Dall'Europa profezie e pizzini: "2020, Italia fuori dall'euro"

Economisti in allarme per le politiche del governo. Nouriel Roubini teme un "nuovo 2008" tra due anni

Sui mercati globali spirano venti di tempesta e il governo gialloverde non pare in grado di fronteggiare quella che a stretto giro potrebbe diventare un'emergenza. «Nelle istituzioni internazionali c'è la preoccupazione che in Italia ci sia una ripetizione della crisi del 2011», ha dichiarato l'ex commissario alla spending review, Carlo Cottarelli in un'intervista a ItaliaOggi. Timori condivisi dal presidente della Bce, Mario Draghi, che ha ben presente lo scenario difficile nel quale il nostro Paese si dibatte e, per questo motivo, ha invitato l'esecutivo alla prudenza.

In un'analisi pubblicata su Project syndicate, l'economista Nouriel Roubini (uno dei pochi ad aver previsto il crollo del 2008) ha evidenziato che «nel 2020 le condizioni saranno mature per una crisi finanziaria, seguita da una recessione globale». L'esperto statunitense, definito dai suoi colleghi come una «cassandra» per le sue previsioni spesso fosche, ha elencato dieci motivi in base ai quali si starebbero preparando tempi bui. Le prime due riguardano gli Usa: le politiche di stimolo fiscale sono molto costose e prima o poi si esauriranno anche perché stanno creando un eccesso di inflazione. Quest'ultima si incrementerà anche per effetto dei dazi (terza causa) sulle importazioni. La Fed, in un simile clima, sarà costretta ad aumentare ulteriormente i tassi (quinta causa).

Secondo Roubini, il governo Conte è esso stesso una delle cause potenziali della crisi futuribile. Le «politiche populiste di Paesi come l'Italia potrebbero tradursi in dinamiche del debito insostenibili dentro l'Eurozona» (sesta causa). Il circolo vizioso del debito pubblico con le banche che sottoscrivono i titoli di Stato potrebbe mettere a nudo un'unione monetaria incompleto spingendo l'Italia e altri Paesi ad uscire assieme dall'euro. Il settimo e l'ottavo motivo di preoccupazioni sono correlati: c'è il rischio di uno scoppio della bolla speculativa sui mercati visto che le quotazioni (in primis negli Usa) sono ai massimi e il trading robotizzato può creare collassi repentini. Tutto questo porterà a uno scontro (nona causa) tra l'amministrazione Trump e la Fed, ritenuta corresponsabile. Il decimo punto è la mancanza di strategie: gli enormi debiti pubblici impediranno altri stimoli fiscali e i salvataggi nel settore finanziario «saranno intollerabili nei Paesi dove prevalgono i populismi». La prossima crisi, conclude l'economista, «potrebbe essere persino più grave e prolungata della precedente».

«In questo periodo, intanto, il governo non ha combinato nulla di concreto per l'economia, per i cittadini e per le imprese», ha rilevato il direttore della Sda Bocconi, Francesco Daveri, sul sito La Voce. L'economia italiana è in una fase di rallentamento come ha testimoniato l'indice della produzione industriale, ma la messa a punto della legge di Bilancio rivela notevole confusione. «Di fronte a questi scenari in rapido peggioramento, è invece urgente una pragmatica inversione di tendenza e che il governo annunci una strategia per ridare fiducia agli investitori e per rassicurare gli italiani», ha concluso Daveri.

«Il costo del debito è salito a causa dei dubbi sulle politiche di bilancio», ha rilevato Francesco Garzarelli, direttore advisory di Goldman Sachs, su Bloomberg sottolineando come ci sia poco spazio per avviare politiche di crescita senza peggiroare la situazione sui mercati. Il valore giusto dello spread Btp-Bund, secondo l'analista, era quello precedente le elezioni (150 punti base): ora l'Italia rischia di spendere 4-5 miliardi in più all'anno solo per onorare il debito. E la stretta per gli istituti italiani sull'interbancario causa rating potrebbe rappresentare un altro freno per il Pil.

Commenti

killkoms

Dom, 16/09/2018 - 12:45

questi sono quelli che dicevano che "lehman brothers" era "..una banca solida.."!

