Due italiane rapite in Siria Altre incoscienti da salvare

Sequestrate ad Aleppo Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, due incoscienti da salvare sull'orlo del baratro

Solidarietà, certo, mancherebbe. Perché come si fa a non essere vicini, a non sperare il meglio per due ragazze che invece di andarsene al mare con gli amici decidono di passare l'estate in Siria, tra le macerie, sotto le bombe, ogni giorno col cuore in gola per dare una mano ai bambini di quel martoriato Paese? Bello, vero? Essere pronti a gettare idealisticamente il cuore oltre l'ostacolo, sacrificarsi per gli altri. Meno bello - e questo è l'aspetto che varrà la pena sottolineare, quando tutto sarà finito - è gettare oltre l'ostacolo anche i soldi dei contribuenti per pagare riscatti milionari o imbastire complesse, rischiose, talvolta mortali operazioni di recupero di certe signorine che oltre alla loro vita non esitano a mettere a repentaglio anche quella degli altri. Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, sparite nel nulla sei giorni fa ad Aleppo, sequestrate da una banda di tagliagole torneranno, ne siamo certi. Ma quando saranno di nuovo tra noi qualcuno dovrà spiegarle che la guerra, le bombe, quei territori «comanche» dove morire è più facile che vivere sono una cosa troppo seria, troppo crudele per due ragazzine. Che sognare di andare in battaglia «per dare una mano», per «testimoniare», come troppe volte abbiamo visto fare a tante anime belle, dalla Bosnia all'Irak di Saddam, è una cosa che si può sognare benissimo tra i piccioni di piazza del Duomo, un selfie dopo l'altro, abbracciate strette strette, quando il rischio maggiore è di beccarsi un «regalo» dai pennuti. Ma senza i nervi, la preparazione, il carattere, l'esperienza che ti dice cosa fare e cosa non fare; senza quel rude pragmatismo che ti viene dopo aver battuto i marciapiedi di tante guerre è meglio stare a casa. Non ci si improvvisa reporter di guerra, e non ci si improvvisa neppure cooperanti senza aver imparato come si fa, come ci si comporta, come è fatto il sorriso che ti salverà la vita quando ti troverai di fronte a un mascalzone che vuole i tuoi soldi e le tue scarpe, o al ragazzino che sbuca dall'angolo di una casa, e per rabbia, per vendetta, o anche solo per paura, lascia partire una raffica di mitra che può spedirti all'altro mondo in un amen. Sono le stesse cose che scrivemmo nel settembre di dieci anni fa, quando a Bagdad vennero liberate Simona Torretta e Simona Pari. Le «due Simone» uscirono incolumi da un'avventura durata tre settimane. Non così andò l'anno dopo, quando sempre a Bagdad rapirono la giornalista del Manifesto Giuliana Sgrena. Per liberarla, quella volta, morì l'agente del Sismi Nicola Calipari. Che dire di più, in queste ore? Niente. Fermiamoci qui. Intrecciamo le dita, sperando di rivedere presto queste altre «Simone».

Commenti

karlettogd

Gio, 07/08/2014 - 08:16

Come se il problema non esistesse.

Ritratto di sepen

sepen

Gio, 07/08/2014 - 08:22

Lasciatele lì!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo (non verificato)

ric42

Gio, 07/08/2014 - 08:25

C'è tanta gente bisognosa nel nostro paese, perchè non cominciamo da questi? Ma qualcuno, come queste ragazze incoscenti, preferisce il protagonismo. Vorrei aggiungere altro, ma il mio commento non passerebbe!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 07/08/2014 - 08:26

PER QUESTE DUE PAGHINO LE LORO FAMIGLIE NON LO STATO. SIAMO STUDI DI PAGARE

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 07/08/2014 - 08:26

PER QUESTE DUE PAGHINO LE LORO FAMIGLIE NON LO STATO. SIAMO STUFI DI PAGARE

Anonimo (non verificato)

buri

Gio, 07/08/2014 - 08:48

sr lo cercano e poi xi tocca pagare

gigetto50

Gio, 07/08/2014 - 08:49

......io farei pagare sia il riscatto (che senz'altro ci sara' anche se mai ammesso) a loro/loro genitori e niente volo di Stato per il rientro in Italia. Come sono andate in Siria, cosi' possono tornare.

Anonimo (non verificato)

Sonia51

Gio, 07/08/2014 - 08:53

Chi le ha mandate in Siria?

