E adesso i giornali italiani censurano la parola "islam"

Repubblica e Corriere della Sera descrivono la tragedia di Bruxelles come una catastrofe dovuta al caso. Senza colpevoli

Rimozione. È questa la parola d'ordine dei giornaloni italiani il giorno dopo la mattanza di Bruxelles. Se un alieno precipitasse stamattina con il suo disco volante davanti a una delle nostre edicole non capirebbe un accidenti di quello che sta succedendo in Europa. Penserebbe che martedì a Bruxelles non c'è stato uno dei più feroci attacchi all'Europa dal 1945 a oggi, ma al massimo un grande incidente ferroviario. Un terremoto. Un maxi tamponamento fra Tir. Una catastrofe dovuta al caso o a qualche imprevedibile fenomeno naturale. Perché le cronache della tragedia che ha lasciato a terra più di trenta corpi innocenti è lunare. E caratterizzata da un (pessimo) comune denominatore: la rimozione della parola islam. Nelle prime quattordici pagine che la Repubblica dedica alla strage, non compare nemmeno una volta, né in un titolo, né in un sommario. Come se non ci fossero un mandante ideologico e un lucido disegno dietro le bombe di martedì. Come se non ci fosse una comune appartenenza religiosa e un conseguente progetto politico che accomuna tutti gli attentati che da quindici anni macellano la carne dell'Occidente. Come se dire islam fosse una bestemmia. Un affronto. Al massimo si può scrivere Is. Stato islamico. Acronimo sufficientemente oscuro e islamicamente corretto da poter essere messo anche nei titoli. Apice del coraggio nostrano. Rappresentazione chiarissima della nostra sottomissione. Ora culturale e poi fisica. Ma il quotidiano diretto da Mario Calabresi non è una mosca bianca. Semmai una mosca cocchiera.Difatti si legge la stessa storia sul Corriere della Sera: diciassette paginone interamente dedicate alla macelleria jihadista, ma senza mai citare manco per sbaglio l'islam, il profeta e neppure un imam. In una trentina di titoli vengono usati tutti i sinonimi possibili e immaginabili - al limite del ridicolo - per circumnavigare i musulmani senza mai nominarli. Stessa solfa sulla Stampa di Torino e su buona parte delle testate genuflesse al politicamente corretto. Le sigle vanno bene, meglio se sono incomprensibili e sembrano il nome di un detersivo come Daesh. Al massimo ci si può permettere un Califfato. Ma guai a tirare in ballo l'islam. Ed è subito sottomissione. Perché rinunciare a chiamare le cose con il loro nome vuol dire avere già appeso la propria identità all'attaccapanni delle sconfitte. Le bestie che si sono fatte esplodere nella metropolitana e hanno premuto il pulsante dei detonatori all'aeroporto lo hanno fatto in nome della jihad, della guerra santa, di Allah. Vogliono eliminare gli infedeli. Che saremmo noi. Lo possiamo dire? Lo possiamo scrivere? Violiamo qualche boldriniano comandamento buonista? Chissenefrega. Dobbiamo farlo. Per rispetto alla verità, innanzitutto, ma anche per noi stessi. Perché rinunciare a digitare quelle cinque lettere significa non avere il coraggio di dire che tutta la questione parte di lì, principia da un gruppo di fanatici che travisano e interpretano la religione come una missione di guerra. Altrimenti, se non ci ammazzerà il terrorismo moriremo di distinguo e di islamicamente corretto.

Commenti
Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Gio, 24/03/2016 - 08:11

PER QUESTI GIORNALIVENDOLI C'E' SOLO UNA PAROLA :"T R A D I T O R I " !

