E ora la Corte dei conti europea vuole indagare sugli aiuti all'Italia

Verificherà se il sostegno di Bruxelles sia stato adeguato

Suscitò un certo stupore l'ammissione, oramai datata, della cancelliera Angela Merkel sull'Italia lasciata sola nell'accoglienza ai migranti e altrettanto la conferma affrettata del commissario Pierre Moscovici. Quelle parole trovarono una poderosa eco non soltanto in tutta Europa ma anche oltreoceano. E tanto tuonò che piovve. Già, perché è vero che sono passati più di sei mesi da quelle dichiarazioni ma proprio adesso la Corte dei conti europea, nel ruolo che le compete, ossia di revisore esterno indipendente dell'Ue, ha aperto un fascicolo per valutare il sostegno dato all'Italia dagli altri stati membri sul capitolo accoglienza.

Sta per finire sotto la lente dei contabili di Lussemburgo (è qui che la Corte ha la propria sede) l'intero processo migratorio: dalla gestione degli sbarchi, alla presa in carico, alle procedure di asilo e di rimpatrio. Mentre gli anni indagati vanno dal 2015 al 2017, ovvero il periodo più critico in cui sulle coste italiane sbarcarono circa 445mila stranieri (144mila nel 2015, 181mila nel 2016 e altri 120mila nel 2017 stando ai dati del Viminale). I giudici lussemburghesi sono pronti a valutare se il sostegno fornito all'Italia da Olanda, Germania, Belgio, Francia, ma anche da Polonia e Ungheria è stato congruo alle necessità, compresi gli impegni finanziari. Ossia «se il sistema abbia raggiunto gli obiettivi perseguiti e se le procedure di asilo e di rimpatrio siano state rapide ed efficaci; se sono stati apportati miglioramenti nella gestione e sul piano della performance» si legge nel documento stilato. Frasi amare da mandare giù soprattutto per la Francia, sempre più protagonista di un feroce braccio di ferro con Roma che sta generando ormai continui malumori diplomatici. E assieme a quella italiana verrà anche analizzata la posizione della Grecia. Per mettere in piedi l'indagine verrà avviato anche un audit che si concluderà prima dell'estate per far sì che, poi, la relazione definitiva, sia pronta per essere pubblicata entro la fine del 2019.

A forzare la mano sulle modalità e sui tempi il laburista maltese Leo Brincat, membro della Corte dei conti europea e responsabile dell'audit, che ha sottolineato: «Le sfide poste dalla migrazione hanno rivelato debolezze nelle politiche dell'Ue in materia di asilo e migrazione e nella gestione da parte dell'Unione delle frontiere esterne. I meccanismi esistenti sono stati sottoposti a pressioni considerevoli che in alcuni casi ne hanno sollecitato la sospensione temporanea. È quindi essenziale assicurare l'attuazione delle misure opportune e del quadro normativo per la gestione della migrazione». Un preambolo che potrebbe suonare come una revisione sostanziale per il trattato di Dublino e che potrebbe mettere in piedi un documento per una gestione comune e solidale del fenomeno migratorio in sede europea. Quella gestione che non suscitò il mea culpa della cancelliera tedesca. I punti chiave sui quali la Corte dei conti intende veder chiaro riguardano le diverse misure per gestire la crisi: la creazione di hotspot e hotspot approach nonché l'introduzione di meccanismi di ricollocazione che, almeno in origine, avevano un carattere temporaneo. Però, benché le cifre a oggi siano poi scese al livello pre-crisi (biennio 2013-2014), decine di migliaia di migranti stanno ancora cercando di entrare nell'Unione. E questo per l'intera comunità, come scrivono i contabili di Lussemburgo, risulta un problema da analizzare e risolvere.

