La "conversione" di Pannella folgorato da Gesù e dal Papa

Il leader radicale che per anni ha combattuto per divorzio, aborto e droga libera ha intrapreso un laico recupero della religiosità. Grazie all'amicizia con Bergoglio

Pure Pannella? Sì, pure lui, il leader storico dei radicali, l'uomo che ha combattuto per il divorzio, l'aborto e la droga libera, il Marco libertario e antiproibizionista, anche lui adesso sembra quasi che si stia convertendo sulla via di Damasco. Del resto, che c'è di strano? Se persino Claudia Koll è passata da Tinto Brass alla Vergine, perché meravigliarsi della svolta mistica di Pannella?

Sarà l'età, sarà quel codino che gli dà un'aria da santone. Fatto sta che piano piano il fondatore del Pr è passato da una religiosità laica a un laico recupero della religiosità. È affascinato dalla figura di Cristo: ne parla talmente spesso dai microfoni di Radio Radicale da provocare stupori e qualche malumore tra gli ascoltatori. Ma soprattutto è stregato da Papa Francesco, con il quale ha ormai stabilito una consuetudine di rapporti.

E proprio una telefonata del Pontefice, alcuni mesi fa, gli ha allungato la vita. Pannella era impegnato nel milionesimo sciopero della fame e della sete - non l'ultimo, perché ce n'è uno in corso - i suoi valori clinici erano del tutto sballati, il corpo era trivellato di tubi e sonde, i medici del policlinico Gemelli avevano le mani tra i capelli e lui voleva insistere nella sua protesta. Avevano provato in tanti, inutilmente, a dissuaderlo. Poi, quella chiamata del Vaticano. Per venti minuti Francesco e Marco hanno discusso della vita e della morte, dell'uomo e dello spirito, e pure della situazione delle carceri italiani. «Ma il Pontefice - racconta Giuseppe Di Leo, vaticanista di Radio Radicale - non gli ha mai chiesto di riprendere a bere e a mangiare. Anzi, ha parlato di gesto di coraggio, come se lo incoraggiasse a tener duro». È stato a quel punto che Pannella si è convinto e ha smesso.

Ora, le telefonate di Bergoglio fanno ormai parte non solo della simbologia, ma anche della letteratura del pontificato. Qualche tempo fa si è saputo del colloquio del Papa con una donna argentina nel corso della quale sarebbe stato toccato il tema dell'eucaristia e dei divorziati risposati. Con Pannella però a quanto pare c'è un vero e profondo feeling. E sono in molti a chiedersi i motivi dell'intesa tra il vicario di Cristo e il leader politico che santifica la breccia di Porta Pia e che ha portato Cicciolina in Parlamento. Il Papa che incontra quello che dovrebbe essere il nemico per eccellenza, è un po' come San Francesco di Assisi che ammansì il lupo e andò a parlare con il sultano d'Egitto.

«Papa Francesco? Noi radicali lo amiamo molto, e credo che anche lui...», aveva confidato a gennaio a SkyTg24 , elogiando il «riaffermarsi grande e grosso della spiritualità». E quando il Pontefice argentino l'estate scorsa aveva cancellato l'ergastolo e introdotto il reato di tortura nella legislazione vaticana, Pannella s'era spinto oltre: «Mi piacerebbe molto lasciare la cittadinanza italiana per diventare un cittadino del Vaticano».

In attesa di ottenere il passaporto, il leader radicale sta lavorando per realizzare «un'iniziativa comune» con il Pontefice. Magari nel quadro della onlus Spes contra spem , che ha già più volte visto la partecipazione di esponenti radicali e alti prelati a convegni e tavole rotonde. Una settimana fa Pannella è andato a Verona a un incontro con i giovani organizzato dalla diocesi locale e ha pronunciato un discorso a quanto pare molto apprezzato dai vescovi del Triveneto presenti in sala. E nei giorni scorsi ha visto in Vaticano padre Lombardi: stanno preparando un faccia a faccia?

«I due sono molto più vicino di quanto possa apparire - spiega ancora Di Leo - . Ad esempio, hanno lo stesso modo di concepire l'impegno pubblico. Ricordiamoci che pure la Chiesa fa da sempre politica». C'è di più. «Marco ha una formazione crociana e come Croce dice sempre che “non possiamo non dirci cristiani”. Suo zio Giacinto poi era una vera autorità culturale ecclesiastica abruzzese».

