Docenti a scuola di teorie pro-gender. Ed è bufera

In una scuola di Roma corso per "educare alle differenze". Con il patrocinio del Comune. I genitori protestano

Roma - Nella fucina degli insegnanti pro-gender: a Roma la due giorni per «educare alle differenze». A fianco della cartina d'Italia, sul muro, alcune locandine colorate con diverse famiglie. Un bimbo, due bimbi, due mamme, due papà.

Non è la scuola del futuro, a Roma è già realtà. Sabato e domenica alla scuola Cattaneo, in pieno Testaccio, è andata in scena la due giorni di «Educare alla differenze» - appuntamento irrinunciabile per chi vuole introdurre nelle scuole italiane «un altro genere di informazione»: decisamente gay-friendly e, come va di moda ripetere, «libero da pregiudizi». È la fucina degli insegnanti «pro-gender» (o pro-studi di genere che dir si voglia). Ad organizzare tutto sono tre associazioni vicinissime alla galassia Lgbt, con tanto di patrocinio del Comune di Roma.

Docenti e genitori imparano come combattere il bullismo, ma anche come insegnare ai bimbi a liberarsi dagli «stereotipi di genere»: per la fascia d'età 0-6 anni, le insegnanti ricompongono in modo non convenzionale le fiabe ritagliate su fogli di carta: la principessa libera il principe, mentre la nonna va al ballo con il rospo. Biancaneve ingenua e bellissima - ça va sans dire - è un modello nefasto e superato. Altrove si utilizzano giochi da tavolo per riscrivere il vocabolario. Sulle carte del Memory, un maschio e una femmina costruiscono una casa: per distinguere le carte i bimbi sono costretti a dire «il muratore» e «la muratrice». C'è la teoria del genderbread, per cui l'identità sessuale non è mai definita ma sempre in divenire, mentre a proporre un «laboratorio sull'identità sessuale degli adolescenti» è il centro lgbt bolognese «Cassero», noto per aver organizzato una festa in cui uomini travestiti da Gesù mimavano atti sessuali con una grossa croce. Nell'aula a fianco, il tavolo «fuori programma» ospita «De-generiamo», un laboratorio di «quasi-danza» che vuole riflettere su «identità e stereotipi» esplorando «autoerotismo, post-pornografia, dominazione e sottomissione, bondage e burlesque». Il tutto nella cornice di un evento organizzato da associazioni che si propongono come interlocutrici del Miur al tavolo che dovrà discutere le linee guida per attuare la riforma della Buona scuola laddove (comma 16 legge 107/2015) parla di «educare alla parità tra i sessi, prevenire violenza di genere e discriminazione, informare e sensibilizzare studenti, docenti e genitori».

Il ministro - pardon, ministra - Giannini ha annunciato querele contro chi insinui che la riforma contenga riferimenti al gender. Come regolarsi con queste associazioni: ammetterle o no al tavolo del Miur, farle entrare o no in classe? Le associazioni dei genitori già sono sul piede di guerra e promettono battaglia.

Commenti

faberlonc

Lun, 21/09/2015 - 08:14

L'ideologia gender non esiste. Sì sì.

Marzio00

Lun, 21/09/2015 - 08:21

ATTENZIONE: fino al 28 settembre in tutti i comuni italiani c'è la possibilità di firmare la proposta di Referendum per l'abrogazione di questo abominio! Andiamo tutti a firmare!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 21/09/2015 - 08:21

Siamo di fronte alla pagina di totalitarismo più estremo. Neppure Pol Pot, Stalin e Mao osarono tanto.