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Gio, 07/08/2014 - 08:53

Io posso capire che le due ragazze, non essendoci nessuno da poter aiutare in Italia, sentano il bisogno di andare in Siria. Quello che non capisco sono i soldi che i contribuenti italiani saranno forzatamente obbligati a sborsare per pagare il riscatto e i costi di tutte le persone che verranno mobilitate. Se poi tutto andra' per il meglio, le due "cretine" avranno i loro retribuiti spazi di notorieta' in televisione, percepiranno soldi per raccontare le loro "stronzate" alla faccia di tutti noi. Speriamo che almeno questa volta nessuno ci lasci la pelle per salvare la loro.

eureka

Gio, 07/08/2014 - 08:55

D'accordo che sono maggiorenni ma queste ragazze non hanno una famiglia? Il denaro per il viaggio penso glielo abbiano fornito loro senza fornire le informazioni necessarie sul pericolo che si corre ad andare in questi paesi, specialmente se donne. Adesso pretenderanno che i politici le riportino a casa, giustamente lo pensiamo tutti, ma la spesa la metterei a carico di queste famiglie. Perché noi tutti dobbiamo prenderci questo carico quando queste ragazze hanno fatto quello che volevano nonostante i precedenti, già largamente spiegati dai giornali, rapimenti? E' ora che ognuno di noi prima di fare qualcosa che possa nuocere alla comunità si renda responsabile. Mi viene un dubbio: solidarietà con un popolo martoriato o ricerca di apparire a prescindere?

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 07/08/2014 - 08:56

spero vivamente che le due ragazzotte incoscienti e "infedeli" in mano ai "tagliatori di teste" islamici, riescano a salvare la pelle(ed e' tanto)..la farnesina fara' (essendo Italiane) quello che deve fare..SICURAMENTE PIU' DEI MARO'..ma esigiamo che una volta liberate, loro o le loro famiglie PAGHINO IN COMODE RATE MENSILI I COSTI CHE LO STATO SOSTERRA' per rimediare alle loro cretinate "giovanili"

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Gio, 07/08/2014 - 08:56

Sono in offerta speciale 2 al prezzo di 1, accattatavelle!!!

Ritratto di indi

indi

Gio, 07/08/2014 - 08:58

Esattamente come quelli che vanno in montagna a fare i bulli e poi tocca ricercarli e soccorrerli sotto qualche valanga o appesi alla roccia che non vanno più avanti ne indietro. Cioè, ognuno fa quello che vuole per poi PRETENDERE di essere salvati. Così a lasciarci la pelle sono i soccorritori.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 07/08/2014 - 09:08

Pippa Bacca è morta tragicamente durante la performance itinerante Spose in Viaggio, con cui si proponeva di attraversare, in autostop, 11 paesi teatro di conflitti armati, vestendo un abito da sposa, per promuovere la pace e la fiducia nel prossimo.[1] Il viaggio, la cui meta era Gerusalemme, era stato intrapreso insieme a un'altra artista, Silvia Moro, anch'essa in vestito da sposa ed era iniziato a Milano, l'8 marzo 2008 (festa della donna). Dopo aver attraversato Slovenia, Croazia, Bosnia e Bulgaria, Pippa e la sua compagna arrivarono in Turchia il 20 marzo.[2] Secondo il programma, le due avrebbero poi dovuto continuare attraverso Siria, Libano, Giordania, Israele e Palestina, con arrivo a destinazione per la metà di aprile. Nel corso del viaggio, però, dopo essersi separata a Istanbul dalla compagna, con cui prevedeva di rincontrarsi dopo pochi giorni a Beirut, il 31 marzo 2008 Pippa Bacca fu violentata e uccisa a Gebze, da un uomo che le aveva dato un passaggio. --- Ecco, queste due di 21 e 20 anni, mi ricordano tanto Pippa Bacca, nipote (la mamma era sorella) dell'artista Piero Manzoni, famoso per la sua opera d'arte intitolata -merda d'artista- -riproduzione riservata- 9,08 - 7.8.2014

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 07/08/2014 - 09:12

Non solo cacceremo fior di quattrini per liberare queste due inutili stronzette, ma al ritorno in questo Paese del k@__0 sarà loro riservata un'accoglienza trionfale degna di cotanto eroismo e un posto di lavoro degno adeguato a queste campionesse della solidarietà; magari una candidatura in qualche patito moralmente superiore.

Ritratto di GOTTAPA

GOTTAPA

Gio, 07/08/2014 - 09:13

Bisogna essere poco intelligenti per andare in zone di guerra di questi tempi. Detto questo care GRETA e VANESSA, visto e considerato che avete dimostrato tanta solidarietà per i vostri fratelli e sorelle SIRIANI, credo sia giusto che l'impegno di riportarvi a casa sane e salve sia di competenza SIRIANA e non Italiana. Voglio ricordarvi, care VANESSA e GRETA che in italia ci sono più di 10 milioni di persone che stanno soffrendo a causa della crisi economica, e mi pare giusto, visto che il vostro grande impegno lo avete speso verso la popolazione SIRIANA che siano i vostri fratelli e sorelle Siriane a riportarvi in Italia.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 07/08/2014 - 09:17

Questo, che le due incoscenti hanno fatto, rispecchia le famiglie dei BUONISTI, LA PAROLA "INCOSCENTE" CI FÀ CAPIRE CHE : SCUOLE, FAMIGLIA E POLITICA, HANNO DATO INSEGNAMENTI SBAGLIATI. NELLA VITA, BISOGNA PESARE IL PRO E IL CONTO E DA QUESTO TRARNE UNA CONCLUSIONE, SENZA FAR PESARE A TERZI I PROPRI SBAGLI . Da come stà trattando gli Italiani e i Marò, il governo Italiano, dovrebbe fare la stesso con queste due IDIOTE.

