Così il governo vuole abbassare le pensioni

La tendenza è diminuire gli assegni per finanziare il settore sanità

Roma - Pensioni sempre più basse per riuscire a tenere ancora in piedi, forse, il servizio sanitario nazionale. Purtroppo l'unico pozzo sicuro dal quale attingere è sempre quello del lavoro dipendente e soprattutto delle pensioni. L'ipotesi per le prossime leggi di Bilancio sul tavolo del ministero dell'Economia sarebbe sempre quella tagliare la previdenza. Per indorare la pillola il governo la farebbe passare come un cambio. Se il cittadino vuole che lo Stato continui a garantire il diritto alla salute allora dovrà accettare un assegno più scarno. Ma se è certo che le pensioni diminuiranno è evidente pure il rischio bidone perché non è altrettanto certo invece che si riesca a garantire l'assistenza sanitaria. Non solo. Tagliare le pensioni a pochi metri dal traguardo oltre che iniquo è pure incostituzionale, come sottolinea il professor Roberto Pessi, prorettore e ordinario di Diritto del Lavoro della Luiss.

«Il nostro impianto costituzionale prevede che il lavoratore abbia diritto a una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro. Principio che resta valido per il trattamento pensionistico - sottolinea Pessi - Ma in modo strisciante attraverso una serie di manovre avviate già dai precedenti governi si persegue un obiettivo, mai dichiarato, che è quello di portare l'intero sistema pensionistico per tutti al minimo». Obbiettivo doppiamente iniquo perché, ribadisce Pessi, la «pensione va adeguata a quanto hai versato» e oltretutto non viene perseguito in modo trasparente.

Con il congelamento della perequazione automatica (ridotta in riferimento alle pensioni più alte in base a una scala inversamente proporzionale, ovvero più bassa è la pensione più alta resta la perequazione) «di qui a 20 anni prenderemo tutti la stessa pensione minima a prescindere da quanto versato», avverte Pessi. «Ma se si va verso un modello universalistico, ovvero pensione minima per tutti va detto prima - insiste il professore - Al cittadino va offerta la possibilità di decidere se stipulare una assicurazione alternativa». Dunque diminuire arbitrariamente le pensioni non è equo e viola il principio costituzionale che impone una correlazione tra i contributi e la pensione. Ma soprattutto perché penalizzare i virtuosi ovvero quelli che per anni hanno versato contributi, osserva Pessi, e non andare invece a colpire evidenti patologie come i regali fatti ai baby pensionati e i favori ottenuti con i contributi figurativi? Si colpisca chi oggi «ha già preso molto più di quello che gli spettava», insiste il professore. Con una manutenzione del sistema si possono colpire le patologie e non «i lavoratori virtuosi». Pessi boccia anche «la sentenza del 2016 che ha ritenuto illegittimo limitare la reversibilità della pensione in funzione della differenza di età» perché spiega, «se un ottantenne si sposa con una giovane di 30 vuole dire che con la reversibilità si dovrà pagare la pensione in eterno e questo non è accettabile».

Commenti

un_infiltrato

Mar, 11/10/2016 - 10:17

Se non usiamo il "4 dicembre" per mandarlo a casa sommerso da una valanga di NO, non avremo titolo di lamentarci per i prossimi 50 anni.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 11/10/2016 - 10:19

Lasciateci tutto in mano, ci pensiamo noi alle spese sanitarie. Tra pagare il ticket e attese di mesi per esami che ti servono subito è una presa per il c..o e basta.

trichi

Mar, 11/10/2016 - 10:32

perfettamente d'accordo con infiltrato.....

giottin

Mar, 11/10/2016 - 10:37

Ah, ma allora anziché la quattordicesima ci dà l'undicesima!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 11/10/2016 - 10:38

...d'altro canto bisogna pur garantire l'assistenza sanitaria gratuita a chi non ha versato un euro (e prima ancora una lira) di contributi. Andate a farvi un giro nei Pronto Soccorso... quelli che non hanno versato contributi e che noi manteniamo sono in prima fila. Codice rosso ovviamente. In tutti i sensi.