Commenti

stefano751

Sab, 26/01/2019 - 09:42

Se veramente indagano sull'uso di questi fondi ne vedremmo delle belle e i comunisti già iniziano a tremare. Ma sono solo pie intenzioni. In realtà quello che hanno dato è elemosina in confronto a quello che ci costano i clandestini in termini di sicurezza e illegalità.

venco

Sab, 26/01/2019 - 15:31

Aiuti o no non deve assolutamente sbarcare nessuno in Italia.

Ritratto di Svevus

Svevus

Sab, 26/01/2019 - 15:40

L' europa fa schifo !

Divoll

Sab, 26/01/2019 - 15:48

Si puo' ancora dire che ci hanno rotto l'anima (e molto altro) con questi migranti (diesi "economici", ma assai costosi)? Io ormai ho l'allergia, salto solo a vederne uno, perfino in TV.

Divoll

Sab, 26/01/2019 - 15:49

Si puo' ancora dire che ci hanno rotto l'anima (e molto altro) con questi migranti (dicesi "economici", ma assai costosi)? Io ormai ho l'allergia, salto solo a vederne uno, perfino in TV.

Ritratto di ilmax

ilmax

Sab, 26/01/2019 - 15:58

Bene,forse scopriremo che anche i pochi soldi dati sono andati in tasca di qualcuno

Mauritzss

Sab, 26/01/2019 - 16:06

Ci vogliono offrire altri 80 euro !!! . . . Se ne deduce che tutto il loro baccano, ad oggi, non è servito a niente. Buono a sapersi. ma se ne deduce anche che vogliono perseguire l'invasione dell'Italia a tutti i costi. Gli italiani stiano all’erta: non si può svendere l'Italia e impoverirsi per una mancetta Europea.

Ritratto di babbone

babbone

Sab, 26/01/2019 - 16:13

fate i conti e fateli perbene, poi a maggio li facciamo noi i conti. fateci sapere se trovate incongruenze le date e dove sono finiti i soldi.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Sab, 26/01/2019 - 16:16

Per capire se l'Italia (come pure la Grecia) è stata lasciata sola mentre il resto dell'Europa ha provveduto a cautelarsi nei confronti dei migranti (trattato di Dublino, missione Sophia e simili, sospensione di Shengen), bastano cinque minuti, tanto è evidente. Se poi l'indagine della Corte dei Conti europea riguarderà "l'intero processo migratorio: dalla gestione degli sbarchi, alla presa in carico, alle procedure di asilo e di rimpatrio" e "se le procedure di asilo e di rimpatrio siano state rapide ed efficaci; se sono stati apportati miglioramenti nella gestione e sul piano della performance", prevedo che per l'Italia, impegnata per anni a gestire un fenomeno che "rende più della droga", saranno uccelli per diabetici.

lappola

Sab, 26/01/2019 - 16:17

Questa è bella, bellissima, da scopisciarsi dalle risate. Per la cronaca si sappia che la Ue ci riconosce degli stanziamenti, Un TOT per i migranti, un TOT per i ponti, un TOT per la xilella, un TOT per la TAV, un TOT per l'agricoltura e così via. A fine anno ci presenta il conto: Ti ho dato TOT+TOT+TOT ... totale 15; aggiungo 5 per i costi miei, la tua quota per l'anno nuovo è 20. Chi sa leggere, si accorge che tutti quelli che ci da sono solo soldi nostri. Vogliono venire a indagare anche lì sopra? Se qualcuno ha una verità diversa la esponga.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 26/01/2019 - 16:22

Aiuti? Guardavano e su sbellicavano dalle risate....e ci hanno dato i soldi per due pizze.

de barba rossano

Sab, 26/01/2019 - 16:26

Titolo contraddittorio. Cosa vuol dire l' Italia torna nel mirino? nell' articolo mi sembra di aver letto bene. si parla di indagare se il sostegno all' Italia e' stato adeguato. Ma i giornalisti rileggono i titoli prima di mandarli online?

