Etruria, al via l'udienza sul crac. L'ira dei risparmiatori contro il Pd

Udienza al tribunale fallimentare di Arezzo sullo stato di insolvenza della vecchia Banca Etruria. I risparmiatori: "Governo Renzi a casa, vogliamo giustizia"

Un miliardo e 167 milioni di euro. È questo il deficit complessivo di Banca Etruria che è stata messa in liquidazione coatta amministrativa dal decreto del 22 novembre. Il deficit accumulato al 30 settembre vale 587 milioni di euro mentre altri 580 milioni sono stati accumulati al momento della risoluzione del 22 novembre. La somma che la vecchia Banca Etruria non è in grado di restituire al fondo di risoluzione e ad alcune categorie di obbligazionisti subordinati si aggira, invece, intorno ai 305 milioni di euro. Numeri impressionanti che il tribunale fallimentare di Arezzo ha messo nero su bianco durante l'udienza sullo stato di insolvenza della vecchia Banca Etruria.

"Mi raccomando, non votate più Pd. Al Comune hanno da dare 300mila euro". I risparmiatori di Banca Etruria sono infuriati. Si sono ritrovati davanti al Tribunale di Arezzo e urlano: "Ladri, ridateci tutti i nostri soldi". Una signora ripete ad alta voce: "Mi vergogno di stare in Italia, è diventata una barzelletta". "Governo Renzi a casa - fa eco un altro - vogliamo giustizia". Eppure, al termine di una udienza durata appena un'ora e venti, i giudici del Tribunale fallimentare di Arezzo si sono riservati sulla dichiarazione di insolvenza chiesta dal commissario di Banca Etruria Santoni e sull'eccezione di incostituzionalità del bail in avanzata dai legali dell'ultimo presidente Lorenzo Rosi.

Banca Etruria è stata commissariata nel febbraio 2015 dopo che la Banca d'Italia aveva individuato, sulla base delle ispezioni compiute, un grave dissesto finanziario. Il 28 dicembre il liquidatore Giuseppe Santoni ha presentato la dichiarazione di insolvenza, passo necessario dopo il cosiddetto decreto "salva banche" approvato dal governo, in palese conflitto di interessi con il ministro per le riforme Maria Elena Boschi e la sua famiglia, il 22 novembre scorso. Il decreto ha, infatti, causato la messa in liquidazione coatta di Banca Etruria di cui il papà della Boschi era il vicepresidente.

Se il verdetto accoglierà il ricorso di Santoni, verrà dichiarato lo stato di insolvenza e il fallimento. A quel punto, il Tribunale nominerà un curatore fallimentare. Se questi dovesse ravvisare condotte penalmente rilevanti a carico dei vecchi amministratori (tra cui l'ex presidente Lorenzo Rosi e l'ex vice presidente Pier Luigi Boschi, padre del ministro Maria Elena), il collegio dei giudici trasmetterà la relazione alla procura di Arezzo. Toccherà quindi al chiacchierato procuratore capo Roberto Rossi e agli altri pubblici ministeri del pool che indagano sul caso Banca Etruria analizzare le ragioni che hanno portato l'istituto di credito ad avere i conti in profondo rosso, ipotizzando il reato di bancarotta fraudolenta. Nella relazione di Santoni compare, infatti, una severissima critica della gestione dei prestiti concessi dall'istituto e mai rientrati per le difficoltà economiche. Prestiti che si aggirano interno ai 3 miliardi di euro. "Le criticità affrontate con grave ritardo dagli organi aziendali - si legge nella relazione - erano consistite nella mancata tempestiva adozione di strategie, politiche e strutture dedicate alla gestione dei crediti deteriorati".

Commenti

pupism

Lun, 08/02/2016 - 10:18

Non ho alcun senso di rimorso per chi fino a ieri a votato a SX. Tutti questi correntisti compresi anche quelli di MPS sono sempre stati elettori del PDS e ora si aarangino con i loro rappresentanti in parlamento...

