Debole, incapace e latitante. È l'Europa la grande sconfitta

Le istituzioni Ue si confermano inconsistenti e inermi come sul caos migranti. Minando l'autorità degli Stati

U na cosa è certa. Il primo cadavere raccolto tra le urne di un referendum tanto illegale quanto cialtronesco è quello dell'Unione europea. In Francia e in Germania la Ue se l'era cavata per il rotto della cuffia. E non per meriti propri. Nel voto francese era stata una Marine Le Pen - incapace di trasformarsi da capofila dell'opposizione a leader nazionale - a regalare la sopravvivenza a Bruxelles. In Germania l'avanzata della destra anti immigranti non bastava certo ad intaccare la solidità di un'Angela Merkel parzialmente ridimensionata. Eppure nonostante questi due colpi di fortuna Bruxelles non ha aperto gli occhi.

Di fronte all'irresponsabilità delle forze catalane guidate dal presidente Carles Puigdemont l'Ue dimostra, ancora una volta, di non aver a cuore la sovranità dei propri stati nazionali e di non saper affrontare con tempismo le crisi interne. Il silenzio più paradossale è stato forse quello di Emmanuel Macron e Angela Merkel. Giovedì a Tallin i due politici simbolo dell'Europa sopravvissuta alla propria crisi sono riusciti a non spendere mezza parola sul drammatico referendum. In compenso hanno approfittato del vertice europeo per ribadire la loro volontà di governare il Continente. E così anche sul versante catalano - come su quello turco e su quello libico durante l'emergenza immigranti - l'Ue conferma la sua inesistenza, la sua lontananza, la sua incapacità d'imporsi come autorità credibile. Dai primi di settembre, quando la crisi catalana ha incominciato prender forma, la Commissione guidata da Jean-Claude Juncker non ha saputo far di meglio che esprimere un balbettante, flebile e quasi impercettibile sostegno a Madrid. Ma si è ben guardata dall'entrare nel merito della questione. Si è ben guardata dal confermare l'evidente illegalità di un referendum non previsto dalla Costituzione spagnola e proprio per questo esplicitamente respinto dalla Corte Costituzionale di Madrid.

In questa latitanza si nasconde la perversa debolezza politica di un'istituzione che invece di affermarsi garantendo legalità e certezza del diritto scommette bizantinamente sulla erosione del potere degli stati per affermare la propria autorità. E pur di farlo arriva ad appoggiare le mosse inconsulte di una regione spinta all'arrembaggio indipendentista da una dirigenza locale estremista ed esagitata.

Lo spettacolo indecente di ieri conferma ulteriormente il suicidio europeo. Il rifiuto dei Mossos d'Esquadras, la polizia regionale catalana, di sigillare i seggi - come ordinato dal governo di Madrid - è un evidente atto di sedizione e sovversione. Una sedizione messa in atto, peraltro, ancor prima di conoscere gli eventuali risultati della consultazione. Un atto che Bruxelles non può permettersi d'osservare in silenzio perché qualsiasi polizia regionale o locale europea potrebbe decidere, a questo punto, di sottrarsi all'autorità centrale nel silenzio dell'Europa. E che dire delle segnalazioni, fatte filtrare dagli stessi vertici dei Mossos, sulla presenza e sull'ubicazione delle unità della Guardia Civil mandata a vigilare sulle piazze e sulle urne catalane? Segnalazioni a dir poco irresponsabili in un clima d'allerta per la minaccia di attentati terroristici a poco più di un mese dalla strage di Barcellona. Eppure anche su questo nessuno a Bruxelles sembra voler obbiettare. Come nessuno trova nulla da eccepire sul merito una consultazione che - comunque vada lo spoglio - non avrà un briciolo di legalità.

In mancanza delle liste elettorali ufficiali, custodite dal governo, nessuno infatti può garantire la validità di un referendum senza quorum su cui non ha vigilato alcun osservatore indipendente e dove i rischi di brogli e di accessi multipli alle urne sono stati palesi. E così il suicidio dell'Ue conferma inesorabilmente la velleità delle aspirazioni indipendentiste della Catalogna. Una Catalogna che - qualora fuori dalla Spagna - potrebbe sopravvivere soltanto nel grembo di un'Europa che non c'è.