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 21/09/2015 - 08:27

MI PARE CHE STANNO MANDANDO IN ONDA UN FILM PORNOGRAFICO CON QUELLO CHE C'E' SCRITTO. VI LAMENTATE? E PERCHE' AVETE LO AVETE VOTATO SOR MARINO? LA MINISTRA MINACCIA QUERELE MA LA SCUOLA DEL TESTACCIO NON APPARTIENE AL SUO MINISTERO? O SONO INCRETINITI TUTTI DIRIGENTI E IMPIEGATI MINISTERIALI CHE NON CAPISCONO QUELLO CHE SUCCEDE A POCHI CHILOMETRI DISTANZI DAL MINISTERO. LEI DICE DI NOI AL TESTACCIO FANNO E DICONO SI SIETE BUFFONI. COSI' CREDETE DI PRENDERE PER IL CxxO APERTAMENTE GLI IDIOTI ITALIANI ANCORA. CERTO ANDATE AVANTI FACENDOSI PRENDERE PER IL CxxO APERTAMENTE. E' NATURALE CHE UNO DICE UNA PAROLA E GLI ALTRI AGISCONO AL CONTRARIO. O NASCONDE LA VERITA' LA MINISTRA OPPURE AL TESTACCIO SE NE STRAFOTTONO DEL MINISTERO DELLA DISTRUZIONE PUBBLICA

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 21/09/2015 - 08:27

I genitori non debbono limitarsi a protestare, ma ritirare subito i propri figli da quella FOGNA e far circolare i Nomi di quegli indecenti Insegnanti. Anche Voi del Giornale dovete rivelarli. Abbiamo DIRITTO a sapere chi sono questi individui al fine di poterli isolare o combattere ovunque si trovino!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 21/09/2015 - 08:30

aveva ragione quel fascista che diceva che i comunisti erano teste dure. Lo erano e lo sono ancora adesso. Sanno che le mamme non vogliono e loro niente, continuano per la loro strada.

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Lun, 21/09/2015 - 08:40

Per ora nelle scuole gli "omo"; presto gli "zoo" e poi i peggiori, che vi lascio indovinare.

vince50_19

Lun, 21/09/2015 - 08:41

Chissà cosa mai ne penserà sora Giannini, anche se lei dice che la parola "gender" non c'è nella buona (???) scuola.E qui mi fermo nei suoi riguardi perché mi prudono i polpastrelli quando certa gente usa scappatoie per non voler ammettere che certi risultati, questi risultati e NON solo a Roma, sono più che evidenti nei loro intenti. Soros foraggia la lgbt, l'oms da consigli vomitevoli, il tutto per "sconfiggere" qualsiasi identità e tradizione e rendere l'uomo un essere amorfo da "plasmare", o uno zombie. Fanno benissimo quei genitori a protestare. Dovrebbero ritirare i loro figli da quella scuola (si fa per dire)..

korovev

Lun, 21/09/2015 - 08:42

tutto questo, chiaramente, frutto di un esigenza sentitissima dagli italiani!

Magicoilgiornale

Lun, 21/09/2015 - 08:48

Ora li rendiamo lumache

linoalo1

Lun, 21/09/2015 - 08:51

Niente di peggio per creare una maggiore confusione nelle già confuse idee dei giovani!!!!Con i tempi che corrono,non sarebbe più educativo ed utile,spiegare il concetto della Famiglia??O,forse,è un metodo subdolo per arrivare ,tra 15-20 anni,alle unioni gay??

Gyro

Lun, 21/09/2015 - 09:10

Lo fanno apposta per teorizzare i nostri bambini e creare nuove generazioni di froci negli anni a venire, per causare un calo demografico dei Cristiani per la gioia dell' Islam!

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Lun, 21/09/2015 - 09:14

Bei tempi in cui Almirante diceva che i nostri giovani amano le donne, cosa buona e giusta, se poi ci sono altri che hanno altre tendenze va bene, basta che non ce le impongano

Renzaccio

Lun, 21/09/2015 - 09:15

Chiedo agli Italiani, questa dei gender è evidentemente un aberrazione che lascia una persona NORMALE senza fiato, cosa ci aspetterà dopo? Questi cervelli deviati normalizzerano anche la pedofilia, i rapporti con gli amimali, i matrimoni tra madre e figlio, oppure tra fratello e fratello? Verrano a dirci che non siamo normali perchè nel nostro ventre non vogliamo far crescere un gatto, un cane o qualsiasi altro animale? Siamo alla fine della civiltà, quanto meno quella occidentale! Mi viene da pensare che questa invasione islamica non sia la nostra giusta punizione! Viva l'Italia, viva gli Italiani! Abbasso la promozione di massa di costumi contrari ai principi naturali di procreazione!!