Albius50

Gio, 24/03/2016 - 08:22

Quelli sono come la PRAVDA degli anni dell'UNIONE SOVIETICA ovvero il giornalista non è altro che un COMPOSITORE DI BOZZE su dettatura, col vantaggio di uno stipendio notevole.

oicul44

Gio, 24/03/2016 - 08:27

Pensavo regnasse l'ibertâ di pensiero e ci fosse piu consapevolezza dell'accaduto! Altre Nazioni viene da dire sono allora piu democratiche che l'Italia! Ma che sta succedendo in questa nostra amata Italia?

sakai389

Gio, 24/03/2016 - 08:39

In realtà, una parole che dovrebbe essere censurata è Kamikaze. In continuazione è una offesa alla memoria dei veri Kamikaze giapponesi, che s'immolavano contro un nemico in armi, e non contro i civili inermi; quindi cari giornalisti, usate il termine appropriato di terroristi e togliamo questa distorsione storica.

blackbird

Gio, 24/03/2016 - 08:44

Ed è proprio così che si deve fare! D'altra parte lo dice anche la nostra Costituzione: "L'Italia tipdia la guerra...", quindi dobbiamo opporre la pace a chi ci fa la guerra. Unico modo per non "cambiare le nostre abitudini" è quello di rimuovere gli atti ostili che ci vengono mossi contro. Sono morti più europei sulle strade o sul lavoro che negli attentati di Bruxelles, che volete che siano 40 o 100 morti per l'Eurozona? Che volete importino ai nostri governanti? Una lacrimuccia della Mogherini e il fatto è superato (come per la strage delle pensioni fatta della Fornero). Allora via il risentimento, la paura e, magari, anche la polizia e i militari dalle strade! Tutto la va ben, madama la marchesa, tutto ben!

marygio

Gio, 24/03/2016 - 08:44

ma dai...repubblica non ha 10 DOMANDE da porre in prima pagina? ahhhhhhh. e vogliamo parlare del corrierone. stanno al fallimento o quasi.è prossimo un altro adc, ormai non si contano nemmeno più. negli anni hanno bruciato miliardi su miliardi. dai...ci sanno fare sono un punto di riferimento, si si...sono lo specchio del paese.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 24/03/2016 - 08:46

Non è una novità. Da anni spesso lo si sente chiamare "terrorismo internazionale".

elio2

Gio, 24/03/2016 - 08:49

Perché meravigliarsi, devono adeguarsi ai dettami del pensiero unico.

Massimo25

Gio, 24/03/2016 - 08:57

ma dove stà la sorpresa..i quotidiani allineati con la la linea americana si conoscono,da Repubblica al Corriere,alla Stampa,mai ammetteranno che sono stati Islamici a fare questa carneficina perché implicitamente devono ammettere che una parte di colpa in tutto questo ce l'anno USA e gli stessi europei...classico coraggio italiano:))))

Fjr

Gio, 24/03/2016 - 08:58

È' proprio per questo che ho smesso di leggere "certi" giornali, perché' per certi giornali il dovere di cronaca quando si devono riportare notizie scomode, finisce dopo ,molto dopo, la necessità' di non offendere una certa parte politica ,quel partito o religione, oppure solo perché mancano gli attributi, e non solo linguistici, per dichiarare apertamente , come nel vostro caso , i mandanti politici o religiosi di una simile strage, inutile nascondere la testa sotto la sabbia, questi sono i fatti ,questa è' la realtà che piaccia o meno ,siamo stati attaccati in casa , i depistaggi mediatici sono proprio l'ultima cosa di cui quest'europa ha bisogno.Grazie ancora per la Vostra volonta' nel non volervi uniformare.

bluprince

Gio, 24/03/2016 - 09:00

questo si chiama REGIME COMUNISTA: chiamiamo le cose con il loro nome.

amicomuffo

Gio, 24/03/2016 - 09:01

continuiamo metaforicamente ad abbassarci le mutande davanti a questa gente. Ma credete che non parlandone si mantengano buoni buoni? Illusi!

