Il Comune di Sarno revoca a Mussolini la cittadinanza onoraria

Benito Mussolini non è più cittadino onorario di Sarno, in provincia di Salerno. La decisione della giunta di centrosinistra

Con sedici voti a favore, quattro contrari e un astenuto, il consiglio comunale di Sarno (in provincia di Salerno), ha revocato la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. Il dittatore fascista era cittadino onorario del Comune campano da quasi cent'anni, per L'esattezza dal 1923.

Dopo la prima approvazione in giunta arrivata in primavera, ecco ora la ratifica con la quale l'assise cittadina ha revocato l’omaggio al Duce, su proposta della maggioranza di centrosinistra. Nell'aula consiliare, come riportato dall'agenzia stampa Agi, era presente anche una delegazione dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, che al termine della votazione ha intonato "Bella ciao".

Su Facebook, esulta il sindaco Giuseppe Canfora del Partito Democratico: "Abbiamo votato un atto di libertà. Sarno è democrazia, Sarno è città e comunità di libertà di idee, di espressione, di parola contro le leggi razziali, le oppressioni, i campi di concentramento, i soprusi, le violenze, gli assassini. Vi lascio qui dei cenni. Abbiamo votato questa revoca anche per chi nel 1923 non si poteva opporre. I documenti cartacei restano, sono parte della storia di questa città". Il primo cittadino, dunque, chiosa così il suo post social: "Non cancelliamo la storia, ma costruiamo il presente ed il futuro con esempi di democrazia per le nostre nuove generazioni".

La decisione è arrivata dopo mesi di dibattito, ma era stata approvata già dalla Giunta comunale alla vigilia della festa della Liberazione del 25 aprile scorso. Tra le motivazioni che hanno spinto il Comune di Sarno a revocare quell'onorificenza, l'incompatibilità "con i valori di cui il Comune di Sarno e la sua comunità sono oggi portatori" e il pensiero secondo cui "il giudizio unanime su Mussolini è talmente negativo che appare necessaria e non più rinviabile la revoca della cittadinanza onoraria allo stesso".

Di Sarno, peraltro, era originario Giovanni Amendola, deputato liberare morto in seguito alle gravi lesioni riportate a causa di un agguato squadrista per la sua opposizione al regime totalitario di Mussolini.

La mozione in consiglio comunale

A votare contro il provvedimento di revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini – come riportato da FanPage Napoli – i consiglieri Giovanni Cocca, Domenico Crescenzo, Sebastiano Odierna e Antonello Manuel Rega, mentre si è astenuta Anna Robustelli. Favorevoli, invece, tutti gli altri colleghi: dal Sindaco Giuseppe Canfora, ai Consiglieri di maggioranza Giuseppe Esposito, Michele Ruggiero, Gianpaolo Salvato, Crescenzo Correa, Ida Mareschi, Raffaele Esposito, Toti Orza, Giuliana Morosini, Sergio Di Leva, Emilia Esposito, Maria Manzo, Maria Bellomo, Renzo Bacarelli, Antonio D'Angelo e uno dei consiglieri di opposizione, Giovanni Montoro. Infine, assenti i consiglieri Maria Rosaria Aliberti e Giuseppe Agovino, mentre non ha partecipato al voto Walter Giordano, che ha abbandonato l'aula.

Commenti

vince50

Ven, 22/11/2019 - 11:50

I pretesti e l'aria fritta in nome e per conto di una Dittatocrazia rossa sono il loro pane quotidiano da sempre.Quando ci sono ragioni per dover temere,anche ciò che non esiste più fa paura

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Ven, 22/11/2019 - 11:55

E cosa avete ottenuto?

Trinky

Ven, 22/11/2019 - 12:00

Adesso questa giunta deve dimostrare di essere formata da persone coerenti: la tredicesima mensilità è stata istituita dal governo fascista e loro se sono coerenti devono rifiutarla! Scommettiamo che nessuno di loro ci rinuncia?

paco51

Ven, 22/11/2019 - 12:17

è solo questione di tempo dicono in molti: gli verrà ridata e tolta a chi l'ha tolta!

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Ven, 22/11/2019 - 12:21

Nel profondo diversamente nord, sono sempre pro fondi donati e molto sfrontati...

Una-mattina-mi-...

Ven, 22/11/2019 - 12:26

ADESSO FINALMENTE IL PAESINO HA RISOLTO TUTTI I SUOI PROBLEMI

larsen61

Ven, 22/11/2019 - 12:42

Incredibile con tutti i problemi che immagino abbiano in quello sconosciuto paesino si perde tempo a togliere la cittadinanza onoraria a un morto...........

