Quello che non dice la condanna di Bossi

Se c’è un leader che non è rimasto incollato alla poltrona quello è il Senatùr

Ci sono condanne che segnano l’epilogo. Altre che portano solo una pena: l’amarezza. Chissà come il vecchio leone ha accolto la notizia della sentenza. Da tempo Umberto Bossi ha fatto un passo di lato e ha ceduto lo scettro del Carroccio alle nuove generazioni.

Se c’è un leader che non è rimasto incollato alla poltrona quello è il Senatùr. Noi e i nostri lettori sappiamo che un verdetto di colpevolezza non misura lo spessore di un uomo che ha segnato il nostro tempo e, per la sua parte, l’ha cambiato. La storia della Lega coincide con quella di questo profeta che aveva colto in pieno, con le sue antenne prodigiose, la questione settentrionale quando parlarne era fantascienza. Il visionario di Gemonio ha costruito un partito ma, di più, ha portato a galla questioni profonde e drammatiche che agitavano il cosiddetto ceto medio da Torino a Venezia ma che erano tabù: il fisco rapace, l’insicurezza e l’assenza dello Stato.

Certo, in ogni grande storia ci sono i lati oscuri, le cadute e le pagine venute male: l’Umberto ha pensato la Lega come una grande famiglia, poi la famiglia, ovvero i figli, ne hanno approfittato. Sì, i ragazzi hanno fregato il padre e lui, incalzato con spietatezza darwiniana dalle nuove leve dei Salvini, si è defilato. Comprendendo, da persona intelligente, che certe stagioni finiscono e andare avanti sarebbe solo un inutile e patetico esercizio di galleggiamento.

Un giorno chiesero ad Alessandro Manzoni come mai avesse scritto capolavori e invece i suoi figli non ne combinassero una giusta. Lui, il pio e devoto Don Lisander, rispose con una rasoiata ruvida e perfino volgare: «I libri li ho fatti con il cervello, i figli con il c...».

Coraggio, Senatùr: non risulta a nessuno che lei si sia arricchito guidando il Carroccio o frequentando Roma ladrona. Non l’abbiamo mai vista inseguire laticlavi, premi e onorificenze. Lei è rimasto sempre lo stesso, quando era in prima fila e ora che è ai confini, quasi come un eretico, offre sempre ragionamenti illuminanti, lancia frecciate ai Renzi e ai Salvini che hanno preso il suo posto, dà consigli anche se non sono richiesti.

È questa libertà di fondo, svincolata dai piccoli calcoli quotidiani, quel che più piace al popolo che lo segue da decenni. Umberto Bossi aveva un orizzonte più alto e ha allargato l’orizzonte di migliaia di padani. Impossibile non volergli bene e riconoscere, proprio oggi, che di pesi massimi come lui ne abbiamo contati pochissimi, dai tempi di Mani pulite e della nascita della Seconda Repubblica. Certo, come tutti i precursori ha volato su idee troppo grandi per un Palazzo troppo piccolo. Ha liberato il Nord, ma solo un po’, avrebbe dovuto liberarsi dei robusti appetiti dei suoi ragazzi, ma non ne è stato capace. Con il suo stile scomposto e mai compiacente, anche esibendo la canottiera, le ampolle e gli elmi, gli è riuscita la cosa più difficile: far sentire a una nomenklatura sorda la voce profonda del Paese.

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mar, 11/07/2017 - 09:12

Umberto Bossi resta un mito e un monumento nella storia della "questione settentrionale"; non sarà un processo politico imbastito dall'eterna sinistra stalinista ad abbatterlo, ma solo le sue estemporanee dichiarazioni odierne.

Ernestinho

Mar, 11/07/2017 - 09:26

Ecco che Bossi diventa un "Santo"! Come dimenticare l'uso che voleva fare della bandiera italiana, ed altre amenità?

ciruzzu

Mar, 11/07/2017 - 09:33

Abbastanza condivisibile l' articolo e condivisibile pienamente quando gli si concede che in un sistema incancrenito ha elevato la sua voce e quella di un nord supino a pagare tutte le nefandezze di"Roma".nON SONO INVECE D' ACCORDO CON L' ASSIOMA CHE SI FA CON MANI PULITE ,CHE è STATO IL PERIODO PIU' OSCURO DEGLI ULTIMI 50 ANNI.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 11/07/2017 - 09:42

cNon sono un leghista ma devo riconoscere che " quel che é vero, é vero " Auguri Senatur

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 11/07/2017 - 09:46

voi de il giornale , non ditelo neanche voi : stendiamo un velo pietoso , sullo schiamano .

