La De Girolamo umilia Ncd: ormai è come il Grande fratello

L'ex capogruppo denuncia: "Mi hanno sfidato senza votare perché voglio un centrodestra unito con Berlusconi". Solidarietà da Fi

Roma - «Ncd come il Grande fratello. Nominata da Alfano sono dovuta uscire dalla “casa” per le mie idee». Su Twitter Nunzia De Girolamo ironizza sulle modalità della sua «defenestrazione» da capogruppo di Ncd e il passaggio di testimone con Maurizio Lupi.

L'attenzione si concentra soprattutto sulle anomalie della sua rimozione. «Mi hanno sfiduciato senza votare poiché non è gradita la mia linea alternativa a Renzi e per un centrodestra unito», scrive ringraziando per la solidarietà la deputata di Forza Italia, Elvira Savino convinta che la sua, più che una sostituzione, sia stata «un'epurazione». L'ormai ex capogruppo sfoga tutta la sua delusione dialogando con chi, su Twitter, le esprime solidarietà. «Speriamo solo di poter ricostruire, tutti insieme, un'alternativa a Renzi», risponde ad Alessandra Gallone, assessore di Forza Italia a Bergamo. Mentre all'account «Ncd Roma», che parla di «progetto fallito» riferendosi alla nuova formazione centrista, De Girolamo sottolinea: «Per questo ho chiesto di cambiare linea, ma avete visto le reazioni...». Anche Maurizio Gasparri detta il suo elogio: «Non si piega a Matteo Renzi. Perde l'incarico ma altri perdono di più: la dignità». E l'ex Ncd, Antonio Caridi scrive: «De Girolamo epurata dalla coppia Alfano-Renzi, senza alcuna votazione democratica, solo perché non conforme ai diktat del presidente del Consiglio. Ncd ormai una costola del Pd».

Il disappunto, l'amarezza e la delusione non sono legate soltanto all'impossibilità di incarnare all'interno di Ncd una linea meno schiacciata sul governo Renzi e più incline alla ricostituzione del centrodestra, ma anche al modo in cui si è proceduto al cambio di capogruppo. Perché se Angelino Alfano fa sapere che Maurizio Lupi è stato eletto «per acclamazione e con piena condivisione della linea politica da parte dell'assemblea dei deputati», in realtà non c'è stata nessuna elezione o votazione bensì solo una comunicazione della decisione a una platea all'interno della quale non sono mancati interventi critici o polemici. Tra questi quello di Fabrizio Cicchitto che ha sottolineato la sostanziale irrilevanza e l'incapacità degli esponenti di governo di incidere, a partire dalle questioni di politica economica.

Nunzia De Girolamo per il momento resta in Ncd. Non prenderà decisioni a caldo, ma valuterà il da farsi dopo le Regionali. Non c'è dubbio, però, che i suoi moniti trovino ascolto e corrispondenza soprattutto lontano dalle poltrone di Montecitorio e Palazzo Madama e vengano apprezzati dalla dirigenza locale preoccupata per la trasformazione di Ncd in una formazione di centrosinistra. La profezia espressa dalla De Girolamo durante la riunione è forte: «Questo è un lento suicidio, così fra qualche mese spariremo». «Non mi sono dimessa, ha deciso Alfano. Vengo sostituita perché continuo a dire che il centrodestra non può stare con Renzi e che si costruisce il centrodestra anche con Berlusconi». Il partito è ancora alle prese con una serrata discussione interna e spera sempre in un ministero delle Regioni arricchito almeno dal portafoglio dei Por (i piani di investimento le regioni). Non è chiaro, però, se Renzi concederà il suo via libera.

Commenti
Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 10/04/2015 - 08:49

E tu che ci sei entrata, tradendo i tuoi elettori, e ancora ci resti, come ti si deve definire? La Grande cretina????

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 10/04/2015 - 09:13

Non dirò che la Di Girolamo mi è simpatica perché direi il falso: al momento non vedo alcuna faccia "simpatica" nella politica italiota e trovo difficoltà anche a vederne una pulita. Comunque trovo apprezzabile la sua dichiarazione, specie se sarà seguita dai fatti.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Ven, 10/04/2015 - 09:27

Fa un certo effetto leggere dichiarazioni che si fanno SOLO DOPO che succeda qualcosa mentre prima tutto andava bene. E' questa la Politica???

maurizio50

Ven, 10/04/2015 - 09:42

Dentro NCD sono già morti ed ancora non se ne rendono conto: l'importante è occupare sedie!!!!

giovauriem

Ven, 10/04/2015 - 09:50

de girolamo , gente come te in f.i. non la vogliamo se no per coerenza dobbiamo cantidare anche schettino .

magnum357

Ven, 10/04/2015 - 10:02

Nunzietta, cambia aria, vai dalla meloni in FDI che ti accolgono subito!!!!! NCD = PDioti

tonipier

Ven, 10/04/2015 - 10:25

" AFFIDATI AI MIGLIORI NELLA TUA CITTA' " (Quindi li conoscete)Ci Potete indicare per cortesia chi sono i peggiori nella tua città?.

