Così Renzi ha ucciso l'economia

Quando chiedi a Giulio Tremonti come giudica gli scenari economici dell'Italia che Renzi ci ha lasciato in eredità, l'ex ministro dell'Economia ricorre ad un paragone molto calzante: è come se il precedente governo avesse vissuto una sua realtà, una realtà virtuale. Ha preso provvedimenti, ha accantonato misure, ha privilegiato risorse tutte «pro domo sua» e indipendentemente dalle necessità della congiuntura e della recessione sempre più grave. Mi vengono così in mente le parole di un altro professore, Luigi Zingales, che nell'intervista al Giornale dell'altro giorno, aveva sottolineato come, dal marzo scorso, non è stato adottato più alcun provvedimento considerato impopolare dagli italiani per non rischiare di perdere consensi in vista del referendum.

È come se si fosse tutto fermato. Se il palazzo brucia, lasciamolo bruciare. Due i casi più significativi. Da una parte Montepaschi, che ha continuato ad accumulare debiti su debiti: ancora in ottobre il ministro Padoan aveva, anzi, rassicurato i risparmiatori perché tutto era sotto controllo. Salvo, poi, fare repentinamente marcia indietro alcune settimane dopo, quando la doppia frittata quella delle passività della banca a livello fallimentare e quella della Caporetto dei Sì - era ormai fatta con buona pace di Renzi. Ma in autunno da Palazzo Chigi e dintorni era anche arrivata la notizia sulle offerte in dirittura d'arrivo per Mps di investitori del Qatar e di Soros: in realtà, i fantomatici acquirenti si sono dileguati come nebbia al sole per il semplice motivo che non hanno mai espresso ufficialmente il loro interesse all'operazione. Solo tanto fumo per arrivare, in zona-Cesarini, a un salvataggio che poi non è stato un vero salvataggio come ha fatto sapere, lunedì, la stessa Banca centrale europea di Draghi: ci vorranno altri quattrini.

Del resto, l'istituto di Siena è solo la punta dell'iceberg di una emergenza-credito che parte da molto lontano (ricordiamo il quasi-crac di quattro banche nel 2015), e che è andata sempre più deteriorandosi proprio per colpa di un governo che non ha voluto «sporcarsi le mani» in prossimità delle grandi manovre referendarie. Un pesante fardello che Gentiloni si è, ora, dovuto farsi carico e, per giunta, con gli stessi ministri che hanno contribuito all'attuale disastro.

E che dire di tutte le misure che sono state accantonate per indorare la piccola degli elettori italiani? Un esempio tra i tanti: l'aumento di due punti dell'Iva che sarebbe dovuto scattare il 1° gennaio, una patata bollente che Renzi, per i soliti fini elettorali, ha preferito lasciare ai posteri, nonostante l'emergenza del debito pubblico. Il nuovo premier si è trovato in eredità anche questo fardello e sarà costretto a passare subito all'incasso per rastrellare i quattrini aggiuntivi chiesti da Francoforte per salvare proprio Mps anche perché la Ue non è più intenzionata a chiudere un occhio sul nostro bilancio. E, allora, mi chiedo, aumento dell'Iva a parte, cosa altro Gentiloni sarà costretto a inventarsi per recuperare il tempo colpevolmente perso in tanti mesi d'immobilismo.

Ma l'aspetto forse più paradossale della vicenda e che, in tutte le salse, per tutta l'estate ci avevano bombardato sul fatto che la vittoria del No al referendum avrebbe favorito il fallimento dell'Azienda Italia: aveva cominciato l'ufficio studi della Confindustria seguito, poi, da tanti altri autorevoli guru. Dicevano che la sconfitta di Renzi sarebbe stata un'Apocalisse per la nostra economia. Invece la verità è un'altra: la nostra economia è ancora più in panne, con tanti imprenditori sull'orlo del baratro, proprio per colpa dell'ex premier che ci ha portato in mezzo alla tempesta perfetta facendo finta di nulla e non prendendo le giuste misure al momento giusto. Cornuti e mazziati, ma fino ad un certo punto perché Renzi non c'è più.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 30/12/2016 - 17:09

Mica per niente in tanti qui l'avevamo subito sopranominato FROTTOLO!!! AMEN.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 30/12/2016 - 17:37

Il tutto si puo' agevolmente riassumere nella ben nota capacita' SINISTRA di distruggere l'economia innalzando a dismisura il debito.....fino all'inevitabile crac come la storia insegna tristemente.