Marzio00

Mar, 11/10/2016 - 10:38

Pura e semplice matematica: allora i soldi sono pochi, ci sono molti sprechi e garantiamo la sanità pubblica a TUTTI (vedi nuovi arrivati) che non pagano nulla, quindi abbiamo aumentato gli utenti ma gli introiti sono sempre gli stessi, anzi diminuiscono con la perdita dei posti di lavoro ed il lavoro in nero!!!! I conti non tornano è semplice! Però mi piacerebbe che i sacrifici li facessero i parlamentari con stipendi d'oro e non i nonni italiani bisognosi di cure.....

antonmessina

Mar, 11/10/2016 - 10:41

le pensioni le han gia tagliate tra irpef comunale e regionale in continuo aumento . e poi devono mantenere le punture di insetto dei politici e la sanita dei clandestini . ovvio che recuperino da chi ha sempre e solo pagato per nessun beneficio sociale

Duka

Mar, 11/10/2016 - 10:43

Certamente guai a Dio TOGLIERE I VITALIZI e ancor peggio ridurre la busta paga del 50% a tutti i parlamentari a partire dalle regioni. Questo non si farà mai e nemmeno restituire il JET privato per il sollazzo del bullo fiorentino.

perseveranza

Mar, 11/10/2016 - 10:45

Il sistema di assistenza, lo stato sociale, la sanità e tutti i servizi non possono essere garantiti a tutti coloro che giungono in Italia. Il sistema crolla. O si rivedono le regole o si degradano i servizi e a rimetterci sono gli italiani che con le loro tasse hanno costruito il sistema stesso. Dire "prima gli italiani" è un principio di giustizia.

Libertà75

Mar, 11/10/2016 - 10:47

non dite che è incostituzionale, altrimenti liberopensiero vi insulta

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 11/10/2016 - 10:48

Non ci sono parole per definire questo elemento da baraccone e le sue azioni

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/10/2016 - 10:48

Se tagliare le pensioni oltre che iniquo, specie per chi ha maturato oltre quaranta anni di contributi, é pure incostituzionale cosa aspettano i signori magistrati, quelli della obbligatorietà dell'azione penale, ad intervenire?? Già l'obbligatorietà si applica solo quando fa comodo alla casta e disturbare il manovratore potrebbe incidere sui loro privilegi, ergo......

Carboni oreste

Mar, 11/10/2016 - 10:49

CIOE' PENTOLAIO? FINO A IERI SBRAITAVI CE CI DAVI LA QUATTORDICESIMA,ED OGGI MI VUOI ABBASSARE LA PENSIONE,X PAGARE LA SANITA'? POSTO IL FATTO CHE NOI EMIGRATI NON ABBIAMO DIRITTO AI SERVIZI SANITARI ITALIANI. BELLIMBUSTO IMBROGLIONE,I SOLDI CI SONO ECCOME,ALTRIMENTI NON SPENDEREMMO X ANDARE A PRENDERE I FURBI ARABOAFRICANI,AI QUALI DATE VITTO E ALLOGGIO SULLE SPALLE DI NOI CONTRIBUENTI,CASE POPOLARI PAGATE DALLE TRATTENUTE CHE CI FACEVANO IN BUSTA PAGA(QUOTA GESCAL C'ERA SCRITTO) lA SOLUZIONE E' UNA ED UNICA.uSARE LA MARINA MILITARE X RIPORTARE A CASA LORO TUTTO IL MARCIUME ARABOAFRICANO ISLAMICO. SALUTI DA HONG KONG

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 11/10/2016 - 11:03

Il gioco delle tre carte, prima dà la mancetta di 40 euro, poi le abbassa, ma MAI che si vanno a toccare le pensioni d'oro e vitalizi.

Ritratto di orione1950

Anonimo (non verificato)

Chanel

Mar, 11/10/2016 - 11:07

Sommergiamo questo governo con una marea di NO. La riforma costituzionale è oscena e tale la giudicano anche quelli che incomprensibilmente la votano (Cacciari Feltri.......) in base al grande principio del meglio che niente, ma anche per l'opportunità di mandare a casa un premier arrogante, patologicamente bugiardo, bulimico di potere e circondato da una massa di dilettanti allo sbaraglio

trichi

Mar, 11/10/2016 - 11:07

perfettamente d'accordo con un infiltrato....

