Continua la dynasty campana dei De Luca. Il governatore sistema pure il figlio Piero

Dopo Roberto a Salerno (dove è superassessore al Bilancio), il presidente impone il primogenito sotto processo nella segreteria regionale del Pd

Napoli - Nome: Piero. Cognome: De Luca. Segni particolari: mi manda papà (Vincenzo). A 36 anni, il primogenito del governatore campano entra nella segreteria regionale del Pd e completa il trittico politico-familiare che vede il capostipite saldamente al comando di Palazzo Santa Lucia, e il secondogenito Roberto, da pochi giorni sposo super assessore al Bilancio nella roccaforte della dynasty dem, Salerno. L'ingresso dell'avvocato Piero De Luca nel board del partito di Matteo Renzi è stato condotto con un blitz ampiamente annunciato che, però, adesso rischia di compromettere i fragili equilibri interni. Tant'è che la segretaria Assunta Tartaglione ha annunciato con una nota la «volontà di condividere questo percorso anche con le altre aree e mozioni nazionali del partito» per «ripartire dopo la pausa estiva con nuove energie e affrontare nel migliore dei modi le sfide che attendono il Pd della Campania». Politichese puro che non riesce comunque a nascondere le difficoltà di far quadrare il cerchio. Altrimenti il «percorso» sarebbe già stato condiviso prima, e non dopo la nomina. La realtà è che, paradossalmente, De Luca jr si trova nell'organismo chiamato a guidare politicamente il papà: da domani, ci sarà spazio per gli antideluchiani nella segreteria del Pd?

Non l'unico cortocircuito dalle parti dell'Amministrazione regionale considerato che l'altro fratello, Roberto appunto, dialoga costantemente con gli uffici regionali per approvare progetti e ottenere fondi regionali e comunitari. Giusto un mesetto fa, il super assessore ha pure istituito uno sportello in Comune per l'attrazione degli investimenti in collaborazione con l'assessore regionale Amedeo Lepore, fedelissimo dell'ex sindaco sceriffo. Ci manda papà, li manda papà. Insomma, papà sta sempre in mezzo.

L'unica nota dolente di una carriera che si prospetta luminosa è che Piero è sotto processo a Salerno per bancarotta fraudolenta: secondo il pubblico ministero che ha indagato sul crac del pastificio «Amato» e sulle spericolate attività della collegata «Ifil», società immobiliare con importanti interessi urbanistici in città, De Luca jr si sarebbe fatto pagare 13mila euro di biglietti aerei per il Lussemburgo tra il 2009 e il 2011 più altri benefit a cui, stando alla ricostruzione dell'accusa, non avrebbe avuto diritto. «La politica italiana spesso ha conosciuto figli, qualcuno persino migliore del padre. Ma prima almeno avevano il buon gusto di farli eleggere ha commentato il consigliere regionale di Forza Italia, Severino Nappi . Invece Vincenzo De Luca, da gradasso qual è, li fa direttamente indicare. Una cooptazione che dipinge ulteriormente l'affresco della sua politica: affari e famiglia». Sulla stessa lunghezza d'onda il deputato azzurro e vice coordinatore campano Amedeo Laboccetta. «I rapporti familiari che diventano network di potere ha sottolineato non portano mai vantaggi, e la storia lo insegna, né alla famiglia tantomeno alla politica. Ognuno in casa sua fa quel che vuole, ma De Luca ci risparmi il suo moralismo peloso».

Per ora, 'O sceriffo tace. Qualcuno però giura che per Piero l'obiettivo sia Montecitorio.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 10/08/2017 - 08:48

tengo famiglia ! dico io : ma un poco di intelligenza mai ? c'è bisogno di metterti in mostra così ? fai come fanno tutti i politici italiani , metti i tuoi figli a gestire il patrimonio di famiglia , bossi docet .

Gianca59

Gio, 10/08/2017 - 10:18

Il povero Piero......

FRATERRA

Gio, 10/08/2017 - 10:25

TUTTI e ripeto TUTTI i pseudopolitici nostrani dimostrano e sbandierano una ARROGANZA ed una SUPPOTENZA da brividi. La mattina prima di uscire da casa;si spalmano sul viso la pomata per i CALLI..........

