Ecco la nuova legittima difesa: sempre presunta, basterà il "grave turbamento"

Depositato in Commissione al Senato il testo base: tutte le novità. Ma Forza Italia: "La montagna ha partorito un topolino"

La nuova legge sulla legittima difesa è arrivata in parlamento. A depositare in Senato il testo base è stato Andrea Ostellari, senatore e presidente della Commissione che se ne occuperà. La strada è ancora lunga, visto che il testo potrebbe subire le modifiche durante l’iter di approvazione. Ma è un primo passo anche se, fanno notare da Forza Italia, “la montagna ha partorito un topolino” a causa del "peso imbarazzante e determinante del Movimento 5 Stelle" che ha "schiacciato" i "diritti di chi si difende dopo essere stato aggredito e continuerà ad essere ingiustamente trascinato in Tribunale".

Andiamo a vedere quali sono le principali novità contenute nel testo di base. Innanzitutto entra nell’ordinamento la "presunzione di legittima difesa". Secondo quanto apprende Public Policy, infatti, sarà riconosciuta la "presunzione di legittima difesa per chi, in casa o nella propria azienda, agisca per difendersi dagli sconosciuti che cercano di entrare, con violenza, minaccia di usare armi o con altri mezzi di coazione fisica”. Certo, non viene a mancare la “proporzionalità tra difesa e offesa”, ma se il testo verrà approvato così allora i giudici dovrebbero avere meno discrezionalità nella valutazione del caso.

Come spiegato in passato, infatti, con la legge attuale al momento è quasi sempre il giudice a decidere se far pendere la bilancia dalla parte del ladro o dalla parte di chi ha aperto il fuoco. Lo diceva chiaramente Giulia Buongiorno: oggi un cittadino che si trovi un bandito in casa deve fare un’indagine approfondita prima di potersi difendere. E in qualunque caso dovrà passare per la dura via di un processo penale.

Un’altra novità riguarda l’introduzione di una parola: “Sempre”. Nei casi di violazione di domicilio o intrusione in un luogo di lavoro, infatti, con la nuova legge si prevede che agisca “sempre” in stato di legittima difesa colui che "compie un atto per respingere l’intrusione con violenza, minaccia di uso di armi e di altri mezzi di coazione fisica, da parte di una o più persone". Questo dovrebbe permettere appunto di ridurre le interpretazioni giuridiche nei processi. Nei casi citati qui sopra, se la persona che si difende usa un’arma legittimamente detenuta o un altro mezzo idoneo a difendersi, allora è previsto che sussista “sempre” il rapporto di proporzione tra difesa e offesa "se taluno legittimamente presente nell'abitazione altrui, o in un altro luogo di privata dimora, o nelle appartenenze di essi", "usa un'arma legittimamente detenuta o altro mezzo idoneo al fine di difendere: a) la propria o la altrui incolumità; b) i beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo d'aggressione".

Inoltre, a modifica dell’articolo 55 del Codice penale sull’eccesso colposo, il testo base prevede che “la punibilità è esclusa se chi ha commesso il fatto per la salvaguardia della propria o altrui incolumità ha agito" contro chi approfitta delle "circostanze di tempo, di luogo o di persona, anche in riferimento all’età, tali da ostacolare la pubblica o privata difesa” o se in stato "di grave turbamento", derivante "dalla situazione di pericolo in atto". Dunque, non sarà necessaria la minaccia vera e propria di un'arma.

Cambierebbe, se approvato il testo, anche la norma che riguarda chi commette un furto in abitazione. Il disegno di legge depositato in commissione prevede infatti che “Nel caso di condanna per il reato” di furto in abitazione e furto con strappo “la sospensione condizionale della pena è comunque subordinata al pagamento integrale dell’importo dovuto per il risarcimento del danno alla persona offesa”. Non solo. Perché è previsto un aumento delle pene per chi viola il domicilio: se prima il Codice penale prevedeva una pena da sei mesi a tre anni di carcere, col nuovo testo il minimo sarebbe di un anno e il massimo di cinque. Che con l’aggravante diventerebbero sei. Infine, la nuova ipotesi di pena per il furto in casa e il furto con strappo prevede un minimo di quattro e un massimo di sette anni di carcere invece che da tre a sei (come previsto ora).