VittorioMar

Ven, 30/12/2016 - 17:44

...NON DIAMOLI TUTTI I MERITI.!!...IN MOLTI HANNO CONTRIBUITO!! ..la lista è drammaticamente lunga!!

maurizio50

Ven, 30/12/2016 - 17:44

E questo era il fenomeno espresso dal cattocomunismo dilagante, colui che ci avrebbe fatto lavorare di meno e guadagnare di più. In due parole indici economici: tutti in negativo; indici in crescita: solo uno, vale a dire quello dei 180.000 clandestini /anno importati grazie alle azioni suicide volute da Frottolo e soci di andare a raccattare TUTTI per mare e per terra. Alla fine chi paga???????????????

aldoroma

Ven, 30/12/2016 - 17:52

pinocchio era un signore

tomasmac1

Ven, 30/12/2016 - 18:09

Renzi ha raccolto il niente che in Vent anni hanno seminato i governi Berlusconi dei quali Tremonti era il coltivatore,non faccia tanto il furbo.

Duka

Ven, 30/12/2016 - 18:12

hA DEVASTATO LA NOSTRA ECONOMIA NON CERTO LA SUA. LO HA PURE DICHIARATO CHE HA TRASCORSO 1000 GG STRAORDINARI. CERTAMENTE NON SI E' FATTO MANCARE NULLA , ROLEX, GIOIELLI, VIAGGI, RICEVIMENTI E PERSINO IL JET PERSONALE CHE PAGHIAMO NOI, NATURALMENTE. UN GRANDE CAFONE IL CUI VERO MESTIERE E' L'IMBROGLIO.

Anonimo (non verificato)

Cheyenne

Ven, 30/12/2016 - 18:16

per smentire

Anonimo (non verificato)

settemillo

Ven, 30/12/2016 - 18:18

Renzi? VUOTO A PERDERE; questo soggetto dovrebbe essere IMMEDIATAMENTE cacciato dal nostro misero paese a pedate sul deretano. Ci ha portati sul lastrico e nonostante ciò i suoi sodali continuano a fidarsi di un inutile PAROLAIO senza PUDORE.In un paese serio, soggetti come lui, verrebbero messi in GALERA A VITA e buttate le chiavi nell'OCEANO PACIFICO.

settemillo

Ven, 30/12/2016 - 18:26

Il soggetto in questione, per tutti i danni che ha causato al nostro misero paese, dovrebbe essere in GALERA oppure mandato in esilio, alimentato solo di pane e acqua, possibilmente attinta dalla FOGNA. BRUTTA RAZZA BASTARDA!

settemillo

Ven, 30/12/2016 - 18:35

Renzi? Un QUAQUARAQUA; praticamente ...VUOTO A PERDERE! Pinocchio avrebbe fatto certamente di MEGLIO!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 30/12/2016 - 18:51

Basti una parola dato che le altre tre le ha spiegate molto bene lei nel suo articolo da brividi. Non si è mai vista una Finanziaria con 93 commi e, tra le tante righe scorgiamo che per i terremotati delle MArche, lo Stato spenderà il 10% soltanto per i Tecnici che dovranno fare, dirigere, seguire e collaudare, le opere per rimettere in piedi tutto il Sistema. Gli altri denari saranno i Privati a doverli sborsare e, se questo è l'antipasto, figuriamoci cosa sarà il "pranzo". Chiudo AUGURANDO Shalòm a Tutti gli amici.

nigib

Ven, 30/12/2016 - 18:53

Bastardi e pezzi di mxxxa

Ritratto di kardec

kardec

Ven, 30/12/2016 - 19:34

E pensare che l'idiota assoluto che lo ha sostituito ne "rivendica" (sic!) la continuità ...... dopo che il 60 e oltre per cento degli Italiani lo ha mandato a farsi fottere. Il fatto che con un presidente "ameba" non andiamo da nessuna parte !

unosolo

Ven, 30/12/2016 - 19:38

invece di dare lavoro regalava soldi per incentivare il non lavoro , ha creato maggiori parassiti ,.

