Ecco perché Renzi ha fretta di votare

Secondo alcune fonti parlamentari Renzi vuole andare al voto all’apertura della prima finestra elettorale disponibile, quindi ad aprile, per arrivare con un nuovo presidente del consiglio all’appuntamento del G7 a presidenza italiana, che si svolgerà a Taormina a maggio

Ha lasciato il timone da pochi giorni ma, a quanto pare, Renzi ha voglia di chiudere presto l'esperienza di Gentiloni a Palazzo Chigi. Il suo obiettivo, secondo alcune fonti parlamentari, sarebbe quella di andare al voto all’apertura della prima finestra elettorale disponibile, quindi ad aprile, per arrivare con un nuovo presidente del consiglio all’appuntamento del G7 a guida italiana, che si svolgerà a Taormina a maggio.

In questa ottica può essere letta anche la convocazione dell’assemblea del Pd, domenica 18 dicembre. L’ordine del giorno, stando alle stesse fonti della maggioranza dem, sarebbe volutamente vago (in modo da lasciare aperta ogni opzione): "Analisi situazione politica e determinazioni conseguenti". Nessun accenno al congresso. Facile ipotizzare che nelle intenzioni della maggioranza Pd ci sia la convocazione delle primarie per l’elezione del candidato premier, lasciando le strutture del partito così come sono uscite dall’ultimo congresso, quello dell’8 dicembre 2013, con l’elezione dell’assemblea e del segretario Matteo Renzi.

Ad incoraggiare i renziani in questa direzione ci sarebbe anche la notizia che il pronunciamento della Corte Costituzionale sul referendum per abrogare il Jobs Act è previsto per l’11 gennaio. Il ministro del lavoro, Giuliano Poletti, ha sottolineato in una pausa dei lavori del Senato sulla fiducia al governo: "Mi sembra che l’atteggiamento prevalente sia quello di andare a votare presto, quindi prima del referendum sul Jobs Act".

Un risultato referendario contro una delle leggi-manifesto del governo Renzi sarebbe un colpo durissimo da cui rialzarsi. Un motivo in più, aggiungono fonti del Pd, per fare presto. Ma, osservano le stesse fonti, "se, come sembra, sono tutti d’accordo ad andare a votare al più presto, perché dovremmo impiegarci più di un paio di settimane ad approvare la nuova legge elettorale?". Un’osservazione che pare altresì ironica, visto che nel Pd sono in tanti a nutrire più di un dubbio sulla reale volontà del Movimento Cinque Stelle e Forza Italia di andare al voto al più presto.

Commenti
Ritratto di rodolfo47

rodolfo47

Mer, 14/12/2016 - 18:31

Ma dovremo essere condannati a riavere questo buffone come presidente del consiglio? Non c'è una minima possibilità di togliercelo di dosso questo emerito cxxxxxxe?

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 14/12/2016 - 18:38

Sono solo fantasie e sogni del PAGLIACCIO. Questo oramai é stato bruciato; il solo fatto che ci sia gentiloni al governo la dice lunga. Un ex democrazia proletaria, ex movimento lavoratori per il socialismo, ex partito di unità proletaria e, quindi,un comunista marxista leninista stalista fino al midollo a capo del governo, é un vecchio arnese in mano ai comunisti radicali e non ai cattocomunisti del PAGLIACCIO. Se a questo si aggiunge il vitalizio in pericolo per elezioni anticipate, il totale é scontato.

Klotz1960

Mer, 14/12/2016 - 18:46

Complimenti! Anche oggi 3 articoli e foto in prima pagina a Renzi. Nemmeno Repubblica! Poi non lamentatevi se le vendite del Giornale scendono. Non ne possiamo piu'.

lorenzovan

Mer, 14/12/2016 - 18:48

e non siete contenti? fino a 5 minuti fa uululati contro i governi non scelti dal"ppoppolo" e ora che il bomba vuole le elezioni vi tirate indietro?

ghorio

Mer, 14/12/2016 - 19:00

Ma Renzi non si era ritirato a Firenze e non aveva detto che abbandonava la politica?

diesonne

Mer, 14/12/2016 - 19:09

diesonne il compito di renzi è stare zitto e non dettare agenda.-il parlemento,si ricordi,è sovrano e non chiede i suoi consigli sgangherati e fuorvianti

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 14/12/2016 - 19:22

Fra poco ci prenderanno tutti per il c..o! Dall'America all'Australia ..

moichiodi

Mer, 14/12/2016 - 23:05

Elezioni subito? Ma non e quello che fanno finta di chiedere le opposizioni.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 15/12/2016 - 00:27

Voi vi fate troppe illusioni, ragazzi! Di certo il centro-Destra e le altre opposizioni (vere o di facciata che siano) non hanno abbastanza voti in parlamento per condizionare la permanenza del governo. Quindi pensate, o meglio sperate, che sia il cialtrone fiorentino a farlo. Ma perché mai dovrebbe farlo? Se anche un referendum dovesse bocciare il suo jobs act, pensate proprio che la questo possa procurargli qualcosa in più di un certo momentaneo fastidio? Si è preso dieci giorni fa' una trombata sulla riforma costituzionale che avrebbe steso un rinoceronte, ma è ancora lì, che fa' e disfa' quel che vuole, con un clone a capo di un governo in cui è cambiato solo un ministro. Vi sembra che uno così abbia paura di perdere un referendum sul lavoro (tema di poco conto nella sua scala di valori), e che sia disposto ad azzardare elezioni anticipate per questo? Ma chi glielo fa fare?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/12/2016 - 01:48

Ma non aveva detto che non rientrava in politica? Ah già, si chiama pinocchio, quindi "mantiene" la parola.