Marguerite

Dom, 16/09/2018 - 15:31

Via dall’Euro, che L’Italia si riprenda la moneta dei morti di fame.....però tutto ciò che è OBBLIGATA di comprare all’eatero per sopravvivere....si dovrà pagare in vera moneta, in dollari, in euro....o in franchi svizzeri.... come anche il debito mostruoso si dovrà pagare in vera moneta non quella in carta igienica italiana....e non dimenticate che una volta usciti dall’UE....il più grosso cliente che è l’UE....non ci sarà più !!! Dimenticavo.....anche i 3 milioni d’Italiani in UE dovranno tornare a casa, visto che non ci sarà più il permesso di soggiorno automatico come adesso per i membri UE. Semai la Svizzera ha degli accordi “bilaterali con l’UE” detta libera-circolazione per i lavoratori....non con gli extra-UE....

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Dom, 16/09/2018 - 20:48

Ho preparato lo champagne !

Una-mattina-mi-...

Dom, 16/09/2018 - 20:49

SICCOME SO LEGGERE FRA LE RIGHE... CI ASPETTA DI SICURO UN FUTURO INVIDIABILE, ECCO PERCHE' SONO TUTTI INTORNO A ROSICARE.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Dom, 16/09/2018 - 20:58

Se l'economia va male la colpa è dei grillini.

giosafat

Dom, 16/09/2018 - 21:00

Nessun problema perchè per quel tempo la stessa UE non esisterà più e l'uscita dall'euro sarà semplicemente automatica. Non ho champagne, ci provo con la (con il) Barbera.

VittorioMar

Dom, 16/09/2018 - 21:06

..ALLORA NON E' IMMINENTE !!..l'hanno rinviato per PRECAUZIONE DI BUFALE FINANZIARIE !!!

Kucio

Dom, 16/09/2018 - 21:08

Non ho mai sentito tante profezie funeste da quando sono state elette e dico elette, non posto a Governare, Le Attuali forze politiche,

mariolino50

Dom, 16/09/2018 - 21:13

Marguerite Forse ha ragione, ma una cosa è sicura, con la lira i soldi mi avanzavano per girare il mondo, con l'euro non mi avanzavano più, e stò molto a casa, il perchè non mi è chiaro, ma la fregatura di sicuro.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 16/09/2018 - 21:15

Possono menarla fino allo sfinimento: il governo cade se sfiduciato e il P.d.R., pur ricevendo sollecitazioni "esterne" di chi è interessato allo status quo pregresso (probabilmente per poter continuare "acquisti" in casa nostra a prezzi di saldo, regolare l'immigrazione secondo precedenti accordi e altro di comodo), NON può costituzionalmente far niente. Niente di niente, al massimo dare più aria ale sue vie respiratorie. La politica la fa il governo - piaccia o meno. Quello che è accaduto nel 2011 se lo possono dimenticare i vari "tafazzi": la lezione è stata recepita dagli italiani e non credo proprio che si ripeterà.

Abit

Dom, 16/09/2018 - 21:18

La crisi italiana del 2011 fu creata ad arte. L'arrivo al potere del prof. Monti non ha certo migliorato la situazione. Tutto comincio' con gli americani ed Obama che lascio' fallire la più grande banca d'affari qualificata all'epoca come "molto solida" creando una catastrofe che ancora non è finita!! Se il Prof. Roubini teme un altro 2008, frughi nei "segreti" americani non certo in quelli Italiani.

vince50

Dom, 16/09/2018 - 21:21

Ha tutta l'aria di un minaccia,come dire rimettete i sinistrati al governo.Preferisco ritenerla una speranza,prima che sia troppo tardi in modo tale che neppure questa guerra venga vinta dai Krucchi.

pardinant

Dom, 16/09/2018 - 21:28

Per chi ritiene che l'Europa paghi i nostri debiti e ci mantenga è un idealista, se non sapremo cavarcela da sol, in ogni caso, bene che vada, facciamo la fine della Grecia. Basta con l'Europa basta con regole assurde, basta con imposizioni piovute dall'alto tipo i fari delle auto accese di giorno nel paese del sole.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 16/09/2018 - 21:28