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 21/09/2015 - 09:16

ma ste CAZ...TE c'e bisogno di insegnarle ai bambini??? da grandi o alle superiori uno si fara' una sua idea no?? in realta' c'e uno scentifico programma da parte di pezzenti DEVIATI di eunuchizzare la nostra societa' e dall altra islamozzarla..ma che bella banda di deviati imbe..lli

soldellavvenire

Lun, 21/09/2015 - 09:22

eh forse sono proprio certi genitori, che dovrebbero tornare a scuola, o quanto meno documentarsi su questi famosi "studi di genere" visto che in inglese sono una pericolosa ideologia della perversione mentre in italiano sono solo ovvie considerazioni sulla natura umana e sul l'influenza di questa sulla società e dell'inverso, NATURALMENTE; poi si può discutere con chi sostiene esservi alcunché di nuovo, sotto il sole: ah sì? e cosa?

angelovf

Lun, 21/09/2015 - 09:30

Non mandateli a scuole e fate la rivoluzione fuori alle scuole, la sinistra è sempre pronta a rovinare i bambini, proteggerli e il vostro compito di genitori, a scuola si va per apprendere la storia la scrupittura la matematica, non ha fare da cavie per certi pervettiti che vorrebbero i bambini a loro somiglianza. Ma questo popolo quando si sveglia?

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 21/09/2015 - 09:31

Non mi meraviglia, tutto parte del protocollo di disorientamento sociale e culturale cui siamo vittime e bersaglio. Male fa chi come a sinistra è colluso con i rottamatore della nostra società. Non si può lasciare che degli psicopatici (la sinistra) si organizzino in associazioni politiche e sia permesso loro di lavorare per erodere il nostro tessuto sociale fino a cancellarlo. Si guardino le nascite nella ns. società. Gli unici a figliare, guarda caso, sono proprio coloro che hanno mantenuto forti credenze nella loro cultura (di me*da quanto vuoi ma sempre stretta se la tengono). Noi abbiamo l'oro e lo scambiamo per metallo comune.

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Lun, 21/09/2015 - 09:33

Così rischiamo di diventare omosessuali per LEGGE. Guai chi non s'adegua. Per il linguaggio si tenterà di abolire l'antiquata Accademia della Crusca...meglio l'accademia boldriniana.

Giacinto49

Lun, 21/09/2015 - 09:38

«Educare alla parità tra i sessi, prevenire violenza di genere e discriminazione, informare e sensibilizzare studenti, docenti e genitori». Premesso che non esistono quasi più genitori in grado di dare una buona educazione e che la scuola è ormai un "letamaio", mi chiedo: Deficienti! E per i troppo timidi, i troppo grassi, i troppo magri, i "pelorossi", gli albini, per chiunque abbia un cognome che si presta all'ironia (ecc.ecc.) cosa farete? Ognuno un corso ad hoc?? Note e sospensioni ad alunni e genitori, se usate, bastano e avanzano. Se usate!

HappyFuture

Lun, 21/09/2015 - 09:39

Dietro la teoria gender c'è la sovversione della Lingua e Cultura Italiana. Tutte le nostre parole sono o maschili o femminili. Introdurre il concetto gender è come mettere il "neutro" inglese, che vuole essere classificato. Il concetto e di normalizzare il diverso e non ha niente a che fare con l'accoglienza del "diverso": confonde le idee, PUNTO!

Renzaccio

Lun, 21/09/2015 - 09:43

papino francesco che gusti ha in proposito? Non lo vedo molto partecipe all'argomento! Perchè non ci illumina sui gender? Non vorrà rimanere nell'ambiguità? Viva l'Italia, viva gli Italiani! Abbasso gli ambigui!

baio57

Lun, 21/09/2015 - 09:50

@ soldellavvenire - ...Ma sì ,cosa vuoi che sia in confronto all'istituzionalizzazione del Forteto ?

