D'Alema e Letta son pronti alle armi contro l'Isis

I due ex premier, a differenza di Renzi, non escludono l'intervento militare in Siria. Letta: "Non possiamo limitarci a fare il tifo per i francesi cantando la Marsigliese"

Enrico Letta e Massimo D'Alema spingono per l'entrata in guerra dell'Italia contro l'Isis."Non credo che possiamo limitarci a fare il tifo dall'esterno. Non si può paragonare questa vicenda alla guerra in Libia, alle primavere arabe o alla prima fase della crisi in Siria. Adesso la situazione è più complessa e non è legata ad un singolo attacco a Parigi il 13 novembre scorso. Lo dimostra quello che vive Bruxelles, chiusa da una settimana", ha spiegato a Radio Anch'io l'ex premier Letta che, dopo essersi dimesso da parlamentare, vive e insegna a Parigi.

"Non possiamo mettere un limite preventivamente, fare il tifo dall'esterno perchè la cosa non ci tocca con l'idea che meno ci esponiamo e meno saremo attaccati dai terroristi", ha aggiunto Letta che non si è lasciato sfuggire l'occasione di criticare implicitamente la posizione del governo Renzi: "Da parte dell'Italia serve una disponibilità non solo cantando la Marsigliese, troverei ipocrita che ci limitassimo a una solidarietà a parole. Dobbiamo essere disponibili perchè anche noi siamo sotto attacco". Per Letta, "non a tutti verrà chiesto di fare la stessa cosa" e perciò magari dovremmo "sostituire i francesi in scenari in cui sono presenti adesso se le loro forze armate saranno impegnate contro Daesh, ci sarà da fare supporto, forse qualcosa di più. Ma sarebbe sbagliato far passare i giorni pensando che l'emozione calerà, non sarà così".

Anche secondo D'Alema, dalle pagine di Repubblica, sostiene che non bisogna escludere un intervento militare di terra in Siria: "Potrebbe diventare inevitabile se le forze che oggi combattono l'Isis, e che noi dobbiamo sostenere di più e meglio, non ce la facessero o addirittura fossero travolte". L'ex premier sottolinea poi come "francesi e inglesi prima di agire avrebbero dovuto coinvolgere il Consiglio europeo. E' chiaro, poi, che quando si tratta di un'azione militare, la svolgano i Paesi che ne hanno la volontà e sono in grado di farlo", ma riconosce al governo italiano di aver voluto tenere un profilo basso sulla vicenda "anche con una certa saggezza...".

Commenti

unosolo

Mar, 24/11/2015 - 14:41

per andare in guerra o mettersi a disposizione si devono avere mezzi adeguati e a sufficienza e noi da quattro anni non siamo in grado di essere a pieno titolo alleati certi e armati a dovere , carenza di soldi per la sicurezza portano a uno Stato debole e inaffidabile , non abbiamo aerei a sufficienza e non abbiamo materiale di sicurezza per gli uomini , lo sanno tutti i Paesi , è come avere un accattone al seguito, questo appare almeno da come vivono normalmente le forze di polizia costretti a comprarsi anche le divise con propri soldi,

Ritratto di fortezza

fortezza

Mar, 24/11/2015 - 14:43

Il primo atto di guerra contro l'ISIS è smettere totalmente di accogliere i refugiati finti e veri. Impedire con le buone e con le cattive qualsiasi sbarco. Poi espellere tutti gli stranieri irregolari e quelli che sono manifestamente antioccidentali. Chiudere le moschee e chi vuol pregare lo faccia in casa. Ai nemici non si fanno regali.

claudio faleri

Mar, 24/11/2015 - 14:58

ma come sono stati sempre amici di d'alema e del ruffianetto-scendiletto di letta ed ora li vogloino bombardare, qualcosa non torna, d'alema ora è di destra, dimenticavo, ora che è pieno di soldi fa il borghese, prima li odiava e andava a tirare le bombe molotov....come fai a rispettare queste teste di c........o

alfa553

Mar, 24/11/2015 - 15:18

Si ....Armiamoci e partite.......con quelle due facce da scemi incalliti,vanno alla guerra.BUFFONI !!!!!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 24/11/2015 - 15:54

DOPO; IL 1945 L;ITALIA HA DICHIARATO 2 VOLTE GUERRA; É TUTTE LE 2 VOLTE SONO STATI POLITICI DI SX A DICHIARARLE! LA 1 VOLTA É STATO D;ALEMA A DICHIARARE GUERA ALLA SERBIA! É LA 2 VOLTA É STATO NAPOLITANO A DICHIARARE GUERRA ALLA LIBIA; CON CONSEGUENZE DISASTROSE PER IL NOSTRO PAESE; É POI I POLITICI DI SX CHIAMANO QUELLI DI DX RAZZISTI É GUERRAFONDAI?!.

