Ceuta, in 700 tentano di abbattere «il muro»

Oltre 700 migranti hanno tentato senza successo di superare la notte scorsa il valico di confine di Tarajal per entrare nell'enclave spagnola di Ceuta. Lo scrive il quotidiano spagnolo «El Pais», secondo il quale il tentativo è stato sventato dalle forze marocchine che hanno arrestato circa 200 persone. Le altre 500 sono riuscite disperdersi nell'area a ridosso del confine. È la terza volta che le forze di sicurezza, spagnole e marocchine, respingono un tentativo da parte migranti di entrare a Ceuta dopo che all'alba di lunedì ben 187 persone hanno superato di corsa il valico di Tarajal approfittando di una disattenzione delle guardie. Secondo le autorità spagnole, vi sono almeno 1.500 migranti di origine subsahariana che si sono nascosti sui monti marocchini vicino a Ceuta nella speranza di cogliere l'occasione giusta per entrare nell'enclave spagnola.

L'enclave di Ceuta sta diventando il punto di maggiore tensione sulla rotta migratoria clandestina verso la Spagna e sono sempre frequenti i tentativi di sfondare «il muro» che consiste in una doppia recinzione metallica, correndo verso il valico stradale di Tarajal e penetrando così in territorio spagnolo. Davanti alla crescente pressione migratoria degli ultimi giorni, la Spagna ha deciso ieri d'accordo con la autorità del Marocco di chiudere per una settimana al traffico merci il valico di frontiera di Ceuta Tarajal per concentrare le forze di sicurezza lungo il «muro» che circonda la città ma la tensione resta altissima e non sono esclusi altri tentativi di sconfinare anche nei prossimi giorni.

Commenti

killkoms

Ven, 11/08/2017 - 11:14

tutti giovani?e le famiglie in fuga dalle guerre?