Così la Fallaci sbugiardò Fo: "Fascista prima nero, poi rosso"

La giornalista in una intervista a Panorama: "Quelli come lui hanno torturato mio padre"

Tra Oriana Fallaci e Dario Fo non correva buon sangue. Negli anni si scambiarono diverse accuse, il primo barricato su posizioni no-global, la seconda sempre controcorrente. Alla scrittrice fiorentina non piaceva «come giullare» e come autore «l'ho sempre bocciato». Inoltre fu lei a denunciarne il facile conformismo: «fascista nero» durante il Ventennio e «fascista rosso» quando essere di sinistra andava di moda.

La scintilla che fece scattare l'astio tra i due fu l'accusa che la moglie del drammaturgo rivolse alla Fallaci di fronte alla massa di no-global che nel 2002 invasero Firenze. In un articolo sul Corriere della Sera, Oriana aveva invitato suoi concittadini a dissociarsi dagli antagonisti violenti. Franca Rame e il premio Nobel dal palco la definirono una «terrorista». Nell'archivio storico di Panorama è possibile recuperare alcuni passaggi di una intervista alla scrittrice, raccolti in un lungo articolo dal titolo Oriana Fallaci risponde. «Franca Rame - le fece notare Riccardo Mazzoni - le ha dato della terrorista». «Già - rispose la giornalista - Dinanzi alla Basilica di Santa Croce, dal palcoscenico del comizio che ha aperto l'oceanico raduno. Sicché, quando la sua discepola cioè quella delle caricature è andata alla Fortezza da Basso con l'elmetto in testa, molti bravi-ragazzi l'hanno scambiata per me. Si son messi a ulularle Lercia terrorista, lercia terrorista. Del resto il marito della summenzionata ha detto che a Firenze io volevo i carri armati».

La Fallaci disse di provare «disprezzo» per i coniugi Fo e «una specie di pena, perché v'era un che di penoso in quei due vecchi che per piacere ai giovani radunati in piazza si sgolavano e si sbracciavano sul palcoscenico montato dinanzi a Santa Croce». In loro non vedeva dignità, mancanza di cui trovò conferma quando scoprì che Fo vestì la camicia nera della Rsi. «Sono rimasta sorpresa - disse - io che parlo sempre di fascisti rossi e di fascisti neri. Io che non mi sorprendo mai di nulla e non batto ciglio se vengo a sapere che prima d'essere un fascista rosso uno è stato un fascista nero, prima d'essere un fascista nero uno è stato un fascista rosso. E mentre lo fissavo sorpresa ho rivisto mio padre che nel 1944 venne torturato proprio da quelli della Repubblica di Salò. M'è calata una nebbia sugli occhi e mi sono chiesta come avrebbe reagito mio padre a vedere sua figlia oltraggiata e calunniata in pubblico da uno che era appartenuto alla Repubblica di Salò. Da un camerata di quelli che lo avevano fracassato di botte, bruciacchiato con le scariche elettriche e le sigarette, reso quasi completamente sdentato. Irriconoscibile. Talmente irriconoscibile che, quando ci fu permesso di vederlo e andammo a visitarlo nel carcere di via Ghibellina, credetti che si trattasse d'uno sconosciuto. Confusa rimasi lì a pensare chi è quest'uomo, chi è quest'uomo e lui mormorò tutto avvilito: Oriana, non mi saluti nemmeno?. L'ho rivisto in quelle condizioni, sì e mi son detta: Povero babbo. Meno male che non li ascolti, non soffri. Meno male che sei morto».

Commenti

accanove

Ven, 14/10/2016 - 09:24

sarà la storia a rispondere, ho comunque più rispetto per la Fallaci e la sua coerenza dell'appena morto "premio nobel"

giovauriem

Ven, 14/10/2016 - 09:28

quella che dice oriana è storia inconfutabile ,quello che diceve il politicamente polivalete fo è signora è tutto da verificare e sicuramente falso . a proposito i funarali laici a piazza duomo a milano ? ma siete sicuri che al guitto farà piacere evere un funerale laico con il fastoso duomo alle spalle ,visto che lui era un'amante dei poveri e dei lavoratori per che il funerale laico non lo fanno a sesto san giovanni ?

Aristofane etneo

Ven, 14/10/2016 - 09:47

Come persona e come mestiere, un "giullare di corte" e da questa ben ripagato. Pace all'anima sua.

