"Delinque fingendosi paladino della legge"

L'ex senatore Ds Diana coinvolto nell'inchiesta Cpl Concordia. Il gip: "Comportamento spregevole"

Napoli - Sotto la rassicurante parvenza di paladino del bene, si nasconde una «personalità doppiamente trasgressiva». È un diavolo dalla faccia buona, l'ex senatore Ds Lorenzo Diana. Indagato per concorso esterno con gli ex vertici della coop rossa Cpl Concordia per gli appalti del gas affidati alle ditte dei Casalesi, l'icona antimafia viene fatta a pezzi dal gip Federica Colucci nella ordinanza di divieto di dimora in Campania per abuso d'ufficio in un diverso fascicolo. Per il giudice, Diana «non solo non dimostra remore a commettere reati anche gravi ma agisce sotto l'egida di un difensore della legalità». Tanto che, mentre briga con un avvocato amico per ottenere una falsa attestazione Figc che consenta al figlio Daniele di partecipare a un master Fifa, non rinuncia a svolgere «attività di relatore in convegni sulla legalità insieme a magistrati noti per il loro impegno antimafia» accompagnato addirittura dalla scorta. Un comportamento che il gip definisce «spregevole».

E poco importa che l'ex parlamentare, stimato da Roberto Saviano che ne tesse le lodi in Gomorra , sia «formalmente incensurato» e anzi rivendichi in una intercettazione di aver contribuito a mandare in galera tre sindaci con «cinque pagine di dichiarazioni». Dagli atti raccolti dai pm Sirignano e Maresca emergono infatti «pregressi reati contro la Pubblica amministrazione non perseguiti» solo perché prescritti oltre che i gravi indizi di aver agevolato i tagliagole della cosca casertana a lucrare sul business della metanizzazione. I magistrati della Dda – annota ancora il gip – non hanno chiesto la misura cautelare pure per l'ex parlamentare solo perché è passato molto tempo dai fatti.

Lui ovviamente si difende attaccando il pentito Antonio Iovine che per primo lo ha indicato come il garante politico dell'accordo criminale. «È la vendetta di chi cerca di coprire gli ingenti patrimoni accumulati negli anni delegittimando chi come me è l'unica memoria storica in grado di ricostruire la sua carriera criminale». In realtà, a parlare di Diana – licenziato a tempo di record dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris dal vertice del Centro agro-alimentare di Volla di cui era da 4 anni presidente – sono altri tre pentiti. Uno dei quali, Nicola Panaro, rivela che l'ex parlamentare e l'allora sindaco di San Cipriano d'Aversa indicarono autonomamente il nome del subappaltatore a cui la Concordia avrebbe fatto aprire un cantiere. Non uno stinco di santo, ma un imprenditore colluso come tutti gli altri.

È sempre Iovine a parlare: «Noi del clan sapevamo che in quella zona aveva un peso politico l'onorevole Lorenzo Diana e per evitare problemi con la legge, preferimmo non intervenire direttamente. Ebbene, la ditta che fece i lavori era comunque una ditta nostra e cioè quella dell'imprenditore Pietro Pirozzi (…) Il sindaco che affidò i lavori a Pirozzi era Angelo Reccia, persona strettamente legata politicamente a Diana».

Quando la notizia delle indagini sul gas della camorra filtra sui giornali, Diana viene intercettato mentre parla al telefono con l'ex presidente dell'azienda modenese Roberto Casari (da due giorni in galera) che gli rinfaccia i guai che sta passando per l'appalto a Casal di Principe. «Ci sono andato, ricordi? Avevo delle perplessità, dopo fai lavorare la gente del posto e amen insomma – dice il manager – Quando ce lo hai chiesto, noi ci siamo andati, abbiamo cercato di fare le cose fatte bene e via che siamo andati, poi salta fuori questa cosa qua...».

Diana traccheggia al telefono. Dimostra di aver letto attentamente le anticipazioni sui siti locali ed è curioso di leggere l'avviso di garanzia per concorso esterno a Casari («Però occhio... comunque se puoi girarmi, posso darti la mia mail oppure...», gli suggerisce) ma al cellulare minimizza tutta la storia. Convinto probabilmente che lo scudo dell'impegno antimafia e degli incarichi (premio nazionale Paolo Borsellino nel 2008 e premio nazionale Custode della legalità ) lo tengano al riparo da brutte sorprese.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Dom, 05/07/2015 - 08:45

No, normale per un diessino. È la loro natura, delinquere, rubare.....

swiller

Dom, 05/07/2015 - 09:00

La sinistra è tutta così, il migliore ha la rogna.

