Ecco cosa non ha capito chi è contro il Family day

Ognuno può decidere sulla propria vita ma nessuno dovrebbe avere il diritto di negare a un altro un diritto naturale

Unioni civili sì, unioni civili no. Stepchild sì, stepchild no. Il ddl Cirinnà sta dividendo l'Italia e, a una settimana di distanza dal "family gay, è sceso in piazza chi non vuole "rottamare la famiglia". Quel popolo cattolico che i mass media di sinistra vuole dipingere come becero, integralista e razzista.

Le critiche più feroci sono state rivolte al Papa e alla Chiesa, colpevole di ingerenze nella vita politica italiana. Non si rispetta il principio "Libero Stato in Libera Chiesa", dicono erroneamente. Lo Stato deve essere laico, ma la Chiesa, per la sua stessa natura, è e deve essere confessionale. Il Papa parla a tutti i cattolici in qualità di capo spirituale, mentre i preti italiani parlano ai propri parrocchiani. Perché la libertà di manifestare e di protestare contro una legge deve essere prerogativa solo dei laici se anche i preti hanno il diritto di voto esattamente come i loro parrocchiani laici? Ah già, perché, secondo i laicisti di sinistra, i preti, non avendo famiglia, non sarebbero titolati a parlare di matrimonio e figli. Come se per avere un'opinione sulla droga si debba per forza fare uso di coca.

Ma anche i liberali duri e puri si sono espressi a favore del ddl Cirinnà in nome del principio che ognuno deve poter disporre della propria vita come crede. E il punto sta proprio qui: ognuno può decidere sulla propria vita ma nessuno dovrebbe avere il diritto di negare a un altro un diritto naturale, quello di avere un padre e una madre. Un diritto non concesso da Dio ma da Madre Natura. Da che esiste il mondo la Natura ha stabilito che i figli possano nascere solo da un rapporto sessuale tra un uomo e una donna. Un fatto valido per tutti, laici, atei e cattolici e far procreare, attraverso la pratica dell'utero in affitto, un bimbo pagando una donna sconosciuta o servendosi della disponibilità di un parente di uno dei due gay, è un abominio a cui chiunque dovrebbe avere il diritto di opporsi.

Ma ormai il mondo va così e non si può fermare la scienza, sostengono i benpensanti di sinistra. Sì, è vero, la Chiesa era contro i trapianti d'organi, le trasfusioni ed è altrettanto vero che molti politici che protestano contro il ddl Cirinnà sono divorziati e risposati ma tutti accomunati dal principio che la famiglia è solo quella riconosciuta dalla nostra Costituzione, tanto difesa e sbandierata dai radical chic di sinistra. Ma, si sa, la Costituzione è come l'Europa: viene difesa solo quando fa comodo. Per far passare l'utero in affitto, le unioni civili e la fecondazione assistita eterologa, allora è bello essere europeisti. Quando si tratta di adottare sull'immigrazione le stesse politiche dell'Ungheria, della Germania o della Danimarca che ha deciso di privare i migranti dei loro beni per coprire le spese dell'accoglienza, allora essere europeisti è una vergogna. Sarebbe bene che una certa parte politica facesse pace col cervello.

Commenti

conviene

Sab, 30/01/2016 - 16:34

SIG CORRIDORI NON GIRI LA FRITTATA. IO SONO CATTOLICA PRATICANTE, FELICEMETE SPOSATA E NON DI SINISTRA MA SONO CONTRARIA AL FALILY DAY. NON COME MANIFESTAZIONE MA PER QUELLO CHE SI PREFIGGE. I DIRITTI DELLE PERSONE SONO UGUALI PER TUTTI. E NON VEDO NELL'INTENZIONE DELLA MAGGIORANZA L'INTENZIONE DELL'ADOZIONE. NEL SUO OCCHIELLO DICA CHE NESSUNO.... E' LEI CHE NEGA UGUALI DIRITTI A PARTE L'ADOZIONE DEI FIGLI A PERSONE PERSONE DICO PERCHE' DIVERSE I DIRITTI CHE HO IO.E SE POI VEDO LA PLETORA DI CERTI POLITICI CHE PARTECIPANO MI VIENE DA VOMITARE PERCHE' DELLA FAMIGLIA A LORO INTERASSA UN H. UN ESEMPIO PER TUTTI? H 24 OSSIA MARONI CHE SI VANTA DI AVERE DUE AMANTI

