La coop rossa lavora al ministero. Ecco l'appalto che porta a Poletti

L'ex numero uno di Lega Coop nuovamente in imbarazzo dopo le foto con il boss Le pulizie negli uffici del dicastero affidate alla "29 Giugno": contratto da 3 milioni

Questa volta c'è più di una foto sconveniente da spiegare. C'è un appalto da tre milioni di euro per il servizio di pulizie del ministero del Lavoro assegnato cinque mesi fa direttamente alla cooperativa «29 Giugno» di Salvatore Buzzi che potrebbe creare altri imbarazzi al ministro Giuliano Poletti.

La notizia rivelata da il Fatto Quotidiano è destinata ad alimentare le polemiche sul ministro immortalato nel 2010 a cena con Buzzi, braccio destro imprenditoriale dell'ex Nar Massimo Carminati. Per quella vecchia foto, in realtà una delle tante che ritraggono Poletti con il ras delle cooperative ora in carcere con l'accusa di associazione mafiosa, il ministro si è giustificato sostenendo che come presidente della Legacoop partecipava a migliaia di iniziative e non poteva quindi conoscere tutti quelli che incontrava. Ora salta fuori che Buzzi era riuscito a piazzare la sua «29 Giugno» anche fin dentro il ministero di Poletti. Il sospetto che ci potesse essere un potenziale conflitto di interesse dell'attuale ministro per essere stato 12 anni ai vertici della Legacoop era già venuto al Movimento 5 Stelle, che aveva presentato un'interpellanza urgente - al quale il ministro non ha risposto perché il giorno fissato per il question time era occupato a Bruxelles - in cui si chiedeva se la «29 Giugno» intrattenesse rapporti con il ministero del Lavoro. La risposta l'ha trovata il Fatto scoprendo che la coop di Buzzi quei rapporti li intratteneva eccome. A vincere la gara quadriennale per i servizi di pulizia delle sedi ministeriali di via Flavia, via Fornovo e via De Lollis era stato, nel 2011, un raggruppamento temporaneo di imprese formato dalla Sea Sud e dal Consorzio nazionale servizi, una delle big bolognesi del mondo coop, il cui direttore commerciale del Centro Italia è quel Salvatore Forlenza comparso nelle intercettazioni dell'inchiesta Mafia Capitale e finito nel registro degli indagati della Procura di Roma dopo che per lui il gip Flavia Costantini ha rigettato la misura cautelare escludendo l'aggravante mafiosa.

I lavori di pulizia inizialmente vengono affidati dal Consorzio a una delle sue associate, la cooperativa Antares, che però a luglio scorso, quando Poletti è già ministro del governo Renzi, viene estromessa dall'appalto perché il ministero scopre che non è in regola con la documentazione relativa ai contributi dei lavoratori. A questo punto il Consorzio nazionale servizi la sostituisce con un'altra delle tante coop associate, guarda caso proprio con la «29 Giugno», dopo che questa aveva ottenuto il via libera dal dicastero al quale spettava per legge attestare che la coop subentrante avesse tutti i requisiti richiesti. I requisiti a quanto pare li aveva e la coop di Buzzi si è ritrovata così a lavorare proprio negli uffici di Poletti, creando nuovi imbarazzi al ministro che tanto aveva faticato per allontanare da sé l'ombra di quella conoscenza «scomoda». Dopo lo scandalo e gli arresti, lo scorso 3 dicembre, il ministero del Lavoro ha chiesto chiarimenti al Cns sollecitando iniziative per tutelare l'amministrazione e i lavoratori. La risposta è stata che alla luce di quanto era accaduto la «29 Giugno» sarebbe stata sostituita da una nuova associata. Questo accadeva il 12 dicembre. Ma per il momento non è cambiato nulla e la coop di Buzzi lavora ancora in via Flavia.

Commenti
Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 20/12/2014 - 09:28

Ma se un politico avesse un po di dignità darebbe le dimissioni

Gianca59

Sab, 20/12/2014 - 09:58

Ma perchè Renzi non caccia Poletti ? Non gli crea difficoltà uno che un giorno si e uno pure viene coinvolto in questo giro di Roma mafiosa ?

tosijoe

Sab, 20/12/2014 - 10:09

come la pensate sull'arresto del sindaco ed alcuni più stretti collaboratori del comune di trani ????

baio57

Sab, 20/12/2014 - 10:16

Coop Rosse/Pci-Ds-Pd , il più grande conflitto d'interessi della storia italiana .