Insomma, laico e mangiapreti ma non mangiapapi. Pannella andava d'accordo pure con Karol Wojtyla perché «i jolly, gli irregolari, ci capiscono e si piacciono». E persino con Benedetto XVI, dopo i primi anni di ostilità, c'è stato un avvicinamento: è successo proprio quando Ratzinger si è dimesso. Già lo apprezzava come teologo, raccontano, ma dopo la rinuncia anche come uomo.

Commenti
Ritratto di brandoni_it

brandoni_it

Ven, 14/11/2014 - 08:30

Apprezzo questa "conversione di Pannella", sara' l'eta' che lo ha fatto avvicinare alla religione?

giolio

Ven, 14/11/2014 - 08:38

Magari ha in programma di diventare lui ....Papa .Fortuna per una parte degli italiani .È ....per i preti .

xgerico

Ven, 14/11/2014 - 08:38

Non e altro che la "paura di morire"!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 14/11/2014 - 08:46

Era rivoltante quando stava all'acme della carriera politica, oggi lo è ancora di più.

Totonno58

Ven, 14/11/2014 - 08:47

Il pensiero che Papa Francesco telefoni con assiduità a Pannella è FAN-TAS-TI-CO!!!:)

Totonno58

Ven, 14/11/2014 - 08:47

Il pensiero=Il fatto..scusate, era l'euforia!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 14/11/2014 - 08:50

Con l'avvicinarsi della morte anche un ateo rimane folgorato sulla via di Damasco,forse per semplice paura, Pannella non è differente dagl'altri. Assegno pensionistico parlamentare a parte.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Ven, 14/11/2014 - 09:07

E poi dicono che il digiuno non faccia bene!Pannella è l'esempio vivente di come il digiuno prolunghi la vita. Quanto al resto il pagliaccio di regime (mascherato da no-regime) giunto al termine della sua corsa (oddio, questi non avendo fatto un cz. per tutta la vita sono molto longevi) avrà pensato: chissà che dall'altra parte non ci sia qualche cosa?. Proviamo a prendere per i fondelli anche il Padrone. Di certo il Suo Rappresentante in terra mi darà una mano (misericordiosa). In fondo la pensa come me.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Ven, 14/11/2014 - 09:10

Mai sopportato codesto fannullone logorroico.

Beaufou

Ven, 14/11/2014 - 09:22

"Quando il corpo si frusta, l'anima s'aggiusta" dicevano i vecchi dalle nostre parti. Non è un fatto raro che al tramonto della vita molti riprendano interesse per lo spirito, l'anima e l'aldilà. Anche perché, temo, (ma forse sono un po' cinico) "al di qua" non se li fila più nessuno...

onurb

Ven, 14/11/2014 - 09:23

Evidentemente l'età lo ha fatto riflettere: nessuno è eterno e una buona parola del Papa può essere un ottimo viatico, fosse mai che dall'altra parte ci sia qualcosa.

Sapere Aude

Ven, 14/11/2014 - 09:25

Sulla breccia di Porta Pia è rimasta Emma. La femmina che viaggia con la pompa da biciclette in borsetta. Su Bergoglio ha le idee chiare. Meglio il Califfato! E del nuovo evangelista Marco non riconosce più il suo verbo. Ai miracoli Emme non ci ha mai creduto. Satana ancora una volta ‘divide et impera’. E se da trapassati vorranno parlarsi, Dio nella sua infinita misericordia sarà obbligato a stabilire un collegamento tra le nuvole celesti e i carboni ardenti. Mi prenoto per una poltrona tra le nuvole in sala intercettazioni!

aaantonio5555

Ven, 14/11/2014 - 09:27

Un grande uomo sempre vicino ai deboli .O cristiano o non, sei migliore di tanti fasulli cristiani .Vediamo Renzi cristiano per mestiere....

gio 42

Ven, 14/11/2014 - 09:32

Buongiorno, dal Vangelo secondo Matteo "E non chiamate nessuno "padre" sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo. E non fatevi chiamare "maestri", perché uno solo è il vostro Maestro, il Cristo". Mi permetto di suggerire al signor Pannella, di leggere queste frasi di Gesù. E mi permetto anche di dirgli: "Non si segue il Cristo, perché ci sono simpatici gli uomini". Saluti

ex d.c.

Ven, 14/11/2014 - 09:46

Qualcuno è stato convertito anche da questo Papa

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 14/11/2014 - 09:56

"Quando il mondo non mi vuol più,mi rivolgo al buon Gesù"

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 14/11/2014 - 09:58

@Totonno58:te pareva!!!

michetta

Ven, 14/11/2014 - 10:01

Comodo, dopo anni ed anni di vita schifosa, il signor Pannella cerca di riappiccicassi con il Cielo! Io tutto ciò lo chiamo MESCHINITÀ ........

