Pressing per lo stralcio della stepchild adoption

Avvenire chiede lo stralcio ma Matteo Orfini ribadisce: "Non prendo in considerazione l'ipotesi che la legge non passi con anche la stepchild"

"Renzi ha alcune opzioni davanti a sé, ma una sola strada maestra: far stralciare la parte sulla stepchild adoption e correggere seriamente l'articolo 3, che sovrappone matrimonio e unioni e tratta lo stesso tema delle adozioni in modo surrettizio". Il consiglio non richiesto arriva dal quotidiano dei vescovi italiani, l'Avvenire, dove si spiega al premier che lo stralcio sarebbe l'unico modo "per portare a casa, e con una maggioranza altissima, una legge che regola diritti e doveri dei conviventi dello stesso sesso" e soprattutto per "mettersi in sintonia con il Paese" ch, sondaggi alla mano, è contrario alle adozioni gay.

Il premier, secondo Avvenire, deve saper mediare e fare sintesi tra la piazza arcobaleno e la piazza del Family Day del Circo Massimo. A maggior ragione, aggiungiamo noi, ora che i grillini dissidenti escono allo scoperto come traspare, sempre dalle pagine del quotidiano cattolico, dalle parole della deputata grillina Tiziana Ciprini che chiede lo stralcio della legge e spiega così la decisione di Grillo:"Nelle ultime ore migliaia di cittadini ci hanno letteralmente bombardato di e-mail, commenti sui social network e telefonate per esprimere il loro totale disaccordo sulla stepchild adoption su qualunque tipo di adozione per le coppie omossessuali".

Dalle pagine del Corriere della Sera anche il senatore Puglia spiega di aver fatto presente ai suoi colleghi che non avrebbe votato la stepchild adoption, "anche a costo di venire espulso”. Anche il centrista Rocco Buttiglione spiega, rivolgendosi al governo che, in un momento storico come questo: "Non possiamo permetterci di logorare la maggioranza di governo sulla questione della legge Cirinnà. Non è possibile affrontare scadenze di questa portata con maggioranze variabili". "Non possiamo permettercelo noi - prosegue Buttiglione - ma ancora più non se lo può permettere il capo del governo. Invitiamo tutti a non sottovalutare l'avvertimento lanciato dall'on. Cesa, segretario dell'Udc. L'accordo di maggioranza è possibile ed è anzi a portata di mano: unioni civili sì, adozioni gay no".

Chi, invece, tira dritto è Matteo Orfini che, intervistato dalla Stampa, dice: "La libertà di coscienza l'abbiamo lasciata anche noi, ma la leadership ha detto cosa ne pensa: sarebbe importante che anche i coraggiosissimi leader del M5S si esprimessero, altrimenti non vorrei che la libertà di coscienza fosse una fuga dalle responsabilità". Quanto ai dubbi dentro il Pd dice: "non prendo in considerazione l'ipotesi che la legge non passi con anche la stepchild" e aggiunge : "io personalmente sarei a favore anche dei matrimoni egualitari e delle adozioni gay tout court. Sono invece contrarissimo all'utero in affitto".

Annunci
Commenti
Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 07/02/2016 - 12:00

Dev'essere consentito per legge tutto quello reso possibile in natura. nopecoroni.it

PEPPINO255

Dom, 07/02/2016 - 12:14

Mi dispiace che il M5S abbia dato così in anticipo la dichiarazione di libertà di coscienza...! Se l'avesse fatto durante le dichiarazioni di voto, sarebbe stato molto meglio. Tutti e destroidi che avevano rilasciato le dichiarazioni di contrarietà alla step child adoption avrebbero fatto marcia indietro per evitare che... lo sporco affare sfumasse. Credo che CHI è VERAMENTE INTERESSATO alle adozioni gay sia proprio il centro destra, che si è dichiarato contrario solo perché sapeva che i grillini avrebbero assicurato il passaggio a Renzi... Sarebbe stato un ..!!!

Libertà75

Dom, 07/02/2016 - 12:21

per Matteo Orfini chi ha una coscienza al contempo sarebbe un irresponsabile...

perSilvio46

Dom, 07/02/2016 - 12:23

La legge Cirinnà (la Cirinnà e stata identificata dalla Radio Cattolica come "la grande prostituta dell'Apocalisse" che porta abominio sulla terra) è ormai sepolta. Grillo, leader spirituale del l'M5S, ne ha capito la pericolosità, ha capito che distruggere la famiglia normale significa distruggere la società civile, ha capito che non può esistere una società di invertiti. Ha capito le nostre ragioni, che sono etiche, morali, religiose e si è comportato di conseguenza, gli va dato atto! Adesso bisogna agire per mandare a casa renzi, presupposto indispensabile per poter aiutare le famiglie normali con più asili, più assistenza sociale, più case, meno tasse. Ma pensiamo anche ai gay ed al loro problema, siano loro di conforto le parole dell' autorevole R. La Russa: " I gay sono malati ma possono curarsi...", che sia il nostro programma.

Ritratto di tempus_fugit_888

Anonimo (non verificato)

semprecontrario

Dom, 07/02/2016 - 12:49

orfini la bocca ti serve solo per mangiare

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 07/02/2016 - 12:53

cominciassero a proporre l'uso di una terminologia più gradevole e rispettosa: stepchild, tradotto, vuol dire figliastro che comunque non è un buon termine: il Prof Sabatini uno dei Grandi Custodi della bistrattata Lingua italiana, suggeriva, stamattina, nel corso del programma TV RAI-Uno Mattina in Famiglia, all'interno sua interessantissima rubrica settimanale sulla lingua italiana, di usare una serie necessaria di neologismi proprio riguardo ai vari tipi di unione tra due persone e relative implicazioni . Stepchild(figliastro) potrebbe essere degnamente sostituito (se ho ben capito) da Comfiglio, patrigno da Compadre, matrigna da Commadre ....Non se ne può più di questa invasione di anglicismi, specialmente se usati da persone che fanno fatica a parlare correttamente la lingua italiana a cominciare da quasi tutti i media urlati...

agosvac

Dom, 07/02/2016 - 13:24

Penso che da parte del Pd, quindi di Renzi, intestardirsi sulla stepchild sia una vera follia che potrebbe portare anche alla sua caduta. Infatti o non passa ed allora il Governo andrebbe in minoranza, oppure passa ma con un referendum abrogativo sarebbe annullata visto che non la vuole la stragrande maggioranza degli italiani. In ogni caso il Governo se ne uscirebbe con le ossa rotte!!! Ed allora perché non fermarsi ad una legge sulle sole unioni civili che sarebbe votata sia dalla maggioranza sia dalle opposizioni?????

Ritratto di centocinque

centocinque

Dom, 07/02/2016 - 17:10

Ad evitare figuracce con le lingue che questi signori non conoscono chiamarla " adozione del figliastro" non sarebbe più semlice? Dimenticavo questi manco il dialetto loro conoscono.

Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Lun, 08/02/2016 - 00:01

Stepchild va bene così il nome non stiamo a vedere queste sciocchezze. Conta la sostanza. Conta far passare la legge per intero. Conta purgare quel fetente triplogiochista di Beppe Grillo.