Aristofane etneo

Ven, 14/10/2016 - 09:51

Ho incontrato Oriana Fallaci all'ambasciata italiana durante la guerra indo-pachistana.Che personalità! Ma sul cibo indiano e su tante altre cose dell'India abbiamo tratto impressioni completamente diverse. Rimpiango l'India.

venco

Ven, 14/10/2016 - 09:58

Anche a me non è mai piaciuto Fo con la sua comica opportunista e speculativa anticlericale.

magisax

Ven, 14/10/2016 - 10:47

Bella e brava la Fallaci, e dire che mi è sempre stata un po' antipatica per quella sua aria da superioretta.......in effetti lo era, sicuramente sopra molti, di una volta e moltissimi di adesso. I fascisti prima erano neri adesso effettivamente sono rossi, basta notare le città dove hanno piantato i denti.....speriamo nelle prossime elezioni.....

Tarantasio.1111

Ven, 14/10/2016 - 11:32

Un buffone cattivo...ha sempre mirato a riempire il suo portafoglio, poco importa se faceva del male all'intero paese.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 14/10/2016 - 12:19

-----ci sono similitudini tra i due personaggi---se fo è partito nero ed è diventato rosso--la fallaci ha fatto il percorso inverso--è partita rossa ed è finita nera---ognuno di noi dunque -prende dei due personaggi quello che gli piace---a me piace ricordare la fallaci partigiana che si unì alla resistenza--la fallaci fortemente atea ed anticlericale--anche se col tempo cambiò questa posizione--la fallaci pro aborto e pro eutanasia--cambiò col tempo anche queste posizioni--la fallaci pro gay--anche qui marcia indietro----quello che non sopporto di lei però è il fatto che guastò la sua immagine di donna sempre fiera e coraggiosa --infatti la malattia e la strizza della morte la avvicinò alla chiesa che aveva sempre contestato--troppo comodo e pavido comportamento--hasta

Gualtiero72

Ven, 14/10/2016 - 12:36

Uno come Fo ha torturato suo padre....anche io posso dire che uno come la fallaci mi ha offeso in un suo commento, ma non sarebbe giusto, perché non mi ha offeso la Fallaci. Non è un buon argomento di discussione perché si tende a prendere le persone a gruppi e non individualmente. Con questa logica....mio cugino ha rubato e quindi vado in prigione anche io. La Fallaci mi piaceva ma non ritengo che queste affermazioni siano costruttive ma frutto di rancore personale.

geronimo1

Ven, 14/10/2016 - 12:43

Termine giusto buffone cattivo, in un paese dove e' il Partito che decide se devi avere "il grano" e quanto averne..!!!!!!! ma ora non sapra' piu' che farsene......

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 14/10/2016 - 13:17

@Gualtiero72: E' vero che è sbagliato giudicare i "gruppi" di persone e non il singolo, sta comunque di fatto che Fo è stato un trasformista (leggasi anche voltagabbana o traditore). Che credibilità dare a questi loschi individui, tipo g.f. fini?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 14/10/2016 - 14:09

ORIANA FALLACI; ERA UNA DONNA CON LE PALLE! MENTRE DARIO FO LE PALLE NON LE HA MAI AVUTE!.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Ven, 14/10/2016 - 15:16

La verità di Oriana fa sicuramente male ai faziosi di questo forum, che, per ripicca, criticano la scrittrice per non parlare del repubblichino Fo poi leader "de sinistra".

Libero1

Ven, 14/10/2016 - 15:32

Un voltagabana che per comodo da fascista poi divento' uno dei peggiori komunisti ancora in circolazione. Sinceramente non capisco chi fosse e cosa abbia fatto per l'italia e gli italiani.Gli italiani si dovrebbero strappare i capelli(non io)solo perche'ha vinto non per merito ma per regalo il premio nobel per le tante pagliacciate che diceva.

Aleramo

Ven, 14/10/2016 - 17:24

A parte il voltagabbana, credo che nessuno pensi veramente che gli scritti di Dario Fo siano opere letteraie di rilevanza mondiale. Quello che è chiaro è che i premi Nobel, almeno quelli per le materie non scientifiche, sono dati in base a valutazioni politiche. Altrimenti non si capirebbe perché hanno dato il premio Nobel per la pace nientemeno che ad Arafat...