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Ven, 22/11/2019 - 12:46

E ora i tronfi sinistrati farciti di demagogia potranno andare a ballare la tarantella... il pericolo è scampato.

manfredog

Ven, 22/11/2019 - 12:48

...magari poi, per compensare, potrebbero dedicare una via a Iosif, chissà!! mg.

Franz Canadese

Ven, 22/11/2019 - 12:54

Adesso si che sto bene, rinfrancato nella condivisione della fulgida certezza antifascista di Sarno.

steacanessa

Ven, 22/11/2019 - 12:55

Quante beline albergano in Italia. I loro genitori erano fascisti come quasi tutti gli italiani, loro vogliono cancellare la storia e mantengono via stalin, via togliatti e corso unione sovietica.

Franz Canadese

Ven, 22/11/2019 - 13:01

Ma se c'era anche la delegazione ANPI a cantare Bella Ciao sono ancora piu' contento perche' l'antifscismo e' quindi cerificato essere un cosa attuale, seria e piena di valori pregnanti... per chi ha la mortadella sugli occhi e non si accorge dei veri problemi di oggi...

liberalliberista

Ven, 22/11/2019 - 13:03

larsen61 "Incredibile con tutti i problemi che immagino abbiano in quello sconosciuto paesino si perde tempo a togliere la cittadinanza onoraria a un morto..." Però quel morto è stato l'artefice delle leggi razziali.

ilrompiballe

Ven, 22/11/2019 - 13:38

C'è una linea politica che guarda molto al passato e poco al futuro. Camminando con la testa rivolta all'indietro in genere si va a sbattere. Comunque propongo un'attestato di antifascismo al Comune di Sarno.

corto lirazza

Ven, 22/11/2019 - 13:40

Coraggiosissima pensata. Era meglio ridurre le tesse locali, ma era costoso, così invece si sono fatti belli con poca spesa...

uomodonore

Ven, 22/11/2019 - 13:44

caro Trinky,meglio se di meno. GRAZIE A CHI? La vera “tredicesima”, intesa non come “gratifica” per pochi, ma diritto ad una mensilità in più per tutti (anche quella che TU stai percependo), venne estesa in due fasi: – la prima, con l’accordo interconfederale per l’industria del 27 ottobre 1946, che la garantì anche a tutti i lavoratori del settore industria; – la seconda, con il Decreto del Presidente della Repubblica del 28 luglio 1960 n. 1070, che dopo quindici anni di lotte sindacali e operaie nelle fabbriche e nelle piazze Ma un operaio che vuole realmente ringraziare qualcuno per la sua tredicesima, se proprio deve, ringrazi quei lavoratori e quegli operai che con le loro azioni sindacali, proteste, lotte e manifestazioni hanno lasciato il sangue nelle piazze (sangue spremuto da manganelli fascisti e polizieschi), estendendo prima (1946) e garantendo a tutti poi (1960)

pasquinomaicontento

Ven, 22/11/2019 - 13:48

Poro Benito,e lasciatelo perde,a chi dà fastidio? : è moruto e seportuto, come dicheno a Sarno, ma poi dìmose la verità, ma chedè sto leva e metti la cittadinanza post mortem?

nopolcorrect

Ven, 22/11/2019 - 13:49

Non credo che Mussolini si angoscerà per questo....

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Ven, 22/11/2019 - 13:52

Al posto suo metteteci Tito e Togliatti. Loro hanno dato lustro all'Italia, e il bagliore, lo vediamo ancora tutt'ora.

valerie1972

Ven, 22/11/2019 - 13:58

Il brain damage degenerativo e irreversibile del politically correct. I buffoni prendono iniziative su cose di cent'anni fa. Dei problemi dell'oggi se ne occuperanno nel 2115.

agosvac

Ven, 22/11/2019 - 13:59

Credo che Mussolini, ovunque sia adesso, si farà quattro risate e continuerà a fare quello che fa.

Malacappa

Ven, 22/11/2019 - 14:01

La daranno a Stalin

steacanessa

Ven, 22/11/2019 - 14:12

Franz : ha detto la sua belinata rip.

ESILIATO

Ven, 22/11/2019 - 14:18

Macchiette di provincia che cercano i cinque minuti di celebrita...."lei non sa chi sono io"....si una belina alla genovese

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 22/11/2019 - 14:30

sono dei sveglioni questi comunisti ci hanno messo 74 anni per togliere la cittadinanza al Duce.