Commenti

Demy

Lun, 02/10/2017 - 08:09

Uno dei pochi casi in cui la Ue è stata presente, capace ed autoritaria è stato quando ha massacrato un Paese membro come la Grecia. Una Ue fondata su una moneta unica prima ancora di unire i Paesi è una Europa destinata ad implodere al suo interno.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 02/10/2017 - 08:11

allora aveva ragione Margareth tachter, la lady di ferro, quando nel 1992 disse di non volere gli italiani in europa! e aveva ragione sugli italiani! siamo un popolo di ruffiani che rovinano tutta l'europa: cosa ha fatto prodi? niente! si è limitato a chiedere una tantum agli italiani per farci entrare in europa! abbiamo sprecato 500 euro a testa! questa è la mentalità della sinistra: creare mostri che non funzionano!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 02/10/2017 - 08:12

poi, incredibile, la separazione di catalogna è stata fomentata dalla sinistra spagnola, e la stessa sinistra spagnola ora cerca di spegnerla! buffoni!!!

Klotz1960

Lun, 02/10/2017 - 08:15

Chiunque abbia osservato Commissione e SRE e conosciuto i funzionari negli ultimi 15 anni sa perfettamente che il loro obiettivo primario e imprescindibile e' il costante indebolimento della sovranita' nazionale degli Stati Membri. Si chiama Impero. A Bruxelles sono molto contenti del disordine spagnolo. Quello che non sopportano sono gli Stati ed i Governi forti. Vorrei capire quanto ci mettera' la gente a capirlo ed a ragionare di conseguenza. E si che il castigo che cercano di infliggere alla GB per un referendum popolare dovrebbe parlare chiaro. La democrazia per la Commissione e' secondaria.

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 02/10/2017 - 08:25

Articolo non corretto. Non é vero che l'Europa appoggi la secessione catalana. E' vero anzi il contrario vedasi le dichiarazioni di Tajani e Junker. Inoltre l'UE non é responsabile delle prese di posizione (o del silenzio) dei governi nazionali.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 02/10/2017 - 08:32

Anche per la Catalogna, l'Europa s'è dimostrata incapace, imbelle ed inesistente. Ormai è lapalissiano che le istituzioni europee altro non sono che un serbatoio di posti per incapaci ed inutili ex politici trombati, messi li solo per dare disposizione sulle misure delle ciliegie o dei cetrioli. Per il resto delle nullità che si pavoneggiano nel vuoto più assoluto. Mangiasoldi a tradimento.

istituto

Lun, 02/10/2017 - 08:33

Debole con i forti (musulmani,gruppi finanziari di potere,associazioni lgbt ecc) a cui si piega e forte con i deboli ( famiglie,vita innocente nel grembo materno , cristiani e difensori dell'identità occidentale) QUESTA EUROPA MASSONICA,SODOMITICA,SFRUTTATRICE,DITTATORIALE merita di disintegrarsi e di ritornare alle origini, ognuno per sé con le sue frontiere.

INGVDI

Lun, 02/10/2017 - 08:37

Non sono riuscito a finire di leggere questo indecente articolo di Gian Micalessin.

19gig50

Lun, 02/10/2017 - 08:45

Quest'unione europea non serve a nulla perchè governata da incapaci.

PatrickC

Lun, 02/10/2017 - 08:49

Leggo questo articolo e poi trovo questo titolo accanto: "Sì al 90%, ora indipendenza" E' questa schizzofrenia del "Il giornale" oppure dovute aumentare le urla e la mancanza toitale di informazione?

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 02/10/2017 - 08:57

SOLO L' EUROPA GRANDE SCONFITTA??? GIAN MICALESSIN SI SBAGLIA PERCHE SOPRATTUTTO GRANDE SCONFITTO è IL GOVERNO SPAGNOLO CON LA MONARCHIA CHE LUI OGGI RAPPRESENTA!

setfree

Lun, 02/10/2017 - 09:11

I popoli scelgono l'indipendenza, l'Europa sceglie di accentrare sempre di più la sovranità. Qui non esce sconfitta l'Europa come istituzione, ne esce sconfitta come "idea di un unico stato". Basta cedere sovranità all'Europa. Bisogna svoltare da un Europa oligarchica verso un Europa dei Popoli, delle diversità, delle tradizioni. La lezione all'EUropa la hanno data gli inglesi che, con un alto senso democratico, hanno acconsentito al regolare svolgimento del referendum in Scozia e poi hanno dato il via al referendum sulla Brexit. Bisogna seguire questa strada non per distruggere la UE ma per cambiarla dalle radici.