MOSTARDELLIS

Sab, 26/01/2019 - 16:28

Chi scommette che la Corte ci darà torto?

igiulp

Sab, 26/01/2019 - 16:30

Campa cavallo......

agosvac

Sab, 26/01/2019 - 16:41

Non si capisce bene se questa indagine sia contro l'UE oppure contro l'Italia.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 26/01/2019 - 16:44

La forma espressiva del quesito sulla adeguatezza mezzi forniti/risultati a me pare ambigua o ambivalente. Inadeguati i mezzi forniti ai Paesi o inadeguati i risultati raggiunti dai Paesi che li hanno ricevuti?

HappyFuture

Sab, 26/01/2019 - 16:47

E voi che dite? Che il sostegno e stato adeguato? E gli italiani hanno truffa to la UE? HE traditori?

HappyFuture

Sab, 26/01/2019 - 16:47

E voi che dite? Che il sostegno e stato adeguato? E gli italiani hanno truffa to la UE? HE traditori?

HappyFuture

Sab, 26/01/2019 - 16:47

E voi che dite? Che il sostegno e stato adeguato? E gli italiani hanno truffa to la UE? HE traditori?

omada2000

Sab, 26/01/2019 - 16:47

Veramente i soldi dati sono pochi e non sono mai arrivati a destinazione. Qualcuno del precedente governo ne sa qualcosa??? Vogliono i soldi da SALVINI,cosi si pappano anche quelli.

gio777

Sab, 26/01/2019 - 16:48

i vescovi:" NE VOGLIAMO DI PIU'...E SOPRATTUTTO VOGLIAMO QUELLI PIU' GIOVANI E PALESTRATI"

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 26/01/2019 - 16:50

de barba rossano - Appunto. L'Italia NON e` nel mirino, anzi, il contrario, sono gli altri Stati Membri a doversi preoccupare. Ma il Giornale-Pravda della disinformazione conta sul fatto che i suoi aficionados non leggano piu` in la` del titolo, spesso fuorviante, e poi commentino incaxxati come la Redazione si aspetta. E funziona sempre. (Si vede che lei e` nuovo qui...Ne vedra` delle belle).

Mauro23

Sab, 26/01/2019 - 17:01

May 2019 you write in your voting paper none Europe no one Eur

timoty martin

Sab, 26/01/2019 - 17:05

UE ormai un gran pasticcio. UE ormai non sa cosa ne come fare.

elpaso21

Sab, 26/01/2019 - 17:06

La Corte UE fa gli interessi di Merkel e NON ci rappresenta. Colpa del PD che ha fatto accordi per dar voce in capitolo a questi mentecatti.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 26/01/2019 - 17:07

@pravda99. Lui sarà nuovo qui, in compenso tu sei sempre strafatto!

antonmessina

Sab, 26/01/2019 - 17:16

6 milioni di unicef spariti :D chissa quanti altri

carlottacharlie

Sab, 26/01/2019 - 17:16

Ci siamo "svenati" per tutte queste genti e nulla potrà pagare il disastro arrecato. Questi EU che si svegliano ora a far le pulci ai mentecatti nostrani schiamazzanti "accoglienza accoglienza" fan quasi ridere perchè metteranno sotto il mirino Salvini infischiandosene di quelli di Mare Nostrum. -Vien da chiedersi chi è l'eccelso che ha preso a prestito Mare Nostrum da un processo ai mafiosi, vuoi vedere che...- Rifiutare ogni aiuto categoricamente perchè, se si accettasse, arriverranno a milioni. Riflettere ed essere consapevoli, quelli scemi in parlamento, che le loro azioni di adesso avranno effetto sui nostri figli nipoti pronipoti, e fino alla nostra estinzione.

giovanni951

Sab, 26/01/2019 - 17:22

ci hanno lasciati soli, ci hanno dato pochi milioni e noi ( grazie a frottolo) abbiamo spesa miliardi....spero che non chiedano soldi.

killkoms

Sab, 26/01/2019 - 22:31

quasi,quasi,dovremmo ridarvi indietro quei 4 spicci che ci avete dato?