Luigi Farinelli

Lun, 21/09/2015 - 09:56

Delle due cose, l'una: o la Giannini mente sapendo di mentire o è talmente sprovveduta da non sapere che ormai in molte scuole italiane si sta tentando di sbolognare su istigazione EU, con veri e propri colpi di mano, ogni genere di aberranti ideologie ultra-laiciste, malthusiane e assolutamente prive di fondamento scientifico (la Norvegia, una delle nazioni più appestate da questa demenziale ideologia, dopo riscontri oggettivi anche all'estero, ha chiuso dalla sera alla mattina l'Istituto Studi Gender mandando a zappare i suoi pseudo-scienziati). In Germania, Francia, UK, Svezia le ormai approvate leggi dello Stato "contro l'omofobia" invece di sanzionare con la prigione (fino a 45 giorni e senza condizionale) i genitori che si rifiutino di portare i propri figli alle lezioni di "educazione sessuale" dove si insegna loro che masturbarsi coi genitori è bello e che potranno decidere da grandi a quale genere appartenere.

Ritratto di rabillo

rabillo

Lun, 21/09/2015 - 10:38

@angelovf Certo non bisogna mandare i nostri figli a scuola """ha""" fare da cavie ad alcunchè. Però mi chiedo tu che si sei andato """ha""" fare.

Tobi

Lun, 21/09/2015 - 10:45

per renzaccio: il Papa più volte è intervenuto contro il gender, ma forse lei non è venuto a saperlo perché i mass media che sono ormai venduti al pensiero unico censurano le parole del Papa a riguardo. Un esempio è il discorso tenuto a Napoli pochi mesi fa: ​Il vescovo di Roma, inoltre, ha puntato il dito contro “le colonizzazioni ideologiche sulle famiglie”. “Queste cose che ci sono in Europa e vengono anche d’Oltreoceano – ha osservato – modalità, proposte e anche quello sbaglio della mente umana che è la teoria del gender e che fa tanta confusione e la famiglia è sotto attacco”.​

1204b121

Lun, 21/09/2015 - 10:49

@gyro: non l'avevo mai vista sotto questa prospettiva. Ottima analisi.

Ritratto di COCUZZA85

COCUZZA85

Lun, 21/09/2015 - 10:57

L'unica paura mia è che per questa inaccettabile forzatura cattocomunista sui "generi" risorgano i mostri mai sopiti del neo-nazismo incrociato con il nazi-islamismo, che li ridurranno a strame, poveri loro (e noi)! Perchè non lasciano vivere gli omosessuali e gli altri cosiddetti diversi in santa pace senza pretendere di mescolare oscenamente le carte della vita naturale, normale, con grottesche "invenzioni"?

Thor88

Lun, 21/09/2015 - 10:59

Consiglio a chiunque abbia un bambino a cui vengono insegnate queste schifezze di avvalersi della possibilità di sporgere denuncia per circonvenzione d'incapace.Una denuncia verso lo stato,scritto in minuscolo,e verso le insegnanti ideologizzate che diffondono questa propaganda.Basta,è ora di darci un taglio con queste porcate "progressiste" mascherate da "educazione alla parità dei sessi".Ma poi,perché insegnano ai bambini che la violenza è a senso unico? Le femmine sono immuni a compiere violenza fisica e psicologica agli uomini? Bella parità che insegnano,con queste discriminazioni sessiste che sentenziano che solo il genere maschile è violento.Basta,non se ne può più di questo subdolo femminismo di stato,di gay,transessuali e di genitori1 e genitori2.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 21/09/2015 - 10:59

Da quanto mi risulta la propaganda in ambito scolastico del "gender", teoria infame di radice svedese, è cominciata "sotto traccia", ma attivamente, nello scorso inverno, avendo di mira l'indottrinamento di insegnanti e alunni ad opera di "esperti", naturalmente a pagamento. Nel mio quartiere la questione non dovrebbe aver avuto sviluppo; so solo che in una classe di 1° media un insegnante ha provato ad intavolare il discorso, subito rinunciando in quanto due studenti si sono alzati per andarsene. Il governo dice che il gender non è entrato nella "riforma" della scuola, ma la porta certamente non è chiusa, stante l'ambiguità di certe espressioni legislative. Una teoria allucinante che vuole "cambiare", ma soprattutto vuol far guadagnare gli "esperti", che dovrebbero "informare" (a pagamento, naturalmente) la categoria degli insegnati. Vedremo.