Il mio timore è che per sollevare l'economia e i problemi di bilancio del Bel Paese saremo costretti a interpellare tramite seduta spiritistica le anime degli imprenditori che si sono suicidati causa la crisi Lehman Brothers & C,

stefano_

Dom, 16/09/2018 - 21:35

@Marguerite: "una volta usciti dall’UE....il più grosso cliente che è l’UE....non ci sarà più !!!" uscendo dall'euro dovremo svalutare e tutte le merci italiane saranno talmente concorrenziali e richieste proprio dalla Ue che non ne avremo a sufficienza! Per questo non vogliono farci uscire!

roberto zanella

Dom, 16/09/2018 - 21:38

Dobbiamo comprarci il nostro debito come hanno fatto i Giapponesi . Io l'ho fatto .

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 16/09/2018 - 21:43

Se l'Italia dovesse uscire dall'Euro e tornare alla vecchia Lira diventerebbe un Paese paragonabile a quelli sub-sahariani. Nè più nè meno.

Pigi

Dom, 16/09/2018 - 21:43

Ed ecco le solite previsioni dei guru, che si riferiscono al 2020. Chissà cosa succederà in questi due anni, guerre o pacificazioni, o chissà cos'altro e questi fanno previsioni. Poi, siccome qualcosa succederà, diranno: "chi poteva immaginarlo?" per giustificare le mancate previsioni, sempre che qualcuno se ne ricordi. Per ora i conti con l'estero sono in attivo, a differenza di paesi con giganteschi disavanzi della bilancia commerciale come Francia e Gran Bretagna, che stanno vivendo a credito. E quando il credito finisce?

Ritratto di RedNet

RedNet

Dom, 16/09/2018 - 21:45

Pronto anche io, anche se e' un po tardi ma baste USCIRE dal UE e EURO

oracolodidelfo

Dom, 16/09/2018 - 21:46

Nouriel Roubini: eccone un'altro della Finanza/Faccendieri che sente che la pacchia (per loro) è finita... Mai suscitare l'ira dei giusti!!!!

frapito

Dom, 16/09/2018 - 21:46

Mamma mia che paura!!!!!!!!!!!

buri

Dom, 16/09/2018 - 22:04

finché avrem0 un governo con Di Maio ministro dello sviluppo economico non andrà meglio, faremmo bene a prepararci

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Dom, 16/09/2018 - 22:05

La BOCCONI!! LORO SI CHE CI CAPISCONO PER DAVVERO! Vero MONTI? Ma andate a piantare rape nella fossa delle Marianne!

investigator13

Dom, 16/09/2018 - 22:13

speriamo prima, fra qualche mese è meglio

CALISESI MAURO

Dom, 16/09/2018 - 22:22

Tutte disamine provenienti da squali responsabili del disastro del 2008. Da tener presente che i responsabili di allora non sono stati licenziati o condannati, ma sono ancora ai loro posti.. per dare l'idea della truffa.

CALISESI MAURO

Dom, 16/09/2018 - 22:28

Margarita.. la moneta toilet e' l'euro credimi e' totalmente farlocca. Forse gli Italiani non esporteranno piu' pomodori in Germania... ma neanche un Audi entrera' nella nazione... vedi te come i crucchi come strilleranno e si attiveranno.. Ripeto il commento fatto su un altro articolo. Dobbiamo di debito sovrano agli straneri 350 mld, gli italiani hanno debito sovrani in assets stranieri per 700 / 800 mld ( hanno il 16% del debito francese per es, ) Adesso va a fare della piadina , sempre se ne sei capace:)) ci hai tediato abbastanza oggi.

Ritratto di elio2

elio2

Dom, 16/09/2018 - 22:40

Marguerite, quante prospettive nefaste le dicono di scrivere. Anche con la Brexit, era tutto un disastro, che chiaramente non si è verificato, fino a che sono i cosiddetti soloni di sinistra, che possono esprimere solamente la propria ignoranza, a gufare, è un buon segno. I RAGLI DEGLI ASINI, NON ARRIVANO IN ALTO, ma restano nelle teste vuote dei parassiti, nemici del nostro Paese, che abbiamo appena cacciato a calci nel lato B.

tosco1

Dom, 16/09/2018 - 23:12

Io sono piu' ottimista e penso il 2019!.Ragazzi, che festa riassaporare la liberta'.!,e poi, fare i conti con i traditori che ci hanno messo in questa situazione, come accade in ogni dopoguerra.