Ritratto di RinaD.B

RinaD.B

Sab, 30/01/2016 - 16:57

Giovedì sera ho visto Virus, e c'era un sondaggio che diceva: "E'giusto che le coppie gay abbiano una famiglia?". Circa l'80% dei telespettatori ha risposto NO. L'Italia non è spaccata in 2... Quelli pro-utero in affitto e pro-compravendita di bambini sono molto rumorosi, ma fortunatamente in minoranza

venco

Sab, 30/01/2016 - 17:35

conviene 16,34 tu sei cattolica bergogliana ma non cristiana, i gay hanno tutti i diritti civili come tutti i cittadini, senza aggiungere altri.

BiBi39

Sab, 30/01/2016 - 17:56

@ conviene : guardi che il Family Day e' pensato per contestare la possibilita' di adozione.Inoltre tenga presente che i fatti personali di chi difende un'idea non c'entrano! Col suo ragionamento se un ladro dicesse che rubare e' sbagliato dovremmo ritenere che dice una cosa inaccettabile.Ragioni un po'di piu' prima di parlare perche' dice che non e' di sinistra ma ripete semza capirle le opinioni della sinistra.

Prameri

Sab, 30/01/2016 - 18:03

Personalmente concordo con l’articolo ma non con le affermazioni "un diritto non concesso da Dio ma dalla Natura" - Sono sinonimi\\ Al Circo Massimo c’erano molte religioni, e nazionalità e Protestanti, Catecumenali e molte associazioni laiche. Mancavano solo gli Ebrei perché oggi è Shabath. Personalmente penso che il Papa e qualche altra importante guida siano stati gli unici ‘tiepidi’ se non praticamente ambigui. Personalmente dissento da John Lennon: ‘no religion, no country...’ Penso che il mondo deve unire tutti: ciascuno con la propria identità, il proprio pensiero religioso, la propria patria e prima di tutto la propria famiglia

Daniela67

Sab, 30/01/2016 - 18:19

Signora "conviene" scusi ma perchè urla? lo sa che scrivere in maiuscolo secondo la netiquette equivale a urlare? Ma lei da cattolica praticante, come si professa, lo ha capito che adottare un bambino non è un diritto dei genitori? gay, lesbo, o etero che siano... lo sa che la legge del 1983 sulle adozioni in Italia ha come sottotitolo "Diritto del minore a una famiglia"? Non si parla del diritto degli adulti ma di diritti del minore. Un omosessuale ha esattamente tutti i diritti che hanno le persone eterosessuale, non puo' avere il diritto ad adottare o, peggio ancora, a comprarsi un bambino per il semplice fatto che questi diritti non ce li hanno nemmeno gli etero, e vivaddio se è così..

CALISESI MAURO

Sab, 30/01/2016 - 18:30

Signora conviene, lei puo praticare, ma di cattolico o Cristiano ha ben poco. Ha idee ben confuse .....le schie chimiche hanno lavorato bene in questo caso.. lei ha la ghiandola pineale totalmente essiccata come nella maggior parte dei casi italici:)))

uccellino44

Sab, 30/01/2016 - 18:42

Egregio Curridori, grazie per quest'articolo!Se questa "maledetta" legge dovesse passare così come la vuole la sinistra, compreso utero in affitto e compravendita di bambini, faremo un salto all'indietro, all'età della pietra! Nel qual caso il Papa, da miliardi di persone osannato, riverito e venerato, potrà scegliersi una nuova residenza più consona alla nuova "inciviltà". Infatti i gay, le lesbiche e tutti quelli che hanno la morale sotto i tacchi non dovrebbero più mettere piede in una chiesa!

