E Renzi si sfiducia da solo: "Così non duriamo un anno"

Il premier costretto a cancellare di suo pugno le marchette firmate Pd-Ncd dal maxiemendamento alla Stabilità, difficile chiudere l'Italicum entro Natale. Province, scoppia la grana dei dipendenti

«Tenere anche solo un altro anno così è dura». Il lamento filtra dall'entourage renziano, nelle ore più convulse della preparazione del maxiemendamento sulla Stabilità.

Al ritorno da Bruxelles, dove ha incassato attestazioni di stima dalla Commissione Ue alle sue riforme, il premier ieri è ripiombato nel caos romano, con la legge di Stabilità in panne al Senato e l'aggrovigliatissima matassa del maxiemendamento (su cui solo in serata è riuscito a porre la fiducia) tutta da dipanare. Tanto che, raccontano, nel pomeriggio di ieri è stato lo stesso Matteo Renzi a farsi portare sulla sua scrivania il testo, rimboccate le maniche, a cassare con un tratto di penna rossa, capitolo per capitolo, le mille modifiche più o meno clientelari infilate dai suoi stessi parlamentari (Pd e Ncd in prima linea) nel testo. Sotto la scure, alla fine, sono dovuti cadere anche capitoli di spesa inseriti dallo stesso governo. «Stiamo cercando di far sì che la legge di Stabilità non sia un monstrum di norme con tanto di leggi marchetta», ha fatto sapere il premier.

Sullo sfondo, intanto, una mano essenziale della partita sulle riforme rischiava di andare a monte: Renzi vuole che la legge elettorale sia incardinata nell'aula di Palazzo Madama prima della pausa natalizia, per poterne accelerare l'esame alla vigilia dell'elezione del nuovo Capo dello Stato, ma ieri l'Italicum ha corso il pericolo di restare vittima dell'impasse sulla legge di Stabilità. Le opposizioni, nella conferenza dei capigruppo convocata ieri era, hanno fatto fuoco e fiamme contro la richiesta di modifica del calendario, e alla fine il voto che ha incardinato l'Italicum in aula è slittato praticamente alle prime luci dell'alba, in coda alla Stabilità.

Intanto il governo deve affrontare la guerriglia dei sindacati: dopo l'incontro di ieri con il ministro Poletti Cgil, Cisl e Uil hanno minacciato «lotte crescenti» contro il Jobs Act, e nel frattempo hanno soffiato sul fuoco spargendo allarmi infondati ma efficaci tra i dipendenti delle Provincie in via di abolizione, paventando migliaia di esuberi. Risultato: assemblee permanenti e occupazioni degli uffici delle Provincie, col sottosegretario Delrio costretto a scendere in campo per rassicurare: «Il personale delle Province non rimarrà per strada ma verrà assorbito tramite blocco di tutte le assunzioni in tutte le amministrazioni dello Stato».

Tra uno stralcio e l'altro della Stabilità, il premier ha trovato il tempo per un'intervista a Radio 105: «Io non voglio sforare» il patto di Stabilità, ha spiegato, «perché voglio rispettare le regole. L'Italia in Europa è considerata lo studente bravo che non si applica: “faremo le riforme”, e non si fanno mai. Noi invece le cose le stiamo facendo davvero». E a chi gli contesta di farle a colpi di fiducia replica spavaldo: «Posso garantire che il numero aumenterà, in futuro». Un futuro, quello del suo governo e dell'attuale legislatura, su cui continua a mostrarsi ottimista: «Da qui al 2018 testa bassa e lavoriamo per l'Italia». Concetto ribadito anche in serata su RaiUno: «È come se l'Italia non sapesse farsi i selfie. Quando è fotografata da altri è bellissima, quando ci fotografiamo noi è sempre un po' sbiadita. Ma questo è l'anno buono, ci credo anche per l'Expo»

A sentire i suoi, però, tirare avanti così non sarà facilissimo: «Abbiamo una maggioranza che si occupa più di ordire trappole al governo che di altro. E se alla fine non è Renzi in persona a prendere in mano le cose, non si riesce a portare a casa niente», è lo sfogo che si raccoglie.

Commenti

Agostinob

Sab, 20/12/2014 - 08:36

Troppo bravo; sembra Mussolini che lavorava di notte. Lui personalmente ha cancellato le norme clientelari (quelle che non lo avrebbero riguardato) per mostrare alla gente che lui non scherza; ride solo. Un uomo così è quello della provvidenza! Se non fosse della sinistra...Stanno costruendo l'immagine del "faccio tutto io, fidatevi di me". Deve apparire un'icona. Lui si che sa tutto. Ma dov'era prima di divenire Capo del Governo? Solo sindaco per toppare i buchi nelle strade? Sprecato.