PAOLINA2

Mar, 11/10/2016 - 11:07

Un articolo che lascia il tempo che trova.

Finalmente

Mar, 11/10/2016 - 11:16

spende e spande soldi per il suo giocattolo volante e per i migranti... ma quelli che il paese lo hanno costruito e foraggiano il baraccone della politica, incluso il suo stipendio, si ritrovano con un pugno di mosche... questo sta facendo da solo più danni di tutta l'intera prima repubblica, deve essere mandato a casa, perché la destra non organizza davanti a montecitorio una bella manifestazione, basta soldi ai migranti, basta essere presi per i fondelli, andiamo in qualche milione davanti al suo ufficio e facciamoci sentire, questo sta rovinando tutti

Blueray

Mar, 11/10/2016 - 11:17

L'inaffidabilità del sistema Italia è anche in questo continuo voler cambiare le regole del gioco. Ciò avviene ora per por rimedio a scelte scellerate, quale l'importazione no limits di clandestini, che sta mandando in tilt il sistema sanitario e quello dell'assistenza. Anziché contrastare il fenomeno primario (l'importazione) si cerca un barile da raschiare (pensioni) per fronteggiare il danno generato creando quindi subito un altro danno a catena. Tipico modus operandi della sinistra.

gneo58

Mar, 11/10/2016 - 11:18

noi tutti gli anni paghiamo sempre di piu' TUTTO - questi sono sempre in affanno - vorrei vedere i conti nero su bianco, ma quelli veri, per capire dove vanno esattamente i nostri soldi. Ho dei sospetti ma preferisco non pensarci.

geronimo1

Mar, 11/10/2016 - 11:25

Il discorso dei KOMPAGNI di dare la pensione MINIMA "universale" esiste da sempre.. Quello che non possono fare e' appiattire di colpo la situazione in essere o in divenire con situazioni contributive (e retributive per la parte iniziale..) completamente diverse....!!!! Ovvero, un po' come avviene in Germania, la pensione dello Stato e' circa uguale per tutti (livellat verso verso il basso), ma anche le trattenute sono state paragonabili per tutti..... E' chiaro che i vecchi "col grano" hanno fatto pensioni integrative da nababbi, usando i soldi che si trovavano in tsca durante il periodo lavorativo.... Se uno ha fatto la "cicala" e se li e' sputtanati... allora sono cavoli suoi...!!!! Non violando questi principi penso che ci guadagneremmo tutti.... (ma ripeto non VIOLANDO I PRINCIPI DI PROPORZIONALITA', non con l' assalto dei pirati che ritengo voglia fare Renzi...)...!!!!!

orsobepi

Mar, 11/10/2016 - 11:29

Complimenti vivissimi per questa ennesima perla, secondo me il giocattolo pensioni si romperà prima dei 20 anni (massimo 5 anni e saremo alla fame). Domande retoriche: 1) che fine hanno fatto i soldi NON incassati da INPDAP? sono stati mangiati dai topi? 2) quando i legislatori, parrucconi e boiardi di stato si renderanno conto che i loro stipendi/vitalizi/pensioni provengono dalle tasse e balzelli vari? Andando avanti su questo binario nel privato le aziende chiudono, aumentano i disoccupati sessantenni e lo stato cosa fa ? AUMENTA LA PRESSIONE FISCALE PER MANTENERSI I SUOI PRIVILEGI. Ripeto COMPLIMENTI.

linoalo1

Mar, 11/10/2016 - 11:29

E questi sono i Sinistrati al Governo!!!Ci vogliono vedere tutti morti,mentre loro ingrassano a dismisura,alle nostre spalle!!!!Di Tagli allo Stato,non se ne parla!!!Secondo questi Ignorantoni,sono solo i Cittadini che debbono Mantenere li Stato!!!!Grazie,NAPOLITANO!!!!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 11/10/2016 - 11:44

NO corale il 4 dicembre a questo pifferaio agente di Confindustria, petrolieri e bancari spregiudicati messo li' da un presidente che di peggio gli Italiani non hanno mai avuto.

19gig50

Mar, 11/10/2016 - 11:54

Questo non si rende conto che gli italiani sono vicini alla ribellione.

