Rivoluzione sull'Rc Auto: arriva quella "familiare"

Si tratta di un emendamento del sottosegretario all’Economia Villarosa, approvato dalla commissione Finanze della Camera. Sarà possibile assicurare tutti i veicoli presenti in una famiglia con la migliore classe di merito disponibile

Importante novità in tema di Rc Auto. Sarà possibile assicurare tutti i veicoli presenti in una famiglia con la migliore classe di merito disponibile, compresi moto e scooter. Si tratta di un emendamento del sottosegretario all’Economia, Alessio Villarosa, approvato dalla commissione Finanze della Camera, che ha dato il via libera al decreto fiscale. Quest’ultimo verrà esaminato domani in prima lettura dall’aula di Montecitorio.

Villarosa ha detto che “si è creata di fatto una classe di merito unica familiare”. Il deputato del Movimento 5 Stelle ha sottolineato che questa misura consentirà una riduzione delle tariffe Rc Auto. “Mi sono impegnato in prima persona per una maggiore equità nella definizione delle classi di merito e dei relativi costi - ha evidenziato il sottosegretario - è solo il primo passo della riforma in corso di definizione”.

Villarosa ha spiegato che se un nucleo familiare ha la disponibilità di un mezzo assicurato in prima classe, tutti gli altri componenti della famiglia potranno beneficiare della prima classe su qualunque altro veicolo, compresi moto e scooter. Tutto questo anche se sono già assicurati e se hanno classi di merito meno favorevoli, compresa la quattordicesima. Il sottosegretario ha detto che “il progetto Rca più equa continua”. I deputati pentastellati della commissione Finanze hanno precisato che si tratterebbe di “una boccata d’ossigeno per le famiglie italiane” e si avrebbe “un risparmio considerevole sul premio”.

Secondo i dati recenti dell'Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), nel 2018 l'assicurazione Rc Auto è costata agli italiani una media di 333 euro. Complessivamente le polizze pagate hanno avuto un valore di 10,6 miliardi di euro, con un incremento dell'1% rispetto al 2017. A livello geografico, l'importo più basso si è registrato a Bolzano dove sono bastati 236 euro per l'Rc auto, mentre quello più alto è stato riscontrato a Napoli, dove le polizze base sono arrivate a 493 euro.

Sempre in tema di auto, un emendamento del decreto fiscale prevede una stretta contro l’evasione del bollo. In sostanza, è previsto che il sistema informativo del Pra (Pubblico registro automobilistico) sia alimentato anche con i dati delle tasse automobilistiche. Le informazioni saranno poi inviate all’Agenzia delle Entrate, alle Regioni e alle province autonome che incroceranno i dati ottenuti con quelli già a loro disposizione. Il sistema dovrebbe evitare perdite di tempo e duplicazioni di dati, in attesa dell’integrazione degli archivi.

Commenti
Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Lun, 02/12/2019 - 14:07

non è che poi, se un figlio ha un incidente col motorino, tutte le auto in famiglia passano dalla classe 1 alla classe 3 ? sarà che a Babbo Natale non credo più da tempo, ma ci sento puzza di fregatura

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 02/12/2019 - 14:28

Egregio candidoecurioso, certo che si'...

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 02/12/2019 - 14:42

Devo capire bene come si svilupperà la cosa dato che c'è più di una questione non chiara tuttavia se si confermano i benefici che sembrano esserci sarebbe una graditissima novità. L'ultima volta che qualcuno ha fatto qualcosa per difendere gli italiani dall'ingordigia delle assicurazioni c'era Bersani al governo ... Leggo altrove che, finalmente, si introducono gli incentivi per l'acquisto dei motoairbag. Qualcuno si sarà accorto che curare a vita un traumatizzato spinale "costicchia". Se fosse andato fino in fondo al virtuoso ragionamento avrebbe evitato di fare la minc...ta di garantire l'incentivo massimo solo nel caso di contestuale acquisto di un nuovo mezzo a due ruote ma non si può avere tutto ...