Ritratto di centocinque

centocinque

Lun, 02/10/2017 - 09:12

Meglio che la UE stia zitta, è inutile e dannosa.

Renee59

Lun, 02/10/2017 - 09:12

Che stupida Europa. Per correre dietro ai Clinton e agli Obama, si sta autodistruggendo da sola.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 02/10/2017 - 09:37

Trovo l'articolo contraddittorio. Da un lato si accusa l'UE di essere debole e inconsistente, un'opera incompiuta. Dall'altro la si accusa di non avere preso una posizione forte contro il referendum catalano. Ma come potrebbe l'Europa assumere una posizione autoritaria rispetto al processo secessionista in atto in Catalogna? L'UE ha un esercito? Ha una polizia federale? Nulla di tutto questo. L'UE non assume posizioni autoritarie anche perché non ha i mezzi per farle rispettare. Una eventuale posizione "forte" verrebbe spernacchiata dai catalani, come stanno spernacchiando il governo di Madrid e perfino la polizia (che però reagisce ...). Nella UE, chi dispone di forze armate sono ancora gli Stati nazionali, come la Spagna, che sta facendo quello che può per reprimere la spinta secessionista catalana. L’UE può solo a parole appoggiare Madrid, cosa che ha fatto.

Cheyenne

Lun, 02/10/2017 - 09:52

la ue scomparirà (per fortuna) per suicidio. Questi incompetenti e farabutti hanno distrutto la nostra identità, massacrato italia e grecia, non hanno fatto niente di serio contro il terrorismo ISLAMICO e consegneranno all'islam la nostra civiltà.

fr4nk18

Lun, 02/10/2017 - 09:56

il suo articolo chiarisce la sua posizione franchista .. mi complimento con lei .. supporta i picchiatori dello stato .. la gente voleva solo votare il governo ha tentato tutte le strade negate da uno sprezzante incapace e fascista Rajoy .. un po' come lei

venco

Lun, 02/10/2017 - 10:22

L'Europa non centra niente su questi fatti interni spagnoli.

alfa553

Lun, 02/10/2017 - 10:22

No e vero , la sinistra spagnola e contraria ai separatismi.Statene certi.

cangurino

Lun, 02/10/2017 - 10:23

Micalessin, credo che ciò che distingue un uomo di destra e liberale da un "sinistro", è saper ragionare sempre con la propria testa e non da trinariciuti, per partito preso. Mi sembra che il suo articolo sia da sinistro e sono certo che la cosa le dia parecchio fastidio, per la sua storia personale. Sulle ragioni del referendum possiamo concordare, e probabilmente concordiamo, ma ignorare completamente la violenza gratuita contro cittadini inermi (le saranno forse sfuggite le anziane insanguinate), colpevoli di voler esprimere un voto democratico, è squallido. Le dice niente la parola ONORE? Ci pensi.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 02/10/2017 - 10:34

Ue di massoni più o meno visibili, di banchieri senza scrupoli cui interessa per lo più l'aspetto economico (per i propri comodi). Che poi è questa la sua principale fonte di sopravvivenza. Quando si tratta di far applicare regole di tipo economico sentiamo da vari pulpiti la richiesta di "cessione di parti di sovranità" (in Italia è vietata dalla costituzione, ma da Napo, Renzi e altri si sente ben altra musica). Nell'affaire migranti l'Ue si è defilata per manifesta incapacità gestionale, in questa faccenda spagnola ragliano che son problemi interni (il massone Rajoy quel che deve fare lo fa male..) ma nella faccenda "Scozia e Ukraina" han suonato altro spartito. Arriveranno i soliti spacca capello per fer sottolineare inutili differenze? Eccerto.. Che razza di Ue è questa?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 02/10/2017 - 10:38