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 08/02/2016 - 10:34

Bisogna rivoltare come un calzino questa "baracca" fraudolenta e fallimentare e sbattere in galera i responsabili (tutti)di questa scellerata gestione:a sempiterna memoria per futuri manager rampanti della finanza creativa procedere a SEQUESTRO di tutti i beni mobili e immobili che devono entrare nel patrimonio fallimentare per risarcire i derubati.BASTA manager d'alto bordo modello de maledetti che sanno solo distruggere aziende e famiglie.

milope.47

Lun, 08/02/2016 - 10:36

Renzi e coloro che avrebbero dovuto vigilare!. Ma come diceva qualcuno: E' TUTTO UN MANGIAMANGIA.

Libertà75

Lun, 08/02/2016 - 10:44

I risparmiatori chiedono che Renzi vada a casa e intanto Renzi si prende la loro di casa... indovina chi è il kompagno più furbo

vince50

Lun, 08/02/2016 - 10:47

A noi basta poco per essere felici,è sufficiente che chi fa danni venga eventualmente rimosso e tutto finisce bene.Quanti risparmiatori oltre a questo ne sono complici,aggiustatevi tra di voi pidioti.

yulbrynner

Lun, 08/02/2016 - 10:55

speriamo cada questo governo farlocco non se ne puo piu' non che gli altri siano meglio...occorrono persone capaci e di GRANDE INTEGRITA' MORALE x me la politica non dovrebbe esistere.. ahime' e' solo utopia.. quindi destra centro o sinistra conta l'onesta e la capacita' non ho il paraocchi come tanti e non sono un talebano

Keplero17

Lun, 08/02/2016 - 10:58

Il reato di bancarotta fraudolenta o di bancarotta semplice è applicabile nei casi di fallimento bancario, ma qui Renzi ha fatto un decreto con forza di legge che non ha fatto fallire le banche e quindi ha messo al riparo gli ex amministratori da qualsiasi possibilità di incriminazione. Le banche per legge non sono fallite, ma hanno annullato il loro capitale sociale e sono state costituite delle nuove banche con denaro affluito da altri istituti, insomma un marchingegno libero tutti a spese solo degli investitori. Magari fossero fallite, allora si che col fallimento sarebbero stati licenziati tutti, compreso i dirigenti e si potevano aprire le porte a questi reati, insomma una bella furbata alla Gianni Schicchi.

Rossana Rossi

Lun, 08/02/2016 - 11:07

Votate, votate pd, babbei............

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 08/02/2016 - 11:11

avete votato il pd fino a ieri e adesso che i vostri idoli ve lo hanno messo in quel posto vi brucia!!?!? arrangiatevi

griso59

Lun, 08/02/2016 - 11:15

Governo Renzi a casa subito, stiamo andando in rovina e nessuno si preoccupa a cominciare dalle alte cariche dello stato che ritengo responsabili di questa agonia.

maurizio50

Lun, 08/02/2016 - 11:27

@yulbrynner. tutti a parole certamente condividono quel che Lei dice: il problema poi si determina nell'occasione del voto. Chissà perchè quelli che sono dotati di onestà e di capacità spariscono e viceversa vengono alla ribalta i peggiori che ora stanno in grandissima maggioranza nelle Istituzioni, nel Parlamento e sopratutto nel Governo!!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 08/02/2016 - 11:36

Salvo poi rivotarli grazie a qualche fanfaronata del giullare tipo 80?...

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 08/02/2016 - 11:55

O sono STUPIDI,INCAPACI E IGNORANTI oppure sono DEI VERI E PROPRI LADRI PATENTATI! In entrambi i casi la cosa migliore da fare e' CHE VADANO AL PIU' PRESTO FUORI DALLE SCATOLE.

paolo b

Lun, 08/02/2016 - 11:58

la cosa più sconcertante è che nessun magistrato indaga anche le negligenze o forse peggio le collusioni di banca italia e degli ispettori (magari qualche bustarella...il vecchio andretti diceva che a pensar male spesso si indovina) inviati 2-3 anni fa a verificare i conti e quant'altro. probabilmente un intervento tempestivo avrebbe evitato un crak di queste dimensioni.....ma banca italia non si tocca. speriamo che chi è stato scottato e chi potrebbe scottrsi in futuro non voti più per i figlioli di questi personaggi legati a filo doppio come papà boschi, papà renzi ecc.....

