Il consiglio utile

C hi ama veramente i gatti se ne frega. Mi riferisco all'arredamento. Divani, poltrone, sedie, specie se in pelle, rappresentano un'attrazione irresistibile per le unghie del gatto.

Con le ovvie conseguenze. Gli americani, che mediamente amano molto di più l'arredamento del gatto, hanno risolto il problema alla vecchia maniera del Far West. Negli Usa infatti è legale e molto gettonata l'asportazione delle unghie (e talvolta dei denti). In questo modo la «furniture» (l'arredamento) è sicuramente salvo.

Da noi si tratta giustamente di un reato penale perché ai gatti gli artigli servono non solo a graffiare i divani ma sono un efficiente e delicato organo di senso.

Esistono vari modi per spostare l'attenzione del felino di casa da costosi divani e poltrone.

Si possono acquistare i cosiddetti tiragraffi in un negozio di articoli per animali, ma, meglio ancora, sono oggetti magari dimenticati in cantina o in soffitta, come una vecchia sedia impagliata priva di valore, un cesto di vimini di quelli per il bucato o un bel tronchetto di legno (la cosiddetta «zocca») su cui Silvestro si divertirà a disegnare i suoi geroglifici con le stesse unghiette che graffieranno delicatamente le vostre mani.