E Delrio si difende: "Esposto contro ignoti. Nulla da nascondere"

La difesa di Delrio a Otto e mezzo: "Non mi devo vergognare di nulla". E sulla Guidi: "Sorpreso dalle dimissioni"

È tornato a parlare a Otto e mezzo il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Graziano Delrio, sostenendo di non avere "niente di cui vergognarsi" e per questa ragione di avere presentato un esposto contro ignoto, convinto che sia "giusto che gli italiani sappiano che non sono mai stato ricattato, né mi sento ricattabile e non ho nessuna foto da nascondere".

È giusto che un uomo pubblico faccia sapere la verità ai suoi cittadini e non ho niente di cui vergognarmi", ha aggiunto in trasmissione Delrio, mettendo in luce "aspetti un pò inquietanti in queste intercettazioni" e parlando anche delle dimissioni del ministro Guidi,dicendosi sorpreso. "Non è indagata, ha immediatamente tolto dall'imbarazzo il Governo", ha chiosato, sostenendo poi che la squadra di governo sia tuttavia coesa.

"Il Governo non è balcanizzato, il ministro Guidi è sempre sempre stata molto collaborativa, il lavoro in cdm è molto collaborativo", ha detto.

Commenti

swiller

Sab, 09/04/2016 - 07:10

Politici senza vergogna.