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 14/11/2014 - 10:03

Tutti o quasi, prossimi alla soglia ci si affida al Padre. Quindi nessun stupore. Pure lui sa che è prossimo

maurizio50

Ven, 14/11/2014 - 10:03

A 85 anni , visto che gli costa poco,intende aprirsi una porta per l'aldilà, a volte mai che esista davvero!!!!!!!

guardiano

Ven, 14/11/2014 - 10:12

Povero burattino che tristezza mi fa, sia lui che i coglioni che l'hanno sostenuto nella battaglia per legalizzare il crimine delll'aborto.

Giovy99

Ven, 14/11/2014 - 10:26

A me è successa la stessa cosa leggendo un libro straordinario, che quasi nessuno conosce anche all'interno della stessa (corrotta) CHIESA, intitolato "SUMMA DAEMONIACA", che invito tutti voi a leggere!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 14/11/2014 - 10:31

Pensa al Paradiso?

gio 42

Ven, 14/11/2014 - 11:13

Buongiorno, caro signore non si è grandi criticando e gettando per anni fango addosso a chi sta veramente insieme ai più deboli e lava loro le ferite di lebbra o altro, nel nascondimento, senza digiuni o telecamere d'intorno, che fanno pubblicità. Quest'uomo è una vita che si comporta così. Per quanto riguarda la sua conversione, si legge nel Vangelo di Matteo: "Che ve ne pare? Se un uomo ha cento pecore e ne smarrisce una, non lascerà forse le novantanove sui monti, per andare in cerca di quella perduta? Se gli riesce di trovarla, in verità vi dico, si rallegrerà per quella più che per le novantanove che non si erano smarrite". Saluti

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 14/11/2014 - 11:17

I commenti mettono l'accento, giustamente, sulla fine incipiente della vita di Pannella e sul bilancio che lui sembra trarre di fronte a quello che ci aspetta 'dopo'. La cosa è, però, piuttosto sconfortante: conviene, quindi, a tutti gli effetti, comportarsi come il più rinnegato degli uomini, tanto, poi, se uno ha tempo, ci si può 'convertire' e presentarsi belli che ripuliti al cospetto del Padreterno (al quale, comunque, spetta la decisione finale)? E poi è troppo comodo 'simpatizzare' con personaggi di immediato successo per 'ritenere' di aver cambiato strada! Ha ragione @gio42! Ma io andrei anche oltre: sarebbe un eccezionale atto di coraggio quello di provare 'simpatia' addirittura per la Chiesa, per il suo messaggio, la sua Storia e le sue istituzioni! E qui ti voglio!

accanove

Ven, 14/11/2014 - 11:37

mi viene da ridere ricordando alcuni sketch di Walter Chiari quando parlava del "..quando el sulfanel (inferno, diavolo, la morte) si avvicina l'uomo cambia perchè l'è lunga l'eternità col sulfanel sott al cul"

Ritratto di molival

molival

Ven, 14/11/2014 - 11:53

non sono sorpreso dai commenti che descrivono pannella un antireligioso. frutto di una informazione manichea e superficiale, che vede il mondo contrapposto su valori quasi come le curve da stadio. una conoscenza più profonda, umanistica direi, farebbe apparire questo pannella null'altro che il solito pannella. profondissimamente intriso di quel valore religioso che è proprio solo di chi crede nell'essere umano e nell'immenso valore morale della sua coscienza. i sorpresi da questo pannella dovrebbero forse porre l'attenzione sull'altro corno del dilemma: la chiesa romana. e una volta messe le sue parti a confronto chiedersi: qualle delle due sta modificando i propri riferimenti e le sue priorità? vedrete che la risposta non è difficile. ma bisogna voler abbandonare la guida delle comode ma ingenue dicotomie della "curva"

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 14/11/2014 - 12:04

Pannella sta esagerando. Addirittura “lasciare la cittadinanza italiana per diventare un cittadino del Vaticano”? E’ fuori di testa? Già come cittadini italiani dobbiamo soggiacere al Concordato fra Stato e Chiesa, per cui i nostri figli sono costretti all’educazione religiosa cattolica nelle scuole (a carico dei contribuenti e con insegnanti scelti dalla Curia), oppure a nessuna educazione, mentre sarebbe opportuno, come avviene negli Stati veramente liberali, che si insegnasse “storia delle religioni”, oppure che della educazione religiosa ci si occupi solo nella sfera privata, come avviene negli USA. Diventare cittadino del Vaticano significherebbe sottomettersi all’autorità papale, e questo è assurdo per un liberale. Il messaggio di Cristo può essere riscoperto, ma dovrebbe essere demitologizzato, come ha proposto il grande teologo Rudolf Bultmann.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 14/11/2014 - 12:15