demin

Sab, 30/01/2016 - 18:43

conviene Non e possibile essere catolica praticante e approvare frocio.

fabianope

Sab, 30/01/2016 - 19:01

al di là del fatto che sono "allergico" sia ai matrimoni che ai maschietti, non capisco l'appello al "diritto naturale": mi volete spiegare se -ad esempio- è "diritto naturale" che un leone sbrani un leoncino? e se la risposta è affermativa, come "applichiamo" questo "diritto naturale" a noi uomini? c'è poco da fare, l'appello al "buon senso", al "diritto naturale" e similia mi puzza di prete lontano anni luce...e dove ci sono preti, ayattolah & c. non ci sono io....

denteavvelenato

Sab, 30/01/2016 - 19:10

@RinaD.B Il sondaggio era particolarmente rappresentativo,anche considerando che si e' tenuta in considerazione l'opinione dei telespettatori di virus

olrac6x

Sab, 30/01/2016 - 19:19

io non sono molto interessato al c.d.family day:non sono implicato,non mi riguarda.Neppure contrario,ovviamente .Però ciò che mi urta e che sia battezato Family day..Noi non siamo ne anglosassoni ne inglesi, perchE questa perenne ibridazione linguistica con idiomi stranieri ed alieni?questo già e avvenuto con il tax day...e avviene perennemente,con la colpevole adesione di tutta la stampa italiana, Il Giornale incluso.E se poi qualcuno mi spiega cosa sono gli "stepchild^..lo ringrazio di cuore.

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 30/01/2016 - 19:20

#@ conviene - Non può esprimere le sue opinioni senza URLARE? Grazie. I gay, lesbiche, gender, trans etc etc. facciano quello che vogliono, possibilmente non in pubblico, come fanno durante i pride. Le adozioni? Non scherziamo, i bambini non sono ...toys !

Ernestinho

Sab, 30/01/2016 - 19:21

La vera famiglia è una sola, quella iniziata da un UOMO ed una DONNA! Il resto sono solo bestialità, checché se ne dica!

ziobeppe1951

Sab, 30/01/2016 - 19:24

Conviene...francamente non capisco il paragone delle amanti con il riconoscimento della famiglia secondo la Costituzione

ulanbator10

Sab, 30/01/2016 - 19:33

Cara signora " conviene " , forse conviene che si rilegga il decreto Cirinna' nella parte dove gli omosessuali possono diventare genitori pagando un utero o un seme in affitto, cioè sempre. Non le pare che Madre Natura ha previsto un altro modo per concepire un figlio. Non si tratta di liberta', ma di qualcosa che per assecondare i desideri, non naturali, di pochi , portera' allo sfruttamento di tanti individui. Inoltre non mi meraviglia piu' di tanto che una cattolica praticante non si accorga che i bambini di tali coppie non potranno essere uguali agli altri. Inoltre mi da' la netta impressione che lei non ha capito che non si sta votando solo la regolamentazione dei rapporti omosessuali (legge necessaria) ma si sta cercando di far passare per famiglia naturale l'acquisto di bambini.

ben39

Sab, 30/01/2016 - 19:50

Penso che in nome della democrazia tutti abbiano diritto a manifestare in piazza e votare a favore o contro una determinata legge. Invece come credente riconosco gli sbagli fatti dalla Chiesa in passato quando cercava di inculcare la fede agli atei con la forza. Cosa che andava contro tutti gli isegnamenti evagelici di Gesù, il quale ha sempre lasciato la libertà all'indiviudo di fare la propria scelta di seguirlo oppure no.I farisei che si dicevano credenti lo condannarono a morte anche perché frequentava i peccatori e chi sa anche gli omosessuali oltre alle prostitute. Gesù probabilmente avrebbe convinto con il dialogo e soprattutto l'amore coloro che sbagliavano e non certo con la forza.

