Ecco l'idea di Berlusconi: fondare un Altra Italia "Basta coi soliti politici"

Il Cav lancia la sua "casa dela speranza": "Gli italiani vogliono un governo formato da 20 saggi"

"Il 54% degli italiani ha dichiarato di averne piene le scatole di questa politica e di non votare perché convinti che il loro voto non conti nulla". È l'analisi che fa Silvio Berlusconi durante una cena con i deputati di Forza Italia.

Un'analisi in cui il Cavaliere constata che gli italiani "sono rassegnati, non arrabbiati". La rabbia degli elettori, infatti, non diventa astensione, ma voto di protesta: "A votare ci vanno e votano Salvini o Grillo", dice il leader di Forza Italia, "Certo è che chi non è andato a votare non è di sinistra. Non possiamo chiudere gli occhi di fronte a 24 milioni di italiani che non vanno più a votare. Mettiamoci in moto per andare a parlare e a convincere questi milioni di persone che non votano più. Voglio fare un giro d’Italia andando in tutte le province".

E allora? La soluzione c'è e Berlusconi la studia (e ne parla) ormai da tempo: "Ho fatto un focus ed è venuta fuori quest’idea dell’Altra Italia. Una cosa, un insieme, una casa della speranza o qualcosa di simile costituita da persone che non sono professionisti della politica e che prospetti un governo fatto di queste persone con un programma preciso". In particolare l'ex premier vorrebbe un esecutivo composto da 20 saggi che rispetti precisi punti programmatici. "Forza Italia sarà il lievito per la nascita dell’Altra Italia che non si riconosce nella sinistra", assicura poi, "Per convincere le persone a votare per noi non è sufficiente la promessa della riduzione delle tasse".

Ma il partito così com'è non sparirà: "Io sono il presidente di Forza Italia, non ho affatto intenzione di cambiare questo bellissimo nome. Forza Italia fa parte della mia vita, sono il presidente di Forza Italia e voglio morire presidente di Forza Italia". Poi la stoccata ai "dissidenti": "Noi di professionisti della politica ne abbiamo pochissimi, quelli che c’erano se ne sono andati. Siamo un partito di gente che ha lasciato le cose che faceva per mettersi al servizio di un Paese e per evitare che un certo partito comunista prendesse il potere. Fi siete voi, i miei parlamentari, che siete leali e mi avete difeso e non siete professionisti della politica. Voi avete come presidente Silvio Berlusconi che ha come primo valore la fedeltà agli amici".

Commenti

m.nanni

Mar, 21/07/2015 - 23:50

caro presidente, siamo già depressi per la scarsa incisività del centrodestra contro i bolscevichi al potere, afferrato senza il voto elettorale. ci mancava la casa della speranza! chieda le dimissioni da senatori a vita di monti e napolitano, e le dimissioni della boldrini per il disastro dell'immigrazione clandestina, fomentata da loro. chieda le dimissioni di renzi solleciti le primarie di coalizione del centrodestra FI e Lega e ne rispetti la leadership. il consenso si conquista sul campo, non pasticciando proclami a tavolino!

UNITALIANOINUSA

Mer, 22/07/2015 - 00:19

Forse.Ma in USA non capiamo perche' gli italiani non votano in quanto nauseati dalla sinistra.Invece dovrebbero votare proprio per bloccare i nauseanti comunisti.Giusto? italiano in usa

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 22/07/2015 - 00:23

La forza di Berlusconi è quella di un grande statista che sa fare proposte valide e innovative. È l'unico in grado di imprimere una vera svolta alla politica del nostro paese. PER QUESTO IL VECCHIUME IDEOLOGICO DELLA SINISTRA LO OSTEGGIA. HANNO CAPITO CHE È IN GRADO DI RIVOLUZIONARE LA POLITICA SENZA URLI E STRILLI MA CON LA FORZA DELLA RAGIONE.

Ritratto di BRACCOstufo

BRACCOstufo

Mer, 22/07/2015 - 00:58

BELLE PAROLE.... come sempre del resto. Silvio Berlusconi, grande comunicatore!!! il problema è proprio questo... grande comunicatore e niente più!!! per venti anni ha infinocchiato gli italiani, (me compreso) ma risultati ZERO. CON I METODI berlusconiani NON SI VA DA NESSUNA PARTE. Silvio, lascia perdere!!! Te lo dice uno dei tuoi. così farai più danni della grandine!!! grazie dell'impegno fino ad oggi profuso, ma adesso, se vuoi veramente bene all'Italia e agli Italiani, ritirati in buona pace e lascia ad altri il compito della battaglia. CON TANTA STIMA....

freud1970

Mer, 22/07/2015 - 01:10

Presidente berlusconi, mi permetto di dissentire sul nome del partito, la gente ha finito di sperare, ormai e' in agonia, non ha piu' la voglia nemmeno di reagire, qui' se si vuole creare un vero partito, cj vuole il partito dei fatti, dell'azione,delle piazze, tutto il resto sono solo chiacchere per fare politica, ma attenzione, il popolo ormai ha persi fiducia nei politici, quindi Sig. Berlusconi, faccia vedere con i fatti quanto vale, e in tempi brevissimi, se veramente vuole il bene dell'Italia.P:s. E' finito il tempo dei quaquaraqua,abbiamo bisogno di uomini, sempre se ancora ne sono rimasti. Cordialmente.

Ritratto di ..N€UROlandia.

..N€UROlandia.