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 20/12/2014 - 10:40

cosa vi aspettavate: che riconoscesse i proprio errori?? anche questo signore non poteva sapere: non si chiama Berlusconi!

baio57

Sab, 20/12/2014 - 10:42

@ tosijoe (10,09) - La notizia è stata battuta alle 9,10 dall'agenzia Ansa Puglia ,quindi vedrà che a breve sarà pubblicata e la commenteremo,ma mi tolga una curiosità : "Che caXXo c'entra con l'articolo in questione ? Veda di commentare l'articolo sulla schifezza Romana e non solo, riguardante Coop Rosse/vertici Pd ,non sia ridicolo oltremodo."

Ritratto di ilmax

ilmax

Sab, 20/12/2014 - 10:54

e intanto nelle tv di regime continuano a dare solo colpe all'ex sindaco dicendo che inizia tutto in quegli anni, qualche fievole voce gli dice che non è così e loro continuano con il solito mantra: " giunta Alemanno, giunta Alemanno, giunta Alemanno.... " , ma tranquilli, se ne sta parlando sempre meno di "Mafia Capitale" perchè si stanno accorgendo che i più coinvolti sono a sx ed è meglio abbassare le luci fino a spegnerle del tutto!!! MPS docet!

Ritratto di ilmax

ilmax

Sab, 20/12/2014 - 10:59

Domenico Ferrara - Mar, 16/07/2013 - 13:32 La Camera spende 4 milioni per "depolverare" i libri, non bastano i 1500 dipendenti della Camera per mettere a lucido la Biblioteca di Montecitorio la Camera spende un milione di euro all'anno. La Camera stessa, presieduta da Laura Boldrini, che in data 23 maggio ha pubblicato e indetto un bando (scaduto il 9 luglio scorso) dal contenuto a tratti surreale. Rientra nella categoria di "servizi ricreativi, culturali e sportivi", si intitola "servizio di gestione dei depositi librari" e riguarda "il complesso delle attività di gestione dei depositi della Biblioteca della Camera dei deputati, di circolazione e distribuzione delle pubblicazioni, di fotocopiatura, di depolveratura del materiale librario, nonché lo svolgimento di attività ausiliarie”. www.ilgiornale.it/news/interni/camera-spende-4-milioni-depolverare-i-libri-936203.html

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Sab, 20/12/2014 - 11:24

Mi chiedo come mai questo signore fa ancora il ministro ........ Non sa proprio cosa vuol dire la parola , dignità . Insieme a lui sono in tanti che non capiscono il valore di questa parola .

Duka

Sab, 20/12/2014 - 11:26

Lo si può catalogare come il CLUB DEL PELO sullo stomaco naturalmente. Li abbraccia tutti dal capo al portaborse eppure tutti pronti a dire : Lo abbiamo ereditato, Io non centro, Non ne sapevo nulla, e via con queste puerili scuse da sorpreso con le mani nella marmellata.

Gioa

Sab, 20/12/2014 - 11:29

E' STATO SEMPRE DETTO CHE I POLITICI SONO INTOCCABILI?....CON UNA RIMOSSA FORTE ADDITO L'INTOCCABILITA'.... SAREBBE L'ORA. MAGISTRATURA TUTTA NOI ONESTI PAGHIAMO DA SEMPRE L'INTOCCABILITA' DI QUESTI CORROTTI PARATI.... MEGLIO TARDI CHE MAI E' GIUTA L'ORA DI BUTTARE FUORI STA BANDA DI SANTI...PAPA FRANCESCO PER FAVORE ASPETTA A SANTIFICARE QUESTA "ZAVORRA". ITALIANI AIUTIAMO TUTTA LA MAGISTRATURA A FAR SEMPRE PIU' LUCE PER DAR CORSO ALLA RIMOZIONE DIRETTA DI QUESTA BANDA DI MAFIOSI, CAMORRISSI E FACENTE PARTE DELL''NDRANGHETA!!. ITALIANI DIAMO MESSAGGI FORTI....CE LA FAREMO!!!. SIMAO STUFI E TANTO. VEGOGNATEVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!.

Dany

Sab, 20/12/2014 - 11:38

Ma è tutto il sistema coop che è un ladrocinio!!!

marcomasiero

Sab, 20/12/2014 - 11:59

OPS ... non sapevo se sapevo ero stato falsamente informato, dormivo, ero aasente quel giorno ... faremo pulizia ... le coop non sono tutte uguali ... e via di fregnacce !!!!! kompagni è da 70 anni che ammorbate l' aria dello stivale !!!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 20/12/2014 - 12:16

Per le Coop ,l'Italia cosa loro è!!!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Sab, 20/12/2014 - 12:38

...Appalti ad "personam" e la criminalità prolifera. Mi chiedo semplicemente cosa sarebbe accaduto se quello attuale non fosse stato un governo di sinistra dove, qualsiasi atto, moralmente deprorevole, trova giustificazione.

scipione

Sab, 20/12/2014 - 12:44

Se in questo merdaio ci fosse Berlusconi, una " rossa" lo avrebbe gia' processato e sbattuto in galera .