Ritratto di manasse

manasse

Gio, 24/03/2016 - 09:02

non c'è niente da fare i sinistri sono solo capaci di mentire e quando a furia di mentire ossessivamente lo dicono e lo scrivono la fanno diventare VERITA'

fog_r

Gio, 24/03/2016 - 09:06

Caro Del Vigo ma queste "bestie che hanno premuto il pulsante" o "che si sono fatte esplodere" chi li ha addestrate e armate?Chi li ha utilizzate per combattere un regime sgradito? Si sono forse materializzate dal nulla o qualche servizio segreto (occidentale?) ha creato questo mostro? E tutti questi profughi islamici che invadono la cristianissima (quando vi fa comodo) europa, non scapano forse da qualche conflitto scatenato dall'europa stessa?

acam

Gio, 24/03/2016 - 09:13

Ho una serie d’idee ben chiare nella testa, tutte vorrebbero uscire dalle mie dieci dita ma nessuna è più forte dell'altra, fanno una ressa indescrivibile, che frena anche tutte le altre che servono allo svolgimento della vita normale. Mentre leggo FAZ, Le Monde, El Pais, O Globo, il Giornale, tanti altri e le idee mi si confondono ancora di più nel giudicare i fatti di ieri l'altro. Mi sono chiesto è successo qualcosa di nuovo, straordinario, incompressibile? Oh no, è successa la conseguenza di ciò che diceva a quinta colonna quel beduino dell'imam di Catania, che ha illustrato il punto di vista coranico della situazione, la VENDETTA. I mussulmani sono come i batteri prolificano in continuazione nella coltura coranica. Come i batteri possono essere pericolosi o meno ma tutti sono contagiosi e contagiano anche quei giornali che vivono della brodaglia commerciale in maniera più o meno perversa, che non sono stati vaccinati da idee coraggiose e auto protettive.

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 24/03/2016 - 09:14

Manica di puzzoni del politicamente corretto, sottomessi e servi dei poteri occulti. Meglio restare fuori dal coro indecente e dire le cose come sono.

lupo1963

Gio, 24/03/2016 - 09:21

C'e' di peggio,il termine subsahariani per indicare i negri o neri che dir si voglia.Qualcuno ha mai visto biondi afrikaans scendere dai barconi? Eppure col termine subsahariani si intendono anche loro,i milioni di africani di origine indiana .Col politically correct si va verso il ridicolo,il bello e' che blog di "giornali"cosi' "liberal"come quello schifo del FQ ti censurano i commenti quando non usi i termini che vogliono loro.Alla faccia del "liberal".

orso bruno

Gio, 24/03/2016 - 09:22

La malafede (o la vigliaccheria ) di certi giornali fanno schifo !

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 24/03/2016 - 09:28

a me interesserebbe sapere come mai in tanti anni nessuno è venuto in Italia e dopo un certo periodo sembra che abbiano fatto una scelta e noi abbiamo aperto le frontiere a questi, che non fanno parte della UE. Da chi è partito il meccanismo della fuga dal medioriente!? Tutto è partito con l'invasione degli albanesi? Si iniziava a vedere un marocchino, con dei tappeti sulle spalle, poi 2 poi 3 ed ora siamo strapieni.Sembra che ne hanno mandato uno per città per assaggiarci. Non mi pare che il Marocco fosse stato in guerra.

Ritratto di mauri20-15

mauri20-15

Gio, 24/03/2016 - 09:28

Proprio ieri sera ho notato che la clip nel programma Porta a Porta, che raccontava la tragedia di Bruxelles, non ha mai utilizzato le parole "islamici" e "mussulmani".