Mer, 22/07/2015 - 01:45

ha ragione, basta coi soliti politicanti, dia lui il buon esempio

cangurino

Mer, 22/07/2015 - 03:34

Molti italiani sono stufi marci dei soliti politici che parlano e parlano e poi fanno il contrario di quello che dicono. La coerenza è fondamentale. Concordo. Negli ultimi anni, però, Berlusconi ed i deputati di FI non si sono distinti per coerenza. Hanno votato massicciamente le riforme di Monti, salvo poi criticarle pesantemente! Ci sono decine di leggi, in campo fiscale che ben conosco, di stampo borbonico (prelievo in contati dell'imprenditore = presunzione di nero), fatte proprio da governi guidati ed illuminati da Berlusconi. Ora Berlusconi vorrebbe creare una nuova entità politica. Potrebbe sembrare un giochino furbino: cancello un partito che si è dimostrato incoerente, cambio nome (operazione già fatta in passato, peraltro) e così non potranno più dire che sono incoerente, che ho votato per Monti ecc. Intendiamoci, il PCI, DS, PD ha fatto lo stesso, ma allora perchè non scegliere chi c'è da tempo e si è dimostrato un filo più coerente, come la Lega?

Alessio2012

Mer, 22/07/2015 - 07:21

Il problema di Silvio è che combatte da solo... non esiste il centrodestra.

steali

Mer, 22/07/2015 - 07:39

Gli italiani,"caro" ex cavaliere, non vanno a votare perchè la classe politica tutta, compreso lei, fa solo i suoi interessi e non quelli dei cittadini.......

maurizio50

Mer, 22/07/2015 - 07:43

Caro Cavaliere, invece che parlare di fole, perchè non invita i deputati che le son rimasti a fare una strenua battaglia di opposizione contro gli sciagurati che stanno al governo?????

fabianope

Mer, 22/07/2015 - 08:12

"Altra Italia" mi sa di nozze gay....

curatola

Mer, 22/07/2015 - 08:36

Caro Silvio, é tardi per ricominciare. Limitati a sostenere aggregazioni di movimenti e partiti che condividono un programma che solo in parte é comuune. Gli italiani (non sinistri) non sono omogeneizzabili come lo yogurt e non sono militarizzabili ma sanno riconoscere le vere opportunità e salire sul treno che passa. Il resto sono chiacchere da bar.

giovauriem

Mer, 22/07/2015 - 08:45

presidè ! dove li trovi 20 saggi in italia , il nostro è un paese fradicio in tutti gli strati sociali e professionali e mai troverai 20 persone oneste .

Duka

Mer, 22/07/2015 - 08:48

Certo questa è la ricetta che diciamo e scriviamo da anni. Ma sia ben chiaro i "politici" , si fa per dire, che hanno saccheggiato questo paese dovranno pagare fino all'ultimo centesimo. Quando poi sarà ricostruita una classe politica vera, capace e preparata ci sarà spazio anche per loro. MA BASTA LADRI DI STATO BUFFONI E VOLTAGABBANA.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 22/07/2015 - 09:08

I "20 saggi" al governo preconizzati da Berlusconi, poi, sono veramente originali. Come se in questi anni non ce ne fossero stati altri a dare l'esempio della loro saggezza... dell'ovvio. Ma Berlusconi farebbe bene a sforzarsi di dormire la notte, se no fa la fine di quel grande scienziato, il dottor Claidcrashcraft (il nome non so se è esatto, ma suonava così), dato in cartoni animati alla tv dei ragazzi negli anni '50 o '60, che inventava con l'assistente Leonardo sempre cose già fatte da altri o già esistenti. Quindi inventava l'ovvio.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Mer, 22/07/2015 - 09:16

E i 20 saggi chi li sceglie? Quello che aveva scelto Alfano, Cicchitto e Quagliariello? Berlusconi, smettila di baloccarti con i sogni di sempre nuovi partiti, scendi dalle nuvole, metti i piedi per terra, renditi conto di QUELLO che vogliono gli Italiani, non di CHI vogliono. Non disperdere voti utili verso progetti che puzzano di muffa. Aiuta chi ha già bene individuato problemi e soluzioni, allèati con lui, e vedrai allora che gli astensionisti torneranno alle urne perché vedranno che finalmente, davvero, l'Italia potrà essere salvata!

opinione-critica

Mer, 22/07/2015 - 12:57

La sinistra ha capito che delegittimando e eliminando Berlusconi la destra o il centro-destra sarebbero rimasti senza futuro politico, gli uomini di destra, dopo essere stati sdoganati da Berlusconi, non lo hanno capito, alcuni, tipo Fini si sono montati la testa. I centristi sono ondivaghi, vanno dove va la barca....

Sor Augusto

Mer, 22/07/2015 - 21:16

Caro Presidente, Questa premessa mi sembra più che giusta … “Non possiamo chiudere gli occhi di fronte a 24 milioni di italiani che non vanno più a votare.” Ma continuare a parlare … non risolve. Io credo che i 24 milioni di italiani di cui parla (… e forse molti di più) attendono solo l’attuazione dell’art. 49 della Costituzioni, ovvero, vogliono finalmente avere un valido strumento per “concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”. A me sembra che per la mancata attuazione dell’art. 49, la nostra democrazia è stata sempre dichiarata ma mai attuata. Penso che allo stato attuale abbiamo di fatto ceduto ai politici tutti (professionisti e no) nostra sovranità (art.1 Cost.). Più che ad ascoltare … dovremmo essere chiamati a partecipare. Cordialmente Augusto