PEPPINO255

Mar, 24/11/2015 - 16:01

"Finché c'è guerra, c'è speranza".... I trafficanti di armi si fanno avanti e si comincia a capire dov'è il "marcio" anche nella vicenda Isis... Perché i giornali non si dedicano a richiedere le dimissioni dei governi Renzi-Berlusconi che hanno fatto più danni di quanti ne abbia fatto l'Isis in tutto il mondo? Perché non parlano delle accuse dei pentiti di Mafia rivolte ad Angelino Alfano e Berlusconi di far largo utilizzo di voto mafioso? E di Schifani ? Avete materiale sovrabbondante eppure vi affannate a parlarci di quattro scalmanati sguinzagliati contro i civili per legittimare gli interventi in Siria ed in medio oriente .... Chi conosce i BUGIARDI fa fatica a credere anche a ciò che si vede...!!!

Libertà75

Mar, 24/11/2015 - 16:02

Il bello è che se Letta e D'Alema fossero al Governo farebbero ora come Renzi (ossia orecchie da mercante). E Renzi farebbe come loro (ossia i saputelli del caso). In ogni caso il PD è sempre lo stesso, vuole governare e fare opposizione contemporaneamente, nella perfetta logica komunista di un solo partito.

buri

Mar, 24/11/2015 - 16:06

hanno rafione, ma per fare la guerra ci vogliono, oltre agli uomini, i mezzi e le armi, orbene dopo i continui tagli alle forze armate non siamo probabilmente in grado di impegnarci, e poi manca la volontà politica. quindi non dobbiamo meravigliarci se tutti ci snobano e se a livello internazionale il peso dell'Italia è nullo

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mar, 24/11/2015 - 16:14

Dove prendono i soldi questi pagliacci? Che facciamo? La guerra degli straccioni?

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 24/11/2015 - 16:28

Il suggerimento è di stare in cucina a prepare i pasti per i combattenti?

Fjr

Mar, 24/11/2015 - 16:46

Come no!Andiamo in guerra magari sparando con munizioni difettose, sai le risate dell'ISIS , in passato ,basta pensare alla campagna in Russia, siamo andati a combattere come l'armata Brancaleone, non scendono iin campo gli americani , superattrezzati .....

27Adriano

Mar, 24/11/2015 - 16:47

Prima avete permesso anche ai terroristi di stabilirsi in Italia, poi li avete protetti, adesso volete combatterli. Compagni d' Alema, letta, Renzi, colleghi del piffero e Vostri sostenitori, cominciate voi a combatterli!!!!

celafacciamose.....

Mar, 24/11/2015 - 17:03

per unosolo: non credo stiamo parlando di "quanto" si impegna nella guerra, anche se il quanto è comunque importante. Se il nostro esercito, esagero volutamente, fosse composto solo da crocerossine, bene mandiamo quelle e diamo il nostro contributo per quello che possiamo. Ma, per la carità, ragionare sul confronto culturale con chi mette una bomba sull'aereo e uccide 220 persone (questo ce lo dimentichiamo ed è emotivamente meno forte degli attacchi di Parigi, ma le vittime furono quasi il doppio) o con chi spara a persone inermi che bevono un caffè, ma dimmi, Renzi, essere inutile al mondo, cosa cavolo vuoi culturare? E' un modo vigliacco per non impegnarsi e per prostarsi davanti a chi ti ha, ormai, per i ciondoli.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 24/11/2015 - 17:20

Rimpiangere Letta e D'Alema? Vuol dire che ormai siamo finiti, ma con una crescente popolazione islamica, che si vede dappertutto, tranne dove si manifesta contro l'Isis e le stragi islamiche: una bella soddisfazione!

eloi

Mar, 24/11/2015 - 17:49

scrive D Alema: L'Italia vole mantenere un profilòo basso su la vicenda. Domando cosa fa e cosa ha fatto fino ad ora la grande Germania? Solo forse buoni affari, con le guerre degli altri.

scarface

Mar, 24/11/2015 - 17:54

Quando un paese entra in guerra il comando delle forze armate è gestito direttamente dal presidente della repubblica... nel nostro caso... servono altri commenti ?

