Ecco la priorità del governo: tirare a campare per un anno

Scampato il pericolo del voto in autunno, premier e ministri ora pensano a costruirsi un futuro politico

«L'impegno sul lavoro produce risultati. Non c'è niente di più importante per un governo». Paolo Gentiloni, presidente del Consiglio, ieri in conferenza stampa era visibilmente soddisfatto per i dati Istat ed Eurostat su occupazione e Pil. «Credo si possa ancora fare qualcosa di positivo e di utile», ha twittato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro. La legislatura è destinata a durare e, di sicuro, il premier e i suoi colleghi qualche idea per costruirsi un futuro politico ce l'hanno.

Le profferte di lealtà ribadite ieri dal segretario del Pd, Matteo Renzi, magari faranno correre un brivido sulla schiena dei componenti dell'esecutivo. Ma poi, valutando le alternative allo status quo, tutti si rincuorano. Tant'è vero che ieri sono spuntate fuori dal cilindro di Gentiloni & C. molte novità. Oltre all'annunciato decreto attuativo del reddito di inclusione, è stato varato anche un altro decreto sul Mezzogiorno che introduce zone franche soprattutto nelle aree portuali del Sud con esenzioni Ires e Irap oltre a corposi sgravi contributivi, accelerando inoltre l'erogazione dei fondi per l'imprenditorialità. Il governo ha poi confermato l'intenzione di porre la fiducia sul ddl di riforma del processo penale la settimana prossima, una circostanza che in altre occasioni avrebbe provocato fibrillazioni.

Non sono tutte rose e fiori, certamente. Proprio la sempre maggiore convinzione circa il prolungamento della durata dell'esecutivo crea frizioni tra i singoli componenti, ognuno desideroso di portare acqua al proprio mulino. Ad esempio, ieri il decreto Sud ha creato malcontento nel sottosegretario Maria Elena Boschi e nel ministro dello Sport Luca Lotti nei confronti del ministro della Coesione, Claudio De Vincenti. Quest'ultimo ha in mano le leve dei fondi europei (che saranno dirottati in gran parte sul decreto Sud) sui quali vorrebbe avere più voce in capitolo il Giglio Magico. Analogo siparietto si è ripetuto tra il Guardasigilli, Andrea Orlando, e il titolare del Viminale, Marco Minniti, che avrebbe voluto varare una stretta sugli insediamenti degli immigrati che lavorano come stagionali. Ma Orlando, che guida la sinistra Pd, non può avallare politiche troppo law and order.

Se si considerano anche le partite Ilva e Alitalia (oltre al decreto per il Sud), emerge prepotentemente la figura del ministro dello Sviluppo Carlo Calenda. Tanto che Renzi è stato «costretto» a consultarlo anche in vista della prossima legge di Bilancio. Gentiloni e Calenda sono, infatti, i «santi in paradiso» cui il leader Pd è ora costretto a rivolgersi per evitare una manovra lacrime e sangue. La litania è sempre la medesima: disinnescare i 15 miliardi di clausole di salvaguardia sull'Iva e, al contempo, cercare di operare una seppur minima riduzione fiscale da spendere in campagna elettorale (magari con un taglio del cuneo fiscale).

Le prospettive politiche potrebbero aver inciso sulla scelta di Rossella Orlandi che, avvicendata come direttore alle Entrate da Ernesto Maria Ruffini, ha deciso di rifiutare l'incarico al Tesoro di consulente nella lotta all'evasione. Ha preferito restare in organico all'Agenzia della quale è dirigente e ricoprirà l'incarico di direttore dell'area Territorio, cioè del catasto. Insomma, tempo per annoiarsi non ce ne sarà: tra salvataggi bancari da gestire e legge elettorale da preparare i mesi passeranno. E Gentiloni sarà sempre lì.

Commenti
Ritratto di Marotta2

Marotta2

Sab, 10/06/2017 - 09:31

Non a caso siamo il paese delle maschere di carnevale ! Questi sono personaggi dello spettacolo , con il massimo rispetto per tutti loro , ma non dei politici . Si mettono di buzzo buono solo per perder tempo e fare figuracce galattiche , quello gli riesce bene ! Tanto andremo a votare , nel segreto dell'urna la pagherete !

aldoroma

Sab, 10/06/2017 - 10:21

4 governi di non eletti....viva la democrazia

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Sab, 10/06/2017 - 11:25

E la 5° associazione a delinquere sta scaldando i muscoli in panchina.Preparatevi.

fumonero

Sab, 10/06/2017 - 11:42

governo....ma che governo un branco di ipocriti menefreghisti.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 10/06/2017 - 11:50

Dovete capirli,devono maturare il vitalizio e la buonuscita per il reinserimento al..lavoro)anche se nella vita hanno fatto una ..emerita cippa)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 10/06/2017 - 12:03

Altro che carnevale. Solo i sinistri potevano fare tutto ciò. Hanno messo i loro uomini in tutti i posti di comando, ma dicono che è democrazia, un pò falsa però.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Sab, 10/06/2017 - 12:13

@Marotta2 Concordo con lei, ma non sul segreto dell'urna. Una costituzione veramente democratica non può contemplare la "repubblica parlamentare", aberrazione che dopo qualche mese consente di fregarsene del voto popolare e far cadere governi seguiti da orge di farlocchi falliti e impresentabili ma i eletti da nessuno. Solo la repubblica presidenziale è la vera forma di democrazia diretta che consente a chi vince le elezioni di governare per tutto il tempo del mandato elettorale, oppure di tornare subito al voto.

Marcello.508

Sab, 10/06/2017 - 12:54

"Meglio tirare a campare che tirare le cuoia" Così soleva dire Belzebù, 'u zu Giuliu! Ma ve le faremo tirare lo stesso anche a maggio del prossimo anno, nonostante danni, debiti non onorati e promesse mancate che costellano l'attività di questo governicchio dedito alle proprie camarille. I nostri poveri, indigenti, senza lavoro o precari? Possono aspettare: la precedenza va a profughi, rifugiati, veri o presunti, a migranti proprio come recita il giuramento che i governi fanno all'atto della loro funzione. Si, come no ..

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 10/06/2017 - 14:16

Da quando abbiamo il ministro della COESIONE!!! Chi l'ha INVENTATO??? AMEN.

agosvac

Sab, 10/06/2017 - 14:42

"tirare a campare!" ovvero sopravvivere sulle spalle degli italiani! Ma è questo quello che dovrebbe fare un Governo serio???? A mio parere il Governo non dovrebbe "tirare a campare" dovrebbe piuttosto aiutare a campare gli italiani che sono in gravissime difficoltà economiche. Invece pensano solo a loro stessi, degli italiani se ne fottono allegramente!!! E tutto questo perché il grande vecchio non può neanche pensare che gli italiani avrebbero diritto a scegliersi da chi farsi governare.

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 10/06/2017 - 14:53

Si tira a campare fino a che non maturano i vitalizi.