Commenti

tosco1

Mer, 03/10/2018 - 21:01

Non sara' il massimo, ma pare che si cominci a ragionare a difesa della parte offesa, come dovrebbe essere scontato.L'ambiguita' della legge attuale, e la libera inerpretazione dei giudici sempre maldisposti nei confronti di chi si difende,forse vorrebbero i cittadini succubi e supini al malaffare, rendevano la legge medesima un reale ostacolo alla difesa legittima del cittadino in pericolo. Insomma, era, nel senso che speriamo sia ora cambiata, una bella buffonata all'italiana .. Riassumendo il mio parere sulla legge attua: Legge fasulla,+ magistrautura italiana ed e' nato il guaio per l'italiano onesto.

ex d.c.

Mer, 03/10/2018 - 21:18

Trovare un ladro in casa provoca sempre un grave turbamento ed anche una grande paura ed una grande rabbia

Ritratto di Montagner

Montagner

Gio, 04/10/2018 - 00:30

Certo che per chi, come FI, non ha fatto assolutamente nulla per modificare la situazione esistente non mi sembra il caso di parlare di topolini.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 04/10/2018 - 02:23

La violazione di domicilio deve essere l'aggravante per chi si introduce in una proprietà privata, indipendentemente sia una abitazione o luogo di attività lavorativa, senza il consenso del proprietario. Ovviamente a chi si introduce nella proprietà privata e compie violenza sugli inquilini deve essere comminata una pena congrua ovvero al raddoppio della reclusione per tutti i reati contestati.

taxidriver63

Gio, 04/10/2018 - 03:47

Speriamo che inseriscano anche un codicino che impedisca ai familiari del ladro o affini di essere risarciti. Non deve essere possibile.

Popi46

Gio, 04/10/2018 - 06:09

E quale “turbamento” sarebbe considerato “grave”? Ma come si pretende di legiferare sul metro dei sentimenti e/o delle emozioni? È una bufala pari pari alla “difesa proporzionale all’offesa” finora in vigore. Se un qualcuno mi ruba il gatto , unica compagnia della mia vita, o se un altro mi ruba un anello di diamanti, di cui nulla mi importa, il giudice quale reato considera più grave nella decisione di legittimare la mia reazione difensiva?

Happy1937

Gio, 04/10/2018 - 06:19

Il continuo cedere di Salvini ai calmieramenti dei 5 Stelle per tener in piedi un governicchio dannoso e’ vergognoso.

mcm3

Gio, 04/10/2018 - 06:21

Come al solito Forza Italia critica, ormai avete solo questo scopo nella vita, criricare sistematicamente qualunque proposta od iniziativa, sapete di non contare piu' niente e quindi pensate che fare opposizione si traduca in criticare e cercare di creare problemi, RIDICOLI

puntopresa10

Gio, 04/10/2018 - 06:36

Egregia forza Italia, è ormai ora che vi rendiate conto,che avete fatto il vostro tempo,in tutti gli anni che avete governato avete sempre perseguito il vostro tornaconto,io per questo non vi voterò più. Grazie

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 04/10/2018 - 06:46

si trattera solo di un topolino ma potrebbe essere gia qualche cosa se questo govwerno decidesse di mettere mano ai codici ed alla giustizia con una riforma in grado di non permettere piu vacanze premio ai delinquenti con condanne ridicole e incerte definite in tempi assurdamente brevi. Un delinquente è e rimane un delinquente e quando viene condannato deve scontare la pena senza se e senza ma!

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 04/10/2018 - 06:47

anche il giudice che commette errori deve essere condannato perche non è giusto che il giudice non paghi gli errori che commette!

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Gio, 04/10/2018 - 06:54

Ultimamente FI ragiona con la stessa testa del PD .Io ERO per FI.

flip

Gio, 04/10/2018 - 07:41

seconto la Bongiorno, dobbiamo fare "l'indagine approfondita" Come? In carta da bollo da consegnare al bandito? in quante copie? Poche chiacchiere e balle. si spara e basta! pensa a che punto siamo arrivati. difendo la mia famiglia ed i miei beni. piaccia o non piaccia alla bongiorno!

routier

Gio, 04/10/2018 - 07:59

"La montagna ha partorito un topolino". Meglio un "topolino" che il nulla assoluto dei governi precedenti. (anche perché se il topolino è nutrito ed accudito a dovere, col tempo, si può trasformare in un animale che fa paura alla malavita)

