Colpi di pistola nel Capodanno blindato

Ripreso dai telegiornali un uomo festeggia l'anno nuovo sparando in aria

Si fa presto a dire «piazze blindate» e «sicurezza ai massimi livelli». Ma contro la stupidità criminale di certe persone c'è poco da fare. Per fortuna nel caso dell'uomo che a Palermo ha pensato di festeggiare il Capodanno sparando (in aria) tra la folla stupidità ha superato di gran lunga il potenziale criminale. Ma l'angoscia per l'episodio rimane. La cronaca: erano passati pochi giorni dall'attentato di Berlino, dove un uomo è piombato con un tir sulla folla che passeggiava nel mercatino di Natale e pochi minuti da quello nella discoteca Reina di Istanbul. Eppure allo scoccare della mezzanotte del primo gennaio 2017 un uomo ha potuto festeggiare in piazza sparando in aria con una pistola, forse una scacciacani. Sono le immagini trasmesse ieri in esclusiva dal TgR Sicilia e che raccontano la follia andata in scena a Palermo due giorni fa. Il video è stato girato in una piazza Ruggero Settimo, accanto al teatro Politeama gremita per i festeggiamenti di Capodanno. Una piazza blindata, come un po' in tutta Europa, per l'allerta sicurezza. Ma a militari e forze dell'ordine che sorvegliavano la zona è sfuggito quell'uomo, armato di pistola. Che per ben due volte ha potuto sparare in aria una serie di colpi, tra l'indifferenza degli agenti e mentre sul palco si esibivano Luca Carboni e Morgan.

Nessuno lo ha fermato o perquisito prima che arrivasse in piazza. Nessuno lo ha bloccato dopo gli spari. Al termine dei festeggiamenti, l'uomo ha messo la pistola alla cintura e si è allontanato, imboccando via Turati. «Stiamo indagando per individuare chi ha sparato e abbiamo sequestrato le immagini», dicono dalla questura. Ma invece di «sequestrare le immagini», sarebbe stato certamente meglio arrestare il responsabile. Sarà per il prossimo Capodanno...