Indagato l'ad di Consip Luigi Marroni

L'ad di Consip, Luigi Marroni, è indagato a Firenze per abuso d'ufficio per aver riassunto un dipendente regionale prepensionato

Anche l'amministratore delegato di Consip, Luigi Marroni, è indagato a Firenze.

Secondo l'edizione fiorentina di Repubblica, i fatti risalgono al 2012 quando Marroni era direttore generale della Asl di Firenze. La procura di Firenze contesta al "grande accusatore" del caso Consip l'abuso d'ufficio per aver riassunto un dipendente regionale prepensionato. Una riassunzione vietata da una legge del 1994 nata proprio per evitare favoritismi verso chi aveva già prestato servizio nell'ente.

Nel caso specifico, l'ex dipendente risottoposto a contratto sarebbe un ingegnere addetto alla verifica degli impianti di ascensore negli immobili Asl. Marroni avrebbe appreso dell'indagine a suo carico quando ha ricevuto un avviso per essere interrogato. Avviso che sarebbe stato ricevuto anche dall'ex direttore amministrativo della Asl, oggi al vertice dell'Estar, Niccolò Pestelli, dall'ex direttore sanitario, oggi direttore generale dell'Asl di Siena, Piero Tosi, e altri due dirigenti Asl, Giuseppe Petrioli e Daniele Novelli

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 03/04/2017 - 00:40

Tutti che la fanno sporca.

John Black

Lun, 03/04/2017 - 08:29

Correzione marginale: verifica degli ascensori non (solo) negli immobili asl, ma ovunque: uffici pubblici, condomini, abitazioni private che dispongano di ascensore, aziende.