Ritratto di laky

laky

Sab, 20/12/2014 - 08:43

Caduto Re Giorgio cadrà anche il suo pupazzo Matteo Renzi che nessuno ha mai votato come premier al governo del paese. Il "bomba" ha soltanto allagato l'Italia di promesse e scadenze mai rispettate.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 20/12/2014 - 09:27

QUESTO VUOLE IMITARE IL DUCE,MA LO FA NEL PEGGIORE DEI MODI

Armandoestebanquito

Sab, 20/12/2014 - 09:47

Propio da comunisti, Fanno casini agli altri quando sono alla opposizione, poi quando sono al potere, campano per un po' e poi scappano.

Gianca59

Sab, 20/12/2014 - 09:55

Per fortuna ha calato la mannaia su sprechi voluti fuori dal parlamento e dagli zerbini del parlamento infilati nella legge per assicurarsi voti e soldi nel loro futuro. Degli schiavi. Patetico Delrio. Gli esuberi, se ci sono, vanno trattati come quelli del privato.

Zizzigo

Sab, 20/12/2014 - 10:14

"ha incassato attestazioni di stima dalla Commissione Ue" ??? parrebbe avere "incassato" ben altro, dalla commissione UE!

Accademico

Sab, 20/12/2014 - 10:16

Non è per niente difficile la scelta di un Capo dello Stato, che sia onesto, super partes, degno di tanto nomine. Basta Non prelevarlo dalla compagine politicante, in cui il più pulito c'ha la rogna. Un cinquentenne di specchiata onestà lo si trova facilmente nell'ambiente, per esempio, degli operatori ecologici. Giuro che non sto scherzando.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 20/12/2014 - 10:23

Si sente proprio il bisogno dei sindacati a rimestar mxxxa come se non bastassero i parlamentari! D'altra parte finché non sarà al governo un presidente del consiglio con le palle che abbia il coraggio di emanare i decreti attuativi previsti agli articoli 39 e 40 della costituzione le cose non cambieranno mai e il potere dei sindacati sia diretto sia per "affinità" di tanti parlamentari non sarà possibile modificare un bel niente! Fuori le palle, se le hai, Renzi!

linoalo1

Sab, 20/12/2014 - 10:31

Povero Renzi!Sta cominciando,finalmente,a capire che la realtà è molto diversa dai suoi sogni di Neoeletto!Lino.

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 20/12/2014 - 11:10

Lungi da me anche solo apparire un sostenitore di un governo illegittimo anche se legale, imperniato su una sinistra sbandata e smemorata, condizionata fra il lavoro per il Paese e la lotta per la supremazia di potere. Ma così come è scritto, l'articolo spezza una lancia a favore del rignanese (non fiorentino signori miei, è quasi al confine con Arezzo e comunque abita a Pontassieve) che, come giustamente fa rimarcare Agostinob, lo assimila ad altro statista che lavorava alle opere per la Nazione, commento implementato da rinnocent637.

Gioa

Sab, 20/12/2014 - 11:19

TU RENZI NON DEVI DURARE UN ANNO...MA BENZI' DA NATALE A SANTO STEFANO PER LA GIOIA DI TUTTI GLI ITALIANI CHE SONO STUFI E SUPER STUFI DI AVER PAGATO PER ANNI DEI DELINQUENTI COMUNISTI E FINTI COMUNISTI. TU CHE FAI ANCORA INSISTI A PARARLI?. VISTO CHE TU FONZIE IN ARTE RENZI NON TI DIMETTI DOPO I FATTI DI MAFIA CAPITALE E NON SOLO DOVE IL PD CON IL TUO CARO AMICO BUZZI E' COINVOLTO FORTEMENTE, VUOL DIRE CHE APPROVI I TUOI CARI AMICI LADRI E MAFIOSI. RENZI, RENSTANDO DAI DIMOSTRAZIONE CHE ESSERE MAFIOSI E LADRI VUOL DIRE ESSERE EROI!!. VERGOGNATI TANTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!

unosolo

Sab, 20/12/2014 - 11:29

nell'accordo c'era qualche ricatto , questo è quello che tra le varie sbandate traspare altrimenti si rompeva e tutti a casa , cosa c'è come accordo ? speriamo di saperlo prima di qualsiasi spostamento finanziario visto che il debito continua ad aumentare come il numero dei parassiti.

marcomasiero

Sab, 20/12/2014 - 11:31

il Duce era unico questo è una marionetta ! il Duce ha dato al Paese fogne, ospedali, scuole, strade, bonifiche, pensioni (l' INPS è opera sua), ... Renzi e i suoi amichetti ci hanno regalato, zingari, clandestini, tasse, Roma e coop colluse con la delinquenza, Firenze devastata, disoccupazione alle stelle, etc etc etc ...