tormalinaner

Lun, 08/02/2016 - 11:58

Oramai è assodato che Roberto Rossi metterà i bastoni tra le ruote di chi vorrà concretizzare il reato di bancarotta fraudolenta. State tranquilli che Boschi e compagnia verranno scagionati.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 08/02/2016 - 12:08

...secondo me invece è un bene che la banca non sia stata fatta fallire per decreto ...in tal maniera il milione di correntisti semplici ha salvato i propri soldi...ora bisogna trovare un sistema per risarcire le poche migliaia di persone che invece non erano semplici correntisti...mi fate ridere quando parlate di correntisti di destra o sinistra--perchè voi quando accendete un conto in banca vi informate prima delle idee politiche dei manager di quella banca? ma fatemi il piacere.....

semprecontrario

Lun, 08/02/2016 - 12:08

vedrete che chiuderamno gli occhi e danno finta di nulla, il mi babbo è onesto, aveva detto qualcuna

gigetto50

Lun, 08/02/2016 - 12:08

.......tranquilli.non succedera' niente....sara' tutto insabbiato o comunque giustificato senza colpe per nessuno....e Renzi non andra' a casa perché, almeno per adesso, la Troika ed il potere in Italia che ha nella sua massima espressione in Napolitano, non vogliono che ci vada. Ormai non sanno piu' chi pescare o ripescare....ovviamente nello schieramento comunista.... Poi forse questa volta sarebbe troppo...gia' tre governi imposti senza elezioni...di piu' forse sarebbe spudorato, anche se il pudore secondo me non é di casa tra' i cattocomunisti...

unosolo

Lun, 08/02/2016 - 12:26

fino qui va tutto bene ma al ritorno ad Arezzo finirà a tarallucci e vino e se tutto va bene forse i truffatori riceveranno anche risarcimenti, niente di nuovo visto che scacciando prima i CDA e successivamente con decreto hanno ( ha ) salvato il babbo e la cricca decennale , quindi nelle elezioni nessuna risonanza risulteranno puliti e lindi. hanno occupato tutti i posti che contano e chi chiude non si ricorda quindi , fine e si prosegue.

squalotigre

Lun, 08/02/2016 - 12:46

elkid - ma i correntisti non sono garantiti almeno fino alla somma di 100.000 €? O anche questa è una bufala? E la regola del bail in non doveva essere applicata solo a partire dal 2016 mentre il fallimento doveva essere decretato in dicembre se non prima, nel qual caso valevano le regole per le quali i c/c venivano garantiti? E il bail-in, anche se è stato votato dal Parlamento Europeo non è in contrasto con la nostra Costituzione che garantisce il risparmio? Va bene che la Costituzione non si applica secondo convenienza, come dimostra questo Parlamento dichiarato illegittimo, ma a tutto c'è un limite. Anche alla nostra sopportazione.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 08/02/2016 - 13:01

Quello che è accaduto con a s-banca etruria e le altre sorelle è da definirsi una truffa per i clienti che firmavano per obbligazioni subordinate,definite sicure allo sportello da impiegati anche loro coopartecipi della truffa poichè sapevano e tacevano.In questo caso bail-in o vecchia legge,da truffati (il cda compieva azioni coordinate finalizzate a piazzare sole bancarie),loro devono riavere i loro soldi.A pupism dico di andarsi a leggere le leggi prima di sparare cappellate.

isaisa

Lun, 08/02/2016 - 13:24

Ma i ddl non scadono se entro 60 giorni non vengono tramutati in legge ?? Quindi se non c'è stata la conversione decadono e ... gli amministratori sono penalmente responsabili o no ??

Iacobellig

Lun, 08/02/2016 - 13:32

RISPARMIATORI, RIVOLGETEVI A BOSCHI E C., FIGLIA COMPRESA CHE FINGE DI NON SAPERE. IL DECRETO SALVA AMMINISTRATIRI DAL GOVERNO È USCITO, ALTRO CHE NON SAPEVA!