SAMING

Mar, 11/10/2016 - 11:57

Certamente la coperta è corta e, concedendo a tutti (leggi immigrati) il SSN gratis non facciamo che accorciarla di più a scapito degli italiani. Ma in tutta questa faccenda c'è chi ci guadagna e sono le Onlus e le Coop.che gestiscono i "clandestini". Buzzi disse che si guadagna più che con la droga ed è tutto dire. Ed allora che fare? Semplice: poichè i "clandestini" sembra non abbiano soldi, le Onlus, la Caritas e le cooperative che ricevono dai 35 ai 50 Euro al giorno per ogni "clandestino" e, per come vediamo che siano trattati, ne spendono forse 5 o 10 Euro per dar loro da mangiare, versimo 5 o 10 Euro al SSN per ogni clandestino che gestiscono per garantire loro la sanità gratis.Ma statene certi, da quell'orecchio non ci sentirà nessuno. Bella gernia di.... benefattori

lavieenrose

Mar, 11/10/2016 - 11:58

Dai Renzi, una stroxzxata al giorno toglie renzi di torno. Italiani SVEGLIA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11

Ernestinho

Mar, 11/10/2016 - 11:58

Ma se fino ad ieri dicevano che le avrebbero aumentate!

Ernestinho

Mar, 11/10/2016 - 12:06

La sommatoria sarà sempre uguale. Più soldi per il diritto alla salute (e non ci credo), meno soldi sulle pensioni!

agosvac

Mar, 11/10/2016 - 12:18

Diminuire le pensioni significherebbe aumentare il numero di persone che non possono più spendere soldi, vorrebbe spiegarci questo Governo barzelletta come potrebbe aversi una crescita senza gente che può spendere soldi????? La crescita economica di una nazione dipende dalle aziende, più producono più la Nazione tutta si arricchisce. Ma le aziende non possono produrre se nessuno compra i loro prodotti. Pertanto l'equazione è semplicissima: meno soldi in mano agli italiani= meno produzione delle aziende= minore crescita!!! E' incredibile che questo Governo di sinistra non riesca a capire una cosa così semplice!!!

mariod6

Mar, 11/10/2016 - 12:20

La macchina dello stato costa, le pensioni dei dirigenti, dei magistrati, dei boiardi, dei parlamentari ed i loro privilegi costano; i giri del mondo di Frottolo, della Boldrini e della Boschi costano. Non vorrete mica che paghino loro, no?? e quindi chi paga è sempre il cxxxxxo che ha versato tasse e contributi e balzelli per tutta la vita e che adesso deve raspare nei cassonetti per non crepare di fame. Non ho parole per definirvi che non siano da codice penale.

kayak65

Mar, 11/10/2016 - 12:26

facciamo diventare il 4 dicembre il nuovo 4 novembre. la vittoria sull'oppressore. votiamo tutti e lo cacceremo per sempre

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 11/10/2016 - 12:31

Io vorrei tanto conoscere quale è l'entità della spesa sanitaria per le "risorse" della Boldrini. E non mi riferisco tanto ai profughi ma agli immigrati che occupano il 50% delle case popolari di Milano e agli altri che sottraggono risorse agli italiani visto il forte tasso di natalità ed i redditi dichiarati pressochè inesistenti. La spesa sanitaria dovuta agli extracomunitari è un dato ignoto che viene accuratamente nascosto agli italiani perchè secondo me si teme una rivolta popolare se venisse reso pubblico.

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 11/10/2016 - 12:33

Sta di fatto che, dal 2007 che sono in pensione, prendo 200 euro di meno e se si considera la svalutazione reale, prendo la metà del 2007. Grazie a monti, letta e quest'ultimo pagliaccio che se ne frega della sentenza della Corte Costituzionale .

evuggio

Mar, 11/10/2016 - 12:36

ma come dopo aver letteralmente defenestrato Berlusconi con un colpo di stato per salvare l'Italia, Monti "il Salvatore" non aveva messo i conti in ordine con le lacrime ed il sangue degli italiani? Pinocchio, al quale il PD e accoliti tutte le mattine accorciano accuratamente il naso ed allungano le gambe, sta facendo di tutto per ottenere dal referendum il potere di "sgocciolarci" fino all'ultimo! Qui non basta mandare a casa lui ed i suoi amici, bisogna fare qualcosa di più!