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/07/2017 - 09:48

Ernestinho. Erano migliori i compagni, il"migliore" in testa, che invece di fare uno spregio estemporaneo della bandiera volevano regalare l'Italia intera a zio baffone, vero??? Meglio i "compagni" che facendo lo stesso "mestiere" di Bossi, che girava in canottiera, si permettevano di girare in barca a vela, e che barca! Meglio le vacanze nella tenuta vinicola di proprietà in Umbria che non le vacanze a Ponte di Legno ospite di amici vero Ernestinho?? E i tanti "compagni" che passano le vacanze nella "economica" staa Capalbio

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/07/2017 - 09:51

Ernestinho. Erano migliori i compagni, il"migliore" in testa, che invece di fare uno spregio estemporaneo della bandiera volevano regalare l'Italia intera a zio baffone, vero??? Meglio i "compagni" che facendo lo stesso "mestiere" di Bossi, che girava in canottiera, si permettevano di girare in barca a vela, e che barca! Meglio le vacanze nella tenuta vinicola di proprietà in Umbria che non le vacanze a Ponte di Legno ospite di amici vero Ernestinho?? E dei tanti "compagni" che passano le vacanze nella "economica" stazione balneare di Capalbio cosa ne pensi?? E dei banchieri "rossi" che la fanno sempre franca e se ne vanno con le tasche piene nonstante i disastri provocati vogliamo parlarne??

Ernestinho

Mar, 11/07/2017 - 10:10

X "giovanni perinnciolo". Ho detto forse qualcosa in contrario? Adesso stiamo parlando dei Bossi, secondo il tema attuale del processo. Non li posso citare perché anche altri sono disonesti? Quando è il loro turno cito anche loro, come ho sempre fatto! Io sono contro tutte le disonestà, da qualsiasi partito provengano! Augh, ho detto!

Ernestinho

Mar, 11/07/2017 - 10:29

X "giovanni perinciolo". Anche tu ti arrampichi sugli specchi. Ma il fatto, tra l'altro, che "il trota" si sia comprata la Laurea in Albania ti sembra una cosa normale? Tra parentesi vorrei affermare che non parlo per partito preso, anzi, perché io sono contro tutte le disonestà, da qualsiasi parte provengano! Io soppeso i fatti non le sciocchezzuole giustificative!

Ernestinho

Mar, 11/07/2017 - 10:37

Sempre x "giovanni perinciolo". Adesso, vista la sentenza cito i Bossi. Quando verrà il loro turno, citerò anche le altre disonestà, da qualsiasi partito provengano! Senza pietà per NESSUNO!

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 11/07/2017 - 10:38

Bossi ha molti difetti ma anche molti meriti ... Salvini invece è ipocrita e opportunista e con lui la Lega non è più la Lega ...

Boxster65

Mar, 11/07/2017 - 10:47

Il Senatur si è fatto da lato soprattutto perché dopo il "colpetto" ha un piede e tre quarti nella fossa...quindi più che tentare di biascicare delle parole non riesce a fare. La cosa davvero riprovevole che ha perpetrato il Senatur (che non è rubare soldi pubblici, che è la principale occupazione di tutti i politici italioti) è quella di aver tentato di far intraprendere la carriera al Trota, uno che ha meno cervello, capacità e scaltrezza di un organismo monocellulare. Quello è stato il suo vero errore politico.

KAVA

Mar, 11/07/2017 - 10:56

Le sentenze, fortunatamente, si limitano ai fatti contestati. Può anche essere stato un santo, ma ha gestito (o fatto gestire) soldi non suoi in maniera pittoresca e paga per questo (niente visto che è stato condannato a poca roba...)

donzaucker

Mar, 11/07/2017 - 11:05

Finalmente si leverà dalle scatole anche questo dinosauro che si dimostra un vero italiano: si lamenta di un sistema corrotto, ma appena questo sistema gli può portare un vantaggio ne approfitta mettendo il figlio scemo in consiglio regionale. Che dire, un fulgido esempio di onestà!