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 04/10/2018 - 09:10

Le solite chiacchiere della politica "pro delinquenti", sembra volte a tutelare più loro che le "persone". Tanto per cominciare: l'arma deve essere stata "denunciata": perché? Per fare in modo che il delinquente possa informarsi dei possibili rischi prima di agire? Per non averla denunciata ne risponderò penalmente (sequestro e contravvenzione), ma in compenso impedirò al delinquente "bene informato" di conoscere i rischi prima di agire. Altre considerazioni alla prossima puntata.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Gio, 04/10/2018 - 09:15

Mah, contrariamente a quanto afferma Forza Italia non direi proprio che la montagna abbia partorito un topolino; semmai un discreto topolone. E' un disegno di legge piuttosto convincente e chiude la bocca a tutti quegli stupidi che dicono che vogliamo trasformare l'Italia in Far West.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Gio, 04/10/2018 - 09:27

Vorrei vedere "belfagor", il Martina de noantri e la famosa "melara" Malpezzi, se non gli viene la strizza con un tagliagole in casa alle 3 di notte, o di pomeriggio. Che fanno i Compagni, gli consegnano pure la falce e il martello, o glieli scagliano sulla fronte facendolo secco!? Il Compagno è sempre "buonista", accende il gas e gli prepara il caffè. Forse! - Se lo Stato non può difendere il singolo Cittadino a qualsiasi ora, h24 (è impossibile), allora il Cittadino ha il Diritto, anzi no, il Dovere di provvedere da Sé. Con ogni e qualsiasi mezzo. E' semplice. Lapalissiano. I Giudici se lo ficchino in testa: Questa volta per tutte.

Ritratto di mailaico

mailaico

Gio, 04/10/2018 - 09:34

Queste leggi mal scritte nascono dalla impossibilità di ottenere giustizia.La politica "delega" ii cittadini la difesa in quanto non sa garantire ne la punizione ai rei ne la difesa ai cittadini. Mancano i soldi dicono. No. Manca la volontà di dare pene certe. I furbi la fanno franca sempre e i poveracci che ci "provano" vanno incontro solo ad altro schifo.I cittadini che si difendono devono comunque stare molto attenti. La legge presume che chi si difende la conosca. E il giudice non fa sconti.

fifaus

Gio, 04/10/2018 - 09:41

Perché le nostre leggi sono scritte sempre con una lingua pesante e barocca, che deve essere interpretata?

DRAGONI

Gio, 04/10/2018 - 09:48

COMINCIAMO A COSTRUIRE LE INDISPENSABILI CARCERI AL FINE DI EVITARE SOVRAFFOLLAMENTI ED I FAMIGERATI PROVVEDIMENTI DI "SVUOTA CARCERI" PER NON ESSERE CONDANNATI DALLA UE.

paco51

Gio, 04/10/2018 - 09:50

altro provvedimento: togliere subito l'obbligatorietà dell'azione penale: ed il problema si risolve!

al59ma63

Gio, 04/10/2018 - 09:55

Eh si. Forza Italia e alleati con una schiacciante maggioranza in parlamento... NULLA fecero per difendere i cittadini da intrusioni...non dando possibilita' di difendersi con una legge...lo potevano fare...ora parlano bla bla bla...i FATTI parlano....

al59ma63

Gio, 04/10/2018 - 10:06

@NITROGENO delle 9,27....hai parlato per TUTTI. Bravo.Condivido e sottoscrivo.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/10/2018 - 10:07

Chi stabilisce se il "turbamento era grave"?...Il "giudice"?...Con la attuale "magistratura" non elettiva,stanziale,irremovibile,"non attualizzata" con il sentito popolare,schierata pertanto al 95%,con l'"antico regime"?"La difesa è sempre legittima"!!!!Sta all'aggressore,il RISCHIO,di avere di ritorno una reazione "blanda" o "capitale",secondo le circostanze.non spetta all'"aggredito" il DOVERE di dosarne,gli effetti!Non vogliamo più sentire parlare di:"scafisti per necessità"...."ladri per necessità",..."stupratori per necessità",..."invasori per necessità"....."fuorilegge onesti"..e noi,poveri "autoctoni"?....Bastonati e mazziati senza pietà,alla minima infrazione!!!....Basta!

