La disfatta finale di Re Giorgio gran maestro di riforme fallite

Napolitano ha continuato a fare il regista bacchettando Renzi pur non essendo più presidente. Ed è stato punito

Poi un giorno, in sede di rivisitazione storica e pubblica ammenda, occorrerà anche occuparsi di una certa, discreta perseveranza. La perseveranza nell'errore, che pure domina nella lunga e fortunata parabola di Giorgio Napolitano, Giorgio 'o Sicch', come lo definì la giovane Miriam Mafai per distinguerlo, tracciandone una linea di demarcazione più umana che politica, da Giorgio 'o Chiatto, ovvero Amendola, di cui Napolitano era dichiarato sempiterno allievo. Ex pugile, generoso, roboante nell'eloquio quest'ultimo, almeno quanto di figura segaligna, fredda e aristocraticamente allampanata risultava il primo. Gelido pure nell'eloquio, con un chè di burokraticheskiy: categoria originata non certo dalla Rivoluzione bolscevica, ma che a Mosca aveva trovato la sua arida realizzazione con la capacità imperturbabile di negare l'innegabile e tacere l'evidenza, al fine di azzerare persino la memoria.

L'ingloriosa, prematura fine di Matteo Renzi, ultima delle sue invenzioni politiche, designa anche la morte per esaurimento della spinta propulsiva che Napolitano, per opera e virtù sconosciute, ha perseverato a inseguire in Italia. Riconducendo quel che era un ritardo di adeguamento, una fragilità politica, un'incapacità gestionale, se vogliamo, alla chimera delle riforme costituzionali, in particolare al taglio di alcuni rami secchi, e che pure non avrebbero cambiato un checché della vita dell'italiano medio. Il fatto è che Napolitano, due volte sugli altari del Quirinale per asfissia di leader adeguati, della vita della gente comune non ne ha mai voluto sentir parlare. Anche perché poco ne capisce e ancor meno gliene cale. La sua essendo una parabola vissuta nella Napoli del Dopoguerra, eppure talmente «bene» da concepire la rivoluzione come strumento d'ordine e «pacificazione» alla sovietica. Carri armati e rimozione, come quando l'ormai ottuagenario presidente recò omaggio alla tomba dell'insorto Nagy del '56, e non una parola lambì gli errori fatti da gran parte dei dirigenti comunisti occidentali. In primis, dal Sé medesimo.

Volendo ricordare, il parto che ha indotto all'afonia persino la categoria dei «tecnici», l'ha inventato Re Giorgio, calando dall'alto l'imbranato bocconiano Monti. Così l'illusione di bruciare un giovane sull'altare, quando sostituì il primo con il giovanile Letta junior, mai difeso davanti all'irrompere del Carroarmato rottamatore. Come nelle famiglie gattopardesche, il tutto-cambi-perché-nulla- cambi aveva nel frattempo fatto nascere il mostriciattolo renziano: all'inizio temuto, poi sopportato, infine cooptato come una balia di rito scozzese che ne volesse allettare l'appetito crescente con un (bel) po' di nastri e suggerimenti. Al punto che, nella più sgangherata campagna referendaria della storia, il prescelto Matteo più volte s'è impappinato nell'incerta paternità delle riforme: a volte rivendicandola, a volte scaricandola su Napolitano. Da Lui, anche non più presidente, Renzi ha accettato rimbrotti e pubbliche reprimende, le critiche sulla personalizzazione (aveva ragione il Gran Vecchio) e quelle sui toni esagitati. Aveva difatti previsto tutto, Giorgio 'o Sicch', e pure il tragico epilogo dell'Interposta persona. Come una Cassandra che tutto vede tranne che il baratro personale, dove giacciono inconfessabili errori e (forse) orrori. «Napolitano mi ha scelto per disperazione, non perché fossi il più bravo...», ha ammesso di recente Matteo. Per una volta, con ragione da vendere.