Cheyenne

Mar, 11/07/2017 - 11:13

Bossi è stato un grande politico, ma ha fatto alcuni errori clamorosi: 1) fare cadere il primo governo Berlusconi 2)presentarsi da solo alle elezioni del 1996 3) avere insistito troppo sulla secessione 4)Non essere riuscito a cambiare la costituzione con il premierato, e l'abolizione del senato ottima riforma che non è stata ben capita dal popolo 5) l'affermazione di Manzoni (in questo caso la politica)vale anche per il figlio. Certamente non ha rubato un centesimo. Personalmente l'ho sempre stimato.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 11/07/2017 - 11:19

Ma tutto qui la condanna? Mi sembra un po' pochino, rubare soldi pubblici paga.

stefanoa22

Mar, 11/07/2017 - 11:49

Bossi una leggenda, ha sempre capito tutto prima degli altri, purtroppo la malattia ha sicuramente pesato. Non credo che si sia arricchito, vive nella modestia.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 11/07/2017 - 11:58

--non mi viene in mente in questo momento il termine preciso che definisce questi articoli di giornale -ove il giornalista diventa scendiletto e zerbino del potente di turno esaltandone i lati positivi e nascondendo le rogne--dire che non risulta a nessuno che bossi si sia arricchito col caroccio non corrisponde al vero poichè a me personalmente invece risulta eccome-18 proprietà in 18anni di attività politica acquistate dalla moglie di bossi-con quali soldi?--il tesoretto blindato in un fondo patrimoniale-l'ultimo affare?-un terreno acquistato a giugno 2011-5 mesi prima il senatur incassava 480 mila euro dalla vendita di una casa lasciata in eredità alla lega da un'anziana militante(ogni riferimento a fini è puramente voluto e voi sapete bene come è stato trattato fini per una roba del genere)--ma di cosa stiamo parlando?--patetici--swag ganja

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 11/07/2017 - 11:59

Io penso che il "passo a lato" gliel'hanno fatto fare gli elettori della Lega.

Atlantico

Mar, 11/07/2017 - 12:15

Articolo poco comprensibile: l'accertamento della verità giudiziaria, che giudica uno specifico aspetto, cosa c'entra con l'indubbio ruolo che Bossi ha avuto nella politica italiana ? Personalmente, credo che alla fine abbia inciso poco e niente, rivelandosi solo un parolaio. Come il 99,999999% dei politici italiani, peraltro, mentre per i semplici che lo osannavano indossando l'elmo cornuto con la barba tinta di verde rimarrà per sempre una figura indimenticabile.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 11/07/2017 - 12:32

elkid , quello che è patetico sei tu. la vicenda di Fini è completamente diversa perché quando aveva un ruolo istituzionale favori la famiglia Corallo facendo perdere centinaia di milioni di Euro alle finanze statali e poi Fini ha mentito spudoratamente sulla questione Bossi non è stato indagato e condannato per quello che racconti tu ma per l'uso improprio dei rimborsi elettorali. Fossi in Bossi ti querelerei per diffamazione. Pensa piuttosto ai 115 milioni di euro che ci è costato l'Unità o ai miliardi che il PD ha fatto sparire in MPS , PEnsa al pD che risulta nullatenente perché ha ceduto il suo patrimonio a 68 fondazioni.

pacche

Mar, 11/07/2017 - 12:33

Magari in secondo grado verrà assolto, sicuramente la rai e repubblica, i templi della corretta informazione, saranno le prime a dare la notizia, nella pagina delle previsioni del tempo.

pacche

Mar, 11/07/2017 - 12:38

X ernestinho. Il Pd ha oltre 150 amministratori fra indagati e arrestati, eppure è la prima volta che vedo un tuo intervento di denuncia di cattiva amministrazione, distrazione?