Anonimo (non verificato)

pittariso

Gio, 07/08/2014 - 09:19

Per me possono restarci!Tanto sono tra amici che non gli faranno nulla.

Domatore

Gio, 07/08/2014 - 09:20

Carne fresca... per la felicità dei loro amici islamici. Se la sono cercata, cazzi loro!

Solist

Gio, 07/08/2014 - 09:22

mandate i loro parenti a liberarle e di pagare anche i costi della spedizione

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 07/08/2014 - 09:23

Ma queste foto, o le mettete per far vedere che razza di individui riesce a radunare la sinistra per i propri fini, oppure affinchè qualcuno si preoccupi e rattristi per la loro sorte?

maricap

Gio, 07/08/2014 - 09:28

A rapirle erano in trenta, "Armati", ora a "Disarmarli" ci pensino loro. 15 a testa, mica male per due ventenni. I fessi combinano guai, e chi fesso non è, li paga. Basta, lasciatele dove sono. Tranquilli ritorneranno,con well fucked pussy.

spectre

Gio, 07/08/2014 - 09:29

più che incoscienti sono proprio delle dementi, loro e i loro famigliari ...hce adesso dovrebbero pagare ogni centesimo che servirà per liberare ste illuse rincoglionite, stessero a casa loro a studiare e a pensare di più al loro paese allo sfascio piuttosto che farsi pubblicità e mettere in difficoltà un paese già abbastanza incasinato come l'italia.

spectre

Gio, 07/08/2014 - 09:41

più che incoscienti sono proprio delle dementi, loro e i loro famigliari ...hce adesso dovrebbero pagare ogni centesimo che servirà per liberare ste illuse rincoglionite, stessero a casa loro a studiare e a pensare di più al loro paese allo sfascio piuttosto che farsi pubblicità e mettere in difficoltà un paese già abbastanza incasinato come l'italia.

pittariso

Gio, 07/08/2014 - 09:41

GOTTAPA 09:13-doveva aggiungere alla fine:o a tenervi con loro come sarebbe meglio.

Marioga

Gio, 07/08/2014 - 09:41

Finalmente un articolo sul Giornale che condivido in toto.

pittariso

Gio, 07/08/2014 - 09:43

E' ora di finirla con questo buonismo da quattro soldi sempre a direzione unica (fratelli mussumani e Rom) e pensare una volta tanto ai nostri poveri e a noi tutti.

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 07/08/2014 - 09:44

Come non essere d'accordo con i commenti che mi precedono? Ma queste due ragazzine ce l'hanno il cervello? Credono che la guerra, che le bombe, la fame, la pedofilia, la mancanza di rispetto per le donne, le torture per i cristiani.. siano parole senza significato? Eppure ogni giorno vengono pubblicati tutti questi orrori, e la Siria non è seconda a nessuno! Volevano delle forti emozioni per scaldare questa estate piovosa? Beh, ora le hanno trovate.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 07/08/2014 - 09:44

Tutte le considerazioni di buon senso sono state già fatte, io brutalmente dico : 'ecchisenefrega' di queste due sfigatelle con fregole umanitarie, forse sono anche felici di essere finalmente nel 'cuore' dell'islam. Adesso attendo con ansia che il lettore 'Il palermitano' tonitrui e lanci i suoi strali buonisti e pacifisti contro i malvagi come me.

diegom13

Gio, 07/08/2014 - 09:46

Se vogliamo parlar d'incoscienza, mettiamola sullo stesso piatto di tutti quelli che rivendicano la propria libertà nella scelta di farsi del male o prendersi dei rischi: dire "se la sono cercata, lasciatele lì" equivale a dire che non bisogna operare chi si è schiantato in auto guidando troppo veloce, nè un atleta che pratichi sport estremi, ma in fondo nemmeno uno sciatore che si spappoli il ginocchio in discesa libera ("che vuoi, quando scendi a più di cent'allora, te la vai a cercare"). Quasi quasi direi anche che dovremmo smettere di pagare, noi contribuenti, per curare il cancro ai polmoni o alla gola, se la persona affetta è un fumatore incallito... Se l'è andata a cercare, no? Seriamente: non conosco le due ragazze, ma presumo che, per prendersi quei rischi, siano state spinte da una passione fortissima. Un sogno, una missione, chiamatela come volete. Cose che sarebbe carino riuscire ancora ad apprezzare, o no? Al di là delle rituali espressioni di solidarietà. Certo, poi costa ai contribuenti: eh beh, costano anche l'arte, l'informazione, e in generale la libertà. Privandocene, risparmieremmo forse dei soldi. Fate voi.

tizi04

Gio, 07/08/2014 - 09:49

Basta ! con questi casi, con pagare I riscatti e foraggiare di armi I terroristi, erano state avvisate, sono andate liberamente e allora lasciamo loro vivere questa avventura. Magari non le salviamo ma ne salveremo molte altre che invece di partire per fare le eroine(senza esserlo) andranno a aiutare gli alluvionati, i malati, i poveri, gli anziani in Italia. Queste sono povere ragazze illuse da quei disgraziati che manifestano in Italia spaccando tutto, mentre si guardano bene di farlo in un paese arabo o dove veramente ci sono delle violazioni dei diritti umani. Purtroppo in Italia ce ne sono tanti che si illudono di cambiare il mondo arabo. Poveretti!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 07/08/2014 - 09:52