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 05/07/2015 - 09:42

fatevi restituire il maltolto da tutti i politici ladri sia di sx che di destra(vedi Galan) e riduceteli a vivere con la pensione sociale che è gia un regalo per questi tipi che in vita non hanno mai LAVORATO

beowulfagate

Dom, 05/07/2015 - 09:53

E pensate che hanno il 95% della magistratura dalla loro parte,altrimenti di vicende del genere ne verrebbero fuori a milioni.

jeanlage

Dom, 05/07/2015 - 10:57

Mi fa venire in mente un anziano signore, dello stesso partito che, blaterando di una vita passata a difendere la democrazia ha organizzato un paio di colpi di Stato e, inneggiando al pacifismo ha promosso la guerra in Libia. D'altra parte le Coop sempre in prima linea nelle manifestazioni antimafia, hanno fatto diventare l'Emilia un quartiere di Corleone.

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 05/07/2015 - 11:43

che faccia da mafioso che ha!

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Dom, 05/07/2015 - 11:42

Insomma, se un giudice persegue Berlusconi e la sua gang allora e` comunista, se invece persegue uno dell'altra sponda allora va bene. Spero che se questo Diana e` colpevole, venga condannato. (Ma mi chiedo come mai i tifosi della gang di Berlusconi, sperano che i loro delinquenti la facciano franca e possano continuare a delinquere. Forse e` per la loro naturale affinita` elettiva con i delinquenti).

Triatec

Dom, 05/07/2015 - 12:10

Questo fatto ci fa anche comprendere quanto Saviano conosca la camorra e le cose di cui parla e scrive.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 05/07/2015 - 12:12

...Chi meglio di colui che fa parte di una banda di criminali, può combattere la banda stessa. Sicuramente l'ex senatore era un "infiltrato", che intendeva con ciò, sgominare la banda di criminali. Peccato che sia intervenuta la polizia e la Magistratura, che abbiano fatto fallire l'operazione.

MEFEL68

Dom, 05/07/2015 - 13:30

Non ricordo chi, rivendicando la superiorità morale della sinistra, disse che l'onestà non può che essere di sinistra(sic!). Ormai, dopo tutto quello che sta succedendo, gli scandali di sinistra, non fanno più neanche notizia. Ma la cosa più grave è che non si tratta di scandali o ruberie di un singolo (il singolo disonesto si trova in tutti i partiti), ma di ruberie messe in atto dall'intero sistema del partito di governo. Questo è quello che veramente preoccupa; il singolo lo puoi cacciare e processare, ma se è il sistema a essere corrotto, la cosa è molto più difficile.

charlesbronson

Dom, 05/07/2015 - 14:54

Non mi pare ci sia da stupirsi, visto che è da tanto che se ne parla. E poi basta fare una piccola ricerca su internet e si scoprono tanti articoli che parlano dei presunti rapporti coi Casalesi, con Giacomo Diana boss di Mondragone (un parente?), e tanti altri. Se la magistratura va avanti, ne vedremo sicuramente delle belle!

opinione-critica

Dom, 05/07/2015 - 16:09

Vedremo se interverrà il CSM per rimuovere il gip Federica Colucci. Toccare i compagni è pericoloso, Toccare Berlusconi porta fama e reddito, toccare la mafia si intaccano i propri interessi. Vale sempre il detto: "compagno tu lavora che io magno"

Massimo Bocci

Dom, 05/07/2015 - 17:33

DELINQUENTI!!! LADRI!!! ANTI ITALIANI!!! La prassi STATUTARIA COOP, comunista-Catto dal 47, una tradizione istituzionale mai tradita.

Ritratto di hermes29

hermes29

Dom, 05/07/2015 - 18:39

Brava gente: pure la scorta aveva. Le indagini preventive con le intercettazioni solo a Berlusconi si fanno? La giostra degli onorabili ed intoccabili di sinistra, gira sempre al contrario del dire ed affermare pubblicamente? Debbono buttare le chiavi.

killkoms

Dom, 05/07/2015 - 19:22

I "Professionisti dell'antimafia"!

angelomaria

Lun, 06/07/2015 - 01:33

VEDI MALLEGNII E SAPRAI CHI SONO!!

angelomaria

Lun, 06/07/2015 - 01:34

MRCIUME SU MARCIUME VERGOGNE SU VERGOGNE MA LE COLPE SEMPRE E SOLO AL CENTRODESTRA!!!

angelomaria

Lun, 06/07/2015 - 01:40

MI RITITO POCO ONIENTE E'CAMBIATO SOLO IO HO IMPARATO A NON STARE PIU'TANTO MALE PURTROOPO A MIE SPESE CHE NON ENTRANDO PIU'IN COMMENTI ALTAMENTE VELENOSI PURTROPO DELIBERATAMENTE NON LEGGENDOIL MIO GIORNALE PIU'AMATO IL VOSTRO CARA DIEZIONE E LETTORI SLL PROSSIMA BUONA NOTTE E RIENTRO DOMANI AL LAVORO!!