Cacciamo i Padani

Lun, 21/09/2015 - 11:21

EDUCAZIONE PARENTALE. Non mandare a scuola i propri figli si può. Negli STATI UNITI sono 2 milioni i bambini educati ed istruiti a casa. In ITALIA i genitori che scelgono la SCUOLA PARENTALE è in deciso aumento: uno dei modi più efficaci per contrastare la teoria gender è l'HOME SHOOLING. La scuola statale ormai non serve quasi più a nulla. Solo a creare teste vuote e ignoranti. LA SCUOLA "tradizionale" è finita. Dopo 150 anni è ora di cambiare.

Cheyenne

Lun, 21/09/2015 - 11:24

MA CHI SONO QUESTI LOBOTOMIZZATI?

Tobi

Lun, 21/09/2015 - 11:37

signori e signore, per battere la demenziale ideologia del gender non ci deve essere divisione tra sinistra e destra o centro. Non è una questione politica, ne va dei nostri figli.

Thor88

Lun, 21/09/2015 - 11:47

Il problema è che queste schifezze vorrebbero diffonderle non solo tra adolescenti,ma anche tra bambini che non hanno ancora i mezzi necessari per comprenderle e difendersi.Il punto è che non basta protestare,qui bisogna usare le maniere forti,possibilmente ricorrere a mezzi legali per cercar di bloccare queste iniziative sul nascere.Eh basta,veramente,qui con la retorica dei diritti,dell uguaglianza,e di tutte queste balle stanno veramente superando ogni limite del buon senso.Bisogna fermare questi maledetti comunisti,stanno devastando economicamente e socialmente questo povero paese.

Ritratto di vraie55

vraie55

Lun, 21/09/2015 - 12:18

i veri rsponsabili sono lo scimmione "abbronzato" e il suo miglior amico, quello tutto vistito di bianco (di fuori ..)

ego

Lun, 21/09/2015 - 12:34

La sinistra comunista, dato che dopo la caduta del muro di Berlino ha capito che non potrà mai governare nei paesi democratici occidentali, ha deciso di ammorbarne "l'aria sociale e culturale" con una serie di idiozie di cui l'ultima è, questa del "pro-gender". Con tali iniziative la sinistra, resasi conto che non potrà mai instaurare nei paesi di area democratica i suoi famigerati regimi dittatoriali, ha deciso di asservire le menti e le coscienze delle sue popolazioni con tutta una serie impressionante e bislacca di iniziative sovvertitrici dei canoni culturali tradizionali. Il che è una forma di asservimento ancora peggiore, se possibile, di quella politica.

sorciverdi

Lun, 21/09/2015 - 12:40

In tutte le discussioni o si arriva ad un accordo ragionevole per entrambe le parti oppure, in alternativa, ad un momento in cui una delle due parti vuole sopraffare l'altra con la scusa della sua maggiore "autorità". Chi se ne approfitta della propria "autorità" -e questo mi pare sia proprio il caso- deve sapere che superata quella certa linea, a chi prende le sberle non rimane altro da fare che renderle. Ci pensino il PD e la sinistra tutta perché stanno portando gli Italiani allo scontro. E' questo che vogliono?

i-taglianibravagente

Lun, 21/09/2015 - 12:41

Ma no...non puo' essere vero....la Giannini ha detto che parte la denuncia....okkio. AMEN....l'importante e' che non si dia scampo a questi esseri orrendi e che si combattano tutte le situazioni, una per una, a mano a mano che si presentano e soprattutto a qualsiasi costo. Non possiamo lasciare i nostri bambini nelle mani di questi orchi pervertiti. A QUALSIASI COSTO.