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 24/03/2016 - 09:33

I sinistri non si smentiscono mai.Si illudono di celare, meschinamente e maldestramente, ogni verità a loro scomoda.Questo implicitamente significa che è ben nota pure a loro,diversamente non tenterebbero di nascondere la "polvere"sotto al tappeto.Ma siccome sono ignoranti pensano che pure gli altri lo siano e si rendono ridicoli da soli.....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 24/03/2016 - 09:39

non il vento portò via con tutta la forza il mantello al mendicante, perchè più era violento e più lui se lo stringeva al corpo, ma fu il sole che con i suoi raggi con tutta la calma immaginabile che il poveretto dovette cedere e levarselo da solo. Quindi non sono i terroristi a portarci via le nostre città, ma le famiglie islamiche pacifiche(per ora) che con tutta la flemma e a forza di fare figli con un alto tasso demografico mentre noi per ragionevolezza e per scelta ne facciamo uno di media a famiglia, ci sopraffaranno. Loro hanno fatto i conti su questo, il terrorismo li danneggia. Noi saremo i loro schiavi, loro a casa e girare i mercati con i figli e noi a lavorare per assisterli con un welfare che una persona intelligente lo stroncherebbe subito.

Beaufou

Gio, 24/03/2016 - 09:43

Qualcuno (non ricordo chi, ma condivido) diceva che il coraggioso muore una volta sola, chi ha paura muore tutti i giorni. Questi qui che hanno paura anche di una parola, sono già putrefatti da un bel pezzo...

potaffo

Gio, 24/03/2016 - 09:49

Sono creature squallide, non lo fanno neanche per un'ideale ma per vigliaccheria.

Reziario

Gio, 24/03/2016 - 09:49

@DelVigo: siete dei grandi; ottimo articolo. Ormai siete gli unici non sottomessi al Pensiero Unico. Non lasciatevi intimidire da chi sta "manifestando" sotto la vostra redazione e continuate ad essere "fuori dal coro". Ad Maiora Semper

linoalo1

Gio, 24/03/2016 - 09:55

L'ITALIA AGLI ITALIANI E L'EUROPA AGLI EUROPEI!!!Queste dovrebbero essere sempre le prime parole,a caratteri cubitali,di tutti i Quotidiani,specie di quelli schierati con il Regime Sinistro!!!!Altro che fare i Fighetti,censurando una parola ormai di uso comune e quotidiano!!!!

vittoriomazzucato

Gio, 24/03/2016 - 09:56

Sono Luca. Con le elezioni politiche del 2013 dove il PD-exPCI non ha vinto, ma con il "giochino Napolitano" il PD è andato al governo e questo ha messo in moto l'informazione. La Repubblica sostituisce Ezio Mauro con Calabresi e Calabresi sostituito da Molinari. Il Gruppo Espresso acquista La Stampa e Il Secolo XIX e il direttore de IL Corriere della Sera diventa Luciano Fontana da un passato nel PCI. Questo spiega il no al termine islam. GRAZIE.

sbrigati

Gio, 24/03/2016 - 10:19

Dove sono coloro che quando il Berlusca era al governo si lamentavano a non finire per "la mancanza della libertà di stampa" in Italia?

gigetto50

Gio, 24/03/2016 - 10:30

....perché rigirare continuamente il coltello nella ferita? Sono gia' loro poverini cosi' dispiaciuti, contriti, tristi......gli islamici.... Sarcasmo a parte, mi dispiace per quelli che non fanno parte del gruppo di fanatici e ce ne sono parecchi anche di mia conoscenza fatta per motivi di lavoro e residenza e che sono anche loro vittime dei loro terroristi correligiosi. Pero' trovo giusto far loro presente, sempre ma con i dovuti modi e tanto rispetto reciproco, la diversità profonda tra le nostre religioni. Tra il Corano ed il Vangelo. Senza astio e rancori. Senza sputare in faccia al primo musulmano incontrato per strada. Purtroppo la nostra chiesa non aiuta in questo. Anzi, di questi tempi peggiora la situazione confondendo le idee a tutti. Non parliamo poi del governo cattocomunista al potere.

grazia2202

Gio, 24/03/2016 - 10:33

l'ipocrisia è il contorno quotidiano della sinistra e di tutti i vigliacchi asserviti al komunista-pensiero. tutti allineati su linee dettate nella notte su ogni argomento. questa è la dittatura. utili idioti con la sicurezza di salario. ma c'è gente che li legge?

steluc

Gio, 24/03/2016 - 10:35

@ oicul44 , succede che l'elettorato ha consegnato nelle mani della sx 17 regioni , la maggior parte delle amministrazioni locali , il governo del paese, facendo seguito all'okkupazione di P.A. , scuola università magistratura e non ultimo massmedia. Se neppure bombe , crisi economica ed invasione di milioni di immigrati cambiano l'andazzo , il destino è segnato.