A una manifestazione con la bandiera nera dell´estremismo islamico, loro sole donne, festeggiando senza nemmeno il velo sul capo (segno di sottomissione alla dittatura della bassezza e della barbarie) ... Questa una delle infinite imbecillitá di tanti Italiani distrutti dalla superficialitá, dal conformismo e dalla menzogna imperanti in un Paese represso e autoritario... Sono dalla parte della dittatura della vigliaccheria, della meschinitá, della ottusitá, della ignoranza e della prepotenza pensando di essere dalla parte della Giustizia, della Libertá, della Intelligenza e della Vita.

gneo58

Gio, 07/08/2014 - 09:56

Due cretine malate di protagonismo - e questo si evince da subito vedendo la foto pubblicata dal giornale.

Ritratto di Azo

Anonimo (non verificato)

WoodstockSon

Gio, 07/08/2014 - 10:03

Accidenti, quanto egoismo, l'italiano non si smentisce. Mammone, corrotto ed egoista. Istigato per di più dal giornalista, che secondo me è solo un invidioso dei corrispondenti di guerra, e dunque costretto a scrivere fregnacce, mentre forse vorrebbe partire di corsa per andare a liberarle di persona, ma il Direttore; no, tu stai qui e scrivi che per aiutare i connazionali all'estero bisogna partire col casco e la sahariana e libereremo la Faccetta Nera e l'Abissinia. Con massacri assortiti.

matteo lamanna

Gio, 07/08/2014 - 10:04

Matteo Lamanna Ma siamo proprio sicuri che queste due siano state veramente rapite e non "ospiti" di qualche sceicco del golfo per poi ricomparire? Anche con un bel conto in banca? Visto che amano tanto gli arabi!!!!!

ROBERTO____

Gio, 07/08/2014 - 10:06

Non so chi, tra il giornalista che ha scribacchiato l'articolo e certi lettori che l'hanno commentato, crei più stupore e commiserazione...è evidente il fatto che la vostra umanità sia misera, è evidente che in una situazione inversa voi meritereste la stessa sorte, è evidente che un essere umano che ragiona in questa maniera non merita di essere chiamato tale...per fortuna esistono ancora delle persone come quelle due ragazze...forse una speranza c'è ancora! saluti.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Gio, 07/08/2014 - 10:15

L'importante è che il conto per il riscatto + i costi dei voli di Stato per andarle a prendere vengano addebitati ai genitori delle due pacifiste, così la prossima volta se le tengono a casa.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 07/08/2014 - 10:21

Ecco altre due comunistoidi nullafacenti, ma buone per creare problemi,lasciatele dove sono. I soldi dei contribuenti vanno usati con coscienza!

gneo58

Gio, 07/08/2014 - 10:21

per ROBERTO - vero, ha ragione, forse una speranza c'e' ancora - faccia le valige e parta !

Massimo Bocci

Gio, 07/08/2014 - 10:30

Questo sono altre due PLAGIATE.................DAL SISTEMA CORRUTIVO, COMUNISTA-CATTO, che ha fatto del cosiddetto terzo settore (finte ONLUS e COOP, un FEUDO CRIMINALE, finanziato con SOLDI NOSTRI e della TRUFFA SULLE FONDAZIONI ( vedi MPS ) per fare proselitismo e arretire nel REGIME i più disperati e le menti più LABILI ALLA TRUFFA e ALLA MENZOGNA!!, inquadrati in vero associazionismo ADELINQUERE, mistificato con finto volontariato (in realtà solo VOTO DI SCAMBIO) uno scambio in cambio di parà posti pubblici DISCREZIONALI,AMICALI,PER GLI AMICI DEGLI AMICI, quelli in attesa di cooptare il prossimo posto o strapuntino di REGIME CHE SI RENDA DISPINIBILE , ASSEGNATO....COMUNISTA, queste non contente delle prebende Italiche,sono andate (come le Simone 6000€) in cerca di oldi faili e prebende extra, tutti lavori speializati, per specialisti???............... COMUNISTI, come far fare i girotondi ai bambini Iracheni, E ALLE NOSTRE PALLE.