Cheyenne

Mar, 24/11/2015 - 18:16

Baffino è un fetente ma almeno in Kossovo si comportò bene

giottin

Mar, 24/11/2015 - 18:18

d'alema e letta in guerra, sì, pilota e co-pilota di un f 16.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 24/11/2015 - 18:22

Cosa succede??? D`Alema e Letta vanno nel medio Oriente a far la guerra all`Isis??? Con cosa vanno, con il LIBRETTO di Mao ??? Dal Golpe ai danni di Berlusconi, questo governo ABUSIVO, non hà fatto altro che emanare tasse, agevolare le Banche, gli ZINGARI e i MIGRANTI mentre per la popolazione, TASSE e PROMESSE, per polizia ed esercito, NON C`È DANARO PER BENZINA, NE PER ARMAMENTI, MENTRE ORA PER RISPARMIARE, NELLE PALLOTOLE, NON C`È ABBASTANZA POLVERE DA SPARO??? Da quale pianeta vengono, questi FASIO-SOCIAL-COMUNISTI, CHE SI SPACCIANO PER DEMOCRISTIANI???

giottin

Mar, 24/11/2015 - 18:23

L'italietta che entra in guerra, ha ha ha, ma se abbiamo le pallottole difettose per le forze dell'ordine, dove vogliamo andare? Lasciate che le guerre le facciano gli uomini veri non i puffi.

Ritratto di echowindy

echowindy

Mar, 24/11/2015 - 18:35

DUE ESEMPI DI ECCELLENTE QUALITÀ MORALE GLI ONORABILISSIMI D'ALEMA E LETTA. PRONTI ALLE ARMI CONTRO L'ISIS PER MOTIVI STORICI E CULTURALI. REPUTIAMO PERO’ CONVENIENTE, CHE LORO SIGNORI RIMANGANO ESTRANEI DA QUALSIASI OPERAZIONE DI COMMANDO… :) 

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mar, 24/11/2015 - 18:43

Con le spese militari che hanno continuato a diminuire, questi due compagni pensano che ai nostri soldati basti essere dotati di falci e martelli?

Ritratto di rebecca

rebecca

Mar, 24/11/2015 - 19:45

non basta armarsi debbono anche partire e..........possibilmente non tornare più in Italia! due di meno da mantenere!!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 25/11/2015 - 01:19

Ma guarda che strano. Ora fanno gli stessi discorsi di Salvini senza però smettere di accusarlo di allarmismo e di cavalcare a fini elettorali il terrorismo islamico. LORO INVECE NON CAVALCANO IL TERRORISMO. GLI HANNO SOLO ATTACCATO IL CALESSE DEI CIARLATANI DI SINISTRA.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 25/11/2015 - 05:01

sono quelli dell'''armiamoci e patite''

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 25/11/2015 - 11:39

Questa volta concordo con D'Alema e Letta ; l'opportunismo di Renzi ,fatto di sfilate ed inni , non mi piace. Siamo al famoso "armiamoci e partite" perchè noi attendiamo ulteriori informazioni. Renzi ha capito che l'Isis controlla un territorio grande come l'Italia ed ha appoggi di Stati ricchi e potenti e che se non si elimina subito diventerà una spina nel fianco dell'Europa per decenni ?

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 25/11/2015 - 14:21

Il Babbeo Renzi è addirittura meno sveglio di Baffino e Stai Sereno. Il chè è tutto un dire.

claudio faleri

Mer, 25/11/2015 - 16:17

il nostro caro d'alema è diventato di destra, i rivoluzionari, erano suoi amici, li venerava ma poi qualcosa ha cambiato la sua fede staliniana, ha assaporato il profumo dei soldi, soldi borghesi, schifosi ma sempre soldi e piano piano ha cominciato ad amarli fino a convertirsi al cosiddetto capitalismo, tanto odiato ma le persone cambiano durante la vita, la coerenza è la cosa più difficile, peggio dell'onestà