Demy - Già. Da Brussels Group infarcito di massoneria i cui fini non sono mai cambiati dalla sua nascita (potere temporale e spirituale urbi et orbi) non ci si poteva aspettare altro.

alfa553

Lun, 02/10/2017 - 10:43

Vivo qui e vi assicuro che nel parlamento di Madrid nessuno voterebbe per la catalogna separata, forse qualche partito nazionalista come i baschi ma neanche visto che hanno abbandonato le armi.Signori i catalani sono cialtroni e quel signore con la faccia da imberbe viene da Gerona dove solo in questa provincia sono radicalizzati ma nemmeno tanto ora, una volta molto.Ci sono neri cinesi arabi e qualche italiano.........date retta a me non sprecate inchiostro.

VittorioMar

Lun, 02/10/2017 - 10:45

...L'UNIONE POLITICA DELLA UE NON ESISTE E QUESTI PROBLEMI NON LI VUOLE AFFRONTARE,SONO "ROGNE" "GRATTACAPI "INUTILI !!HA ABBANDONATO LE SUE RADICI "EBRAICO-CRISTIANO"...E PER QUALCHE PETRODOLLARO ACCETTA DI ISLAMIZZARSI!!...ITALEXIT DA UE ?..SI!!

baleno

Lun, 02/10/2017 - 10:47

L' articolo contraddice quanto esposto in altre pagine del Giornale. L' Europa è un insieme di stati sovrani, Spagna inclusa che comunque aveva promesso nei giorni scorsi una maggiore autonomia della Catalogna. L' ingerenza della UE sarebbe stata assolutamente inopportuna e una ingerenza intollerabile . Tajani nella sua veste istituzionale si è chiaramento espresso sull' illegittimità del referendum. Non si decide con un terzo degli aventi diritto!

Vigar

Lun, 02/10/2017 - 10:50

L'europa non è mai esistita come entità politica. E' solo un artifizio studiato per collocare migliaia di politici trombati e di burocrati a loro vicini, nell'intento di ridurre sempre di più le autonomie nazionali e di impoverire i popoli. Questi scopi li stanno raggiungendo, ma per carità non illudiamoci che i tanto sbandierati nobili fini sovranazionali possano un giorno realizzarsi.

cecco61

Lun, 02/10/2017 - 10:53

Micalessin mi dica che differenza passa tra un referendum e una raccolta firme? Il cavillo dell'incostituzionalità è servito solo per impedire una libera e pacifica espressione di pensiero i cui effetti concreti sarebbero stati tutti da verificare. E' stato vietato perché già si conosceva l'esito e avrebbe ulteriormente minato il sistema in cui, sconosciuti e lontani burocrati, decidono della vita e della morte di persone che neppure sanno dove abitano. Questo giornale si autodefinisce liberale: ciò significa che ognuno deve poter esprimere, pacificamente, le proprie idee, anche se non gradite. Perché prendersela con la UE, che probabilmente ha fatto pressioni per il blocco del voto? E implicitamente giustificare botte e legnate a persone anziane?

antipifferaio

Lun, 02/10/2017 - 10:55

Onestamente sono stufo marcio di dire le stesse cose, comunque che l'UE sia un dittatura bancaria ormai lo dicono persino i bambini. Insomma, aspettiamo di vederla sgretolare sotto i nostri occhi...spero che avvenga entro la fine di questo secondo decennio del secolo...

Luigi Farinelli

Lun, 02/10/2017 - 10:56

x fr4nk18: lei ce l'ha col franchismo ma non sa (o fa finta di non sapere) del genocidio attuato dalle componenti anarchiche e massoniche del regime repubblicano spagnolo nel 1930, proprio a Barcellona e in Andalusia: proclamarono unilateralmente la Repubblica, la fine della famiglia e del matrimonio, con unioni libere e bambini allevati in comuni, abolendo l'insegnamento della religione, introducendo l'aborto e programmi di "Reforma Sexual" mai visti prima in Europa, divulgando eugenetica, femminismo radicale, omosessualismo come status symbol e bisessualismo. Undicimila cattolici furono massacratati solo perché tali con mutilazioni, torture, 75% delle chiese distrutte, 20% dei religiosi uccisi e torturati e sodomizzati durante parodie della Messa e dei riti religiosi. Ci vorrebbe un altro Franco a dar loro ancora sui denti! Altro che "picchiatori dello Stato" collegati al franchismo!