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Mar, 11/07/2017 - 12:51

Padania libera. Prima o poi ci libereremo.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 11/07/2017 - 13:21

Il Senatur passerà alla Storia come quello che disse le cose più giuste, quasi tutte, ma sempre nella maniera sbagliata. Che l'Italia sia una federazione di culture e popoli dovrebbe essere evidente anche ai più riottosi. Dalle enclaves albanesi della Puglia ai Valzer piemontesi, dai tedeschi dell'Alto Adige ai discendenti degli arabi di al Khamis e Hassr al-Nissa, giusto per fare qualche eclatante esempio non siamo mai stati un Popolo, una Nazione, ma tante realtà differenti, magari di pari dignità ma differentissime. Ma quel secessionismo, in un'epoca in cui, bene o male, si cerca di consolidare un continente, quel Roma ladrona mentre si ruba a Milano come a Reggio Calabria, a Firenze come a L'Aquila, più che un grande sfoggio propagandistico non era e non è. Federazione si, divisioni no !

uberalles

Mar, 11/07/2017 - 13:32

un po' come il senatore Verdini...

uberalles

Mar, 11/07/2017 - 13:38

x ernestinho: la ministra Fedeli non ha comprata la laurea in Albania, e neanche il diploma di scuola media superiore, eppure, spesso e a sproposito, si mette a pontificare su argomenti sballati. Infine ha affermato di avere un titolo di studio equipollente alla laurea, o quasi...Bugia, bugia, bugia, bugia. Ma nessuno la mette sotto inchiesta, la menzogna, quindi, è un argomento con cui il PD si fa forza!

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mar, 11/07/2017 - 13:41

W l'antiterronismo

Ernestinho

Mar, 11/07/2017 - 13:43

X "pacche" Il solito contestatore. Ho appena detto che sono contro tutte le disonestà e l'ho sempre messo in evidenza. Pertanto la "distrazione" è soltanto tua! Non pretendo che tu legga tutti i miei commenti ma, almeno, sta zitto e non dire fesserie!

gian paolo cardelli

Mar, 11/07/2017 - 14:09

Gzorzi: i soldi dei partiti non sono pubblici...

peter46

Mar, 11/07/2017 - 14:28

Cheyenne...per l'ultima,il finale,torna a fine mese quando non dovrà più rispondere di queste 'noccioline' ma del 'malloppo milionario'(di euro oh!)della 'presunta'(poco)appropriazione,in quel di Genova nel 2° filone.Non mancare,mi raccomando.NB:Certo,se intanto trovassi qualcuno in grado di 'parlarti' del precedente,la la fine,cioè,del 'malloppo'(150 milioni di lire,allora)consegnato 'da' Enimont al 'pirla' e messo a 'dimora' nel cassetto della scrivania della sede della lega,allora in via Arbe a Milano,con conoscenza della 'dimora' solo al tesoriere Patelli(il pirla)ed al Bossi...'inspiegabilmente' sparito,si dice per 'entrata di ladri dentro la sede',senza farsi arrivare il dubbio che 1+1 non può che dare risultato=2 o se togli 1 rimane l'1 bis a 'distrarre',o sapere della 'distrazione,il malloppo...se poi vuoi che te lo racconti io,un fischio,solo un fischio...o 'leggi',e vedrai che anche il 'giudizio' a volte può cambiare.

Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 11/07/2017 - 14:48

Condanne per i sinistri mai..Comunque... Bossi e' caduto perche' a un certo punto della sua ascesa politica ha tradito il suo elettorato.Circondato da una schiera di incompetenti, trogloditi e cialtroni ha avuto cio' che si meritava.Ben diverso sembra Salvini a cui faccio i miei migliori auguri per sconfiggere una classe politica PD indegna e non eletta da nessuno che ha fatto e continua a fare danni al nostro paese.Salvini, salvaci tu..non mollare mai..!

Luisigno

Mar, 11/07/2017 - 15:20

comunisti sindacalisti compagni la laurea del Trota vale sicuramente poco e quella della Fedeli QUANTO VALE ?

Lorenzi

Mar, 11/07/2017 - 15:21

Cheyenne hai ragione al punto 1). Perchè, da duro e puro,ha creduto al ' gatto ' D'Alema ( gli aveva promesso il federalismo ) e alla ' volpe ' Scalfaro, presidente della Repubblica, ma, soprattutto, capo del Csm ( gli 'confidava' l'imminente arresto di Berlusconi - sic !! )

peter46

Mar, 11/07/2017 - 15:37

Cardelli...però 'i rimborsi' elettorali,di allora,Sì...vorrebbe 'giustificare' st'intrallazzo forse?NB:E non penso che lei 'potrebbe arrivare fino a questo punto'.NB2:in un commento verso altro commentatore,nell'articolo in tema di ieri,l'avevo nominata...

peter46

Mar, 11/07/2017 - 16:25

Zurlo...grazie lo stesso anche per 'quelli' non pubblicati,mi creda.

