Conte e M5s ora sfidano Salvini: "Basta propaganda sui rimpatri"

È di nuovo scontro tra Di Maio e Salvini sul decreto sicurezza: "Per i rimpatri non ci sono i soldi". E i grillini lasciano campo libero al leader leghista: "Non lo aiuteremo a fare la vittima"

Sono i rimpatri il tallone d’Achille di Matteo Salvini. Ed è su questo, mentre si avvicina il banco di prova delle elezioni europee, che il Movimento 5 Stelle passa di nuovo all’attacco, per provare a dare il colpo di grazia alla Lega, già in crisi di consensi dopo l’affaire Siri.

È sul decreto sicurezza bis, che potrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri la prossima settimana, che si consuma lo scontro. Di Maio incalza l’alleato di governo e il premier Giuseppe Conte rimane alla finestra. Quasi a ricordare al leader leghista che il problema non sono tanto i “bastian contrario” grillini, ma i soldi che non ci sono. Per i rimpatri, così come per la flat tax. “Salvini è in difficoltà proprio su questo”, ha detto il ministro del Lavoro, citato da La Stampa. “Un conto è bloccare i porti – punzecchia – altro rimandare a casa migliaia di persone”.

“Vuole alzare solo un gran polverone, nella speranza di farsi dire di no e poi accusare noi o Conte dell'impossibilità di fare le cose”, aveva tagliato corto. “Io faccio il ministro e lavoro per la sicurezza”, aveva replicato stizzito il ministro dell’Interno, attaccando gli alleati: “Qualcuno dei 5 stelle ha detto non serve, non è urgente, secondo me riportare ordine e sicurezza in questo paese è urgente”. “Non accetto i no, punto – ha aggiunto Salvini – perché l'Italia ha bisogno di cose da fare, non da bloccare”. “L'unica cosa che voglio bloccare sono i barconi”, ha ribadito.

Giuseppe Conte, pur essendo in disaccordo con alcune delle norme proposte nel nuovo decreto, secondo le indiscrezioni pubblicate dal quotidiano di Torino, si mostra accondiscendente con Salvini, perché sa bene che le promesse del leader leghista si scontrano con una realtà fatta di soldi che non ci sono, fondi che non sono stati ancora stanziati e accordi bilaterali con i Paesi africani che ancora non sono stati conclusi. Anche per la flat tax non ci sarebbero le coperture. “Non lo aiuteremo certamente noi a fare la vittima”, è la frase che riassume, quindi, la strategia grillina.

Così si spiegherebbe, infatti, il silenzio del ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, su quel passaggio del decreto che dirotterebbe sul Viminale la facoltà di decidere sul transito e la sosta delle imbarcazioni nelle acque territoriali italiane. Poi c’è la questione della costituzionalità di alcune parti del provvedimento, come quella che prevede di multare le Ong per ogni persona tratta in salvo dalle acque del Mare Nostrum, sollevata da alcuni esponenti del M5S e dalle "toghe di sinistra". Commenti al vetriolo sono arrivati, infatti, dal segretario del Pd, Nicola Zingaretti, dal leader della Cgil, Maurizio Landini e da Magistratura Democratica, che ha definito il decreto “pericoloso”, oltre che contrario ai dettami costituzionali.

Salvini però tira dritto e punta tutto sul voto del 26 maggio. “Sarà un referendum”, dice. E il dl sicurezza bis sembra destinato a diventare il cavallo di battaglia di queste ultime settimane di campagna elettorale.

Commenti

Giorgio5819

Dom, 12/05/2019 - 12:37

I soliti sinistri amanti degli invasori clandestini.... avanti così.. sognano di farli lavorare al loro posto, sognano che siano quelli che "gli pagano le pensioni ", l'importante é che non debbano lavorare LORO.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 12/05/2019 - 12:56

che farà salvini? invocherà la rottura del patto? :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 12/05/2019 - 12:56

che farà salvini? invocerà la rottura del patto? :-)

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 12/05/2019 - 13:16

Il messaggio da Conte e Di Maio a Salvini. Credo che sia inutile, dato che é verosimile prevedere, per il dopo elezioni, un crollo del Governo dei Grillini, con sostegno leghista. Prevedibile un ribaltamento del favore popolare a vantaggio di Salvini, meritevole di aver bloccato l'invasione afro-islamica ed odiato alla furibonda sinistra, quella che di conseguenza ha rilanciato la guerra ad un "Fascismo" che non esiste, almeno dal 1944, finito con la morte di Mussolini.

Gianni11

Dom, 12/05/2019 - 13:29

Vogliono tenere l'Italia infognata e si sono chiaramente schierati con l'ue a favore dell'invasione come il PD. Gli italiani cosa ne pensano?

antoniopochesci

Dom, 12/05/2019 - 13:32

Qui chi ci capisce è bravo! Ormai stanno perdendo tutti la trebisonda in vista delle elezioni che spazzeranno via vagonate di ipocrisia. Giggetto prima rimprovera Salvini di non aver fatto nulla per i rimpatri ma poi dice che non ci sono i soldi per attivarli. Ed allora cosa facciamo? Quanto meno lasciamo a chi ha il compito di proteggere le frontiere ( Ministro dell'Interno ) la chiusura dei porti anche come segnale per prevenire partenze e potenziali naufragi. Quanto ai rimpatri, al di là dei soldi,la soluzione non può dipendere solo dal Viminale, ma anche dalla Farnesina e dai suoi rapporti con i paesi di provenienza e soprattutto dai provvedimenti di espulsione di competenza della magistratura che, come si sa, si aggroviglia in mille cavilli, prima di mettere alla porta chi non è in regola con le leggi italiane.

agosvac

Dom, 12/05/2019 - 13:33

A me sembra che sia Conte che Di Maio non sfidino Salvini ma tutti gli italiani!!! Comunque dimenticano che poi a decidere non saranno loro ma i voti degli italiani!!!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 12/05/2019 - 13:44

02121940 - 13:16 Probabile che finisca così.

Ritratto di Walhall

Walhall

Dom, 12/05/2019 - 13:45

Finirà così: 5Stelle alleati con il PD e resto delle sinistre, finché non collasseranno con spaccature e esodi verso i partiti di maggioranza. Comunque questo buonissimo è in gran parte voluto dai nostri industriali. Basta guardare le pubblicità.

Ritratto di Gius1

Gius1

Dom, 12/05/2019 - 14:03

Prima critica salvini di Non aver rimpatriato gli stranieri Ora dicono Chr Non Lo aiuteranno finanziariamente. . Le 5 stelle sono la rovina della Nostra Italia

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 12/05/2019 - 14:28

Salvini punta dritto sul voto del 26 maggio? Perché si vota per cambiare la Costituzione?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 12/05/2019 - 14:30

02121940: dopo il 26 maggio tocca giocare a Salvini (nel caso prevalga nelle urne come numero di voti). Gli equilibri in Parlamento rimangono gli stessi. Con buona pace di FelpaPig!

kennedy99

Dom, 12/05/2019 - 16:50

carissimi signori del m5s la cara gruber e il carissimo corradino del giovedi sera vi stanno aspettando. saranno in molti ha battervi le mani.