Reip

Lun, 02/10/2017 - 11:18

L'Europa è soltanto una grande bugia...

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 02/10/2017 - 11:22

Per ora l'Europa è un embrione ; per nascere bisogna creare una difesa ed una politica economica ed estera Europea con un Parlamento che non sia solo una bella e costosissima statuina. Ci vorranno un paio di secoli.

FaroAlogeno

Lun, 02/10/2017 - 11:39

io.non capisco una cosa. domani indico un referendum perché il Parco della Vittoria si stacchi dal quartiere che comprende vicolo Stretto e vicolo Corto; il referendum non ha valore legale (ma non è illegale, perché io ho diritto di chiedere agli altri che ne pensano); perché arriva l'esercito e.ci sbatte tutti in prigiome senza passare dal via, se quello che facciamo non ha comunque valore?

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 02/10/2017 - 12:02

L'unica chiave di lettura di tutto questo bailamme, almeno per parte mia, e` che e` incominciata una fase di "destabilizzazione pseudo-democratica" anche all'interno della UE, mirante, come prima le "rivoluzioni colorate e primavere varie" a destabilizzare stati sovrani per balcanizzarli e dominarli poi, a scelta, o con un ben visibile pugno di ferro centralizzato, o con piu` celate manovre di "rivoluzionari locali", in realta` saldamente manovrati e finanziati dall'esterno. Piu` probabilmente la seconda ipotesi, che lascia anche spazio ad interventi "internazionali", "umanitari", di "normalizzazione", per meglio colpire le eventuali sollevazioni REALMENTE POPOLARI che da ormai parecchio tempo covano sotto la cenere in attesa di esplodere. La prudenza direbbe che ora e` il momento di fare scorte a lungo termine.

cir

Lun, 02/10/2017 - 12:10

l' europa non esiste .E' solo l' invenzione becera di banchieri dal naso udunco . distruggiamola sul nascere.

unz

Lun, 02/10/2017 - 12:16

La storia è complessa, nessuno è esente da errori e le ciolenze vanno contestualizzate. Detto ció Franco fu per la Spagna il male minore, risparmiando al paese la II guerra mondiale. Quanto alla Repubblica del 1936 era tale solo di nome: dove ci sono conunisti e anarchici la repubblica è un fonema, come fu per l'URSS, la DDR e le repubbliche africane. Tra l'altro era pieno di sovietici che teoricamente erano consiglieri militari ma che di fatto comandarono le operazioni, tra cui il killeraggio interno degli anarchici del POUM. Rileggetevi, o leggetevi "Omaggio alla Catalogna", il più bel libro di Orwell.

pinux3

Lun, 02/10/2017 - 12:16

Gli indipendentisti catalani sono FILOEUROPEISTI, nessun dei tre partiti catalani si sogna di chiedere cose come l'uscita dall'euro, con la Lega di Salvini (che peraltro non è più indipendentista ma è diventata SOVRANISTA ITALIANA...) non ha proprio niente a che spartire. Oltretutto sono gli eredi dell'ANTIFRACHISMO PIU' "DURO", al contrario di Salvini che "flirta" con i neofascisti ...Vedete di raccontare meno balle, please...

DRAGONI

Lun, 02/10/2017 - 12:29

L'EUROPA E' ATTUALMENTE UNA ENTITA' DI STATI CHE NON HANNO INVIATO LE LORO MIGLIORI MENTE A BRUXELLES MA HANNO INVIATO SOLO "TROMBATI" DA CONSOLARE CON LE ATTUALI LAUTE PREBENDE E POI CON GENEROSE IMMERITATE PENSIONI.

Gyro

Lun, 02/10/2017 - 12:36

Ieri la Spagna più che un paese democratico occidentale mi è sembrata la Turchia di Erdogan per i metodi utilizzati dalla polizia, vi lascio immaginare cosa farebbe la polizia di regime nei confronti del povero popolo se un giorno da qualche parte dovesse esserci un referendum sulla permanenza nell' Euro e dovesse vincere l' uscita dalla moneta unica...