Massimo Bocci

Gio, 07/08/2014 - 10:31

Questo sono altre due PLAGIATE.................DAL SISTEMA CORRUTIVO, COMUNISTA-CATTO, che ha fatto del cosiddetto terzo settore (finte ONLUS e COOP, un FEUDO CRIMINALE, finanziato con SOLDI NOSTRI e della TRUFFA SULLE FONDAZIONI ( vedi MPS ) per fare proselitismo e arretire nel REGIME i più disperati e le menti più LABILI ALLA TRUFFA e ALLA MENZOGNA!!, inquadrati in vero associazionismo ADELINQUERE, mistificato con finto volontariato (in realtà solo VOTO DI SCAMBIO) uno scambio in cambio di parà posti pubblici DISCREZIONALI,AMICALI,PER GLI AMICI DEGLI AMICI, quelli in attesa di cooptare il prossimo posto o strapuntino di REGIME CHE SI RENDA DISPINIBILE , ASSEGNATO....COMUNISTA, queste non contente delle prebende Italiche,sono andate (come le Simone 6000€) in cerca di oldi faili e prebende extra, tutti lavori speializati, per specialisti???............... COMUNISTI, come far fare i girotondi ai bambini Iracheni, E ALLE NOSTRE PALLE.

giovauriem

Gio, 07/08/2014 - 10:32

dadate a come parlate! una di queste due sceme potrebbe essere la futura presidente della camera

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 07/08/2014 - 10:32

Povere figlie, tutte prese dal fascino solidal-levantino, sprezzanti disagi e paura, scendono d'un tratto dalle nuvole e si ritrovano magari con il guinzaglio al collo... e pure carponi. Se poi la sfangano, magari capiranno che la solidarietà autentica la si può praticare anche sotto casa, senza cadere nella "moda" dell'attuale sinistrata "cultura" filo-islamista, costi quel che costi. Finché non ci sarà "Reciprocità", gli Islamici non meritano niente. Ma di questo alle due "pischelle", non gliene hanno mai parlato, figurarsi. Forse adesso lo imparano.

antes1

Gio, 07/08/2014 - 10:42

Articolo e commenti di una volgarità unica. Se dipendesse da voi non esisterebbero Amnesty International, Medici senza Frontiere e tutte le altre organizzazioni umanitarie che cercano di assistere chi ha più bisogno di noi. Vi sta bene che i nostri soldati all'estero armati di tutto punto gravino pesantemente sulle casse dello stato. Non vi piace invece che due ragazze che non esportano guerra ma pace si sacrifichino per gli altri. Vorrei avvisare chi censura i commenti pubblicati dal vostro "democraticissimo" giornale che di solito me ne pubblicate uno su dieci. Ora però me ne avete censurati 14 consecutivi. Per essere pubblicati è necessario inviare messaggi volgari e offensivi come quelli di Mortimermouse & C.?

MALEFICO59

Gio, 07/08/2014 - 10:48

probabilmente alla redazione i miei post non piacciono.....da una redazione seria mi aspetto delle risposte. grazie

spectre

Gio, 07/08/2014 - 10:50

penso che torneranno a casa con la testa non più sul collo, beh questo sarà di insegnamento per tutti i KattoKomunisti, radicalchic, e quant'altro che vogliono salvare il mondo intero eccetto i loro simili (in Italia), bene .... finalmente queste persone malate di buonismo zeppo di demagognia e di protagonismo, magari ci penseranno due volte a fare i paladini della giustizia nel nome di sto... hahaha a belli tornate con il culo sulla terra.... voi e le vostre favole di tutto il mondo paese... sono stronzate komuniste senza senso che portano solo alla morte certa!!

spectre

Gio, 07/08/2014 - 10:50

penso che torneranno a casa con la testa non più sul collo, beh questo sarà di insegnamento per tutti i KattoKomunisti, radicalchic, e quant'altro che vogliono salvare il mondo intero eccetto i loro simili (in Italia), bene .... finalmente queste persone malate di buonismo zeppo di demagognia e di protagonismo, magari ci penseranno due volte a fare i paladini della giustizia nel nome di sto... hahaha a belli tornate con il culo sulla terra.... voi e le vostre favole di tutto il mondo paese... sono stronzate komuniste senza senso che portano solo alla morte certa!!

spectre

Gio, 07/08/2014 - 10:55

penso che torneranno a casa con la testa non più sul collo, beh questo sarà di insegnamento per tutti i KattoKomunisti, radicalchic, e quant'altro che vogliono salvare il mondo intero eccetto i loro simili (in Italia), bene .... finalmente queste persone malate di buonismo zeppo di demagognia e di protagonismo, magari ci penseranno due volte a fare i paladini della giustizia nel nome di sto... hahaha a belli tornate con il culo sulla terra.... voi e le vostre favole di tutto il mondo paese... sono stronzate komuniste senza senso che portano solo alla morte certa!!

caramella22

Gio, 07/08/2014 - 11:03

Mi vergogno di essere italiana a leggere i commenti. Del resto su questo giornale non si si può aspettare altro. Queste due ragazze, orrore orrore, invece di sognare di fare le veline o le fightte taglia 38 sulle italiche spiagge hanno pensato di dedicare la loro gioventù ad aiutare gente meno fortunata di loro sono strozette, incoscienti da lasciare lì nella igliore delle ipotesi. Quelli che ci sono andati armati fino ai denti, al seguito delle truppe dell'ineffabile Giorgino, spinti unicamente dall'ideale del denaro sono eroi da sntificare. Mi fate pena, non avete ida di quali siano i valori della vita. So che mi coprirete di improperi ma me ne farò una ragione, anzi un vanto