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Ven, 22/11/2019 - 14:37

Echissenefrega.

maurizio-macold

Ven, 22/11/2019 - 14:37

Meglio tardi che mai. L'artefice delle leggi razziali non puo' in nessun caso essere un cittadino onorario.

munsal54

Ven, 22/11/2019 - 14:38

Hanno fatto un favore a Mussolini, sicuramente stanco di essere cittadino di un paese in cui la giunta "rossa"da anni è incapace di risolvere i problemi della gente, e del forte degrado ambientale in cui versa la città.Una giunta d accordo e coesa solo quando parla di antifascismo, ma inetta ed incapace a risolvere i problemi sociali dei cittadini.

lento

Ven, 22/11/2019 - 14:40

Levata a Mussolini e data alla vecchia vecchi vecchia senatrice.

lento

Ven, 22/11/2019 - 14:42

levate anche la quattordicesima ai comunisti è una legge voluta da Mussolini... siate coerenti.

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Ven, 22/11/2019 - 15:32

complimenti al Giornale: ottimo metodo per censire i fascisti che popolano queste pagine! ora che li conoscete fate un favore all'Italia: chiudete i loro account, visto che, sempre in Italia, professare il fascismo è ancora un reato.

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 15:37

La stranezza è che gliela abbiano concessa prima!

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 15:39

x "trinky" (o drinky?) E tu dai più importanza alla tredicesima che alle centinaia di migliaia di Italiani mandati a morire?

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 15:43

X "agosvac" Cioè a spalare carbone!

burgman1947

Ven, 22/11/2019 - 15:45

Mussolini si rivolterà nella tomba (ma dalle risate) sapendo di non essere più cittadino onorario di Sarno, pensando un bel "ME NE FREGO"...

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 15:46

Essere antifascista e antinazista non significa essere comunista! Un vero democratico è sia antifascista, antinazista, anticomunista e contro ogni tirannia!

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 15:49

Si dovrebbero conoscere le motivazioni di coloro che hanno votato contro!

Ritratto di Willer09

Willer09

Ven, 22/11/2019 - 15:50

Così facendo avete infangato la memoria di chi - a suo tempo - aveva votato a favore del provvedimento. Probabilmente qualche parente ripudiato. Poi, che l'ANPI fosse presente (perché poi) e che abbia intonato Bella Ciao, rende il tutto più grottesco. Buffoni

ziobeppe1951

Ven, 22/11/2019 - 15:51

Clisterium...gli antifascisti sono i fascisti di oggi...un bacione

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 16:02

Ammazza, quanti fascistoni! E poi dicono che il fascismo non esiste più! E chiudo! Amen!

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Ven, 22/11/2019 - 16:06

gentile sig. ziobeppe, mia figlia all'asilo sa rispondere (quando piccata sul vivo) con più arguzia e più fantasia di lei: riveda il suo pamphlet di luoghi comuni e ritornelli, è molto vecchio e noioso.

zadina

Ven, 22/11/2019 - 18:07

Il sindaco coi componenti la giunta del comune di Sarno hanno revocato la cittadinanza a Benito Mussolini non hanno fatto un costrutto di sostanza se gli amministratori della epoca nel 1923 la avevano concessa ci sarà stata un motivazione?.. dopo 96 anni gli viene revocata quale è il costrutto di questa delibera zero danni e zero vantaggi forse la giunta doveva documentarsi sulle leggi che Mussolini aveva creato e attualmente in funzione , 8 ore lavorative, il sabato non lavorativo solo tramite straordinario, l'assicurazione sul lavoro, il ricovero ospedaliero gratuito, la cassa mutua per malattie, la disoccupazione per chi perde il lavoro. eccetera le medaglie hanno sempre due facce una positiva e una negativa fra 200 anni la stori sara scritta senza odio e rancore e senza nostalgici.

zadina

Ven, 22/11/2019 - 18:34

In quel periodo la maggioranza della popolazione era fascista i vostri nonni i vostri padri portavano quasi tutti la camicia nera solo dopa 8 settembre 1943 cambiarono la camicia mettendo quella rossa ma le teste erano sempre le stesse e cominciarono altre violenze ma questa volta con la camicia rossa e la violenza era la stessa non me lo deve raccontare nessuno per che il periodo lo ho vissuto tutto smettete di raccontare fesserie fra 200 anni storici senza odio o rancore e nostalgie scriveranno la storia.

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 18:58

x "zadina" Furono anni di pazzia collettiva con gente che osannava addirittura il duce mentre dichiarava allegramente guerra alla Francia e all'Inghilterra! Tutte quelle cose "buone" furono poi scacciate via da centinaia di migliaia di morti!