Ma.at

Lun, 02/10/2017 - 12:40

Se qualcosa del genere fosse successo in Israele si sarebbe mossa l'ONU che naturalmente avrebbe avrebbe condannato il governo legale.

Divoll

Lun, 02/10/2017 - 12:45

Ogni colpo arrecato alla UE e' un passo verso la sua disgregazione. Ben venga la fine di questa gabbia in cui ci hanno rinchiuso i banchieri e le elite massonico-globaliste.

GGuerrieri

Lun, 02/10/2017 - 12:54

Se Rajoy fosse stato un politico intelligente e coraggioso avrebbe concesso il referendum, a titolo consultivo, dietro l'impegno di aprire un tavolo politico dopo l'esito, portando quindi il confronto sul piano delle idee. Ma invece ha solo confermato la pochezza e l'inettitudine della classe politica europea attuale, sostanzialmente imperniata su PPE e PSE. Questi ultimi sono incapaci, ipocriti, falsi, fallimentari e pericolosi. Non sanno, o non vogliono, ascoltare le istanze dei cittadini, non sanno, o non vogliono, tutelare la sicurezza, il patrimonio culturale, tradizionale ed economico dei popoli europei. L'unica cosa che hanno saputo darci è questa "camicia di forza" finanziaria e globalista chiamata UE. Di fatto hanno già distrutto il presente e futuro di intere generazioni. Altro che "populismi"...

GGuerrieri

Lun, 02/10/2017 - 12:56

Del resto questa è l'Europa che vogliono i nostri "liberatori" Yankee: un grande spazio economico, un nano politico ed un microbo militare. Il tutto al servizio dei loro interessi economici e geopolitici...

cir

Lun, 02/10/2017 - 13:32

Ma.at .. in israele c'e' nessun governo legale !!!!!

cir

Lun, 02/10/2017 - 13:34

divoll. condivido perfettamente tutto .

Luigi Farinelli

Lun, 02/10/2017 - 14:08

x pinux3: a proposito dell' "antifranchismo più duro" dei nipotini della "Repubblica" del 1930, egemonizzata dalle sinistre (socialisti, repubblicani, comunisti), sostenuta dall'esterno dagli anarchici e all'estero dal Messico di Cardenas, dalla Francia del fronte Popolare del marxista Lèon Blum, da Stalin e dalla massoneria euro-americana, vedi mio post h.10:56 in risposta a fr4nk 18. Manuel Azana, massone fanatico, pur di portare la Spagna sotto Stalin alimentò una violenza inaudita tradottasi in un genocidio di tutti coloro che non si piegavano al terrore rosso e dei cattolici. Una vergogna del genere umano di cui non si deve parlare. Altro che Franchismo quale espressione di pura violenza fascista, slogan adatto a chi il cervello l'ha ormai sacrificato sull'altare del Pensiero Unico globalista, ultra-mercantilista, nichilista e anti-natura.

Luigi Farinelli

Lun, 02/10/2017 - 14:12

x Marcello.508: ben detto.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 02/10/2017 - 16:02

l' europpa è capace di muoversi solo se sente raccontare storie che riguardano Putin ma cose estremamente serie come questa non le interessano: evidentemente nessuno puo giudicare quanto avviene in spagna dove in questi giorni si sta esaurendo anche la liberta di pensiero.

silvano45

Lun, 02/10/2017 - 20:52

come al solito la Mogherini non esiste non serve a nulla scialba inconsistente non è mai presente ma di che cosa si occupa ?

umbertoleoni

Lun, 02/10/2017 - 22:54

ALFA 553, tu che sei uno straniero, con le boiate che hai scritto, ci hai confermato la verita': cosi come in italia, i meridionali (per le ovvie intuibili loro ragioni) non vogliono sentir parlare di secessioni da parte del nord, COSI IN SPAGNA COLORO CHE BENEFICIANO DELLA RICCHEZZA CATALANA, OVVIAMENTE VOGLIONO CHE LA CATALOGNA RESTI NELLA "MADREPATRIA" ! Grazie per la tua preziosa collaborazione per far comprendere la verita'...