Codice della strada, spunta l'idea di ridurre i limiti di velocità (per smog)

La Lega preme per aumentare il limite di velocità a 150 km/h sulle autostrade a tre corsie. M5s contrario: pensa addirittura a ridurlo

Occhi puntati sul testo base della maggioranza che serve a modificare il codice stradale. Tra le novità figurano l'aumento del limite di velocità a 150 chilometri orari sulle autostrade a tre corsie, i parcheggi rosa, il divieto di fumo per chi è alla guida, l'aumento delle sanzioni per i trasgressori, la possibilità per le bici di andare contro mano e così via. Si tratta di proposte che arrivano sia del Movimento 5 Stelle sia della Lega. Ma non è detto che queste sopravvivano anche dopo le audizioni in corso nella Commissione Trasporti della Camera.

Le differenze tra i due azionisti di governo si fanno sentire ogni qual volta sono chiamati a prendere una decisione. E così, anche sul codice della strada, non mancano certo le frizioni e le divergenze. La Lega, per esempio, sarebbe contraria alla possibilità di mettere al bando il fumo nelle auto. "Si tratterebbe - spiegano ai microfoni dell'agenzia Agi - di un vulnus della libertà personale". Ma lo scontro potrebbe estendersi anche all'aumento del limite della velocità sulle autostrade. "I Cinque Stelle - riferiscono fonti parlamentari - sono contrari a introdurre una misura simile tout court". Punterebbero, piuttosto, su un modello già praticato in altri Paesi europei come la Germania. Ovvero quello di inserire un limite cosiddetto "dinamico" che cambia a seconda dei tratti autostradali. Ci sarà un dibattito in Commissione ma la tesi pentastellata è che l'aumento della velocità per le auto provocherebbe maggiore inquinamento e quindi potrebbe essere inserito solo in alcune zone. I grillini vorrebbero addirittura ridurre l'attuale limite dei 130 chilometri all'ora nei tratti autostradali vicino ai grandi centri urbani, dove l'inquinamento atmosferico è maggiore. "Abbassare quel limite - questo il ragionamento - contribuirebbe a diminuire lo smog". Una tesi che viene completamente confutata dai leghisti.

In Commissione sono stati diffusi i dati sugli incidenti stradali ed è emerso che una delle cause principali è l'uso dei cellulari in auto. Almeno su questo punto, all'interno della maggioranza, c'è perfetta convergenza. Tra le altre misure che verranno inserite ci sarà la possibilità per le autoambulanze di non pagare i pedaggi autostradale, l'incentivo per gli over 70 a usare auto elettriche (potranno revisionare la patente ogni cinque anni e non ogni due) e l'ipotesi di "ammodernare" la segnaletica, prevedendo la "rottamazione" di vecchi segnali. "I proventi delle sanzioni - si legge, infine, nel testo base - dovranno essere utilizzati per aumentare i controlli sulle strade".

Commenti

rigampi51

Mar, 12/02/2019 - 22:32

Ma c'è qualcosa su cui siete in sintonia ? Salvini molla questa accozzaglia di incapaci

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 12/02/2019 - 23:53

Qui Salvini sbaglia : 120 KM ora è come il vigente limite USA,

Ritratto di Evam

Evam

Mer, 13/02/2019 - 01:15

A questo punto se si sposa questa teoria, viene da domandarsi, a cosa serve produrre veicoli che consentono prestazioni sempre migliori anche nella velocità e nella potenza. Diciamo che si creano dei falsi idoli finalizzati a motivare l'acquisto di un prodotto pagato molto bene per funzionalità che risulteranno poi molto probabilmente impraticabili o impraticate. Recentemente una Lamborghini ha creato un incidente probabilmente proprio per provare queste funzionalità proibite. Sono oggetti meravigliosi per carità, ma la mobilità oggi con questi presupposti purtroppo non può contemplarli.

scorpione2

Mer, 13/02/2019 - 01:47

mi sembra che stanno in un manicomio, peggio della torre di babele.

scorpione2

Mer, 13/02/2019 - 01:49

gigino da' i numeri, felpino pensa solo ha mangiare, stiamo messi proprio bene.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 13/02/2019 - 01:56

Sono d'accordo. Torniamo indietro, massimo 110 km in autostrada.

umbe65it

Mer, 13/02/2019 - 02:12

Evviva la coerenza: quando si parla di TAV va benissimo il trasporto su gomma e dagli scarichi dei camion escono vapori di Chanel n.5, se si parla di trasporto privato botte da orbi e legnate per chiunque voglia spostarsi in auto. Teste vuote con la sindrome del primo della classe a tutti i costi. Uno vale uno ma tutti insieme cervello ZERO.

sergio_mig

Mer, 13/02/2019 - 07:38

Anche la tav serve a ridurre lo smog togliendo i tir dalla strada, a ridurre il traffico sulle strade e il pericolo di incidenti, e questi dicono che bisogna ridurre l’inquinamento da traffico? Ma per favore, andate a casa.