Evviva, Pannella è tornato sulla retta via. Forse rinunzierà al nome di Marco (benvisto dai gay del Parco) per riqualificarsi sul botanico: "Giacinto". Tuttavia tra le "pecorelle smarrite" non c'è Romano Prodi. Infatti il caprone, così come certificato dai Tribunale che lo assolvevano dalla complicità dell'omicidio del premier Moro, perchè sapeva dov'era celato il suo cadavere per aver evocato gli spiriti maligni, Romano Prodi dicevo, ha peccato di spiritismo e i peccati contro lo Spirito Santo, dice Gesù, sono imperdonabili. Comunque, anche per gli atei, la negromanzia è una inclinazione disonorevole, indegna e ignobile e per questa mortifera condotta (mai smentita) l'infame politicante dovrebbe subire l'interdizione dai pubblici uffici. Altro che farsi suonare il violino da quel tanghero di Travaglio, per coltivare ambizioni Quirinalesche...

eras

Ven, 14/11/2014 - 13:47

un cambiamento... radicale

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 14/11/2014 - 14:49

Non Giudicare per non essere giudicato. Ricorda che la misura che userai contro tuo fratello sarà usata contro di te! Questo è l'ammonimento di nostro Signore Gesù. Sembra che la maggioranza delle persone di questo blog di discussione se ne sia dimenticata. Triste!

gio 42

Ven, 14/11/2014 - 15:45

Buonasera, caro signore "dbell56" i legga bene tutti i commenti, nessuno giudica nessuno nessuno. Certo sono anni che questo signore getta fango e poi ancora fango sulla Chiesa e i suoi fedeli, e questa cosa dirla apertamente non significa giudicare. Legga il mio ultimo commento che chiudo con la parabola della pecorella smarrita. Denunciare quello che questa persona ha fatto e detto per anni e anni non significa giudicare. Più di una volta si è permesso di riprendere il Papa anche con maniere poco urbane su cose che ha lui non andavano. Ora perché sembra che abbia trovato un "amico" che gli va bene anche la Chiesa e il Cristo, gli vanno bene. E questo se mi consente non è certo il modo di ragionare. Cristo si segue non per meriti degli uomini, ma per fede. Comunque in fondo alla sera ognuno avrà la sua giusta mercede. Saluti

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 14/11/2014 - 16:35

Io credo che dopo Pannella anche Fo ci farà un pensierino.Grandi uomini........................quando si avvicina l'ora x

Gianca59

Ven, 14/11/2014 - 16:54

Tutto può accadere e papa Bergoglio è una persona che può far riflettere un Pannella, ma non è che, più semplicemente, Pannella è stato folgorato dalla vecchiaia ?

vince50_19

Ven, 14/11/2014 - 17:15

Beh, il gesto sembra spontaneo e meditato. Auguri Marco, sei entrato nel mondo in cui "abito" da sempre.

vince50_19

Ven, 14/11/2014 - 17:19

Pare che anche Gramsci, sulle soglie della morte, si sia convertito. E nessuno glielo ha imposto ovviamente.. Naturalmente i compagnuzzi si spelleranno le dita e non so cos'altro per negarlo. Personalmente non ci vedo niente di male, tutt'altro.

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 14/11/2014 - 17:45

Il soggetto sente che qualcosa si avvicina inesorabile per tutti e comincia a cautelarsi. Nel dubbio........

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 14/11/2014 - 18:03

più che "folgorato da bergoglio" credo si stia cagando sotto.

giottin

Ven, 14/11/2014 - 18:15

Ecconne un altro che comincia a sentire la strizza, la falce si avvicina!!!

