altro. Tranne un governo dei partiti di centrodestra che, tramite Forza Italia, può trattare il tema con la Commissione Ue, attraverso i canali del Ppe, cui appartiene il capo della Commissione. Una deroga al deficit sarebbe ammessa per investimenti, spese per la formazione professionale, riforme che rendano flessibile il mercato del lavoro irrigidito dal Jobs Act del Pd e dal decreto Dignità dei pentastellati e che sveltiscano le procedure del mercato, impacciate da controlli cavillosi e da processi senza fine.

Per disinnescare l'Iva, il centro destra ha un mezzo agli altri precluso: accantonare il reddito di cittadinanza, che ora riguarda un milione di persone, con aiuto medio di 5,5 mila euro annui ossia costo di 5, 5 miliardi. Nel 2020, può riguardarne 2 -3 milioni, con un costo fra il doppio e il triplo. Dei 23 miliardi che servono, 8 li danno le maggiori entrate della fatturazione elettronica e l'aumento di gettito sul PIL dell'Irpef, che dipende dalle sue aliquote progressive basate sul reddito nominale. 10 miliardi li può dare la trasformazione del reddito di cittadinanza in aiuto ai soli indigenti e in sovvenzione alle imprese per formazione professionale, 1 miliardo la modifica ai criteri di prepensionamento con quota 100. Per i pochi altri, bastano rapide economie di spesa. Un anticipo della flat tax per uno 0,5 di PIL non farebbe salire il debito del 2020 perché riguarda l'imponibile del 2021. E frattanto vi sarebbe anche più gettito per emersione di imponibili sommersi o estero-vestiti. Invece, lo sgravio contributivo proposto da PD e Di Maio va subito a bilancio e riduce il finanziamento delle pensioni. Ergo, solo il centrodestra può dire «yes we can»: sì, lo possiamo fare.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 18/08/2019 - 08:51

questa era l'unica soluzione , la migliore, per risolvere i tanti guasti dell'italia! ma doveva essere fatta 19 mesi fa! i babbei comunisti grulli e legaioli non hanno mai capito a cosa serve il centrodestra....

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 18/08/2019 - 09:05

Preoccupate l'aumento dell'IVA, che segue precedenti aumenti. Preoccupa l'incapacità di governo dei partiti politici, i più costosi del mondo, anche grazie alla "doppia" camera ed al numero di "politici" pagati più ampio del mondo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 18/08/2019 - 09:09

Purtoppo è vero. Possibile solo se ci fanno votare. Ma mi sa di no. Prepariamoci all'aumento che sarà visto come un aumneto di tassa dei soliti salva parassiti di grillini e comunisti.

Gio56

Dom, 18/08/2019 - 09:54

mortimermouse,non è che andra avanti tutto il giorno con sto menata dei babbei a tutti.In 4 post ha scritto sempre la solita solfa. Cambi un pochino. Abbiamo capito che Berlusconi è il non plus ultra della politica.

mcm3

Dom, 18/08/2019 - 09:55

Il rischio dell'aumento dell'IVA lo ha causato il maggior azionista del Centrodesta, tale Salvini...giusto ??? di che parlate ora ??? Il vostro capo va ringraziato

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 18/08/2019 - 10:11

GIO56 non basta! è una missione questa :-) gli italiani devono smetterla di trafficare sottobanco e illecitamente, e di farsi vedere come coloro che pubblicamente condannano il traffico illecito. sono 5 secoli che si ripete questa manfrina! dicevano cosi 5 secoli fa: franza o spagna basta che se magna, e ora siamo ancora a questo punto... e finiamola!!! per questo cambiamo pagina: berlusconi rappresenta una idea di partenza, che coinvolge tutti, perchè sono idee che si prestano benissimo a chi è di sinistra, a chi è di centro, e a chi è di sinistra! basta solamente capire, accettare e condividere :-)

cir

Dom, 18/08/2019 - 10:37

il centro destra unito e' la rovina dell' italia , come un centro sinstra unito.SOLO la lega e M5 possono fare bene a anche se con difficolta'.

Gio56

Dom, 18/08/2019 - 12:07

mortimermouse,ma il troppo storpia

lorenzovan

Dom, 18/08/2019 - 12:43

l'aumento dell'Iva ?? ringraziate il capitoine che ha fatto saltare il banco di proposito...da buon capitan conigçlio sapeva cosa sarebbe successo neio sondaggi con una finanziaria lacrimne e sangue..e da furbetto ha fatto saltare il banco..poi incassati i voti ..con le nuove elezioni..qualcosa si sarebbe inventato..una nuova guerra all'EU p+rpbabilmente ..e i pecoroni belli dietro allineati

agosvac

Dom, 18/08/2019 - 13:27

Intanto bisognerebbe fare notare che l'acquisto di titoli di Stato da parte della BCE non serve all'Italia perché l'Italia i suoi titoli li vende anche senza bisogno della BCE. Forse aiuta la Germania che ha difficoltà a piazzare i suoi bund. Per quanto riguarda l'IVA, è il sogno dell'UE tedesca che l'Italia aumenti l'IVA. Ed è quello che nessun Governo italiano dovrà fare. Ovviamente parlo di governo italiano ma un Governo di Mattarella non sarebbe italiano ma tedesco.

lorenzovan

Dom, 18/08/2019 - 14:30

agosvac..bravo..hai capito tutto..i titoli di stato si vendono si..ma con quali interessi ?? la BCE te li compra ad interessi bassi..il che evita il dissanguamento per pagare gli interessi...se gli interessi fossero al 5% ci sarenbbe richiesta cento volte piu' grande dell'offerta...lolololol...evidentemente gli investitori oltra all'interesee controllano anche l'economia a grandi linee e la situazione politicsa

lorenzovan

Dom, 18/08/2019 - 16:26

centro destra unito ??? sentitevi le dichiaraziooni di Brunetta ..rilasciate minuti fa a Rai News 24..una condanna senza se e senza ma di salvini e della lega...

ex d.c.

Dom, 18/08/2019 - 16:45

Se il CD non si ricompatta a vince le elezioni l'aumento IVA è il meno. È purtroppo l'unico che cerca l'alleanza è Berlusconi