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Gio, 04/10/2018 - 10:15

@flip - Gio, 04/10/2018 - 07:41 - ha scritto:"seconto la Bongiorno, dobbiamo fare "l'indagine approfondita" Come? In carta da bollo da consegnare al bandito?" ------ La consiglio vivamente di iscriversi ad un corso per imparare a leggere e a capire ciò che si è letto.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 04/10/2018 - 10:51

---ma secondo voi---è verosimile che se una persona muore non di morte naturale--ovunque questa persona si trovi--anche in luoghi dove non dovrebbe essere --ci possa essere una legge che impedisca ai magistrati di aprire un fascicolo per stabilire i perchè ed i percome questa persona sia morta?---secondo me non è possibile--non ci può essere una "zona franca" dove la legge non entri e sia giustificato "sempre" ed a scatola chiusa il proprietario di questa "zona franca"--lo capisce pure un bambino che se passa una legge del genere--un tizio che ha un contenzioso con un altro tizio e vuole risolvere in maniera drastica e sicura--basta che lo inviti a casa sua e metta su una bella messinscena--tanto la magistratura a casa sua non entra--ma come potete pensare o soltanto condividere simili idiozie?--swag--i porti franchi non ci saranno mai-

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 04/10/2018 - 11:01

FI non governa per proprio demerito. Con un Governo che aveva avuto, nella storia della Repubblica, il maggior consenso di sempre, il Berlusca, che in tantissimi avevamo votato, non ha modificato una sola legge. Niente riforma della giustizia, del lavoro, della costituzione, della legge elettorale, e ora rosica e sputa veleno perché non governa.

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 04/10/2018 - 11:08

02121940, per il possesso illegittimo di armi non c'è, oltre il sequestro, la contravvenzione, ma la galera!!

flip

Gio, 04/10/2018 - 11:15

Tutankamon. dove non ho letto bene? mi può spiegare lei?e comunque la mia è ironia.

Mobius

Gio, 04/10/2018 - 11:25

elkid (10:51), ci era già venuta in mente l'eventualità. della messinscena. Cosa dire? Se qualcuno che non conosci bene ti invita la sera a bere qualcosa a casa sua, meglio evitare. E se si tratta di un amico, prima di accettare valuta a fondo la, diciamo cos', percentuale della vostra amicizia: sotto un 70 per cento meglio non fidarsi...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/10/2018 - 11:31

@navajo 11:01...Concordo!

antonio54

Gio, 04/10/2018 - 12:07

L'attuale legge sulla legittima difesa è stata modificata e approvata, se non ricordo male, da uno dei governi Berlusconi. Di cosa parlano quelli di Forza Italia Speriamo che la nuova legge sia scritta in modo chiaro, senza che si dia la possibilità a nessuno di dare interpretazioni personali. Questo è molto importante, per evitare di non cadere dalla padella alla brace... come si suol dire.

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 04/10/2018 - 13:12

La montagna partorisce un topolino. Premessa: L'abitazione o il luogo di lavoro sono il sacrario di chi ne ha la disponibilità legittima. Chi viola tale sacrario entrando fraudolentemente deve sapere di commettere un vero e proprio attentato alla sicurezza personale, mentale, economica del proprietario/abitante e si deve presupporre la volontà di arrecare danno da cui il disponente non solo può ma deve difendersi, quali che siano gli strumenti usati. Soluzione ? Non entrare abusivamente nella proprietà altrui e non ci saranno conseguenze. Punto !

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Gio, 04/10/2018 - 16:30

"Nemmeno il Re d'inghilterra può entrare in casa mia senza il mio permesso". Così gli Inglesi. Noi itagliani invece, dovremmo avere il parere del "Giudice" per stabilire se è, o non è, un Diritto cacciare, anche a revolverate chi non è stato invitato in casa mia ma ci si è introdotto a forza solo e soltanto per delinquere? _ Non ci risulta che uno sconosciuto entri in casa d'altri, senza invito, a scopo "umanitario": Mai accaduto! - Ergo, quel "Giudice" si arroga un Diritto che si è preso, punto. Il "Potere dei Giudici", nei casi di autodifesa che è sempre legittima, va ricondotto a più miti consigli e alla svelta. Nessuno può "sindacare" sul "terrore" indotto da una qualsivoglia aggressione contro un innocente. Nessuno, tantomeno terze parti. Men che meno un "Giudice"... giudice che giudica, ma cosa giudica!?

batpas

Gio, 04/10/2018 - 18:02

Salvini, ti annacquano e non te ne accorgi. Svegliati. e non cedere al potere senza se e senza ma. fa l'uomo di stato perchè cosi' diventi come Dimaio.

elpaso21

Gio, 04/10/2018 - 18:12

Mettete almeno il gratuito patrocinio perchè tanto la vostra legge NON VERRA' APPLICATA.