Ritratto di Ulrico

Ulrico

Gio, 24/03/2016 - 10:50

Il che dimostra che il peggior nemico dei paesi europei è una certa ideologia tollerante e connivente, di fatto una specie di cavallo di Txxxa, che fa il gioco degli islamici e ne favorisce il radicamento, l'espansione e le azioni. Mi piacerebbe tanto sapere se queste prese di posizioni sono genuine, indotte ed obbedienti o funzionali ad altri e meno comprensibili interessi.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 24/03/2016 - 11:10

Allora, sono i dirigenti di questi giornali chic, che si cagano sotto!!!

giumaz

Gio, 24/03/2016 - 11:25

Scriverò il resto in maiuscolo perchè sia letto meglio. IERI 23 MARZO IL SIGNOR "PAPA" FRANCESCO HA ASSICURATO LE SUE PREGHIERE PER I DEFUNTI (CI MANCHEREBBE .... E' IL SUO MESTIERE) E HA CONDANNATO L'ESTREMISMO. SI E' DIMENTICATO PERO' DI AGGIUNGERE ISLAMICO. Come se ci fossero estremisti buddisti o ebrei o raeliani o altro che seminano il terrore a suon di bombe. SE NON E' IPOCROSIA QUESTA!!!

ambrogiomau

Gio, 24/03/2016 - 12:13

ISLAM ISLAM ISLAM

steorru

Gio, 24/03/2016 - 12:18

La moda del politicamente corretto che impera non solo tra la stampa ma sui media in generale, può causare più danni di quelli che "pensa" di volere attenuare . Nel caso della strage di Bruxelles può anche creare ulteriori risentimenti nei confronti della comunità islamica in quanto chi li subisce sente nei confronti degli islamici una sorta di protezione e tra i mussulmani il sentirsi al di sopra delle parti. L'obiettivo dei terroristi islamici in questo modo viene raggiunto completamente. Le due parti arriveranno ad odiarsi e quindi a combattersi. Meno ipocrisia, meno paura di dire la verità è sopratutto fare sentire alla comunità mussulmana le loro responsabilita.

vince50_19

Gio, 24/03/2016 - 12:31

Soliti parvenu ben descritti da Ricolfi in un suo libro, quelli che hanno paura delle parole, che vogliono imporre la dittatura del politicamente corretto. E' evidente che questi "ineffabili signori" non conoscono (ovvero fanno finta) l'essenza dell'Islam che, come ho già detto in altre circostanze, divide il mondo in due sfere: la Casa dell’Islam (Dar al-Islam), chiamata anche Casa della Pace (Dar e-Salaam), che individua i territori sottomessi alla Legge islamica. Il resto del mondo è chiamato Casa della Guerra (Dar al-Harb): territorio composto da tutti quei territori non (ancora) sottoposti alla Sharia, da conquistare. Che poi vi sia qualche nazione (in testa gli Usa) che con le loro guerre create ad arte vogliano imbrogliare le carte per mettere tutto sotto il loro dominio, questo è altro ma NON è la causa principale. Oltretutto il Corano, a differenza della Bibbia, NON è interpretabile.

ziobeppe1951

Gio, 24/03/2016 - 12:35

Comunque la gente non è tutta stupida, sa bene che è intrinseco il fatto che siano islamici e non certo cristiani o tibetani

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 24/03/2016 - 13:37

Tra non molto, in Italia sarà proibito parlare Italiano e si dovrà per forza imparare l'ARABO. Credo che qualcuno abbia già pensato di farlo AMMETTERE OBBLIGATORIO nelle SCUOLE.