Ritratto di Aulin

Aulin

Ven, 10/04/2015 - 10:26

Alle prossime elezioni l'interregno di Renzie e dei suoi collaborazionisti avrà fine. Resta da vedere se il Partito dei Delinquenti farà la fine che merita o resterà vivo nonostante tessere false, tessere regalate, vini e vinelli, coop e mafie varie. Tutte cose di cui i democomunisti sono diventati maestri.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Ven, 10/04/2015 - 10:27

Solitamente, quando non ci si trova bene in un ambiente, si va via. Se si rimane, evidentemente si ha una propensione al masochismo.

Ritratto di itaglianomedi0

itaglianomedi0

Ven, 10/04/2015 - 10:34

nunzia giusto ai silvioti la puoi raccontare,lo so è dura la lotta alle poltrone più comode, occorre sgomitare, puntare i piedi, crearsi visibilità mediatica e non sbagliare mai a scegliersi gli amici di merende, ma cara tigre del sannio tu queste cose le sai bene

aitanhouse

Ven, 10/04/2015 - 11:07

forse non riusciamo ad inquadrare la situazione, cerchiamo di spiegarci. questi ncd hanno un solo obiettivo : restare incollati alle poltrone e, visto che non avrebbero i numeri per l'italicum,cosa fare? primo, cercare di allungare la legislatura fino alla fine, poi legarsi sempre più a renzi per ottenere qualche buon seggio fra i nominati. Il destino della de girolamo è chiaro fin da ora: il ritorno a casa....

Ritratto di kanamara

kanamara

Ven, 10/04/2015 - 11:23

Ma, se NON ricordo male, era già stata defenestrata l'anno scorso (quando era Ministra dell'Agricoltura)... secondo me è stata defenestrata perchè stava facendo ombra alla personalità del "Presidente del Consiglio" (che,comunque,è tuttora abusivo,perchè è un Presidente-tecnico).

onurb

Ven, 10/04/2015 - 11:48

itaglianomedi0. Non capisco cosa c'entrino i silvioti. Costoro, peraltro, sono coloro che hanno spedito ai giardinetti Fini e la sua cricca e così faranno con Alfano e i suoi. I sinistrati, invece, sono quelli che, se dai loro un somaro da portare in parlamento (leggi Antonio di Pietro), lo votano a occhi chiusi. Quanto al tenere il c..o su una poltrona è una malattia contagiosa da cui nessun politico, qualunque sia il suo colore, è immune.

MarcoE

Ven, 10/04/2015 - 12:31

Macché è solo arrabbiata perché è stata fatta fuori da quella nullità assoluta di Alfano ... Quanto a Lupi non ho veramente parole. Si faccia da parte!!

paolo1944

Ven, 10/04/2015 - 12:55

Questi traditori, anche col mio voto sostengono il Ciarlatano Renzi a qualunque costo. Ed è chiarissimo a tutti che l'unico progetto che hanno è di sopravvivere attaccati ad una poltrona qualsiasi fino al 2018, per poi finalmente sparire. Altro che bilanciare Renzi da destra, ormai scodinzolano e basta. Che schifo!

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Ven, 10/04/2015 - 13:05

la de Girolamo, dopo un lungo sonno da bella addormentata nel bosco, si sveglia non col bacio del principe ma col bacio di giuda.. senza i denari ma col benservito dei traditori

Gianca59

Ven, 10/04/2015 - 14:07

Vorrei sapere dal Giornale: se la Rapetti che se ne va da FI è la solita traditrice arrivista, la De Girolamo che se la piglia con NCD e va in cerca di chissà cosa, ma tanto lo sappiamo, una seggiola assicurata, magari dale parti di FI, che cos' è ?

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 10/04/2015 - 15:15

Leggo fino in fondo e cambio idea. In fondo all’articolo si legge che l’eroina, Nunzia De Girolamo, per il momento resta in Ncd, ciò in quanto non vuole prendere decisioni a caldo, ma “valuterà il da farsi dopo le Regionali”. In altri termini l’eroina, dismessa senza voto dalla banda del buco, vuole valutare il suo futuro politico in rapporto diretto con il prossimo risultato elettorale: in altri termini se Renzi reggerà ancora lei resterà attaccata al carro del vincitore. Alla faccia della democrazia, che vorrebbe significare “governo del popolo”. Renzi, Alfano, Di Gerlonimo: questa è la democrazia italiota. Personaggi e situazioni penosi, espressione di una caricatura della democrazia.