Mobius

Gio, 07/08/2014 - 11:03

Ma chi ci dice che quelle due vogliano tornare? Può essere che si trovino bene là dove sono, che siano contente di vivere all'orientale ed entrare nell'harem di qualche sultano. Se è così, lasciamole pure sul gobbo agli islamici: avremo due sinistre (idiote) di meno.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di apasque

apasque

Gio, 07/08/2014 - 11:31

Ora, il punto non è che due persone prendano l'iniziativa (umanitaria) di recarsi a portare soccorso e conforto a persone in grave disagio. Bensì è l'improvvisazione, l'esibizionismo, l'incoscienza da cui queste partono. Purtroppo tante di queste persone partono con l'illusione di trovare accoglienza, felicità, riconoscenza. E invece non è proprio così! Di là vengono rapite, sono trattate come una buona merce di scambio da barattare con noi creduloni. E' questo abisso tra le due interpretazioni che rende vane e, lasciatemelo dire, ridicole, pur le migliori aspettative di queste cooperanti. Non è possibile che questa lezione non l'impari mai nessuo!

GMfederal

Gio, 07/08/2014 - 11:37

che paghino il riscatto i loro genitori vesto che hanno tirato sù ragazze senza valori e vogliose solo di una cosa... abbiamo capito vero?

82masso

Gio, 07/08/2014 - 11:41

Gente strana questi bananas, se due marò sparano e uccidono due pescatori essi sono l'orgoglio nazionale italiano all'estero (normo dotati gli chiamano semplicemente assassini) che paghiamo profumatamente, tra avvocati e stipendi percepiti (erano pure lì per difendere interessi privati!); invece due ragazze che, per amor del prossimo, partono per andar a far del bene in un paese disastrato da anni di guerra civile, diventano bersagli mobili perchè pacifiste quindi comuniste ovviamente filo islamiste. Per commentore Marcos, sono fidanzato, etero sessuale e ho partita.

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 07/08/2014 - 11:49

ROBERTO____ un altro compagno invidioso e allupato in cerca retro-esperienze nere nere e lunghe lunghe .....

camucino

Gio, 07/08/2014 - 11:49

Non si tratta di solidarietà. Si tratta semplicemente di puro spirito di avventura. Dispiace per le famiglie, ma sono anch'esse responsabili. Vadano i genitori a cercarle, non la Farnesina. E, sperando che ritornino (a loro spese, naturalmente) sane e salve, capiranno che in futuro sarà meglio farsi un giro in Umbria, in Friuli, a Fiesole, a Bibione...

Ritratto di KNight

KNight

Gio, 07/08/2014 - 11:53

Ah dimenticavo, quelli che devono essere salvati sono ovviamente i vostri due carissimi assassini di pescatori inermi. Loro non pesano sul bilancio dello stato vero? Siete dei vermi

steali

Gio, 07/08/2014 - 11:55

Continuate a censurare messaggi che non contengono insulti e pubblicate quelli di mortimer, gmfederal e gneo58... Alla faccia del popolo della libertà e del partito dell'amore!!!!

plaunad

Gio, 07/08/2014 - 12:07

Nessun riscatto con i miei soldi !!!!!

scric

Gio, 07/08/2014 - 12:07

ricordo che per la sgrena altra umanitaria ci ha rimesso Calipari quindi chi decide di affrontare queste imprese umanitarie che ci vada affrontando qualsiasi pericolo e non rompendo le balle occupiamoci seriamente dei due marò.