Commenti

MOSTARDELLIS

Mar, 06/12/2016 - 23:23

La superbia, la prepotenza, la sufficienza di questa persona è semplicemente fuori dal comune. Gli italiani sono davvero brava gente, altrimenti si sarebbero comportati diversamente.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 07/12/2016 - 00:57

ma sei sicuro?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 07/12/2016 - 01:43

Con la solita arroganza dei comunisti non voleva ammettere che il comunismo era morto da molto tempo. Glielo abbiamo ricordato mandando a casa il suo attore cui aveva affidato la parte di presidente del consiglio. La commedia si è rivelata un enorme fiasco. Speriamo non si dia da fare per riproporre qualche nuova riedizione dei suoi stucchevoli copioni. Le farse comuniste non tirano più.

Keplero17

Mer, 07/12/2016 - 04:02

Dopo gli 80 anni i cardinali perdono la potestà di eleggere il papa. Perché?

brunog

Mer, 07/12/2016 - 05:59

Sono 60 anni che questo parassita fa danni e a pagare il conto sono gli altri, pero' c'e' gente che continua a votarlo e volerlo.

eternoamore

Mer, 07/12/2016 - 06:27

UN POVERO FALLITO.

eternoamore

Mer, 07/12/2016 - 06:28

QUESTO PERSONAGGIO DEVE ANDARE ALL'OSPIZIO.

eternoamore

Mer, 07/12/2016 - 06:28

HA ROVINATO L'ITALIA CON LE SUE ASSURDE IDEE.

Ritratto di Tubista

Tubista

Mer, 07/12/2016 - 06:41

Solo in Italia posso accadere certe cose.....

Pensobene

Mer, 07/12/2016 - 06:47

Ho votato NO. Ciò non vuol dire che ritenga che la Costituzione non vada toccata. Ma prima di tutto eliminerei la possibilità da parte del presidente della repubblica di nominare i senatori a vita e la norma che prevede che gli ex presidenti diventino senatori a vita.

paolonardi

Mer, 07/12/2016 - 07:19

Il guaio e' che questa vecchia cariatide comunista ha trascinato, con i suoi tantissimi errori passati e presenti, il nostro paese e i suoi sudditi nel baratro di una crisi di cui, nonostante le roboanti esternazioni del contadino, non si vede la fine.

Ritratto di Razionale

Razionale

Mer, 07/12/2016 - 07:27

Napolitano a dispetto dell'apparenza iniziale è stato il peggiore Presidente che l'Italia abbia avuto : super partes ? Non prendiamoci in giro.

Ritratto di Razionale

Razionale

Mer, 07/12/2016 - 07:32

Il peggior Presidente che l'Italia abbia mai avuto, più che super partes è stato pro domo sua. Dovrebbe pensare alla sua vecchiaia indorata dal vitalizio invece di avere ancora pretesa di interferenza.

carlo19361

Mer, 07/12/2016 - 07:49

Napolitano non rompa più le scatole che siamo stufi di sopportarlo,pensi alla sua salute che ne avrà bisogno, e finalmente vada in letargo!!!!

claudioarmc

Mer, 07/12/2016 - 08:00

Non voglio più sentir parlare di questo figuro

Duka

Mer, 07/12/2016 - 08:08

Berlusconi ha pagato duramente e questo invece..............

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 07/12/2016 - 08:10

perfetto, ed ora , per favore, togli il disturbo definitivamente.

frank173

Mer, 07/12/2016 - 08:13

Uno spirito maligno che ha infestato l'italia troppo a lungo. Un vecchiaccio malvagio anche in giovane età. Se ne raccontano tante su di lui, da fare rabbrividire, ma ci basta guardare al suo operato per capire che è un uomo e un politico senza anima.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mer, 07/12/2016 - 08:15

Napolitano, lo stratega dei fallimenti completi, compreso il suo mandato da PdR.