GVO

Ven, 30/12/2016 - 20:10

Renzi e Obama copia di ferro....i magnifici trombati.! Non è vero caro Benigni, tu che sei un miliardario dovresti saperle queste cose...!!

istituto

Ven, 30/12/2016 - 21:27

Renzi ha DEVASTATO l'Italia né più né meno come il suo amico Barack Obama che ha DEVASTATO l'America ed il mondo intero. Non per niente sono tutti e due DIVERSAMENTE SINISTRI.

unz

Ven, 30/12/2016 - 22:25

era morta da tempo

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 31/12/2016 - 00:59

Non ci vuole un bocconiano per capirlo, bastava una qualunque massaia di Voghera.

paolonardi

Sab, 31/12/2016 - 02:22

@unz: Di tutte le economie mondiali quella che sta peggio, Grecia esclusa, e' la nostra. Le altre si sono riprese mentre le due sunnominate, guarda caso a guida social-comunista, no.

il sorpasso

Sab, 31/12/2016 - 08:01

No non aumentiamo le tasse: parole del gatto e della volpe. Italiani svegliatevi e non votate più questi individui solamente bugiardi.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Sab, 31/12/2016 - 08:12

x VittorioMar gentile signore parlando di meriti occorre ricordare le parole della sinistra casta di sinistra, parole dette quando ad essa casta, non stando al potere, era impedito di perseguitare gli italiani veri! Le parole erano: Chi governa? Espressione secca e concisa, senza appello e priva delle chiamate in correo a lei care! Si deve ricordare le parole di Lenin: Le menzogne sovietiche sono verità rivoluzionarie! Quindi tutto va bene pur di distruggere l'economia degli italiani veri! Anche quattro generi mai eletti dal popolo! Un parlamento dichiarato illegittimo dalla Corte costituzionale! Ma la sinistra casta di potere sinistro non molla il potere! Perché? Sereno anno nuovo. ... Libertà o cara

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 31/12/2016 - 09:12

il vero problema sta nel fatto che oltre a tutto se ne vanta! questo ragazzino si sta rivelando un vero presuntuoso dalle dubbie capacità!

lavieenrose

Sab, 31/12/2016 - 09:27

unz, sinceramente non era morta ma in coma reversibile, solo che da monti in poi gli hanno dato il cianuro per non farla uscire dal coma. Renzi poi si è rivelato totalmente privo di ogni scrupolo morale con le sue mance elettorali e mi sono spesso chiesto se è veramente incompetente in economia o perseguisse un disegno perverso di annientamento totale della povera Italia. Questo dubbio si è ulteriormente rafforzato vedendo il comportamento di renzi con la merkel (false diatribe lo si capiva a vista) e con obama.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 31/12/2016 - 09:48

gpl_srl@yahoo.it: mi perdoni, non si sta rivelando un vero presuntuoso ma lo è da un pezzo e oltre che presuntuoso anche bugiardo della peggior rima.

roberto.morici

Sab, 31/12/2016 - 09:50

Veramente almeno una cosa, della quale è d'obbligo ringraziarlo, il buon frottolo l'ha compiuta: ci ha lasciato in eredità il favoloso "aereo che non vola" che ci costa solo 40 mila euri al giorno. Non vi pare una impresa più che notevole?

buri

Sab, 31/12/2016 - 10:22

tutto inizia da Napolitano che con il suo colpo di stato porta Monti al governo, da quel momento non ci sono più stati governi eletti democraticamente ma solo governi nominati dal Colle, in mano ad avventurieri incapaci ed incompetenti tutti dedicati agli interessi della loror parte politica, ed ora ne vediamo i risultati

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 31/12/2016 - 11:41

Veramente ha devastato tutto quello che ha toccato.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 31/12/2016 - 11:44

Risultati dei diversamente bocconiani.

elio2

Sab, 31/12/2016 - 12:04

Solo dei comunisti, che come ben sanno anche i bambini dell'asilo, non possono essere intelligenti, potevano contare sulle strampalate politiche economiche dei compagni, che ovunque imposte, mai in modi democratico, hanno sempre e solo fallito, infatti dopo soli 5 anni di regime comunista, tutti gli indici economici sono in negativo, e dopo aver tassato anche l'aria, il debito pubblico è passato dal 121% al 137,5% , 3,5 milioni di nuovi poveri, miseria diffusa tra i pensionati e classe operaia, economia disastrata e parassitaria, per comperarsi il consenso, centinaia di migliaia di aziende, hanno chiuso o delocalizzato, ma in compenso ci hanno riempito il Paese di ogni rifiuto dell'umanità da mantenere in alberghi e resort, che le loro cooperative utilizzano per fare soldi a palate, 5 miliardi solo per quest'anno con una crescita esponenziale di un miliardo in più ogni anno, eppure trovano ancora degli imbecilli disposti a votarli.

unosolo

Sab, 31/12/2016 - 16:15

ma quel cavolo d'aereo non potevano darglielo come TFR e fargli aprire un mutuo con MPS per pagarselo ?