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Ven, 14/10/2016 - 17:25

Dario Fo e i suoi guitti di regime non erano neanche degni di nominarla Oriana Fallaci. La grande scrittrice ha fatto un'analisi chiarissima del personaggio, della sua fanatica signora e di tutti i saltimbanchi che lo affiancavano. Il premio Nobel lo meritava Oriana, ma anche quello è diventato merce di scambio, non lo avrebbe accettato.

Charly51

Ven, 14/10/2016 - 18:29

Premesso che non simpatizzavo ne per la Fallaci ne per Fo. Ma chi siamo noi per giudicare,stabilire quello che e giusto e non giusto??'

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 14/10/2016 - 18:35

certo che i comunisti partigiani invece facevano le carezze ai gloriosi italiani, abbiamo visto dopo la guerra in Emilia cosa fecero i partigiani comunisti..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 14/10/2016 - 18:36

certo che i comunisti partigiani invece facevano le carezze ai gloriosi italiani, abbiamo visto dopo la guerra in Emilia cosa fecero i partigiani comunisti..basta dire che li avete votati e messi al governo..

Trifus

Ven, 14/10/2016 - 19:08

Bisogna riconoscerlo FO è stato un grande personaggio, un rivoluzionario, in trascinatore, un guitto. Propongo che il suo nome venga associato ad una sala del Senato insieme ad un altro grande personaggio come lui, Carlo Giuliani. Per chi non lo sapesse Carlo Giuliani è quello che se ne andava in giro con un estintore, simbolo della pace, durante il G8 a Genova.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 14/10/2016 - 23:11

@elkid, per la Fallaci va detto che anche la Chiesa accettò questo suo riavvicinamento senza fargli troppe domande o rinfacciamenti!

BALDONIUS

Sab, 15/10/2016 - 08:38

GIULLARE: povero sfigato che,per campare, doveva far ridere i potenti facendo finta di irriderli nella speranza che dal tavolo del banchetto gli venisse lanciato qualche osso da contendrsi coi cani. Per lui, l'osso è stato il Nobel.

MOSTARDELLIS

Sab, 15/10/2016 - 10:26

Credo che "giullare", termine con il quale ora tutti si riempiono la bocca per santificare il Fo, sia equivalente di buffone. E non dico altro per rispetto ai morti.

un_infiltrato

Sab, 15/10/2016 - 16:29

Se vi dicessi che di questa storia, nel suo complesso, ne ho pieni i cabasisi?

eugubensis

Sab, 15/10/2016 - 17:11

Bellissimo, brava Oriana e bravo a chi scritto e ha pubblicato l'articolo. Ora dicono di aver fatto un funerale "comunista" ma intanto vicino a Gubbio tra Castiglione Altobrando e Santa Cristina si sono acquistati terreni e casolari per chilometri e chilometri e stanno costruendo anche il nuovo; altro che comunismo, di certo buoni per tutte le stagioni, come una infinità di altri.

orione43

Sab, 15/10/2016 - 17:54

Perché nessuno afferma che questo individuo ha barcamenato fra varie fazioni politiche e poi per favore il Carducci e la Deledda si stanno ancora rivoltando nella tomba per aver visto un simile scempio per il Nobel: Questo signore non era altro che un buon cabarettista

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Dom, 16/10/2016 - 11:24

Che i giullari siano ben ripagati dal potere è una gran verità: basta vedere Benigni! E' sconcertante vederlo tra gli accompagnatori di Renzi alla Casa Bianca!!!

Joe Larius

Dom, 16/10/2016 - 11:38

Una quarantina di anni fà, mi è bastato essere per caso presente ad una sua letteralmente "testicolare" esibizione avallata da pochi fedeli seguaci di corrispondente levatura cerebrale da un angolo di Piazza Grande a Locarno (CH). Il fugace involontario e casuale ascolto di qualche sua esibizione televisiva mi ha confermato la peculiare caratteristica del suo andazzo cerebrale nella quarantina d'anni che ne sono seguiti. Esiste un attributo in dialetto milanese che ben si adatta al soggetto e alle sue citate caratteristiche ma che mi astengo di nominare: sono un novantunenne ragazzo per bene.

Libero1

Dom, 16/10/2016 - 15:18

Basta...basta...con sto' teatrino orchestrato sul giullare fascista poi diventato komunista.