Controlli su iride o impronte digitali, ecco le misure anti assenteismo del ministro Bongiorno

Il ministro della Pubblica Amministrazione prepara il giro di vite contro i furbetti del cartellino

Il pugno di ferro di Giulia Bongiorno contro gli assenteisti. Il ministro della Pubblica Amministrazione, in quota Lega, sta preparando un giro di vite – stretto stretto – per ridurre le assenze ingiustificate dal posto di lavoro. E i furbetti del cartellino sono avvertiti.

L’avvocato Bongiorno ha parlato ai microfoni di Rai Radio Uno – ospite della trasmissione Radio Anch’io –, dove ha annunciato sopralluoghi per contrastare le assenze nel settore pubblico grazie alle tecnologie che si possono mettere in campo, come il riconoscimento biometrico attraverso, parola di ministro,"l’iride o l’impronta digitale", come già succede in moltissimi istituti privati”. I controlli biomedici, dunque, "saranno inseriti nell'ambito di un provvedimento e credo anche che saranno accettati con serenità".

La stretta della Bongiorno

Il ministro leghista sottolinea poi la necessità di "tutelare chi lavora", tanto da disporre "in queste ore sopralluoghi, con personale della P.A, del Ministero e della Guardia di finanza in una serie di enti. E non sempre tutto funziona, capisco chi non riesce a lavorare bene, ma non capisco chi non va a lavorare".

Infine, la Bongiorno vuole una valutazione "terza" dei dirigenti della Pubblica Amministrazione:"Occorre creare dei giudici terzi per valutare le prestazioni dei dirigenti pubblici, che siano neutrali, non nemici ma neanche amici". Il tutto con l’appoggio, anche (si spera) dei sindacati: "Sono dell'idea che il sindacato collaborerà, perché questo strumento consentirà di fare applicare le norme".

Insomma, furbetto del cartellino avvisato mezzo salvato.

Commenti

VittorioMar

Mar, 17/07/2018 - 12:17

...MERAVIGLIOSAMENTE OTTIMISSIMO ON.GONGIORNO...si può dire ??

Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Mar, 17/07/2018 - 12:19

Caspita si prevede un innalzamento delle pensioni di invalidità. Sai quanti furbetti rinunceranno ad un occhio o ad un dito pur di non rinunciare ai loro svaghi. Del tronde di occhi ne hanno due e di dita 10 quindi siamo apposto.

rise

Mar, 17/07/2018 - 12:27

Accade ormai anche all' ingresso delle banche e poi non devi portarti dietro il badge. Non ci vedo niente di male, se sei in buona fede. Tuttavia la conservazione delle impronte dovrebbe essere gestita in maniera oculata o comunque estesa a tutte le persone, immigrati inclusi. Le contraffazioni o gli usi impropri sono possibili (impronte digitalizzate e varie).

rise

Mar, 17/07/2018 - 12:44

Dimenticavo l' iride: fotografia dell' occhio in formato digitale, stampa in colori ad alta definizione ed apposizione di una lente a contatto per simulare la curvatura degli occhi. Gli hacker tedeschi sono riusciti ad hackerare un Samsung. Ma poi, poveri ingenui, se dopo aver dato una sbirciatina o una ditata sul rilevatore, me ne esco e vado al bar cosa cambia? La soluzione : tornelli e guardiano con licenza di uccidere! SCHERZO!

rossini

Mar, 17/07/2018 - 13:05

Una cosa è certa. Da quando alla Camera e al Senato per le votazioni sono stati sostituiti i cartellini magnetici con le impronte digitali è finito lo schifo dei "pianisti" (i deputati che votavano anche per i colleghi assenti usando il loro cartellino).

Ritratto di Caprimulgo

Caprimulgo

Mar, 17/07/2018 - 13:28

Quis custodiet ipsos custodes ? Chi controllerà i controllori ?

aredo

Mar, 17/07/2018 - 15:01

Tutte vaccate da schedatura di massa comunista.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 17/07/2018 - 15:18

Ottiam iniziativa. Ma i parassiti statali di sinistra ne inventeranno altre pur di mantenere il loro soprannome.

DRAGONI

Mar, 17/07/2018 - 15:43

COLLABORAZIONE DA PARTE DEI SINDACATI?SI E' RIVOLTA A CHI PER DECENNI SI SONO SCHIERATI CONTRO I TORNELLI ED HANNO CONTRASTATO OGNI POSSIBILE MODERNIZZAZIONE DELLA MACCHINA BUROCRATICA PUBBLICA.

carpa1

Mar, 17/07/2018 - 16:48

Prima propone controlli stretti con impronte digitali ed iride e poi tira in ballo di allearsi con i sindacati! Come dire: pensare di mettere d'accordo il diavolo e l'acqua santa. Ma a licenziarli in tronco, senza crearsi ulteriori problemi e costi, ci ha mai pensato nessuno? Basta una leggina piccola piccola ma chiara: chi viene beccato va via, PUNTO.