MEFEL68

Lun, 21/09/2015 - 12:49

Se una donna fa il muratore, va benissimo la brutta parola muratrice. Ma se un uomo fa la mamma, mammo è da condannare. Si parla tanto di rispetto per la natura e questi stanno cercando di stuprarla, NON SI DEVE STUPRARE LA NATURA:

Lorenzo-

Lun, 21/09/2015 - 12:56

Mi piacerebbe sapere come si è arrivati a insegnare una teoria,basata su studi fallaci così come tutta la psicologia moderna(e per aggiugnere il danno alla beffa, lo studio sulla fallacità della psicologia è italiano),con pochissime prove ed evidenze,ai bambini,quando nemmeno i più grandi sanno che cavolo è la teoria gender. Qui non si parla della teoria dell'evoluzione o della relatività,qui si parla di uno studio farlocco,imposto a forza sulle menti dei più giovani,senza alcun valido motivo. Questo è stalinismo puro.A quando l'interdizione per chi non accetta questa buffonata?Chiediamo a Putin se ci presta due tre Gulag in Siberia per i bigotti anti-gender.

MEFEL68

Lun, 21/09/2015 - 12:56

Quando ero piccolo, i miei genitori (un uomo e una donna per la precisione) mi hanno regalato il meccano, la pistola da cowboy, una macchinina a molla che correva e si ribaltava e un bel pallone. A mia sorella, invece, bambole di varie grandezze, pentoline e il gioco dei cerchietti. Ci siamo trovati benissimo. Una volta cresciuti, ognuno di noi, senza doversi prima interrogare, sapeva verso quale sesso doveva rivolgere le proprie attenzioni. Credetemi, così è molto più facile.

java

Lun, 21/09/2015 - 13:13

volevo fare una domanda agli amanti di queste iniziative 'gender' (spero siano pochi su questo sito): voi affermate che secondo le vostre teorie, una persona può cambiare sesso a giorni alterni a seconda di come si sveglia la mattina. Bene, se ciò fosse vero, sarebbero inutili i matrimoni gay (altro pilastro della vostra ideologia). Se il sesso è solo un'idea, significa che un gay non potrà pretendere di sposare un uomo, in quanto qualsiasi donna potrà dire di essere uomo. Spero che questa teoria imploda nella sua contraddizione.

Palladino

Lun, 21/09/2015 - 13:18

Insegnate loro a leggere,a scrivere e a fare di conto branco di deficienti.

Joe Larius

Lun, 21/09/2015 - 13:19

Ho avuto un'immensa fortuna: sono nato maschietto, sono diventato un ometto, poi un ragazzo, poi un giovanotto dagli ehm.. "appetiti" corretti, sono diventato marito di una splendida giovanotta, abbiamo messo al mondo dei figli, due femminucce e un maschietto come era normale tra uomini e donne dell'epoca. Abbiamo insegnato loro a diventare correttamente giovanotte e giovanotto e da uomini e donne ci hanno dato quattro nipoti per noi mortali di normale appartenenza sessuale. E qui sorge una curiosità legittima: come saranno qualificati questi sui loro documenti dalle nuove autorità gendergrafiche? Quanta nostalgia per i nostri vecchi e validissimi comici di una volta! Perdonatemi: sono diventato un vecchiaccio.

Renzaccio

Lun, 21/09/2015 - 13:52

Tobi, grazie della precisazione ne prendo atto. Vedo però, come lei conviene, che ascoltare quella notizia era un pò come vincere al superenalotto!!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 21/09/2015 - 14:00

Adamo ed Eva vi dice qualcosa finocchi in agrodolce?

little hawks

Lun, 21/09/2015 - 14:19

Certo che ormai se ne vedono delle belle per attentare alla moralità dei nostri bambini. Vorrei avvertire certi porcaccioni che se si avvicinano con i loro sproloqui ai piccoli della mia famiglia non sono sicuro di cosa potrà loro capitare. I gay ed i pedofili vanno curati non i bambini!

