Costa Smeralda L'Aga Khan difende il suo mare

Antonio Risolo

Si chiama «One Ocean Forum», evento ideato dallo Yacht Club Costa Smeralda e dedicato ai progetti innovativi di salvaguardia dell'ambiente marino mondiale, in partnership con Sda Bocconi Sustainability Lab e Commissione Oceanografica Intergovernativa dell'Unesco. L'annuncio è stato dato a Milano dal commodoro dello Yccs, Riccardo Bonadeo. La gigantesca offensiva contro l'inquinamento dei mari vale circa un miliardo di euro. Il Forum, in programma al Teatro Parenti di Milano (3-4 ottobre), è patrocinato dalla principessa Zahra Aga Khan.

Quattro i punti prioritari: le microplastiche, oggi presenti in enormi quantità in tutti i mari; il cambiamento del clima, responsabile dell'acidificazione delle acque; lo sviluppo della blue economy, utilizzando l'innovazione; l'Ocean Literacy, ovvero spiegare e far capire l'influenza che l'oceano ha sulla nostra vita e l'influenza che le nostre azioni e i nostri comportamenti hanno sull'oceano.

Da qui l'appello al mondo delle imprese e del business. Il loro contributo in tema di sostenibilità ambientale - istituzioni private o pubbliche - adottando pratiche virtuose, può avere un impatto positivo sulla salvaguardia dell'ambiente marino. In occasione del Forum di ottobre saranno presentati alcuni progetti di aziende che hanno sviluppato alternative sostenibili in questo campo. Dal Forum, infine, uscirà la «Charta Smeralda», un documento che dovrà promuovere la consapevolezza sui principali aspetti di impatto ambientale legati alla vita degli oceani e a definire ambiti di intervento concreti e immediati. L'evento si chiuderà con la firma ufficiale della Charta da parte di Zahra Aga Khan e del commodoro dello Yccs, Riccardo Bonadeo.

Advisory board: tra gli altri ricordiamo Leonardo Ferragamo, presidente di Nautor Swan, Marina Stella, direttore generale di Ucina Confindustria Nautica, Pier Luigi Loro Piana ed Ernesto Mauri, amministratore delegato di Mondadori. In occasione della conferenza stampa è stato lanciato ha lanciata #nobottle4theocean, una social challenge creata per sensibilizzare tutti ai temi della sostenibilità marina.

L'obiettivo è diffondere il più possibile la sfida contro l'inquinamento dell'oceano e accrescere la consapevolezza sul tema, attraverso un linguaggio non convenzionale.