Giovanmario

Sab, 30/01/2016 - 20:17

perchè nessuno chiede al perbenista baffino o all'ombroso lumia puro siciliano doc se a loro avrebbe fatto piacere vivere e crescere in una famiglia composta da due omosessuali. perchè in fin dei conti di questo si tratta.. finchè si prende un bimbo ancora in fasce e lo si culla tutto il giorno, va tutto bene.. il problema grosso come una casa sorge quando il bimbo cresce e diventa un adulto che si trova a convivere con due persone dello stesso sesso che cercano di inventarsi un motivo per non farlo scappare di casa per la vergogna e vivere da clochard avendo come alternativa solo quella di diventare anche lui un gay.. ma che bella onorata famiglia!

angeloceleste

Sab, 30/01/2016 - 20:50

... cosa è un diritto? Un diritto non è altro che una concessione che la società elargisce ai suoi singoli componenti spesso, dopo anni di dure e sanguinose lotte. Diritto al voto, allo studio, alla salute, al lavoro, di espressione, religione ecc.. Ognuno di questi diritti dà la possibilità al singolo individuo di scegliere liberamente se: votare, studiare, curarsi, dire ciò che ritiene giusto, lavorare, professare una fede. Tutte cose che attengono alla sfera dell'agire privato e personale nell'ambito di una comunità organizzata sulla base di regole, leggi e opportunità ben definite. Non mi risulta che in Italia vi siano cittadini che per via del proprio orientamento sessuale vengano privati di tali fondamentali diritti. Un bambino, invece, è il più degno degli esseri umani non un diritto né una concessione ed è il ritenerlo tale che lascia intravedere lo spessore intellettivo, morale e civile di chi pretende che lo sia.

paolonardi

Sab, 30/01/2016 - 21:00

Sono un liberale, candidato alla Camera nel PLI, ma anche medico docente universitario in pensione e sono contrario all'obbrorio dei matrimoni fra omosessuali e vari uteri in affitto perche' sono contro natura. Ciascuno in camera da letto puo' avere le preferenze che vuole ma far passare come naturali comportamenti deviati contraddice quello che l'evoluzione darwiniana ha dimostrato essere la fisiologia della sessualita' con buona pace di froci e lesbiche.

nunavut

Sab, 30/01/2016 - 22:32

@ conviene come dice lei tutti hanno diritto alle loro idee,de fosse vero non si dovrebbe proferire né offese né minacce contro chi ha u'opinione differente.Poi che uno si divorzi e fondi un'altra fam."normale" che male fa secondo lei (almeno che non lo condanni essendo cattolica e praticante,come scrive lei)? Ce una persona abbia perso con la morte il suo(a) partner anche se formasse una fami.omosessuale il stepchild lo ammetterei ma due persone dello stesso sesso che per avere un figlio pagano una terza persona mi soffermo a pensare come sarà la vita del bimbo.Quando il giudice durante un divorzio statua che i figli hanno bisogno di un padre e di una madre (penso che sia scritto in una legge se lo dichiara)allora andrebbe cambiato anche quell' articolo.

maggie65

Sab, 30/01/2016 - 22:33

Egregia "conviene", non so cosa lei sia in realtà, ma le consiglierei di connettere il cervello prima di digitare al computer e di provare a scrivere in un italiano intelligibile Se poi deve dire le castronerie di cui sopra, allora anche le caso si astenesse il mondo se ne farà una ragione

Ritratto di mambo

mambo

Dom, 31/01/2016 - 00:08

ma quale diritto naturale! La natura impone l'unione tra femmina e maschio perchè devono procreare, anche al di fuori del matrimonio. Il resto sono errori. Rispetto e considerazione, ma non esageriamo. Immaginate di aver avuto una madre con barba ed attributi...

Ernestinho

Dom, 31/01/2016 - 11:12

Speriamo che uno di questi bimbi non si accorga mai di quello che fanno i loro genitori di uguale sesso!