Tobi

Lun, 21/09/2015 - 14:25

Renzaccio, purtroppo è così e bisogna fare i conti con questa realtà. Quel giorno stesso in cui il Papa affermava "quello sbaglio della mente umana che è la teoria del gender" ho quindi voluto vedere se i TG RAI riportavano la notizia. Silenzio assoluto!! Hanno invece arricchito i TG di notiziette frivole. Fa parte delle loro linee editoriali. Anche in RAI sono pagati (e obbligati) ad assecondare il pensiero unico. Sono ormai TG di regime fedeli al pensiero unico!

Libertà75

Lun, 21/09/2015 - 14:38

Il PD non farebbe mai nulla contro la famiglia classica e l'eterosessualità in genere! Il Forteto ne è un esempio lampante.

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Lun, 21/09/2015 - 14:51

Puntuale come ogni disgrazia, la circolare dellA ministrA non s'è fatta attendere ed è strisciante come il più velenoso dei rettili. Si cita la Costituzione per ricordare che la scuola deve promuovere, giustamente, il rispetto della diversità (di religione, etnia, cultura e di sesso) per garantire un' eguaglianza di trattamento. Fin qui nulla da eccepire. Andando avanti con la lettura però lA ministrA si richiama al principio dell'autonomia delle istituzioni scolastiche ed ecco che la porcata E' SERVITA. Come a dire, se vi aggrada, promuovete pure il ribaltamento di ogni legge naturale sul genere perché l'autonomia per farlo l'avete. Un Docente. ( o forse una DocentA?)

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 21/09/2015 - 15:42

Quasi certamente, oltre al ministro Giannini, nelle alte sfere delle istituzioni statali circolano personaggi non etero ma molto potenti in grado di condizionare, in nome della "buona scuola" i programmi scolastici. Sinistroidi malati di potere che per non perderlo cercano col loro falso buonismo di garantirsi i voti ruotando a 360 gradi, dai palestinesi agli islamici, dai gay ai rom e così via. La teoria "gender" è una invenzione contro natura perché in natura non esistono "neutri" ma esseri con sesso maschile o femminile e qualsiasi altro volere, comprese le tendenze non etero, sono forzature contro natura. Genitori salvate i vostri bimbi da questi soggetti malati che vorrebbero imporre le loro teorie per avere il sopravvento sulla normalità naturale.

sorciverdi

Lun, 21/09/2015 - 15:51

Quelli che vogliono stravolgere il mondo, credetemi, ci stanno spingendo allo scontro fisico però sarebbe bello che almeno avessero la decenza di dichiarare guerra a quelli che sono normali: almeno ci si regola e ci si comincia a preparare. Invece sono anche vigliacchi e fanno le loro porcate trovando tutte le più assurde scuse del mondo. Forza belle gioie, invece di uccidere un po' di buonsenso ogni giorno...piano, piano così la massa non se ne accorge, fate vedere che avete le palle (di cervello ne avete poco quindi fate vedere almeno quelle) e diteci una volta per tutte cosa volete fare di questa Italia, così sapremo regolarci. Su, forza...stiamo aspettando!

MEFEL68

Lun, 21/09/2015 - 16:14

Allora, in base a questa nuova "conquista" sociale, possiamo tranquillamente dire che oltre ai due obsoleti sessi (sesso! Che parola orribile e priva di significato)esistono anche, e soprattutto, frocie,e lesbici. Se va bene muratrice...

Joe Larius

Lun, 21/09/2015 - 18:34

Signori! È tempo che ci rendiamo conto che la responsabilità di tali nuove luminose idee e proposte di nuovo "gendere" siamo noi. Chi ha eletto la gioiosa élite politica "genderologica" ?

Borbone

Mar, 22/09/2015 - 01:44

Si avevo già capito che stava arrivando la dittatura ma non pensavo che fosse venuta dal PD, mi ripeto ancora una volta, Signor Presidente Mattarella, perché non fa nulla per evitare questo scempio, anche se non ho avuto la possibilità di andare a scuola, ma questo lo si vede da lontano, e se non sbaglio l'aveva detto anche Lei che dove vi è una persona sola al comando ci sarà la DITTATURA ed è quello che sta succedendo, non capisco perché non interviene, faccia qualche cosa prima che sia troppo tardi.