giac2

Dom, 16/09/2018 - 23:16

Mai profezia è stata piu gradita. Poiché hanno detto nei giorni scorsi che l'Italia è un problema (per loro), e finalmente se ne stanno rendendo conto, è meglio accantonarci. Noi gradiamo l'estromissione ma che stiano attenti loro. Noi siamo ITALIANI. Non se lo dimenticano! Non abbiamo nulla da imparare da nessuno.Specialmente dai burocrati di Bruxelles. Se oggi siamo messi come siamo è solo per colpa dei governi cattocomunisti che si sono avvicendati per 60 anni conditi con 20 anni di politically correct e con presidenti che sono stati, e ancora lo sono, tutt'altro che super partes.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 16/09/2018 - 23:42

Uscire l'Italia dalla Ue? Non fatevi troppi corbezzoli: se dovesse accadere l'Ue andrà in frantumi e il 2011 non si ripeterà, non ci sono i presupposti, la gente ha appreso la lezione. Niente loden bis o Cottarelli, per cui o si torna al voto oppure, se questi di oggi non saranno sfiduciati in parlamento come impongono le regole vigenti, rimarrano al governo. Tertium non datur, però non è vietato torturare i propri neuroni per chi ambisce farlo.

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Lun, 17/09/2018 - 02:05

(((Nouriel Roubini))), (((Goldman Sachs))), (((Bloomberg))), (((la Fed))). E magari ci leviamo dalle palle sto euro, moneta non garantita da un deposito in oro presso una banca. Marguerite, se ci togliamo gli oltre 5 milioni di ospiti indesiderati ci sarà un sacco di spazio per gli Italiani di ritorno. Abbiamo sempre campato di svalutazioni competitive in cubo alla Germania, lo faremo anche stavolta. E quello che siamo OBBLIGATI a comprare lo compreremo da chi vorremo, tipo zio Vladimiro o altri. Noi alla gente stiamo simpatici, mica come gli svizzeri o i francesi.

brunog

Lun, 17/09/2018 - 05:54

Marguerite, informarsi prima di scrivere. Uscire dall'Euro non vuol dire uscire dall'Europa, ci sono 9 paesi senza Euro, saranno 8 quando l'Inghilterra sara' fuori. Con la propria moneta l'Italia potra' adattarla alla propria economia senza dipendere da altri. Con l'economia attuale in recessione da anni, con la propria moneta l'economia puo' solo crescere.

Ritratto di serpico1954

serpico1954

Lun, 17/09/2018 - 05:54

Marguerite "Cassandra" uccellaccio del malaugurio. L'Italia è autosufficiente e chi te l'ha venduto che la £ira è una moneta da morti di fame!!! ma chi ti ha sciolto???

Aegnor

Lun, 17/09/2018 - 06:30

I 4-5 miliardi si recuperano non buttandoli per mantenere nullafacenti

flip

Lun, 17/09/2018 - 06:36

intanto l'anno prossimo l'europa sarà solo una larva ma l'Italia esce prima. e poi alti dazi su prodotti europei. in particolare germania e francia!

MASSIMOFIRENZE63

Lun, 17/09/2018 - 08:18

Se accadesse davvero sarebbe una catastrofe senza precedenti e l'Italia diventerebbe un paese del 3° mondo. La lira emessa dalla Banca d'Italia farebbe la stessa fine del Bolivar venezuelano (ovverosia la carta straccia). Fatto strano e molto preoccupante, leggo su internet di molte italiani che si augurano che accada davvero, e qui i casi sono due, o non sanno di cosa stanno parlando o hanno invidia di chi ha qualcosa da parte. Personalmente, se si vedesse che tale eventualità ha davvero probabilità di verificarsi, consiglio di comprare oro e conservarlo come ancora di salvezza. Sarebbe una delle poche cose che avrebbe valore in tale circostanza.