GiovannixGiornale

Mar, 11/07/2017 - 16:38

Non solo Bossi, ma tutta la Lega ha sempre anticipato i tempi: dalla questione settentrionale a quella di uno stato rapace, al federalismo (che ancora i meridionali non hanno capito, loro che dal centralismo sono stati culturalmente azzerati, nonostante le apparenze contrarie). Anche Salvini sta anticipando tutto ciò che gli altri capiscono con dieci anni di ritardo: Europa sovietica, immigrazione/invasione, Euro-follia, flat tax e via discorrendo. Ma Bossi è stato e rimane il precursore e il fondatore, per la sua idea ci ha rimesso la salute. Questa condanna non cambia di una virgola la mia considerazione per lui.

stesicoro

Mar, 11/07/2017 - 18:05

Dimenticavo, per concludere: Evviva la signora Lucia da Venezia!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/07/2017 - 18:27

Ernestinho. Non ha mai detto che giustifico il comportamento di Bossi e dei figli ma non sopporto più le prediche di quella banda di ladroni rossi che pontificano ad oltranza senza mai guardarsi allo specchio!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/07/2017 - 18:32

Ernestinho. Non ho mai detto che giustifico il comportamento di Bossi e dei figli ma non sopporto più le prediche di quella banda di ladroni rossi che pontificano ad oltranza senza mai guardarsi allo specchio!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 11/07/2017 - 18:58

Se don Lisander si è abbassato con quella frase ruvida e volgare vorrei capire dove sono sprofondati quei politici che ha parole sembrano angioletti e nei fatti stanno sprofondando nel guano una intera nazione.

ziobeppe1951

Mar, 11/07/2017 - 19:17

stesicoro 18.05...la signora Lucia è morta e sepolta

lavieenrose

Mar, 11/07/2017 - 20:26

Il problema è che molti che criticano il trota per la laurea comprata non so dove sicuramente hanno comprato il diploma delle elementari visti gli strafalcioni con i quali infiorano i propri messaggi.

Ernestinho

Mar, 11/07/2017 - 20:31

x "uberalles". Eccone un altro che parla a sproposito non sapendo che a suo tempo ho anche criticato la stessa! Per me tutti pari sono!

Ernestinho

Mar, 11/07/2017 - 20:37

A fine giornata un commento finale. Non si può criticare qualcuno che subito un branco di lupi dice che si è favorevoli ad un determinato partito opposto. Se critico pure un altro partito subito succede il contrario! Io invece critico tutti coloro che se lo meritano, di QUALUNQUE PARTITO. Se lo capite, bene, altrimenti tanto peggio per voi!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 12/07/2017 - 08:05

(2)Io trovo questa celebrazione di Bossi un po' fuori luogo. I meriti politici, discutibili, non hanno niente a che vedere col suo umano comportamento. Se é stato condannato é perché ha abusato della sua posizione; reato questo molto italianamente diffuso e di cui non posso scartare, a priori, di esserne esente. Se é stato preso con le mani nel sacco, si merita di essere condannato. Il problema serio é, invece, l'utilizzo della giustizia per fini politici. In cuor mio, desidererei tanto che le indagini, portate avanti per Bossi, fossero fatte a tutti i politici fino al livello più basso al quale appartiene elkid. Ci sarebbe molto da ridere!!! e molti che piangerebbero.

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Gio, 13/07/2017 - 03:30

W BOSSI!!!

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Gio, 13/07/2017 - 06:49

c'è ancora in giro un giovane ex sindaco a cui l'amico imprenditore pagava l'attico in centro. L'amico imprenditore faceva affari d'oro con il comune governato dal giovane sindaco. Il giovane ex sindaco è ancora a piede libero ed e' a capo della più grande organizzazione criminale d'Italia che gestisce appalti pubblici, cooperative, la tratta degli schiavi e molte altre cose ancora.