Ritratto di tempus_fugit_888

Anonimo (non verificato)

Bianchetti Andreino

Ven, 14/11/2014 - 18:22

Penso che il cambiamento, le metamorfosi in genere, siano stati sempre difficili da comprendere: sia i propri che quelli degli altri. I "perché" che nella vita si cambiano pareri, filosofie, relazioni, incontri, cose, persone, idee non riguardano solo la nostra mente o il nostro cuore. C'è una calamita esterna a noi che attrae la nostra attenzione su un'infinità di cose di cui sappiamo poco o nulla: partendo da una semplice curiosità si arriva a coinvolgere tutto il nostro essere in un modello nuovo di vita, di cultura, d'impegno, di formazione. Subito non abbiamo uno scopo o un fine ben determinati da raggiungere perché per concretizzare ciò occorrono sia molto tempo, sia molto studio, sia molti mezzi, sia tanta volontà da parte nostra. Il cambiamento comprende un lavoro complesso e porta con sé molteplici variabili.

Ritratto di illuso

illuso

Ven, 14/11/2014 - 19:19

Mio nonno paterno era ateo con la A maiuscola...In punto di morte si fece consegnare dall' Antonia mia nonna il crocefisso che avevano sopra il letto, se lo portò al petto e spirò.

paolomenti9771

Ven, 14/11/2014 - 20:00

Ho seguito l'intervento di Pannella a Verona: un guazzabuglio imbarazzante che ha tirato in ballo Immacolata Concezione e maternità verginale. Se ai vescovi è piaciuto, si capisce perché le chiese sono deserte. Evitiamo poi paragoni con Claudia Koll. Non mi risulta che la signora sia ancora dedita al porno-soft, mentre Pannella cavalca sempre i temi più contrari al credo cattolico. Lasciamo pure stare san Francesco. Non tramandano che si sia congratulato col sultano per le sue battaglie. Lo ammonì invece a convertirsi per non precipitare tra le fiamme dell'inferno (allora gli uomini di chiesa ci credevano). Più che di amabili telefonate pontificie Pannella ha bisogno di chi l'avverta che non basta gridare "Signore Signore" e tanto meno "papa Francesco papa Francesco" per entrare nel Regno dei Cieli: pare che la cosa sia più seria. Il resto è cazzeggio da salotto televisivo per il quale carta e inchiostro sono sprecati, specie in questi tempi poco riderelli.

Ritratto di sitten

sitten

Sab, 15/11/2014 - 01:32

Beh, che c'è di strano, che Pannella si è ricreduto? D'alema dalla lotta contro la borghesia, non è diventato anche lui un nobile? (Vice Conte)

pastello

Sab, 15/11/2014 - 02:14

Può darsi che Pannella abbia paura della morte. Sempre meglio dei bigotti che hanno paura della vita.

pastello

Sab, 15/11/2014 - 02:19

Anche ammesso che possa succedere, la paura fa novanta, non vedo perché debba aggrapparsi alle sottane di un prete. Il peggior viatico per raggiungere il paradiso. Se Dio esiste, i preti li conosce bene e i loro raccomandati si buscherebbero un sacco di legnate. Nel caso meglio evitare certi intermediari...

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 15/11/2014 - 08:45

Quando si tratta di guadagnare qualche cosa gli egocentrici sono i primi a cercare tale guadagno. Pannella si avvicina all'età dell'al di là, quindi si prepara l'accoglienza, visto che ormai, dal di qua, gli rimane poco da guadagnare.

Angel59

Sab, 15/11/2014 - 08:58

Beati gli ultimi perché saranno i primi! E' un po il significato della parabola dei salariati assunti l'ultima ora di lavoro e che percepiscono la stessa somma di coloro che hanno sfacchinato sin dal mattino e perciò si fanno rodere fino ad essere aspramente redarguiti dal padrone! Riflettete su questo racconto e scoprirete quanto sia giusto a differenza del pensare comune il comportamento del padrone...io che sto sfacchinando da bambino per cercare di essere un fedele seguace di Gesù mi rallegro di questa tardiva ma sincera conversione, solo gli stupidi non cambiano mai!

makkivi

Sab, 15/11/2014 - 11:25

Siamo tutti cosi' (quasi tutti). In gioventu' mangiapreti anti cristiani, poi man mano che il momento si avvicina (se siamo fortunati) ci riavviciniamo alla religione. Quando la religione e' vissuta positivamente e' un toccasana per tutti.

michetta

Sab, 15/11/2014 - 12:27

Adesso, puo' solamente morire! Visto che lui si ritiene in pace con tutti i mali provocati al mondo intero e che i preti lo hanno perdonato! Adesso, se ne puo' andare via per sempre! Ma chi ci ridara' tutti quei bimbi NON NATI? Chi ridara' tutti quei ragazzi DROGATI? Chi ci ridara' tutti quegli uomini e donne plagiate dalle sue tristi commedie di irridentista? Va bene, Pannella, vattene dove credi meglio, ti si addica oggi, il tuo posto!