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Lun, 08/02/2016 - 13:50

Ma non succederà niente è tutto fumo negli occhi e i risparmiatori (votanti del PD) capiranno finalmente (forse) come stanno le cose e se pensano di riprendere anche un solo euro , sono degli illusi .

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 08/02/2016 - 14:15

Intanto i bancarottieri brindano ai loro successi. Certamente loro non hanno perso nulla, solo la faccia, mentre il buon Renzino ha ben indirizzato la questione verso il salvataggio della banca. Per gli investitori "imprudenti" per troppa fiducia poi si vedrà, intanto il tempo passa senza danni per chi sa lui.

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 08/02/2016 - 14:33

Bail-In = Regola Armonizzata di Stampo Europeo che salva-amministratori-incapaci e contemporaneamente Ammazza-risparmiatori-traditi. Questa e' la sintesi che l'amministrazione Boschi&Boschi ha fatto sua.

Libero1

Lun, 08/02/2016 - 14:43

Che gli italiani abbiano a capo del governo un burattino non eletto da loro che ogni giorno si prende anche il lusso di prenderli per il.... quando difende la figlia di uno dei tanti furbetti che si sono frecati tutti i risparmi di tanti onesti risparmiatori.Che poi faccia girare le....non solo a chi ha perso tutto ma anche a chi non ne puo' piu' delle bravate dello spavaldo pagliaccio e la sua cricca PiDiota ha creato tanto nervosismo in giro.

scimmietta

Lun, 08/02/2016 - 16:07

X elkid: "....mi fate ridere quando parlate di correntisti di destra o sinistra..." veramente quello che fa ridere, per non piangere, sei solo tu! Giusto preoccuparsi per tutti i correntisti, ma una parolina d'accusa per boschi e compagni, che con il loro scellerato comportamento hanno depredato il "futuro" a un sacco di sostenitori-elettori del Pci-Pds-ds che si vedono buggerati da chi aveva carpito la loro buona fede. Una piccola parolina di biasimo, una tiratina dìorecchie per questi truffatori no? Sono intoccabili perchè bravi "babbi" a prescindere? se non per giustizia almeno per pudore ....

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 08/02/2016 - 16:38

I risparmiatori come gli italiani seri hanno sempre ragione. BUFFONE NAZIONALE PATENTATO E ABUSIVO, VAI A CASA.

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 08/02/2016 - 16:55

Dove mette le mani fa un disastro. PD il partito dei disastri. E la faranno pure franca, hanno la magistratura dalla loro parte...

Ritratto di echowindy

echowindy

Lun, 08/02/2016 - 17:00

LA BOSCHI & RENZI NON SI DIMETTERANNO MAI … SENZA AVERNE LA BENCHÉ MINIMA INTENZIONE A RINUNCIARE ALLA “PIOGGIA DI BENEFICI DELLA LORO POLTRONA”.

onurb

Lun, 08/02/2016 - 17:05

elkid. Oggi è molto semplice conoscere le idee politiche della dirigenza di una banca: basta leggere i giornali e vedere quanti ne sono andati alle primarie del PD. Secondo lei che ci vanno a fare?

scimmietta

Lun, 08/02/2016 - 17:08

X 02121940: scusa, forse hai sbagliato, hai detto "il buon Renzino" ma forse intendevi "il buon ronzino".

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 08/02/2016 - 17:19

Caro yulbrinner hai ragione non è questione di Dx o Sin è questione di onestà. Io ho fatto politica attiva dal 90 al 95 e nel 92 sono stato eletto nella mia citta. E non ho mai percepito UN SOLDO dalla politica, semmai ce ne ho messi dei miei, come quando ad es nel 93 sono andato in delegazione ufficiale ad Indianapolis per il GEMELLAGGIO, pagandomi VIAGGIO,VITTO e ALLOGGIO.E quando poi sono venuti LORO gli Americani a Monza (vicesindaco e consiglieri)gli ho pagato di tasca mia Hotel e ristoranti. Saludos dal Nicaragua

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 08/02/2016 - 17:32

Elkid 12e08 Io si carissimo!!!! Saludos dal Nicaragua.

Fossil

Lun, 08/02/2016 - 18:08

Frottolo a casa e i Boschi alla gogna. Ci vorrebbe una specie di piazzale Loreto stile secondo millennio...