Ritratto di ..MAFIAcapitale...

..MAFIAcapitale...

Sab, 20/12/2014 - 12:22

i neuromassoni ci metteranno molto poco a trovare un nuovo FANTOCCIO adatto a sostituirlo

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Sab, 20/12/2014 - 12:52

Controcorrente Renzi: "il potere logora chi ce l'ha"!

gianfranco1966

Sab, 20/12/2014 - 13:12

sei un incapace arrogante e con manie dittatoriali, non sai piu che pesci pigliare, per vincere le europee hai massacrato i conti, hai messo piu tasse dappertutto, hai perfino tolto i soldi alle persone con handicap, la riforma del lavoro è stupida e inutile perche il problema in italia non è come poter licenziare piu facilmente, ma il problema è che abbiamo troppa spesa pubblica che tu non taglierai mai essendo di sinistra perche la sinistra con quella spesa pubblica parassitaria tipo quella statale , ci campa col ritorno dei voti clientelari, hai fallito e sei un danno. vattene.

magnum357

Sab, 20/12/2014 - 14:14

Una manfrina la leggina di Delirio !!!!! Tutte le palle komuniste sono venute a galla !!!!

odifrep

Sab, 20/12/2014 - 14:44

@ bobirons (11:10) - per caso vuole farci sapere che Fonzie sia residente al Sud da dove abita Lei e, quindi, meridionale? Ahahahahah E, si ricordi che di legale, ad oggi, esiste solo l'ora. Auguri di buone festività Natalizie.

unosolo

Sab, 20/12/2014 - 14:52

che sbaglio ha fatto il Berlusconi col Nazareno , la fiducia è una cosa seria e non sembra che la meritano , primo in quanto non eletto dal popolo secondo ha regalato e regala soldi a chi non crea PIL , ISEE come mai non vale per coniugi di parlamentari ' strano in quanto prendono gli 80 euro ma non i pensionati , pensioni che perdono potere continuamente mentre aumentano le uscite dello Stato , la fiducia va tolta per legge nelle due camere .

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 20/12/2014 - 14:54

#Gioa - Concordo. Ma ha già preparato un'altro cadeau, per le cooperative simil Buzzi di Roma e cioè la candidatura alle olimpiadi.Il suo pensiero":Devo pur pensare a mantenere i carrozzoni ROSSI".

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 20/12/2014 - 15:44

E' il PD,bellezze.Questo è l governo del can can,tutta musica e carne al vento.Berlusconi risulta essere un dilettante allo sbaraglio.

Gioortu

Sab, 20/12/2014 - 17:41

Accidenti,tra non molto nei fiumi e dalle sorgenti scorrerà latte e miele e ci porterà tutti alla terra promessa,oppure all'inferno.

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 20/12/2014 - 18:48

parte I - Caro signor Odifrep, tanto per cominciare la Firenze metropolitana del Fonzie è a circa 350 km dal confine con la Svizzera, mentre per arrivare a Palermo ci sono circa 1200 km. Poi, se voi polentoni del nord vi ricordaste di quanto etruschi e romani vi hanno insegnato, tanto per cominciare non mangereste polenta di granoturco, che viene dall'America, ma buon farro della Lunigiana. Poi, purtroppo, l'arbitrio del PdR di nominare chi vuole a capo del consiglio dei ministri è legale, previsto dal titolo III, sezione I, art. 92 della Costituzione Italiana, la cui ambiguità ci ha fatto sorbire le scelte autonome dell'aspirante zar.

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 20/12/2014 - 18:49

parte II - Che poi sia illegittimo, in quanto non espressione del popolo sovrano è vero ed anche un vulnus della nostra decrepita Costituzione voluta da politicanti che nei precedenti XX anni mai avevano fatto gestione politica, salvo uno, un marpione cresciuto alla scuola di un boia assassino e quindi rotto a tutti i sotterfugi, sottintesi, disinformazione, sempre tenendo d'occhio la possibilità d'interpretare a proprio modo detta Costituzione, salvo poi ad addebitare ad altri la trasgressione della stessa. In altre parole uno sporco gioco da comunisti. Buon Natale anche a Lei, caro Amico, ed alla Sua Famiglia.

odifrep

Dom, 21/12/2014 - 13:09

Grazie signor bobirons, per gli auguri di Buon Natale che ricambio anche ai Suoi Cari. Veda, proprio stamane mi è pervenuta la "Spongata Premolese", mi pare sia prodotto della Lunigiana o sbaglio. La invito, pertanto, a contattare www.fornotarantola.it