Gasparesesto

Mer, 07/12/2016 - 08:25

Disfatto sì però è ancora Lui che comanda al Quirinale !

linoalo1

Mer, 07/12/2016 - 08:49

Per carità,cancellatelo dalla Storia Italianae raccontate agli Italiani i Disastri che ha combinato con il suo Colpo di Stato del 2011 !!!Moltissimi Italiani Disattenti,non se ne sono nemmeno accorti e,quindi,non sanno come mai siamo stati invasi dagli Immigrati,solo da una certa Data i poi!!E non sanno nemmeno perché non esportiamo più in Russia,come una volta!!!Infine,dite agli Italiani ed anche all'Europa,quanti Miliardi di €uro di danni,ha causato a tutti i Paesi dell'Europa!!!

timoty martin

Mer, 07/12/2016 - 08:50

Speriamo finalmente fuori dai piedi! Meglio tardi che mai.

ilbarzo

Mer, 07/12/2016 - 08:53

Un fallito,non può far altro che fallire!

ilbarzo

Mer, 07/12/2016 - 08:57

Più che gran maestro delle riforme,direi gran maestro degli inciuci,dei giochi di palazzo e del potere.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 07/12/2016 - 09:14

disfatta finale di Re Giorgio. Verrà ricordato come uno dei peggiori disastri della Repubblica Italiana.

Trinky

Mer, 07/12/2016 - 09:19

Vattene a Budapest a sventolare la tua bandiera rossa con la falce e martello..........!!!!

steacanessa

Mer, 07/12/2016 - 09:22

I danni che l' ignobile comunista ha fatto all'Italia sono incommensurabili. Vada all'inferno!

arkangel72

Mer, 07/12/2016 - 09:54

scrivere "Re" maiuscolo per questo figuro è un insulto alla memoria storica di tutti i nostri veri sovrani di un tempo!!!

babilonia

Mer, 07/12/2016 - 10:09

Napolitano fa a gara con Scalfaro per l'assegnazione del peggior presidente della repubblica da Saragat in poi, con le degne damigelle d'onore Leone e Ciampi. Dopo appunto Saragat io salverei solo l'immenso Pertini e Cossiga.

Ritratto di panteranera

panteranera

Mer, 07/12/2016 - 10:09

Leggendo il curriculum di questo essere spregevole è evidente come sia stato imboscato, voltagabbana, parassita e traditore del popolo italiano, solo in tutto ciò sicuramente gran maestro!

cameo44

Mer, 07/12/2016 - 10:16

Cosa ci vuole a far capira a Napolitano che la maggioranza dei cittadini ha le tasche piene dei suoi suggerimenti e delle sue apparizioni aveva detto che si sarebbe ritirato a vita privata dopo un gravoso lavoro ma vuole stare sempre sulla scena non ha capito i tanti danni che ha fatto al paese con i tre governi fatti da Lui con varie congiure di palazzo a partire dalle dimissioni di Berlusconi

zuma56

Mer, 07/12/2016 - 10:44

Purtroppo viviamo in uno strano paese. Se sei presidente della repubblica puoi rifiutarti di andare a un processo sulla trattativa stato mafia, ma se vuoi dire ciò che pensi di quel presidente, seppur in maniera educata, rischi di finire in carcere. Chissà se verrà mai un giorno in cui noi poveri cittadini potremo accusare, sempre educatamente, un presidente delle nefandezze che ha commesso senza correre il rischio di essere inseguiti per decenni dai carabinieri ?

Ritratto di giordano49

giordano49

Mer, 07/12/2016 - 11:45

La disfatta finale di Re Giorgio gran maestro di riforme fallite..! L'INDEGNO professore CHE HA RIDOTTO COSI' LA NOSTRA " PATRIA E IL POPOLO ITALIANO ".....DIKTAT COMUNISTA .... F A L L I T O ....!!!!!!! relegato al...... NON INTENDERE E VOLERE....!!!!!!!!!!!!! Lasci il suo stipendio e i suoi privilegi che ancora conserva....!!!!!!!!!!!!!!!!

ilbarzo

Mer, 07/12/2016 - 17:16

Non poteva essere che un comunista.Falliti per eccellenza.