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 10/08/2017 - 10:57

"Vota sinistra e ti sarà permesso tutto." mi disse un sindacalista. Feci la tessera e votai a sinistra ... MAGIA ... nell'arco di 6 anni feci carriera da operaio a impiegato , da impiegato a capoturno, da capoturno a caporeparto. SARA' UN CASO ...??? Per non rischiare di diventare presidente della repubblica ho votato a DX. ;-)

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 10/08/2017 - 11:17

I figli so' piezze e' core... e il cuore è molto vicino al portafoglio. I soliti affari di famiglia della "famiglia" piddina: una mano lava l'altra ed entrambe mostrano il dito medio agli italiani senza lavoro e mammasantissima in paradiso.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 10/08/2017 - 11:20

Sicuramente era il migliore tra tutti i papabili.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 10/08/2017 - 11:44

Affari di famigghia sono!

claudioarmc

Gio, 10/08/2017 - 11:45

La peggior classe politica italica

tonipier

Gio, 10/08/2017 - 11:53

" SEMPRE PIU'POTENTI" Li infilano anche nel sottosuolo. Sono dirompenti faccia tosta. La cura delle anime tende sempre più ad essere soppiantata dal sollazzo palese, non più praticato sottobanco, nella cura e nel gaudio dei corpi, dal diletto della vita parassitaria.

curatola

Gio, 10/08/2017 - 11:53

se si tratta di un incapace si vedrà e poi si tratta di un posto politico e non per concorso...

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Gio, 10/08/2017 - 12:32

Vino nuovo in otri vecchi. Maledizione italiana.

leopard73

Gio, 10/08/2017 - 12:34

LORO POSSONO TUTTO E FAREI ALTRETTANTO PER SISTEMARE MIO FIGLIO IN QUESTA ITALIA CORROTTA Perché NO!!!!

Iacobellig

Gio, 10/08/2017 - 12:45

...SENZA VERGOGNA!!! ACCADE SOLO IN ITALIA DELLA SINISTRA!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 10/08/2017 - 12:58

TU QUOQUE BRUTE FILI MI ...

ziobeppe1951

Gio, 10/08/2017 - 13:17

Ogni scarrafone è bello a mamma soja

routier

Gio, 10/08/2017 - 14:07

Certi sporchi giochini a casa mia si chiamano "nepotismo" che non è un bell'agire! Mi auguro che alle prossime elezioni i campani ne tengano conto.

PAOLINA2

Gio, 10/08/2017 - 14:30

Ziopeppino ogni crocerossina e' bella al suo cavaliere, da buon intenditore poche parole.

ziobeppe1951

Gio, 10/08/2017 - 14:49

PAOLINA2...14.30 .. a parte il fatto che non ho nulla da spartire col cavaliere...non vedo dove sta lo scandalo per un apprezzamento ad una crocerossina durante una parata militare...è stata forse assunta nel suo staff (con annesso lauto stipendio?)...non è che ti sei confusa con la Mastromarino?...ma lì non c'è Silvio..c'è Rocco

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 10/08/2017 - 15:15

Questi tizi bisognerebbe licenziarli in tronco. Regards

krgferr

Gio, 10/08/2017 - 15:31

Insomma: dopo una “trota” un “luccio”; inevitabile il confronto trattandosi nel caso di “progressisti” per i quali vale il giudizio che mio padre esprimeva (con un po’ di ironia per la verità) nei confronti degli Americani e che suonava:>. Saluti. Piero

agosvac

Gio, 10/08/2017 - 15:33

Io questi politici che "sistemano" i loro figli senza farli passare per normali elezioni, tipo napolitano, li fare indagare e mettere in galera!

colomparo

Gio, 10/08/2017 - 15:42

È il modo di fare del pascià delle fritture !!

giovanni235

Gio, 10/08/2017 - 15:46

Ma non l'avete mai guardato bene in faccia De Luca?A me fa venire i brividi,come me li fa venire il figlio segreto di Frankenstein in arte ministro dell'agricoltura Martina.

PAOLINA2

Gio, 10/08/2017 - 16:55

@giovanni235: come si e' ridotto!!!! mi da' l'impressione che lei assomigli molto alla moglie di Fantozzi.