Papilla47

Lun, 17/09/2018 - 08:28

E' il nuovo che avanza o sono vecchie previsioni. Questo scienziato della finanza ha riunito in 10 punti la sicura crisi finanziaria, seguita da una recessione globale. La spiegazione di ognuna delle 10 teorie è uguale all'altra. Non facevi prima se lanciavi la monetina?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 17/09/2018 - 09:19

Uscire l'Italia dalla Ue? Le provano tutte.. Se dovesse accadere l'Ue andrà in frantumi e il 2011 comunque non si ripeterà, non ci sono i presupposti, la gente ha appreso la lezione. Niente loden bis o Cottarelli, per cui o si torna al voto oppure, se questi di oggi non saranno sfiduciati in parlamento come impongono le regole vigenti, rimarranno al governo. Tertium non datur, però non è vietato torturare i propri neuroni per chi ambisce farlo. (passa questo commento oppure è lesa maestà alle desiderata di questo giornale?)

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 17/09/2018 - 12:03

"2020, Italia fuori dall'euro" Giorno e mese,grazie..Lo devo mettere in agenda!!!

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 17/09/2018 - 13:36

MASSIMO FIRENZE: Solo che l'oro poi lo devi vendere se vuoi mangiare? A chi lo venderesti? Chi te lo comprerebbe E a quanto lo venderesti? I ricchi Russi che riuscirono a scappare dalla Rivoluzione di Ottobre nel 1917 poterono vendere il loro oro e gioielli nei Paesi dove trovarono rifugio (Aemerica, Europa). In Russia con le loro ricchezze non avrebbero potuto campare a lungo. Se compri l'oro e seguiti ad abitare in un Paese alla fame sei comunque del gatto. Devi scappare e cambiare Paese.(Svizzera, Canada, Inghilterra o USA).

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 17/09/2018 - 13:45

L'attuale Governo, a parte Salvini che è riuscito (in parte!)a bloccare l'invasione Afro-Islamica, vale quanto l'acqua di mele secche cioè niente. Sono talmente incapaci che non potranno nemmeno fare dei danni perchè non sono nemmeno capaci di fare danni, non sapendo dove mettere le mani. Si sono talemente incartati nella loro incompetenza che non sanno come uscirne.In un certo senso è forse il miglio governo per l'Italia dato che una posizione di 'folle' è la migliore per il Paese. Se invece avessimo un Governo di sinistra, con gente alla Renzi, alla Gentiloni, alla Monti, alla Letta,che saprebbe dove mettere le mani, allora si che la catastrofe sarebbe assicurata.

Marguerite

Lun, 17/09/2018 - 15:28

Elio2, guarda che la Brexit non è ancora attivata che già la sterlina ha perso il 20% del suo valore e le valigie delle imprese sono già pronte a traslocare, in più di quelle CHE HANNO già traslocato. Dunque inutile parlare di Brexit, vu sto che sarà attivo solo nel 2019 e a me le i prese non sembrano entusiaste....ma tanti gli I gelsi faranno so,o affare con i musulmani....

Marguerite

Lun, 17/09/2018 - 15:36

Stefano, non capisci che l’Italia non è autosufficiente e per VENDERE i prodotti Italiani....L’Italia DEVE PRIMA COMPRARE ALL’ESTERO LE MATERIE PRIME ....e quelle si comprano in euro o in dollari ! Dunque non potrà MAI mettere dei prezzi bassi...visto che l’acquisto costerà molto...per non parlare della benzina ecc....

Marguerite

Lun, 17/09/2018 - 15:41

Con un paese di sfaticati e sempre pronto a chiedere tutto allo stato SOCIALE !!!! Non può che fallire !!!

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 17/09/2018 - 16:35

Se l'Italia dovesse lasciare l'Euro, da Paese del terzo Mondo quale è, passerebbe automaticamente ad essere un Paese del Quarto o dell'altro Mondo. Una specie di Paese sub-sahariano o Sudamericano tipo Venezuela, Argentina cioè.

mariolino50

Lun, 17/09/2018 - 17:15

Marguerite Io ho lavorato con inglesi, francesi e tedeschi, in vari cantieri, indovina chi lavorava di meno, loro, non noi sfaticati, e a volte anche un pò allegri per le cassette di birra, non una lattina. Lo stato sociale poi è molto ma molto meglio dalle loro parti, e ci ridevano anche sul muso. La figlia di un mio amico lavora in Francia, e il trattamento è molto diverso, in sù è chiaro.