Iacobellig

Sab, 20/12/2014 - 12:50

Poletti, incompetente e neppure laureato, occupa una poltrona a lui non cónsona; dopo la notizia riferita all'assegnazione dell'appato delle pulizie del ministero del lavoro, deve solo andarsene in fretta e togliere il disturbo. Purtroppo Renzi, altro incompetente, pur di decidere da solo s'è dovuto circondare da ebeti, diversamente sarebbe stato oscurato! intanto moltissimi italiani devono subire ancora!

kayak65

Sab, 20/12/2014 - 13:13

e gli stringi comunisti appoggiano questa mafia!

tormalinaner

Sab, 20/12/2014 - 13:33

Il solito doppiopesismo dell'arrogante sinistra al potere, quando rubano loro diventa un contributo alla causa e diventa un atto lecito. Se Poletti avesse un po di dignità dovrebbe dimettersi.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 20/12/2014 - 14:00

Compagno di merenda.

magnum357

Sab, 20/12/2014 - 14:20

E' evidente il perchè la magistratura komunista non avesse mai indagato sui rapporti coop rosse e istituzioni !!!! La tangentopoli del '92 scoperta da Di Pietro è al confronto con questa una inezia !!!!!! Renzi e il suo governo è pieno di collusi con il sistema tangentizio !!!!

luigi.muzzi

Sab, 20/12/2014 - 14:30

i sinistri "puliscono" i panni in casa propria, il ministro Poletti è stato di parola !

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 20/12/2014 - 14:40

Questo Poletti non mi ha mai convinto ... sarà forse perché al suo nome si associa quello della Coop. Non mi ha mai convinto perché sembra che da un momento all'altro dica: " Sono sereno ... a mia insaputa ... non mi dimetto perché ho un compito da svolgere! " etc. etc.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 20/12/2014 - 15:03

CON LA CARICA CHE RICOPRIVA POLETTI POTEVA NON SAPERE???????? KOMPAGNI SVEGLIATEVI STANNO FOTTENDO ANCHE VOI. O NO?!?! AH SCUSATE VOI NO!, SIETE ESCLUSI IN QUANTO "ELETTI".

Furgo76

Sab, 20/12/2014 - 15:21

Ma perche dopo la caduta del sistema sovietico noi abbiamo ancora a che fare con questo sistema?? Coop?? Basta!! Eliminare questo tipo di societa compreso i privilegi che godono! Solo societa a regime ordinario! poi vedrai che tra stipendi, costi, tasse e contributi, di soldini per le tangenti non ne resta per nessuno!! è semplice! basta un decreto legge poi da convertire entro 60gg!

filder

Sab, 20/12/2014 - 15:30

E quale barbagianni avrebbe escluso che questi figuri sarebbero stati estranei alle Coop, questi sono dentro fino al collo e fanno finta di niente.

luna serra

Sab, 20/12/2014 - 15:39

l'appalto è stato dato alla coop di Buzzi all'insaputa di Poletti , se avesse un po di dignità si dimetteva

flip

Sab, 20/12/2014 - 15:44

come si può pensare e quindi scrivere che se un politico avesse un poco di dignità si deve "dimettere". E quando mai? sono delinquenti nati altrimenti lavorerebbero seriamente come tutti noi.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 20/12/2014 - 15:57

Se nel codice penale fosse incluso il reato di “ A MIA INSAPUTA” si svuoterebbe il parlamento e … non solo.

Paolino Pierino

Sab, 20/12/2014 - 16:09

Per conoscere chi è Poletti chiedere a Imola.E' stato Pres.Lega Coop Emilia Romagna per anni solo a Imola questi sono i buchi CESI - 380 milioni di Euro 3ELLE - 270 ITR LUgo -120 Coop Argenta -1,2 miliardi CMR - 780 milioni e tante altre Ecco chi è Poletti da Spassate Sassatelli altro che ministro del lavoro è il ministro dei fallimenti Nella sua vita salvo piantare due fagioli e due meli come perito agronomo e anadre in ferie per fare scena con la roulotte nel campeggio di Pinarella non ha mai fatto un c@@@@.Noi lo paghiamo pure e tanto!!!!

Ritratto di pinox

pinox

Sab, 20/12/2014 - 20:23

paolino pierino@ se tutto quello che hai scritto corrisponde a verità il cerchio si chiude.quello che hai tracciato è il profilo perfetto del politico comunista di successo: un fallito, incapace di fare persino una O col bicchiere, e con la faccia come il cxxo.