Efesto

Sab, 15/11/2014 - 12:42

Non mi fa nessuna meraviglia. Ambedue, Francesco e Pannella, sono personaggi senza ipocrisie. Gesù di Nazareth è l'icona della sincerità e della verità. Quindi il comune polo di attrazione. Aggiungerei che anche Platone, se fosse redivivo, apparterrebbe alla brigata!

gio 42

Sab, 15/11/2014 - 13:57

Buongiorno, sul Giornale a questo commento di S.Zurlo sul piccolo Rivi non ci sono commenti. Io ho mandato un messaggio chiedendomi: "Buongiorno, su questo articolo, i tanti commentatori di sinistra e dintorni, i filosofi illuminati, ed illuministi, i moderni teologi, che vorrebbero la Chiesa a loro uso e consumo, non dicono nulla? Sull'articolo di pannella ci saranno un centinaio di commenti, per onorare questa creatura, che è stata brutalmente martirizzata da gente con ideologie ben conosciute, e tuttora di moda, nemmeno una parola. E poi vogliono cambiare e migliorare il mondo. Saluti" Ora tutti quelli che difendono ancora queste ideologie dove sono? parlano solo quando gli conviene? non si vergognano a difendere ancora questa gente? Anche pannella è uno di questi, gente, che dovrebbe espiare terribili delitti, lui li vuole liberi. Gesù sulla croce perdonò il ladrone promettendogli il Paradiso ma lui il ladrone espiò la sua pena. Saluti

Joe Larius

Sab, 15/11/2014 - 14:02

Permettetemi di aggiungere una terza proposta alle mie due precedenti. Visto quanto sopra e in seguito a profonda meditazione interiore favorita dall’azione di una adeguata dose di santo liquido di produzione scozzese, mi si permetta di proporre l’assegnamento della più appropriata carica all'emerito personaggio in oggetto: sia proclamato a gran voce presidente della nostra allegra repubblica. I suoi digiuni saranno di esempio a tutti i cittadini favorendo cosi un più corretto andazzo dei finora sciagurati bilanci dello stato.

gio 42

Sab, 15/11/2014 - 14:13

Buonasera, al termine della sera di ognuno di noi Nostro Signore darà la giusta mercede ad ognuno di noi. Detto questo bisogna ricordare una scena: sul Monte Calvario, Gesù sulla croce ad uno dei due ladroni che gli stanno a fianco, dopo che lui si è pentito promette di portarlo con lui in Paradiso. Ma tutto questo dopo che avrà espiato la pena. Pannella questo dovrebbe tenerlo sempre presente. Saluti

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 15/11/2014 - 14:50

Questo fenomeno di "Redenzione" non accade soltanto nrlla religione Cattolica ma in tutte le altre religioni o credenze. Molto spesso i "Redenti",colpiti dalla senilità avanzata e da mali accompagnatrici verso la soglia dell'aldilà e da mente anche confusa e debole optano per il ripensamento anche cedendo capitali non indifferenti.E' una storia vecchia.

Antonio43

Sab, 15/11/2014 - 14:54

Michetta, chi vuole abortire non lo fa perchè Pannella glielo dice. Pannella voleva l'aborto autorizzato, perchè l'aborto si praticava anche prima che ci fosse una legge a permetterlo, con le conseguenze che ne derivavano. Lo stesso discorso vale per la droga. E comunque non si è mai nascosto dietro nessuno e dovunque si ritroverà lassù tra i beati o la sotto, tra le fiamme, i due padroni di casa sono già preoccupati per la difficile gestione del soggetto.

gio 42

Sab, 15/11/2014 - 16:42

Buonasera caro signore "Antonio43" mi scusi, ma siamo tutti peccatori, il male, anche se non è un discorso proprio giusto, non è il peccato. Nostro signore è sempre pronto a perdonarci, ma è il non riconoscere il peccato stesso, dire che è Dio che sbaglia, è il dire "io uomo intelligente e libero faccio quello che mi pare" E' Il dire che le leggi di Dio non i interessano. E' il peccato di superbia, altro che ha sempre fatto alla luce del sole. E soprattutto questo signore quanti ragazzi e quanta gente ha traviato. Il mio non è un giudizio ma una costatazione. Il giudizio le emetterà alla sera della vita Nostro Signore. Saluti

Antonio43

Sab, 15/11/2014 - 20:16

Caro signore "gio42", lei pensa troppo al peccato...ahi... ahi ... ahi!!!!