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 11/10/2016 - 12:44

Renzi parla delle pensioni d'oro della casta o pensa di mettere le mani ancora selle pensioni dei lavoratori del ceto medio basso? Posso dare un suggerimento, tagli ogni "pensione" superiore a 5.000 euro, abolisca i vitalizi e i vari privilegi che la "casta" si è atribuita poi faccia due conti. Per favore non parlatemi di diritti "acquisiti o Costituzionalmente protetti" quando furono "abolite, tagliate" le pensioni volontarie adducendo che la pensione del "coniuge" poteva bastare non vi fu nessuna preclusione ad impossessarsi dei contributi versati e negare il pagamento di un diritto acuisito e stabilito dalle leggi di allora.

Una-mattina-mi-...

Mar, 11/10/2016 - 13:35

D'altro canto bisogna mantenere l'eccellenza mantenendo le orde africane di vitelloni autocertificati, UN PRIMATO CHE NESSUNO CI INVIDIA.

Malacappa

Mar, 11/10/2016 - 13:40

Abbassare tutto quello che riguarda gli italiani,aumentare tutto quello che riguarda gli invasori questa e' la politica del governo traditore.

conviene

Mar, 11/10/2016 - 13:44

Come si possa fare a scrivere certe cose è inaudito e aberrante|||

unosolo

Mar, 11/10/2016 - 16:03

le pensioni sono gia di fatto scese di 1500 euro x anno da tre anni , mai nessun governo riuscì a farle scendere , sempre salite anche di pochi euro ma sempre salite , questo governo prende soldi e fa in modo che altri raddoppino il prelievo direttamente in busta paga sia di operai che pensionati .prossimo anno anche peggio , il motivo è la mancata crescita , poi metteteci il mancato adeguamento sul furto fornero e sentenza mai rispettata ed è la fine di un sistema che funzionava bene ,.peccato nei suoi monologhi mai accenna a quella sentenza non rispettata.

Ernestinho

Mar, 11/10/2016 - 17:34

Una volta le pensioni aumentavano un pò alla volta per la famosa "indennità di contingenza". Adesso il loro valore diminuisce sempre!

Ernestinho

Mar, 11/10/2016 - 17:43

Riguardo alle pensioni di reversibilità è chiaro che se un ottantenne "sposa" una trentenne (ad es. la propria badante) ci deve essere una limitazione altrimenti andremo a finire nel baratro! La superstite "rischierà" di prendere la relativa pensione di reversibilità anche per 50 anni. E questo è, giustamente, "inaccettabile"!

Giorgio1952

Mar, 11/10/2016 - 19:34

In Svizzera funziona cos' : L’importo della pensione dipende da vari fattori: gli anni di contribuzione, l’ammontare del reddito, eventuali accrediti per compiti educativi o assistenziali. I lavoratori e i datori di lavoro sono soggetti all’obbligo di contribuzione; i beneficiari di una rendita completa sono coloro che hanno adempiuto integralmente all’obbligo di contribuzione. L’importo della rendita dipende dal reddito annuo medio : la rendita ammonta a 1.175 franchi al mese per chi ha pagato senza interruzioni i contributi e ha un reddito annuo medio che non supera i 14.100 franchi; la rendita massima ammonta a 2.350 franchi al mese per chi ha pagato i contributi senza interruzioni e ha un reddito annuo medio di almeno 84.600 franchi. La legge prevede che la rendita massima non può essere superiore al doppio della rendita minima.

zisp

Mer, 12/10/2016 - 14:01

Qualche illuso pensa che votando NO Renzi andrebbe a casa e tutte queste brutte cose d'incanto finirebbero. Ma intanto anche con il NO Renzi continuerebbe probabilmente a tirare avanti. Ma in ogni caso chiunque arrivasse dopo di lui farebbe anche di peggio, perché non è un problema di destra, sinistra, ecc. ma di stato fallito. Lo stato italiano è fallito e deve essere liquidato. Bisogna ripartire con stati piccoli e snelli. Il Veneto farà da apripista. #bastaitalia #ItaliaStatoFallito