Elezioni amministrative, i Comuni al voto il prossimo 5 giugno

Pubblicate le date della prossima tornata elettorale. Molti i capoluoghi di provincia e regione coinvolti

I comuni coinvolti saranno più di 1.300 e tra di questi ci sono anche i nome di sette capoluoghi di regione. È arrivata oggi, con una nota del ministero dell'Interno, la conferma che il prossimo 5 giugno si terranno le elezioni amministrative, in tutte le regioni non a statuto speciale e che il 19 giugno si terranno gli eventuali ballottaggi.

Tante le città chiamate alle urne, da Milano, Napoli, Roma, Trieste a Cagliari e Bologna, con altri 26 capoluoghi di provincia che si preparano a eleggere un nuovo primo cittadino. Diversa la questone per il Trentino Alto-Adige, che voterà l'8 maggio, per il Friuli Venezia Giulia, che lo farà il 5 (e 19) giugno, stesse date adottate dalla Regione Speciale Siciliana. Infine, in Valle d'Aosta si voterà il 15 maggio.

Commenti

chicolatino

Ven, 08/04/2016 - 23:18

mica scemo il bullo fiorentino, ha piazzato di nuovo una tornata elettorale a ridosso di un ponte (2 giugno)...le zecche rosse saranno tutte diligenti e come al solito si recherenno in branco a votare pd@iota...i moltissimi liberali, inca@@ati, indecisi e non votanti cronici se ne andranno via per il ponte, risultato il bullo la spuntera'...forse solo i grillini gli terranno testa, essendo quelli per meta' ex rossi e per meta' giustamente inca@@ati...

linoalo1

Sab, 09/04/2016 - 08:37

Perché il 6 Giugno e non il 30 Maggio??Ovvio!!!Perché questo Governo di Furbi Sinistrati,vuole un alto numero di Astensioni,in modo che il Referendum venga annullato!!!Così vincerà la volontà del Governo!!Le Astensioni saranno alte perché,per tradizione,la Prima Domenica di Giugno è vista come l'inizio dell'Estate,e quindi,tutti al mare!!!!E,noi Cittadini,paghiamo!!!E non poco,visto quanto costa un Referendum!!!

Felice48

Sab, 09/04/2016 - 08:46

Ma che bravi così hanno sterilizzato il referendum con la chiamata alle urne in due momenti diversi e non lontani l'uno dall'altro. Il tutto pure ad onta della crisi avremo una doppia spesa non accorpando i due eventi.