Ecco il risparmio energetico che arriva dalla plastica

Il mondo del riciclo conquista punti anche grazie a Corepla, Consorzio nazionale senza scopo di lucro per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica. Vi aderiscono 2.582 aziende con una filiera composta da 33 centri di selezione, 74 impianti di riciclo e 32 preparatori e utilizzatori di combustibile da rifiuti.

Il 2018 si può raccontare con qualche numero. La raccolta differenziata continua a crescere. Sono state più di 1.200.000 le tonnellate raccolte in modo differenziato (+13,6% rispetto al 2017). È un risultato importante sia per il comparto che per gli oltre 7.000 Comuni che hanno avviato il servizio di raccolta. Il dato medio nazionale di raccolta pro capite è di 20 kg ad abitante contro i 18 del 2017. Le Regioni più virtuose d'Italia si confermano Veneto e Sardegna con poco più di 28 kg per abitante all'anno. Quanto alla diffusione sul territorio, sono più di 7.200 i Comuni serviti (91%) e 57.781.901 i cittadini coinvolti. Nel 2018 sono stati riconosciuti da Corepla oltre 351 milioni di euro ai Comuni o ai loro operatori, a copertura dei maggiori oneri sostenuti per i servizi di raccolta differenziata degli imballaggi in plastica. Il valore economico direttamente distribuito dal Consorzio ammonta a 654 milioni di euro, dove la quota di valore principale è quella destinata ai Comuni e/o convenzionati da loro delegati. Cresce dunque il riciclo. Sono 643.544 tonnellate (+9,7% rispetto al 2017) i rifiuti di imballaggio in plastica provenienti dalla raccolta differenziata domestica riciclate nel 2018 da Corepla (58%) di cui 27.366 tonnellate provenienti dalle piattaforme da superfici private. A questa cifra vanno aggiunti i quantitativi di imballaggi in plastica riciclati da operatori industriali indipendenti delle attività commerciali e industriali (376.000 tonnellate) per un riciclo complessivo nazionale di oltre 1 milione di tonnellate. Sono stati recuperati anche quegli imballaggi che ancora faticano a trovare sbocchi industriali verso il riciclo meccanico e il mercato delle plastiche riciclate. Corepla ha avviato a recupero energetico circa 383.000 tonnellate che sono state utilizzate per produrre energia al posto di combustibili fossili. È importante anche il contributo Corepla al bilancio energetico del Paese. Con il riciclo degli imballaggi provenienti dalle raccolte differenziate, nel 2018 sono stati risparmiati oltre 9 mila GWh. Antonello Ciotti, Presidente Corepla ha ricordato che «l'industria della produzione e trasformazione della plastica è una realtà di rilievo: rapprsenta una parte significativa del sistema economico dell'Italia che, nel settore, è seconda solo alla Germania. L'Italia ha saputo applicare anche al riciclo degli imballaggi in plastica creatività e capacità di innovare, da sempre tratto caratteristico del comparto. Tra i tanti qualche recentissimo esempio: l'Accordo Eni Corepla per la trasformazione di rifiuti plastici eterogenei in idrogeno, la forte crescita della raccolta e del riciclo del polistirolo, la sperimentazione del riciclo chimico».