Massimo Bernieri

Lun, 02/12/2019 - 15:52

Candidoecurioso.Ci avevo pensato pure io che se passi alla classe più bassa poi se uno fa un incidente..passano tutti alla classe successiva?Bisognerà leggere le clausole perché un detto dice"nessuno lega il cane con la salciccia"

Ezeckiel

Lun, 02/12/2019 - 16:14

La rivoluzione sarebbe stata cin una assicurazione comune per tutti i veicoli della famiglia,ad un prezzo corretto naturalmente ma una sola.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 02/12/2019 - 16:21

dove ci sono le assicurazioni c'è sempre un imbroglio!

il veniero

Lun, 02/12/2019 - 16:37

le mitiche lenzuolate di Bersani erano , come sempre, aprossimative . Le assicurazioni dovrebbero assicurare LA PERSONA non il mezzo . Come avviene in Svizzera . Se ho 3 macchine,,, ne uso una alla volta se tre ahnno la patende avranno la loro assicurazione ...troppo semplice e onesto per l'italietta .

peter46

Lun, 02/12/2019 - 17:09

Candidoecurioso...e se non sarà più prevista la 'fregatura' dell'aumento dell'assicurazione al primo incidente,che ne dici?Affinchè il 'significato' della parola 'ASSICURAZIONE' sia reale veramente e non truffaldino e lasciato alla golosità di amici ed amici degli amici assicuratori?Sempre a pensare male anticipatamente,vero?CCC'ho parlato già io col sottosegretario ai trasporti e lui ha assicurato che non si 'discosterà' dalle proposte già previste,da attuare,dal miglior ministro dei trasporti che l'Italia ha mai avuto,Tontinelli,di cui questa proposta già faceva parte...volete che ritorni Lunardi?E che vi mandi gli 'scarti' extra.com che suo figlio inviava agli 'agevolatori' del terzo valico ligure-piemontese?Non 'operano' più dato che chi riceveva l'abbronzata pretendeva la rossa e chi riceveva la bionda voleva anche lui la gialla...e nessuno la nera pur se 'ingaggiata'?

adal46

Lun, 02/12/2019 - 17:11

Detta così, sembra non ricordino che esite la legge Bersani...

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 02/12/2019 - 17:25

il veniero, hai pienamente ragione. Io ho lavorato in Svizzera, e non solo l'assicurazione è sul guidatore, ma se avessi avuto più macchine, pagavo la targa per una sola. Praticamente, il bollo, se usavo l'altra, non facevo che toglierla dalla macchina in uso e spostarla su quella che intendevo usare. Perché per gli Svizzeri, se uno è da solo con più macchine...mica le può usare contemporaneamente. Questa norma vigeva ancora negli anni '70, ora può darsi non sia in vigore, non lo so.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 02/12/2019 - 17:27

Bisogna assicurare la persona, non la macchina. Chi provoca eventuale incidente, non è la macchina, ma il conducente!

inventocolori

Lun, 02/12/2019 - 21:09

MA A ME SEMBRA LA REPLICA DELLA BERSANI

Ritratto di mailaico

mailaico

Lun, 02/12/2019 - 22:25

Con il decreto bersani gia' si faceva. Dove e' la novita' ?

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Mar, 03/12/2019 - 00:19

Ho fatto trent'anni (30) senza incidenti. Dalla 14 sono passato in classe 1 rimanendoci per 16 anni. Due anni fa ho fatto due incidenti, lievi ma con colpa (50%). Forse non si sa, ma con due incidenti nello stesso anno si sale di 6 categorie; quindi sono passato in classe 6, e i 15 anni in classe uno non sono mai stati contati come classe -16, che avrebbe aiutato adesso ad assorbire la botta... Forse in questi "dettagli" c'è un bel po' da rivedere...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 03/12/2019 - 08:57

Questo governo cerca di far pagare agli altri per salvare se stesso.

titina

Mar, 03/12/2019 - 09:36

Secondo me non è giusto: la responsabilità è personale, cioè legata a chi guida.

titina

Mar, 03/12/2019 - 09:40

xCandidoecurioso. In tal caso sarebbe giusto aumentare a tutti la classe di merito, almeno per chi chi aveva scelto di assicurare tutti i veicoli di famiglia con la migliore classe disponibile.