NinoZappalà

Gio, 07/08/2014 - 12:09

Il Coordinamento nazionale per la pace in Siria esprime profonda preoccupazione per il rapimento delle due ragazze italiane nel villaggio di al Abzemo, ad ovest della città di Aleppo in Siria. Siamo vicini alle famiglie di Vanessa Marzullo e di Greta Ramelli e auspichiamo che le ragazze siano rilasciate in breve tempo. La vicenda, però, per il suo sviluppo pone una serie di questioni che il Coordinamento ha il dovere di porre all’attenzione dell’opinione pubblica italiana, anche perché il rapimento di cooperanti (o presunti tali) in aree di crisi è un fatto tutt’altro che casuale. Le due ragazze sono entrate in Siria dalla Turchia senza un regolare visto, attraverso un confine presidiato da gruppi armati e da bande criminali. Entrate nel paese, si sono recate in una delle zone più pericolose della Siria, in un’aria controllata da gruppi jihadisti, responsabili di numerose atrocità e crimini contro l’umanità. Si apprende, inoltre, che le due ragazze fossero “protette” da uomini del Fronte islamico, fazione radicale attiva nell'area. Perché le due ragazze si accompagnavano a questo gruppo armato? Come sono entrate in Siria e da chi sono state accompagnate dai combattenti? È vero che la sede del loro progetto umanitario era l’abitazione del capo dei cosiddetti ribelli della zona dalla quale sono state prelevate? Sono tutti interrogativi ai quali occorre dare al più presto una risposta, pur nella cautela dovuta a una situazione di grande difficoltà per le ragazze. Inoltre, occorre sottolineare che una cosa è la cooperazione, un’altra il volontariato e altro ancora è l’attivismo al fianco di gruppi che partecipano alla guerra in Siria. Aiutare il popolo siriano e volere il suo bene, anche con progetti nobili, significa stare lontano da chi ogni giorno è portatore di morte e caos. Vogliamo pensare che le due ragazze siano state ingenue. Andare in quella parte della Siria in questo momento è estremamente pericoloso. È difficile pensare che siano arrivate nella zona di Aleppo senza avere dei contatti. È quindi opportuno che le autorità italiane facciano chiarezza sull’eventuale presenza di altri italiani nei giorni della loro permanenza in Siria e del ruolo che hanno svolto. In questo momento è fondamentale che l’Italia riapra i canali diplomatici con il governo di Damasco per risolvere questioni delicate come quella del rapimento di Vanessa Marzullo e di Greta Ramelli. Bisogna evitare che i commercianti di guerra e i mercenari utilizzino il rapimento come fonte di finanziamento delle loro attività criminali. Per questa ragione, chiediamo che qualunque richiesta di riscatto che dovesse pervenire dalle bande criminali che tengono in ostaggio le due ragazze, sia rispedita al mittente. Quei soldi, come è noto, non sarebbero destinati al bene del popolo siriano ma alla sua sofferenza. Pur sforzandoci di capire le ragioni umanitarie che stanno dietro a un gesto simile, siamo certi che il pagamento di denaro sarebbe un incentivo a ulteriori rapimenti e azioni criminali. Infine, è necessario ricostruire veri rapporti di cooperazione avvalendosi di soggetti affidabili in grado di lavorare al fianco della popolazione e di tutte quelle organizzazioni che costruiscono ponti di pace tra tutte le componenti della variegata società siriana. Coordinamento Nazionale per la Pace in Siria 7 Agosto 2014

plaunad

Gio, 07/08/2014 - 12:11

x ROBERTO E allora paghi lei o vada la a recuperarle.

MEFEL68

Gio, 07/08/2014 - 12:12

Questo fatto dovrebbe far riflettere tutti i simpatizzanti per il mondo arabo. Se gli islamici non rispettano, ma addirittura rapiscono e molte volte uccidono, coloro che gli sono amici e che si sentono dalla loro parte, figuriamoci cosa può succedere a chi loro amico non è. L'Islam, con la sua religione e usanze, è un mondo parallelo. Non è una critica, ma una constatazione. I mondi paralleli, non potranno mai incontrarsi. Ricordate cosa successe a chi parlava di "convergenze parallele"?

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 07/08/2014 - 12:12

caramella22 compagna si vede proprio che sei una omo-comunista , vieni tu in Sardegna se vuoi aiutare chi a bisogno , il terzo mondo lo hai sotto casa e non te ne sei ancora accorta compagna.... altrimenti parti anche tu alla ricerca della banana perduta.

NinoZappalà

Gio, 07/08/2014 - 12:13

La vicenda delle ragazze italiane rapite in Siria pone grandi interrogativi sul modus operandi della cooperazione italiana in luoghi di conflitto. Molte cose vanno cambiate! Qui il comunicato ufficiale del Coordinamento Nazionale per la Pace in Siria: https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=798932086824596&id=793270050724133&substory_index=0

plaunad

Gio, 07/08/2014 - 12:14

x diegom13 A parte quel "carino" che fa scompisciare dalle risate, lei in concreto cosa sta facendo per le sue due "eroine"?

gibuizza

Gio, 07/08/2014 - 12:14

Lasciamole là!

michele lascaro

Gio, 07/08/2014 - 12:14

Le Vispe Terese hanno le gambe pronte ad evadere dal nostro "schifoso" (per loro) Occidente, ma non mi sembra che siano altrettanto pronte di cervello. Ci toccherà pagare, purtroppo, per queste eroine del cavolo.

Ritratto di gammasan

gammasan

Gio, 07/08/2014 - 12:14

LASCIATELE LI' Che si arrangino, ci sono andate volontariamente. Ma che ca..o!

elio2

Gio, 07/08/2014 - 12:16

Cari compagni che tanto approvate l'idiozia di queste poverette emule della più grande idiozia della sinistra falsa e buonista di supportare dei terroristi, se ci volete andare anche voi c'è ancora posto, ne fanno fuori una marea al giorno i vostri amici tagliagole e senza fare nessuna distinzione tra amici cretini e nemici interessati in cerca di soldi.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 07/08/2014 - 12:16

Alle Simone eque e solidali la mamma, eroina del protofemminismo e della pace a targhe alterne, ha spiegato come si evitano i pusher ed i coetanei maschi in Ferrari. Non è bastato, avrebbe dovuto spiegare bene a non diventare come lei.

reliforp

Gio, 07/08/2014 - 12:22

Massimo una settimana saranno liberate. Quei due assassini dei marò(ni) marciranno in India a vita.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 07/08/2014 - 12:24

caramella22 e accozzaglia di buonoidi. Si rende conto che SAPEVANO di RISCHIARE LA VITA in zona di guerra per far che cosa? Fattivamente, che cazzo di AIUTO CONCRETO possono portare due ragazzine a sostegno di chi VIENE AMMAZZATO GIORNALMENTE dal fanatismo islamico? Solo dei MERCENARI BENPAGATI e armati sino i denti, addestrati ad AMMAZZARE TERRORISTI E SPEDIRLI DALLE URI, possono AIUTARE ( capisce il termine aiutare? ) quelle popolazioni. Andare allo sbaraglio in zona di guerra e stragi è per GRATIFICARE IL PROPRIO EGO DEMENTE. Ma funziona, visto il suo post melenso e cariogeno.