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 08/02/2016 - 18:22

La banca è un'impresa e come tale rischia e può inevitabilmente fallire, ma a differenza di un'impresa industriale, commerciale, agricola ecc. è sotto continuo controllo ed autorizzazioni da parte della Banca d'Italia ed in subordine dalla Consob. Detto questo, stanno impapocchiando le carte dei suddetti elefanti della burocrazia bancaria che stranamente dormivano, per non parlare del ragazzotto di Rignano e della fata turchina, generata dal vice mago della banca stessa scesi dalla nuvoletta già con la bacchetta magica in mano. Direbbe il grande Totò: ma fatemi il piacere! Ed aggiungerei sbatteteli tutti in galera e buttate la chiave!

filder

Lun, 08/02/2016 - 18:44

I risparmiatori se l'hanno presa in quel "posto", la magistratura si guarderà bene di toccare il paparino della cenerentola della Camera i sette nani gli faranno scudo e poi tutti vissero felici e scontenti.

CIGNOBIANCO03

Lun, 08/02/2016 - 20:32

Non aspettiamo altro:SVEGLIATEVIIII.

MassimoR

Lun, 08/02/2016 - 22:22

comunque é sempre bello fare i miliardari coi soldi degli altri. in altri parsi questi sarebbero già morti

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 09/02/2016 - 00:11

La giustizia "borghese" che per anni ha condannato i reati applicando le leggi dei codici non potrà più fare nulla contro i banchieri truffatori. OGGI ABBIAMO MAGISTRATURA DEMOCRATICA CHE STA ELABORANDO OPINIONI SOCIOLOGICHE SINISTRORSE PER ASSOLVERE IL PAPARINO DELLA BOSCHI E DEL RENZI. Tutto si svolge nell'ambito di un potere che trova riscontro nelle antiche signorie medievali.

Duka

Mar, 09/02/2016 - 06:58

Renzi a casa certamente e con tutta la banda bassotti di cui si è circondato. Beninteso; TUTTI A CASA MA PRIMA VUOTANO LE TASCHE.

marco999

Mar, 09/02/2016 - 19:39

La storia 2014 indica i responsabili gi questa ignobile vicenda: BANKIT doveva commissariare Etruria già nel 2013 per gravi irregolarità nella gestione 18 marzo 2014 Zonin Pop vicenza, entro fine mese offerta vincolante su B.Etruria 09-04-14 B.Etruria: Piazzetta (Pop.Vicenza), entro venerdi' offerta vincolante "L'idea e' fare un'offerta cash" (RADIOCOR) 14:51:22 a MERCATI APERTI ! nei primi 10 giorni di Aprile 2014 ETRURIA vende azioni proprie ! Invece dell' offerta cash VINCOLANTE arriva la trattativa in esclusiva con ETRURIA fino al 29/5, perchè erano SOLO 6 mesi che trattavano ! il 29/5 Vicenza offre 1 euro per azione, il Cda di Etruria non accetta, ma non convoca l' assemblea CONSOB doveva bloccare il titolo durante la trattativa aprile-giugno 2014 perchè vi erano evidenti manipolazioni del mercato

marco999

Mar, 09/02/2016 - 19:41

Il Cda di Etruria per salvare la faccia e le poltrone si affretta a comunicare al mercato la trasformazione in spa e si riserva di comunicare la data dell' assemblea ma dopo 5 mesi il 23/12/2014 non rispetta il comunicato e rimanda tutto al 2015. Kairos si ricopre MIRACOLOSAMENTE in gennaio 2015 prima della dichiarazione di Renzi sulle popolari Ora è chiaro che Vicenza non aveva il denaro per l' opa, ma ha usato questo Bluff per convincere i propri azionisti a fare un ADC a prezzi gonfiati, SOLO con quello ha superato gli stress test (si trova sotto indagine della GDF dal 22/9 per aggiotaggio) MOLTI AMICI DI ETRURIA CHE AVEVANO ACQUISTATO AI MINIMI HA VENDUTO AZIONI IN GENNAIO 2015 DOPO ANNUNCIO DI RENZI