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 07/08/2014 - 12:24

BlackMen compagno il negretto oggi non ti ancora penetrato bene... tu oltre che un caso clinico sei un caso disperato come tutti i comunisti come te.

BlackMen

Gio, 07/08/2014 - 12:33

gammasan: e se fossero andate dietro compenso invece che volontarie? Allora avrebbero meritato aiuto?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 07/08/2014 - 12:33

diamo ai terroristi la boldrini in cambio....se proprio ci tenete

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 07/08/2014 - 12:36

serve un'assicurazione obbligatoria per questi idioti. C'è per il geometra di paese... e non per questi ????

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 07/08/2014 - 12:41

KNight, non è ancora dimostrato che i Marò siano assassini mentre per le due dementi è tutto chiaro.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 07/08/2014 - 13:26

solidarietà, certo, mancherebbe??!! ma che cazzo dici Luciano Giuli...solidarietà e aiuto- anche risolutivo!- ai marò che compivano un servizio obbligatorio.....ma queste due "svampite" o in cerca di facile notorietà che centrano? qui alla fine si tratta di pagare riscatti, magari milionari....ah! povero Paese che vivi di facile retorica, gossip e "azioni umanitarie" di questo tipo....

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 07/08/2014 - 13:29

scusa Giuli non avevo letto tutto e vedo che la pensiamo allo stesso modo. G.Z.

GUGLIELMO.DONATONE

Gio, 07/08/2014 - 13:49

La migliore soluzione sarebbe che, colte dalla sindrome di Stoccolma, decidessero di sposare i loro rapitori e si stabilissero definitivamente ad Aleppo.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 07/08/2014 - 14:28

...Non condivido alcunché di quanto di buonismo è riportato nell'articolo o nei commenti, in favore delle ragazze. Non comprendo la positività di persone "fai da te", che col solo spirito avventuriero si recano, incoscientemente, nei territori di guerra per aiutare chi e come, senza avere alle spalle un'organizzazione governativa diretta da esperti che badi in primo luogo alla loro incolumità. Ricordo con dolore la morte dell'agente del Sismi Nicola Calipari, sacrificatosi per cosa e per chi? "... Che sarebbe pensier non troppo accorto perder duo vivi......!

amledi

Gio, 07/08/2014 - 17:23

Ma queste due "semplici" che genitori hanno? Io, se avessi avuto una quasi bambina di 20 anni, le avrei impedito, anche con la forza, di partire per un'avventura così rischiosa. Se si ama il prossimo tout court è sufficiente girare l'angolo e aiutare uno di quei tantissimi vecchi miseri e abbandonati che popolano il nostro amatissimo e malandato paese. Evidentemente, come già detto da altri, erano in cerca di emozioni forti e dunque per loro dovrebbero pagare i genitori e non i soliti fessi.

MartaC

Ven, 08/08/2014 - 12:16

Quello che mi spaventa non è tanto l'ignoranza (enorme), quanto la totale assenza di umana pietà che vi spinge a pensare a quanto vi impoverirà questa operazione (quanto?) piuttosto che alla situazione tragica in cui sono queste ragazze di 20 anni e le loro famiglie. Spero che ai vostri figli insegnerete che la guerra fa schifo, che il mondo fa schifo, ma che se cerchi in qualche modo di renderlo un posto migliore non sarai mai troppo "incosciente"; che aiutare chi ha bisogno non è MAI sbagliato; che inseguire e vivere per quello che credi un giorno ti farà pensare di non aver sprecato la tua vita. E voi, mi spiace dirvelo, anche senza che questa operazione sia stata compiuta, siete già molto poveri.

MartaC

Ven, 08/08/2014 - 12:16

Quello che mi spaventa non è tanto l'ignoranza (enorme), quanto la totale assenza di umana pietà che vi spinge a pensare a quanto vi impoverirà questa operazione (quanto?) piuttosto che alla situazione tragica in cui sono queste ragazze di 20 anni e le loro famiglie. Spero che ai vostri figli insegnerete che la guerra fa schifo, che il mondo fa schifo, ma che se cerchi in qualche modo di renderlo un posto migliore non sarai mai troppo "incosciente"; che aiutare chi ha bisogno non è MAI sbagliato; che inseguire e vivere per quello che credi un giorno ti farà pensare di non aver sprecato la tua vita. E voi, mi spiace dirvelo, anche senza che questa operazione sia stata compiuta, siete già molto poveri.

amledi

Sab, 09/08/2014 - 19:14

Un'altra oc...etta pronta al martirio.